x

x

In p.s. per addominalgia

trascrivo il diario clinico di p.s.
durante il periodo di osservazione crisi epilettica tonico clonica con rilassamento sfinterico. paziente tendezialmente soporoso ma risvegliabile.
paziente vigile lucido collaborante all'esame obiettivo non segni di deficit neurologico di lato asintomatico. DIAGNOSI:verosimile crisi comiziale.
ora io stavo male più per i conati di vomito e le temperatura che si alzava e il tremore da freddo susseguente che mi pervadeva, dopo essermi liberato lo stomaco mi sono un pò calmato. devo precisare che poco prima avevo preso una 15a di gocce di calmante e fino all'arrivo del 118 non mai perso i sensi ed anche in barella al pronto soccorso ero si un pò assonnato e confuso ma coscente
ora mi è stato prescritto di fare un ricovero neurologico per detrminare se tale crisi epilettica è verosimile o iltutto è dovuto ad altre patologie che mi porto appresso. qualche mese or sono mi sono successi episodi di iperpiressia con rilascio ma il il tutto era stato a detta del medico dell'alto innalzamento della temperatura e per abbassarla con la tachipirina 1000. le elenco la mia anamnesi: nel 2000 operato per paragaglioma all'ipofisi e asportata parzialmente, nel 2005 due bypass cardiaci per infarto, sei,sette mesi dopo uno dei due si chiude e bisogna intervenire con stentd in angioplastica, nel 2006 asportazione di un tumore in parete vesicale. mi dia un consiglio grazie molte
[#1]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 71,1k 2,2k 23
Gentile Utente,

al P.S. Le hanno fatto un elettroencefalogramma? E altre indagini strumentali (TAC o RM)?

Dr. Antonio Ferraloro

[#2]
dopo
Utente
Utente
ecco quanto dopo ricovero per accertamenti:
sottoposto ad EEG che non ha osservato anomalie epilettiformi ma solo rallentamenti diffusi E'stata eseguita TAC torace+addome con mcd che avevo già prenotato e programmato in scrining urologico. esami ematici e l'EEG e 'EEG di controllo sono nella norma. non sono stato sottoposto a RM encefalo per lunghezza dei tempi di programmazione pertanto lo eseguiro ambulatoriamente.
TAC torace con MDC e TAC addome completo con MDC:
esame eseguito con tecnica multislice nelle condizioni di base e dopo con mdc iodato non ionico. non si segnalano lesioni pleuro-parenchiali. modestacongestione vascolare alle basi non immagini di tromboembolia polmonare a carico delle arterie polmonari principali. in ambito mediastinico si apprezzano linfoadenopatie con diametro di circa 1,2 cm. a livello della loggia di Barety della finestra aorto polmonare con diametro di circa 2,8 cm. ed in sede sottocarenale con diametro di circa 1,3 cm. non si segnalano alterazioni afinalistiche a carico del fegato, pancreas, milza, surreni e reni(cisti corticale con diametro di circa 1,8 cm. a livello del terzo medio del rene sx) colicisti alitiasica. vie biliari intraepatiche e extraepatiche non dilatate. non versamento libero peritoneale ne retroperitoneale ne versamento libero della cavità di Duoglas. si conferma la modesta dilatazione aneurismatica dell'aorta addominale con diametro di circa 2,5 cm. associata a note grossolane apposizioni ateromasiche e calcifiche parietali a livello anche delle iliache. diverticolosi del sicma. prostata caraterizzata da struttura disomogenea con grossolane calcificazioni nel contesto da riferire ad esiti specifici.modestissima falda versamento libero nelle cavità di Douglas.
CONDIZIONI CLINICHE: Stabili non ha presentato crisi epilettiche durante il ricovero.
TERAPIA FARMACOLOGICA: acido valproico 500 mg 1 caps ore 20,00 per 7 gg;; 1 caps da 500mg ore ore 8,00 e ore 20,00 per 7 gg;; 1 caps ore 8,00 e 2 caps ore 20,00 fino a controllo neurologico.
Dopo tutto questo non so come predispormi e comportarmi, mi dia un aiuto. Ho già contattato un endocrinologo che lavora presso H S.RAFFAELE di Milano in attesa di risposta e inoltre l'unità di urologia dei riuniti di bergamo presso cui sono in cura nel frattempo rigrazio Lei per l'attenzione.
[#3]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 71,1k 2,2k 23
Gentile Utente,

per ovvi motivi di competenza mi limito esclusivamente all'ambito neurologico del Suo problema.
Le consiglio di iniziare la terapia antiepilettica che Le è stata prescritta e di effettuare la RM encefalica che potrebbe dare delle ulteriori indicazioni.
Mi faccia sapere.

Cordiali saluti ed auguri