Utente 497XXX
Buongiorno,
in seguito ad una sospetta candida la ginecologa mi ha consigliato di utilizzare meclon in crema per sei giorni. Dopo un totale miglioramento, a due giorni dalla fine della cura è comparso un prurito intimo lieve esterno (prima della cura il prurito era anche interno), che è comunque per fortuna sopportabile (senza perdite) che si accentua durante la notte o la mattina. La ginecologa ora è in ferie, quindi non riesco a contattarla, ma sono preoccupata che i sintomi possano peggiorare prima del suo ritorno.
1) Potrebbe essere che non sono guarita completamente? Perchè durante la cura e nei due giorni successivi non avevo più nessun sintomo.
2) In passato dopo la fine della cura con il meclon (sono soggetta a candida perchè ho la rcu) avevo usato i fermenti normogin, potrebbero essere indicati anche in questo caso? Non so che fare.
3) Inoltre mi sono dimenticata di chiedere alla dottoressa se il meclon, dato che contiene metronidazolo, interferisce con nuvaring. Ovviamente durante la cura non ho avuto rapporti, ma mi chiedo, nel caso ci fosse interferenza, per quanto dovrei proteggermi, considerando che ho assunto il meclon verso la fine della pausa dal nuvaring (il giorno dopo aver iniziato con la pomata ho inserito l'anello).
4) Potrebbe essere l'anello il responsabile di questi disturbi?

Grazie mille,
cordialità

[#1] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Il NUVARING in tutta questa situazione non ha nessuna responsabilità.
Per quanto riguarda la presenza del metronidazolo , non deve preoccuparsi perchè l'assorbimento del farmaco,per via vaginale, è scarsissimo.
L'uso di probiotici (normogin) può essere utile , ma deve accertarsi se la infezione è stata
SALUTI realmente debellata.
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#2] dopo  
Utente 497XXX

Grazie mille dottore.
Alla fine si trattava di candida non guarita completamente. Per fortuna sto comunque molto meglio, ma la ginecologa mi ha consigliato di prendere comunque ZOLODER.
Ci sono interazioni tra questo farmaco e Nuvaring? Purtroppo mi sono dimenticata di chiederglielo...
Grazie!

[#3] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
interferenza a livello epatico
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#4] dopo  
Utente 497XXX

mi scusi, intendevo se l'effetto anticoncezionale di Nuvaring persiste nonostante l'assunzione di zoloder, ossia se l'anello funziona lo stesso

[#5] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Interferisce a livello epatico , ho risposto
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#6] dopo  
Utente 497XXX

Dottore ne approfitto per chiederle un'ultima cosa. Ho assunto una sola pastiglia di zoloder il 15 settembre scorso (indossavo l'anello da due giorni), mi sono comunque protetta durante tutti i rapporti successivi (anche per aspettare di guarire dalla candida). Non ho mai avuto rapporti completi comunque, per via delle mie paranoie. Ora vorrei iniziare ad averne, ma vorrei essere sicura che l'anello funzioni. Un paio di settimane fa ho bevuto del succo di pompelmo, ho letto che potrebbe causare problemi. Ci sono interazioni? Se sì per quanto dovrei utilizzare il profilattico? Al momento sono in pausa dal nuvaring e lo reinserirò l'8 novembre: dall'inserimento di un nuovo anello si è di nuovo coperte?
Grazie,
cordiali saluti.

[#7] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Lei vive male la contraccezione ormonale, deve fidarsi tranquilla , nessun problema
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#8] dopo  
Utente 497XXX

Ha ragione dottore, ma la ringrazio per avermi tranquillizzata. Cercherò di viverla meglio! Saluti e grazie ancora