Utente 703XXX
Buongiorno, sono qui per chiedere un consulto per mia moglie di 59 anni, da circa due anni in menopausa.
1) Nel mese di marzo 2018 durante una visita ginecologica ed una ecografia transvaginale: Esame Obiettivo ES portio regolare, pap test; VG con controllo eco: ge regolari, rettocele di 1° grado, utero avf regolare, endometrio 2 mm, ovaio dx non palpabile, non visualizzato, cisti ovarica sx anecogena semplice di 3 cm, non palpabile.
Esame pap test negativo; esami del sangue: tutto compreso tra i valori di riferimento;
TSH riflesso Ormone Tireotropo (TSH) 1,430; FT4 Tiroxina libera Vedi nota; FT3 Triiodiotironina vedi nota;
NOTA: TSH RIFLESSO
(e) Antigene CARBOIDRATICO 125 (eclia): 18 UI/ml;
VITAMINA D3 (25-OH) (immunofluorescenza) 5,30.
Analisi delle urine: Leucociti ++ (ca 50/campo); BATTERI +++.
(Eseguito Urinocoltura con antibiogramma ed effettuato antibiotici, successivamente ripetuto esame uurinocoltura con risultato negativo.
2) Nel mese di ottobre effettua una ecografia pelvica transvaginale di controllo:
Utero: antiverso flesso, Diametro longitudinale cm 6, Diametro ant. post cm 7, Diametro trasverso cm 8; Miometrio diaspetto disomogeneo; Endometrio spessore antero posteriore mm 2; Ovaio sx (non è scritto niente); Ovaio dx normale per morfoilogia ed ecostruttura.
Note: Cisti ovarica iota score negativa descritta in precedenza in riduzione volumetrica, attualmente 1,8 x 1,5 cm (controllo tra due mesi).
3) Nel mese di dicembre si esegue l'ecografia pelvica transvaginale di controllo:
Utero mediano consono con età della paziente per forma e volume; Diametro longitudinale cm 5,6, Diametro ant.post cm 3,8, Diametro Trasverso (non è riportato niente), Miometrio di aspetto disomogeneo come fibromatosi, Endometrio spessore antero posteriore mm 4,3 di aspetto ecografico compatibile con regolare uniforme; Regioni difficilmente indagabiloi per tessuto adiposo; Ovaio sx ipotrofico, Ovaio dx ipotrofico. Note: elevato BMI che limita liesame. Al controllo odierno ovaie ipotrofiche consone con stato menopausale della paiente. Lavande vaginali.
Una domanda: si effettua una ecografia di controllo per la cisti e non ne parla ? E' scomparsa? Non si riesce a vedere?
4) Due giorni fa ha perdite vaginali come un ciclo mestruale ancora presenti questa mattina.
Siamo molto preoccupati. Grazie in anticipo per l'attenzione che ci dedicherete

[#1]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
La regressione della cisti è documentata ecograficamente , bisogna fidarsi del Collega , altrimenti si deve ricorrere ad una RMN della pelvi .
La perdita ematica genitale in una donna in menopausa da due anni va sempre indagata con ISTEROSCOPIA diagnostica per valutazione dello stato endometriale con eventuale prelievo bioptico.
Non trovo alcun collegamento tra le formazioni cistiche dell'ovaio con la perdita ematica genitale .
SALUTI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#2] dopo  
Utente 703XXX

La ringrazio per la risposta. Giorno 8 gennaio mia moglie effettuerà una visita ginecologica presso l'ospedale di Lecco