Utente
Salve, sono una ragazza di 21 anni e scrivo dalla provincia di Bari.
La storia che sto per raccontarvi è piuttosto lunga e complessa, perciò me ne scuso in partenza.
Una sera dello scorso ottobre, dopo una pesantissima lezione in palestra, sono tornata a casa con un mal di testa di quelli mai avuti in tutti la mia vita. sentivo forti pulsazioni in entrambe le tempie ed un dolore lancinante nella parte posteriore della testa. tutto risolto con un analgesico che avevo a portata di mano.
Dopo qualche giorno, senza però aver fatto ulteriori lezioni in palestra, si sono presentati gli stessi dolori, in maniera piuttosto forte e debilitante.Sono stata in ospedale e, dopo aver fatto un TAC per escludere il peggio, mi sono ripresa grazie all'aiuto di una flebo contenente lixidol toradol.
Dopo qualche giorno, stessi sintomi per cui mi sono precipitata dal neurologo il quale mi ha diagnosticato un'emicrania a grappolo. (..ma......emicrania non significa metà del capo? le mie pulsazioni invece interessano entrambe le tempie oltre che gran parte dell'intera zona del capo)... Ho iniziato a seguire la sua terapia di beta-bloccanti e magnesio puro, ma, sinceramente, non ho mai notato miglioramenti.
Questo fino a dicembre, quando,ANCORA, il mal di testa mi ha letteralmente buttato per terra e fatto trovare in ospedale. stessa storia, flebo con lixidol ecc ecc.
Così ho ricontattato il neurologo che ha voluto rivisitarmi. Dopo aver riconfermato la diagnosi precedentemente formulata, mi ha cambiato la terapia e fatto assumere del topiramato in compresse (topamax) per un mesetto circa.
Il mio mal di testa non è mai scomparso, ANZI. sento la testa (soprattutto le tempie) schiacciata in una morsa e forti pulsazioni accentuate nella compressione con il cuscino quando mi sdraio.
Ho anche consultato il dentista, l'osteopata, l'otorino, l'oculista, lo psicologo (mi hanno dato della "PAZZA") e altri 3 neurologi, ma è tutto ok e non associabile ai miei sintomi. In più, vi si sono aggiunti altri, quali debolezza, senso di affaticamento, giramenti di testa, senso di confusione, nausea e vomito, rigidità del collo e muscolare e ho notato un gonfiore di un linfonodo del collo...insomma, di tutto e di più.
Sono stanca di questa storia e, sinceramente, molto spaventata.
Martedì ho un ricovero per un day hospital, ho deciso di fare un check-up generale e cercare di chiarire un po' il tutto.
Voi, personalmente, che idea vi siete fatti?
una mia amica con sintomi molto simili ai miei, ha scoperto di avere un piccolo problemino al cuore...
cosa mi dite?
GRAZIE IN ANTICIPO,
CORDIALMENTE

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

"emicrania" significa metà cranio ma ormai questa definizione viene generalmente utilizzata per indicare un particolare tipo di cefalea (che può essere anche bilaterale), tipicamente pulsante (ma non sempre) accompagnata spesso da fotofobia, nausea e vomito (non sempre).
Desidererei sapere la frequenza mensile di questi attacchi, la loro durata e se rispondono ai comuni antidolorifici. Ha avuto un miglioramento dell'entità e/o della frequenza dopo la terapia col topamax?
Un'altra possibilità potrebbe essere quella della cefalea mista, cioè emicranica e tensiva ma è solo una possibilità.
Vediamo cosa Le dicono dopo il day hospital perchè potrebbe essere anche utile rivolgersi successivamente ad un centro cefalee.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente
Gentile Dr. Ferraloro
la ringranzio per la tempestiva risposta.

La frequenza degli attacchi è, purtroppo, giornaliera. Mi sveglio con questi dolori lancinanti e vado a letto con ancora i disturbi. Sono, praticamente, sintomi con cui convivo da quasi un anno, ogi giorno, 24 ore su 24.
Gli antidolorifici non rispondono minimamente, solo un lieve (ma appena lieve, di soli 7 giorni. Dopo di che, punto e a capo) miglioramento l'ho avuto con il topamax.
Al centro cefalee di Bari ci sono anche stata, ma, ahimè, si è trattato solo di un colloquio con un neurologo che mi ha proposto le infiltrazioni di tossina botulinica e, data la mia debolezza a seguito di uno svenimento (a causa del dolore lancinante) mi ha prescritto del cortisone da assumere per una settimana.

