Utente 481XXX
Buongiorno,
Ho 24 anni e da circa 3 anni assumo la pillola minesse come anticoncezionale. Ho deciso di assumerla poiché a causa della rottura del profilattico ho dovuto assumere la pillola del giorno dopo due volte ed una terza a distanza di un anno per via di perdite ematiche che hanno fatto ipotizzare alla gine un malassorbimento della pillola (ho avuto una reazione cutanea con rossore e bruciore). Ho eseguito visite ginecologiche regolari. Nell ultima mi é stato diagnosticato un ovaio multifollicolare. La situazione mi ha un po' agitata perché assumendo la pillola non avrebbe dovuto insorgere come condizione visto che la pillola lo dovrebbe prevenire o '' fermare''. La pillola l ho sempre presa anche se mai allo stesso orario ma praticamente mai tardando più di 12 h. Mi domando se possa essere questa mancanza di precisione la ragione di tale condizione. Attualmente vorrei smettere la pillola ma ho timore che l ovaio possa peggiorare e diventare policistico compromettendo la fertilità. È possibile questa eventualità ? Ho smesso per un mese la pillola (tempo fa) e dopo 50gg dala sospensione c'è stata ovulazione(dimostrata da ecografia). È possibile smettere la pillola senza rischi di compromettere la mia fertilità o viene sconsigliato? In oltre un ultimo dubbio. Ho avuto una perdita ematica nera e densa 6 gg prima di completare l assunzione del blister di pillole contenenti ormoni. È una cosa che può capitare o potrebbe essere spia di condizioni preoccupanti?
Ovviamente vivo tutto con relativa serenità anche se non pare dal messaggio e appena potrò discuteró con il mio ginecologo ma un parere orientativo mi aiuterebbe a placare quell ansia residua con cui vivo la situazione. Grazie mille per la cortese attenzione.

[#1] dopo  
Dr. Cesare Gentili

28% attività
16% attualità
12% socialità
CARRARA (MS)
VIAREGGIO (LU)
PISA (PI)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
L' ovaio multifollicolare può essere condizione fisiologica in cui sono presenti follicoli in varia fase maturativa distribuiti su tutto il tessuto ovarico . Può essere costituzionale oppure presentarsi in certi momenti della vita riproduttiva per svariati motivi legati alla complessa azione degli ormoni ipofisari sul parenchima riproduttivo.
Un ovaio multifollicolare come tale non costitusce una premessa alla trasformazione in ovaio policistico
L’ ovaio policistico è una condizione complessa che, oltre la disposizione di numerosi follicoli alla periferia del tessuto ovarico definita" a corona di rosario", è caratterizzato anche da irregolarità mestruali importanti ( meno di 6 mestruazioni in un anno), acne, distribuzione maschile ldel pelo, tendenza all'obesità ed alterazione del metabolismo adrogenico. In genere si manifesta dopo il menarca e ma può svilupparsi anche negli anni immediatamente successivi.
La pillola in questo caso è curativa in quanto sopprime l'attività androgenica abnorme prodotta dai follicoli dell'ovaio policistico
Non sembra che questo quadro corrisponda a quello da lei descritto
Dunque non c'è alcun rischio di compromettere la fertilità con l'interruzione dell’estroprogestinico anzi....
Riguardo alla perdita marrone( spotting) è un sintomo che si verifica abbastanza comunemente soprattutto se si fa uso della pillola da più tempo
Dr. Cesare  Gentili
www.cesaregentili.it

[#2] dopo  
Utente 481XXX

La ringrazio per la risposta mi ha tranquillizzata