Utente 520XXX
Salve, la contatto perché sono molto in ansia e provo ad aiutare la mia fidanzata (18 anni). In data 5/01 abbiamo avuto un rapporto protetto però con una presunta rottura del preservativo, e per ridurre al minimo ogni dubbio ha assunto dopo 6 ore Norlevo; non ha subito alcun segno di male assunzione quali vomito e diarrea. Dopo 7 giorni dal rapporto ha accusato delle perdite che a detta sua hanno avuto la stessa sembianza di un ciclo (ultimo avuto il 22/12), con sintomi annessi quali dolori al seno e basso ventre prima delle perdite, le quali sono durate per i famosi 4-5 giorni del suo ciclo regolare (questa specie di ciclo è durato dal 12/01 al 16/01). È in attesa del suo ciclo regolare il 22/01 il quale è già tardato di 1 giorno, ed attualmente accusa solo dolori al seno e non al basso ventre.. cosa dobbiamo aspettarci? Attendiamo il ritardo, ma confidiamo nel suo ciclo regolare con qualche giorno in più? Oppure il suo ciclo sisi stabilisce dopo i 28 giorni da quello "falso" avuto sette giorni dopo il rapporto e durato per 5 giorni, e quindi lo attendiamo per il 10-12/02? O dobbiamo preoccuparci?
Evidenzio il fatto che nonostante non dubitiamo dell'efficacia del farmaco, ci è salita un po di ansia nel documentarci sul possibile fallimento della pillola in periodo di ovulazione, e contando 14 giorni di media, eravamo a ridosso e quindi ora desta preoccupazione...
Grazie mille in anticipo.

[#1]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
A proposito del fallimento dell'azione della contraccezione di emergenza , ricordo sempre che bisogna tener conto del peso della donna che utilizza la NORLEVO .
https://www.medicitalia.it/news/ginecologia-e-ostetricia/5166-novita-sulla-contraccezione-d-emergenza-pillola-del-giorno-dopo.html
Come ho riportato in questa news
Comunque sicuramente la EllaOne è più sicura come efficacia.
Dalla descrizione dell'assunzione non dovrebbero esserci problemi di fallimento.
SALUTI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#2] dopo  
Utente 520XXX

Il peso si aggira intorno ai 60kg quindi riguardo il peso non dovrebbero esserci problemi come da lei descritto, desta leggera ansia solo riguardo il periodo fertile. In aggiunta di questo dato relativo al peso, con le informazioni già rilasciate nella prima descrizione, sa darci qualche responso in più? In merito anche ai dubbi che ci siamo posti su quando aspettarci un nuovo ciclo? Siamo molto preoccupati e parole rassicuranti ci danno molta serenità.
Grazie ancora!