Utente 183XXX
Buongiorno. Ho bisogno di una risposta che nessuno è riuscito ancora a darmi. Ho fatto una icsi. Il 9 di aprile ho fatto un transfer di due embrioni (blastocisti classe C) sono subito stata a letto (e ancora ci sto) per precauzione. Il 18 di aprile prime beta positive ma basse a 18. Il 21 le ripeto ed erano a 13. Tre medici mi dicono purtroppo gravidanza biochimica... Sospendere terapia (terapia era aspirinetta la sera dopo cena. Magnesio ogni 12 ore. Progesterone 2 ovuli ogni 8 ore. Cortisone dopo pranzo e acido folico naturalmente) mi rassegno. Infatti sospesa terapia arriva ciclo ma solo per tre giorni abbastanza particolare ma non così abbondante come mi dicevano. Dopo i tre giorni del ciclo e a 6 gg dalle ultime beta ripeto su richiesta del medico curante di nuovo le analisi. Con sorpresa di tutti erano a 126. Forse qualche residuo o memoria storica nell mio fisico? Comunque vado il giorno dopo di questo risultato a fare un'ecografia dal mio ginecologo e a ripetere ancora beta. In utero nulla di nulla e beta raddoppiati a 258. La mia gine preoccupata. Pensava anche a un'extrauterina.ma io nessun sintomo mi sentivo bene fatto pure viaggio in treno. Ieri 29 aprile dolori e perdite... Vado al pronto soccorso. Beta 235 e utero nulla. Perdite molto fluide ma durate solo un giorno. Oggi riposo non ho nulla niente dolori niente perdite solo un gran mal di testa. Sospese medicine da quel risultato a 13 quindi da una settimana ormai. Domani 30 aprile ripeto beta. Ma che sta succedendo? Qualcuno può illuminarmi?

[#1] dopo  
409935

Cancellato nel 2018
Salve, in questi casi, come il suo, occorre pazienza e attenzione.
Se il beta e in continuo aumento i segni di una gravidanza, con un attento esame ecografico, prima o poi compariranno. Attenzione però perché il rischio di una gravidanza extra, purtoppo esiste ed e da tenere presente.
Dr. Floriano Petrone Chirurgo Ginecologo, Centro Medico Iknos, Milano 347 8330868