Utente
Buongiorno, ho preso la pillola per due anni e l’ho sospesa tre mesi fa ma da due giorni ho iniziato ad avere una strana sensazione, dolore e bruciore, sopra il ginocchio, nell’area della coscia.
Vorrei sapere dopo quanto il rischio di coaguli sanguigni torna nella norma, non vorrei allarmarmi per niente visto che sono ipocondriaca...

[#1]  
Dr.ssa Lucia Vecoli

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
20% socialità
LUCCA (LU)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2014
Gent. Sig., il rischio tromboembolico da pillola è per fortuna basso e limitato per fortuna a pochi soggetti a rischio. Tale rischio è maggiore nei primi 3 mesi di assunzione, dopo diminuisce nettamente. Ecco perché fare interruzioni periodiche durante il trattamento ormonale, come fanno alcune pazienti, è una procedura inutile e rischiosa. Quando si verifica un evento sfavorevole, di solito esiste una predisposizione familiare alla trombosi, che può emergere da un' accurata anamnesi e da eventuali esami di laboratorio. Nel suo caso, non avendo avuto nessun evento del genere in due anni di assunzione, il rischio relativo all'assunzione della pillola è nullo. Tuttavia ci possono essere altri fattori che predispongono alle tromboembolie, quali, ad esempio, fumo, obesità, sedentarietà, fratture, interventi chirurgici, neoplasie, gravidanza, tutte condizioni in cui aumenta la coagulabilità del sangue. Cordiali saluti.
Dr. Lucia Vecoli

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio per la risposta esaustiva! Non ho intenzione di riprendere con la pillola, se i sintomi dell’ovaio policistico persistono (per ora tutto bene, ciclo regolare e dolori sopportabili) ne parlerlò con il ginecologo per trovare un’altra soluzione. Quindi dopo dopo tutte queste settimane che ho smesso di prenderla posso stare tranquilla? Non fumo, non ho avuto casi di trombosi in famiglia, faccio abbastanza attività fisica e sono in normopeso. Solo che questo dolore alla gamba mi sta preoccupando...