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

considerato che non ha avuto benefici significativi, potrebbe rivolgersi nuovamente al centro cefalee o ad un neurologo esperto in cefalee per una rivalutazione terapeutica.
La terapia cortisonica Le ha dato sollievo?

Buonanotte
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente
Buongiorno dott Ferraloro!

Si, la terapia cortisonica mi ha dato un piccolo sollievo... ma di una sola settimana. E' superfluo dirle che non è possibile assumere del cortisone per molto tempo.

Questa mattina ho ricontattato il mio neurologo il quale mi ha aumentato la dose di metoprololo (sono passata da metà compressa al mattino e metà alla sera, ad una intera sia mattina che sera) e prescritto degli integratori di benexol e folina.
Lei che ne pensa?

[#5]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentiole Utente,

il farmaco prescritto appartiene alla classe dei beta-bloccanti ed è indicato nella prevenzione di alcune forme di emicrania. Mi faccia sapere gli effetti, grazie.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente
purtroppo solo vertigini, nausea, vomito e fortissimi giramenti di testa.
sono veramente stanca e demoralizzata.
potrei provare con del partenio puro?

[#7]  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
GENOVA (GE)
LIVORNO FERRARIS (VC)
MONDOVI' (CN)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2006
Non ha ancora consultato uno gnatologo, o comunque un dentista che si occupi di bruxismo.
Se il dentista non ha conoscenze specifiche sull'argomento, se non è uno gnatologo, in sostanza, il suo parere non è sufficientemente attendibile.
https://www.medicitalia.it/blog/gnatologia-clinica/439-lo-gnatologo-ma-chi-e-costui.html

Il fatto che le sia stato proposto un trattamento con tossina botulinica mi fa supporre che l'ipotesi dell'origine da contrazioni muscolari (bruxismo) sia stata presa in considerazione.
Ma non è detto: potrebbe essere stata presa in considerazione per altro motivo a me ignoto.

In un centro cefalee, dopo una prima visita di inquadramento del problema, il caso viene valutato da un team di specialisti, fra cui anche lo gnatologo.
Le suggerisco di effettuare una nuova visita presso un diverso centro cefalee.

Mi permetto di segnalarle inoltre altro materiale informativo attinente alla mia specialità:

https://www.medicitalia.it/minforma/odontoiatria-e-odontostomatologia/699-bruxismo-come-riconoscerlo-e-come-affrontarlo.html

https://www.medicitalia.it/blog/odontoiatria-e-odontostomatologia/891-bruxismo-una-innovativa-proposta-diagnostica-e-terapeutica.html

Sul mio sito www.malocclusione.it ulteriori approfondimenti al riguardo.
www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)

[#8]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

deve soltanto assumere farmaci prescritti dallo specialista o dal medico curante.
Non faccia automedicazione.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#9] dopo  
Utente
Buongiorno e grazie ad entrambi per l'interesse che state mostrando!

Dr Formentelli, quella da lei citata è una questione di cui il mio dentista mi ha parlato (mi ha infatti detto di avere una postura errata della mandibola) ma che sinceramente ho un pochino trascurato, chiaramente SBAGLIANDO.

Prenoto al più presto una visita e approfondisco il tutto!!!!

GRAZIE INFINITE!

[#10] dopo  
Utente
Salve dottore,
dopo il risultato della RMN effettuata, eccomi di nuovo qui a chiederle consigli.
questo è quanto risulta dal referto: area di alterato segnale a livello della corona radiata, da riferire a focalità gliotica a genesi aspecifica. si consiglia completamento con rmn del midollo.

Mi sono recata dal mio reurologo, il quale, vedendomi nervosa e tesa, mi ha rassicurato dicendomi "stai tranquilla, se tutti facessimo una rmn, risulterebbe ciò che è risultato a te. sono delle piccole lesioni, devi solo trovare il farmaco più adatto al tuo organismo. ti direi di assumere il GINERGEG, usato una volta per il post-parto, ma oggi è fuori produzione. Quindi niente, prova con ciò che risponde meglio."

beh.... ma................. COSA POSSO SAPERNE IO? COME FACCIO A SAPERE COSA è PIù GIUSTO PER ME? DEVO ASSUMERE TUTTI I FARMACI PRESENTI IN COMMERCIO? E POI CHE FACCIO, MI AMMALO DI FEGATO?

