Utente
Buongiorno;
circa un mese fa ho fatto una visita ginecologica completa con eco transvaginale e palpazione.
Sono in attesa di far il pap test, in terapia ormonale con EVRA cerotto da agosto (avevo sospeso in precedenza), ho ovaio policistico e noduli di adenomiosi sul fondo dell'utero.

La dott.
ssa ha trovato gli organi genitali in ordine, ma ha rilevato perdite associate a una possibile infezione.
Le perdite erano inodori, asintomatiche (non mi ero accorta di niente): ha prescritto ovuli Meclon e lavande vaginali, quindi ho completato la terapia.
Ho avuto rapporti non protetti con un partner stabile (sano o asintomatico), con cui abbiamo interrotto la relazione nello stesso periodo della visita.

Ieri facendo la doccia ho notato nuovamente la stessa tipologia di perdite, liquide e di colore più scuro (giallo tendente al verdino).
Vanno e vengono, non è la prima volta che noto differenze di colore nelle secrezioni, non ho mai avuto fastidi.
Mi chiedo a cosa possano essere associate.
Premetto che in periodi di stress soffro SEMPRE di intestino irritabile e nonostante cerchi di curare l'igiene intima nonché la dieta, avendo spesso evacuazioni improvvise e feci morbide, suppongo possano esserci contaminazioni.
Altra specificazione: indosso spesso indumenti aderenti per via dell'attività fisica costante, sono un'agonista.
Devo preoccuparmi che siano segnali di una patologia recidivante, di un principio di tumore, o posso stare serena?
grazie.

[#1]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Sicuramente si tratta di una vulvo-vaginite , che va identificata con esame batteriologico a fresco delle secrezioni vaginali o tampone vaginale specifico per gardnerella, coli, candida e trichomonas . La terapia che ha eseguito è stata empirica , non mirata.
Sicuramente l'irritazione vulvare gioca un ruolo importante con l'uso di indumenti intimi sintetici e colorati , aderenti, magari a volte con l'uso di salva slip , non di cotone anallergico , associati a ammorbidenti usati per il lavaggio in lavatrice.
Ricordo sempre, da patologo vulvare, che il cotone nasce bianco e quindi tutte le altre tonalità sono create da coloranti.
SALUTI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#2] dopo  
Utente
Grazie dottore, non capisco perché la ginecologa non abbia provveduto al prelievo sul momento...
A quanto pare la terapia non sarebbe servita in sostanza, dovrei farne un'altra, mi par di capire, con ulteriore dispendio economico-la cosa ovviamente mi scoccia un po'.
Cercherò di utilizzare biancheria in cotone più appropriata. Ripeto comunque che le perdite risultano inodori, vanno e vengono, non le ho tutti i giorni ma solo in certe fasi del ciclo (nonostante usi evra le mie perdite variano di settimana in settimana). Utilizzare evra continuativamente peggiora il problema? oltre le 6 settimane ho diversi effetti collaterali ed il produttore stesso dice di non proseguire coi cerotti. Grazie.

[#3]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Evra è un cerotto contraccettivo , non ha nessun collegamento con il suo problema
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI