Utente 740XXX
Gentili dottori,
da un po' di tempo soffro di fastidiose vertigini quando alzo la testa per guardare in alto e alle volte cordicandomi o girandomi nel letto. A volte mi creano un po' di nausea, altre solo giramento di testa che si risolve in pochi secondi.
Oggi ho fatto una visita otorinolaringoiatrica. Lo specialista mi ha detto che a livello di labirinto è tutto a posto; esaminando lo sguardo (mi faceva seguire una penna indossando una specie di visore con il quale prima aveva esaminato anche le vertigini facendomi coricare, girare sui lati etc) ha parlato di "overshoot" e di una probabile sofferenza a livello microcircolatorio del cervelletto (dovuta allo stress), da valutare con eventuale RMN Tronco cerebello con m.d.c.
In effetti sento una tensione alla base del cranio, ma potrebbe essere anche un fatto cervicale (sento questa tensione a livello della prima vertebra).
Chiedo consiglio (nei prossimi giorni andrò anche dal medico di famiglia) : è opportuno fare una visita neurologica o altri esami dai quali si potrebbe valutare questo disturbo? E' utile la RMN consigliata? Il medico ha detto che con il SSN i tempi di attesa sono di tre mesi.
Se il disturbo fosse quello ipotizzato, esiste una cura?
Mi ha inoltre prescritto l'assunzione di due compresse di ARLEVERTAN al giorno per 30 giorni.
Ringrazio anticipatamente per le risposte ed i consigli che vorrete darmi.
Saluti e buon lavoro.

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

se dal punto di vista otorino non è sato riscontrato nulla di particolare, la visita neurologica sarebbe opportuna, qualora il disturbo persistesse.
Sull'esecuzione della RM encefalica non posso interferire considerato che l'otorino L'ha visitata mentre io sono al buio, non sarebbe certamente professionale.
Potrebbe vedere cosa Le dirà il neurologo.
Il farmaco prescritto Le procurato dei benefici?

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 740XXX

Preg.mo Dottore,

sugli effetti del medicinale ancora non mi pronuncio, ho preso oggi a pranzo la prima compressa e per ora sento una forte sonnolenza (ma anche questo non so se imputarlo al medicinale, stanotte a causa del caldo ho dormito poco..), penso bisogni attendere qualche giorno per vedere eventuali effetti positivi o negativi.
La prossima settimana vorrei recarmi dalla dottoressa di base per un consiglio ed eventuali esami da fare. Poichè per la RMN comunque ci vorranno 80/90 giorni (in privato chiedono 300-450 euro), se Lei ha qualche altro esame da consigliare in questi casi mi dica pure.
Anche per la visita neurologica chiederò consiglio alla dottoressa, so che voi per correttezza non consigliate nomi di colleghi, ed io nella mia città (Trieste) non saprei da chi andare...

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

certamente per vedere gli effetti del farmaco deve aspettare alcuni giorni.
Per il resto chieda alla Sua dottoressa.
Potrebbe effettuare, se ancora non li ha fatti, gli esami del sangue di routine compreso sideremia e FT3,FT4 e TSH.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente 740XXX

Grazie mille,
quando andrò dalla dottoressa le richiederò l'impegnativa per questi esami.
Oggi comunque dopo due compresse mi sento già meglio.
Buon lavoro e buon weekend, la terrò aggiornato sugli sviluppi.

[#5]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Ok, volentieri.

Buon fine settimana anche a Lei
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente 740XXX

Gentile Dottore,

ho effettuato oggi una visita neurologica, questa è la risposta :

Egregio Collega,
ho visitato in data odierna la Sig.ra Carmi Nicoletta (25.08.1977) inviata in visita
ambulatorialep er "vertigini da probabile deficit cerebellare( vedi parereO RL)".
Cenni anamnestici: Nega allergie. A domicilio assumel a pillola estroprogestinicaD. a un anno
circa riferisce che i movimenti di iwnlzamento del capo evocano una sintomatologia vertiginosa,
inoltre il movimento di lateralizzazione del capo verso destra ed il passaggio dall'orto al clino
statismo evoca vertigine. Ha eseguito visita ORL nella quale viene esclusa una problematica
labirintica ed è stata consigliata una RMN dell'encefalo che è in programma per ottobre.
Esame obiettivo neurologico: marcia seîza caratteri patologici, possibile su punte, talloni ed in
tandem, stazione eretta su base ristretta ben tenuta anche ad occhi chiusi, non slivellamenti in
Mingazzini né deficit stenici ai quattro arti, non alterazioni dei ROT nè riflessi patologici, non
disturbi delle sensibilità, non disturbi di coordinazione motoria, non segni di irritazione meningea,
non deficit dei nervi cranici. Si segnala una precoce deviazione a sinistra di oltre 45o nellamarcia
sul posto ad occhi chiusi ed arti superiori protesi in avanti e alcune scosse di nistagrno esauribile
nello sguardo deviato a destra.
Conclusioni: non vi sono segni di deficit cerebel are,il quadro apparei nquadrabilei n una sindrome
vertiginosaa nnonica.S i consiglia Vertiserc 24m g I cx2 per un paio di mesi.


La neurologa dice che secondo lei dipende dall'orecchio ma che non avrebbe senso sentire un altro otorino, che deficit cerebellari darebbero altri sintomi. La risonanza è programmata appena per il 31 di ottobre...a questo punto che mi consiglia?

[#7]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

segua le indicazioni della neurologa, inizi la terapia farmacologica e a ottobre faccia la RM encefalica prenotata.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#8] dopo  
Utente 740XXX

Gentile Dottore
ho effettuato in privato la Rmn. Io non capisco un granchè, ma non mi sembra nulla di positivo.
So che purtroppo non può consigliare alcun nome a cui rivolgermi....attendo almeno un suo consiglio su come procedere, sono molto scoraggiata...
Grazie e buon weekend

Indagine acquisita secondo piani assiali,coronali e sagittali,mediante sequenze TSE
pesate in T2 e Tl, sequenze FLAIR e sequenze G E T2 pesate e sequenze TSE Tl pesate
dopo somministrazione di mezzo di contrasto paramagnetico(G adodiamide,I I ml) per via endovenosa.
Quesito clinico: vertigini da probabile deficit centrale.
In relazione al quesito clinico si osserva diffusa disomogenea alterazione dell'intensita di segnale in corrispondenza del bulbo e dei settori posteriori del ponte e del passaggio
ponte mesencefalo con tendenza all'estensione a livello dei peduncoli cerebellari in particolare a destra: tale area appare disomogeneamente iperintensa nelle sequenze pesate
in DP, T2 e FLAIR, lievemente ipointensa nelle sequenze pesate in Tl e dimostra minuta
area focale di enhancement dopo mdc.
L'area presenta margini sfumati e determina modesta tumefazione delle strutture
coinvolte.
Coesiste diffusa iperintensità di segnale nelle scansioni T 2 pesate in corrispondenza della
base del ginocchio del corpo calloso:, si associano due lesioni rotondeggianti in
corrispondenza della sostanza bianca periventricolare una di I cm adiacente al corno
frontale del ventricolo laterale di sinistra, ed una di 4 mm in adiacenza ai settori posteriori del teffo del ventricolo laterale di destra.
Tali lesioni sovratentoriali non presentano effetto massa nè segni di enhancement.
Il quadro è suggestivo per la presenza di processo produttivo primitivo con aspetto infiltrante, verosimilmente a lenta crescita (astrocitoma?).
Le alterazioni sovratentoriali non risultano di univoca interpretazione: multifocalità?
alterazioni demielinzzanti?
In sede occipitale destra si osserva piccola ectasia vascolare venosa priva di edema
perilesionale.
Cavità ventricolan, spazi liquorali periencefalici e cisterne della base nei limiti.
Linea mediana in asse.Indispensabile rivalutazione specialistica.

Inoltrerò anche al suo spettabile collega Giovanni Migliaccio.

[#9]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

non si scoraggi e faccia vedere l'esame ad un neurochirurgo e ad un neurologo per avere una valutazione diretta delle immagini. Ovviamente a distanza non posso dirLe nulla, bisogna visionare le immagini direttamente.
Stia serena.

Cordiali saluti ed auguri
Dr. Antonio Ferraloro

[#10] dopo  
Utente 740XXX

Gentile Dottore,
non è facile stare sereni quando si tratta di salute, e specie in in questi casi.....
La visita specialistica è fissata per il 21 settembre a Udine con il primario.

Cordiali saluti

[#11]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

a Udine c'è una Neurochirurgia di alto livello, è in ottime mani.

Un grosso in bocca al lupo
Dr. Antonio Ferraloro