ODDIO AIUTO, LA PREGO!!!
COSA DEVO FARE? E POI, COSA SONO QUESTE LESIONI? POTREBBE TRATTARSI DI ISCHEMIA? O DI SM?
IO I SINTOMI LI HO ANCORA OGGI, NON SONO MAI E DICO MAI SCOMPARSI. OGNI GIORNO, 24 SU 24. HO FORTISSIME FITTE ALLA TESTA... INIZIANO NELLE TEMPIE E SI PROTRAGGONO DIETRO, COME SE NELLA TESTA MI ENTRASSE UN TRAPANO E USCISSE DALL'ALTRA PARTE. NON POSSO NEANCHE POGGIARMI SUL LETTO PERCHè LA COMPRESSIONE DEL CUSCINO PEGGIORA IL TUTTO.

ASPETTO UNA SUA RISPOSTA, DOTTORE. NEL FRATTEMPO, LA RINGRAZIO E SALUTO CORDIALMENTE.

[#11] dopo  
Utente
volevo inoltre aggiungere che ho ritirato i risultati delle analisi effettuate al day-hospital ed è emerso che abbia avuto la mononucleosi ma che adesso l'abbia superata. infatti i valori di riferimento sono 20-40 ed il mio ATTUALMENTE è 10. pensa che possa esserci una relazione con quanto detto nel post precedente?

[#12]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

sulla focalità gliotica a genesi aspecifica concordo con quanto Le ha detto il neurologo, non è da considerare patologica.
Per il resto sarebbe opportuno farsi seguire da un centro cefalee.
Escluderei che la pregressa mononucleosi possa avere un ruolo per la Sua cefalea.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#13] dopo  
Utente
grazie dottore, davvero!

quindi mi sconsiglia la rmn del midollo? non è necessaria?

[#14]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

il neuroradiologo l'ha consigliata, pertanto sarebbe opportuno effettuarla. Chieda al Suo medico e al neurologo cosa ne pensano.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#15]  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
GENOVA (GE)
LIVORNO FERRARIS (VC)
MONDOVI' (CN)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2006
Gentile paziente, il suo dentista, a quanto lei riferisce, le ha parlato di una "postura errata della mandibola".

Non ha più seguito questa strada di indagine, mi sembra di capire.
La malocclusione, aggravata da un concomitante bruxismo (digrignamento o serramento dei denti) è in grado di provocare i suoi disturbi.

Non è una diagnosi, naturalmente, non l'ho visitata...
E' una proposta di indagine (che non esclude naturalmente le altre) da approfondire con lo specialista di riferimento, lo gnatologo (NON è il dentista generico).
www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)

[#16] dopo  
Utente
Dott Formentelli, la ringrazio per il consiglio.. purtroppo ho chiesto nella mia zona ma lo gnatologo è davvero impossibile da trovare. solo dentisti. ....con il mio, attualmente stiamo procedendo con le estrazioni dei 4 giudizi. speriamo serva a qualcosa!

per il Dott Ferraloro: il mio neurologo mi ha sconsigliato la rmn del midollo... (non so il perchè, però a questo punto.... mi fiderei)...
Mi ha fatto assumere 10 gocce alla sera, di Laroxyl.
Ho provato per la prima volta. Ho sentito una fastidiosa sensazione di anestesia alla bocca ed in particolar modo alla lingua e un forte nodo in gola...come se ci fosse un tappo che mi impedisca di deglutire.
E' normale? Ho letto il bugiardino, ma sono rimasta "traumatizzata" per tutto ciò che ho letto.
Adesso il mio neurologo è fuori Italia e tornerà solo fra due mesi. Lei cosa mi consiglia riguardo gli effetti? Amici che lo hanno usato per altri motivi, mi hanno confermato quanto si è verificato a me, dicendo che sia tutto normale all'inizio poichè il farmaco un fortino e l'organismo deve abituarsi. Smetterò di sentire questo nodo in gola, solo fra una ventina di giorni (ieri è stata la prima volta che l'ho assunto).
Che mi dice a riguardo?

[#17]  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
GENOVA (GE)
LIVORNO FERRARIS (VC)
MONDOVI' (CN)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2006
L'estrazione degli ottavi, in presenza di sintomi riferibili ad una problematica gnatologica, potrebbero, con molta probabilità, aggravarli.

Allarghi il cerchio della sua ricerca.
Purtroppo gli gnatologi sono pochi.
www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)

[#18]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

potrebbe arrivere alle 10 gtt prescritte dal neurologo in maniera graduale, per es. iniziando con 3-4 ed aumentando poi una gtt al giorno fino ad arrivare a 10.
In tal modo si potrebbero minimizzare gli effetti collaterali. Qualora persistessero, dovrebbe rivolgersi allo specialista ed in sua assenza al Suo medico curante.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro