Utente 178XXX
Salve,come potete vedere dagli altri miei post sono un soggetto che soffre d'ansia e sono abbastanza ipocondriaca, ma oramai qualsiasi cosa io dica di soffrire non viene presa in considerazione e vengo etichettata come ansiosa... considerando che io mi rendo effettivamente conto di come l'ansia mi influenzi e mi porti a somatizzare o comunque ad ingigantire i sintomi che ho, e che magari questi stessi sia proprio io a crearli, non mi sembra giusto, che qualsiasi cosa io dica non debba essere considerata...anche perchè questo non fa altro che aumentare il mio stato di malessere. perciò voglio scrivere qui una problematica della quale oramai soffro da circa due settimane, e che sporadicamente ma in forma molto più lieve e transitoria mi accadeva anche in passato: 15 giorni fa ho incominciato a sentire una sorta di formicolio alla parte sinistra del corpo, braccio, mani, gamba e piede. come una sorta di indolenzimento, sensazione di gonfiore, (guardandomi non avevo nulla di gonfio)... con il tempo questa si è estesa anche al lato sinistro.... io passo molto tempo seduta, almeno 7 ore al comuter a disegnare, e poi non pratico sport. questo in me ha scatenato una risposta di tipo ansioso con seguente attacco di panico. io riconosco che la paura che è subentrata dopo è patologica, e di competenza psicologica, ma cerco di far capire al mio dottore che è stata successiva a un malessere fisico, e che io ho interpretato immediatamente come qualcosa di grave...SM. e questo sintomo fisico è iniziato improvviso in un momento in cui non ero ansiosa..... ho la sensazione di avere poca sensibilità, e di avere difficoltà nei movimenti (ma questa in realtà è forse davvero una mia sensazione perchè cammino tranquillamente e disegno al pc tranquillamente).... di fatto quando disegno molto dopo un pò sento il fastidio alle braccia e alle mani aumentare... ho la sensazione di avere la pelle delle mani tipo "carta vetrata", ma in realtà è normalissima e tanto indolenzimento piedi gambe e braccia..quando mi sveglio la mattina ho davvero le mani intorpidite e mi fanno male...le devo muovere molto per far passare un pò il dolore.... ovviamente ho paura della sm. preciso che essendo in cura con un neurologo per una cefalea tensiva da due anni, feci rmn senza mdc due anni fa e ripetuta per controllo tre mesi fa, tutto nella norma, angio tac ok tre mesi fa, esami del sangue tre mesi fa ok, ecg e ecocolordoppler tre mesi fa ok. un anno e mezzo fa feci rmn cervicale e evidenziò perdita della lordosi con inversione cervicale alta.. rx tutta la colonna a inizi del 2010 evidenziò stessa cosa con rettilizzazione anche del tratto lombare.porto il bite per malocclusione da circa 6 mesi che mi ha aiutato nella cefalea..sono in cura da una settimana con il cipralex ma al momento nessun miglioramento anzi ho avuto un netto peggioramento dell'ansia al quale cerco di fare fronte con lo xanax. potrebbe essere qualcosa di grave? è il caso di ripetere la rmn fatta tre mesi fa?grazie

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

se è seguita già da un neurologo dovrebbe stare tranquilla. La RM encefalica eseguita tre mesi fa è ovviamente valida e non occorre che ne faccia un'altra a breve scadenza.
Le consiglio di avere un pò di pazienza nell'attesa della risposta farmacologica che dovrebbe dare i primi benefici dopo 3-4 settimane di terapia. All'inizio è normale che possa esserci un aumento dell'ansia, infatti eventuali effetti collaterali dovrebbero durare un paio di settimane per poi regredire gradualmente.
Non pensi a malattie importanti.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 178XXX

Salve dottore,

la ringrazio innanzitutto per la risposta. sono seguita da un bravo neurologo, e magari quello che sto scrivendo sembrerà un controsenso, in quanto mi fido di lui, ma quando gli ho raccontato questi sintomi, non mi sono sentita molto considerata, in quanto sono stati giudicati immediatamente come una somatizzazione di tipo ansioso... oggi i fastidi sono molto aumentati e ho dolore alle mani e ai piedi. Non sto vivendo un momento facile emotivamente e mi rendo conto che l'ansia nell'ultimo periodo è aumentata notevolmente, portandomi ad essere eccessivamente preoccupata per la mia salute, tanto che ogni dolore o comunque ogni malessere lo interpreto in maniera eccessiva.... di questo sono consapevole e intenzionata a cambiare, infatti ho deciso di seguire la cura farmacologica e di andare in psicoterapia....la mia cefalea tensiva si è attenuata notevolmente e questo senza che il neurologo mi abbia mai prescritto farmaci (il cipralex lo sto assumendo solo da 7 gg), ma mi ha solo indicato di andare in terapia......
ma c'è forse qualcosa che non riesco ancora a capire...... io i sintomi fisici ce l'ho.... formicolio, sensazione di debolezza, poca sensibilità, e oggi anche dolore alle gambre e alle braccia mani........ mi viene detto che sto somatizzando, in quanto, il mio neurologo ha detto, così come lei, che la rmn era davvero molto recente (fine giugno), che le analisi del sangue erano ok... e che non era il caso di ripetere la rmn di nuovo.... ok, fin qui ci sono.... ma allora questo significa che i sintomi che io avverto (ad esempio oggi il dolore alle gambe) sono solo immaginari...e io mi domando come è possibile? insomma io mi rendo conto dell'ansia che ho ma mi rendo anche conto che nel momento in cui ho iniziato ad avvertire questi sintomi fisici io non ero ansiosa..... so anche che una persona a me vicina ha la sm e forse mi sono anche inpressionata.... perchè so che aveva questi sintomi che io avverto e che gli fu diagnosticata in ritardo..... per questo mi domando se era invece importante dover ripetere la rmn o fare altre analisi (in quanto questi sintomi si sono presentati dopo).....e mi rendo anche conto che questo mio mettere in dubbio le analisi fatte è un meccanismo tipico di chi è ipocondriaco... ogni analisi diventa poi "vecchia".... ma nonostante tutto non riesco a non tranquillizzarmi....nel frattempo spero fiduciosa che la terapia faccia effetto.

grazie mille

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

si tranquillizzi. I Suoi sintomi non sono immaginari, sono reali ma è il cervello che li produce e non una malattia organica. Lei li avverte davvero perchè ci sono ma non sono causati da nulla di patologico, sono prodotti dal cervello.
Aspetti i benefici della terapia.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente 178XXX

Grazie Dottore,
è stato gentilissimo, e ho capito cosa intendeva dire anche se per un "paziente" profano come me in materia è difficile distinguere la differenza tra "prodotti dal cervello" e "immaginari".
aspetto che la cura che mi è stata prescritta dia i suoi benefici, anche se sono molto spaventata e forse poco fiduciosa...sa dottore, il mio timore è che questo mio meccanismo psicologico e questo mio rimuginare non possa essere guarito..... mi sembra impossibile rimettere a posto qualcosa che in effetti non si vede con un farmaco....
e inoltre ho paura del farmaco stesso soprattutto perchè da quello che ho capito i benefici inizieranno a sentirsi trascorso un pò di tempo da quando si è raggiunto il dosaggio terapeutico....bè, io oggi incomincierò a prendere 5 goccie.... se in 15 gg non avrò effetti dovrò aumentare 1 goccia ogni due giorni fino ad arrivare a 10.... e di nuovo attendere altri 15 gg per vedere i benefici.... insomma tanto tempo, troppo, in compagnia di questi brutti effetti collaterali.... ma è davvero così necessario impiegare tutto questo tempo per aumentare i dosaggi?
io ho un forte aumento dell'ansia, ma sopratutto mi sento molto triste.... e se questa tristezza in passato a volte veniva a bussare alla mia porta, durava davvero poco e non così tanto!!! ho letto poi tutti gli effetti collaterali e ce n'è uno che mi fa davvero tremare il cuore: ideazioni suicidarie..... bè mi sono messa davvero tanta paura.....perchè un giorno quando avevo iniziato a prendere 4 goccie mi sentivo tanto ansiosa e soprattutto tanto triste, piangevo e mi è venuto in mente una frase "ma che vita è questa qui se devo stare così male".......bè.... mi è venuto un attacco di panico, perchè io ho paura dei farmaci e avevo avuto paura che mi stavano causando "quel brutto effetto collaterale"........insomma come si fa a combattere contro sensazioni che vengono create chimicamente da delle sostanze??? ogni volta che rimango sola e ci penso a quel momento mi sento salire l'ansia..... e ho paura.........
quindi la mia preoccupazione sono di due ordini:
-non è forse il farmaco adatto a me visto che mi sento così...mentre il dottore mi dice che è troppo poco 8 gg per deciderlo
-forse dovrei rivolgermi anche a uno psichiatra visto che sto seguendo una cura di questo genere..... spero che non fraintenda e non se ne abbia a male dottore ...ma mi è venuto da pensare che forse, il neurologo, non è più la figura adatta a seguirmi....... nonostante io abbia tanta stima del mio dottore, non so, mi viene da pensare che forse come figura prifessionale ha meno dimestichezza "in generale" con i problemi di tipo psicologico.... ma allo stesso tempo ho paura di imbattermi in dottori che mi considerano solo un "numero"....mentre con il mio neurologo dopo due anni di "forzata frequentazione" per via della cefalea, è nato un rapporto dottore-paziente che è molto umano e non standardizzato e di grande disponibilità....
ad oggi i formicolii e il "bruciore" a gambe-piedi braccia-mano è ancora presente.....mi domando se possa dipendere anche dai problemi strutturali che ho alla schiena "praticamente senza lordosi fisiologica nel tratto cervicale e lombare" e dal fatto che passo tutta la mia giornata seduta, davanti al pc a lavoro e poi a casa...... "appena l'ansia inizierà a migliorare spero di tornare quella di prima che usciva di più e magari iniziare a praticare sport".
la ringrazio dell'attenzione e spero troverà tempo per rispondere ai miei ulteriori dubbi vista la sua cordialità.

[#5]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

cerchi di tranquillizzarsi.
Per quanto riguarda l'aumento del dosaggio, ovviamente può essere fatto in maniera diversa e più rapida ma questo dipende dal Suo neurologo che potrebbe contattare anche telefonicamente. In effetti per il momento la terapia è sottodosata.
Ormai ha iniziato questa cura, pertanto Le consiglio di vedere gli effetti terapeutici prima di pensare al consulto psichiatrico, considerato anche che ha un buon rapporto con lo specialista. Se poi non dovesse riscontrare benefici, sarebbe opportuno una visita psichiatrica (chi l'ha detto che diventi un numero e non riesca ad instaurare anche con lo psichiatra un buon rapporto?).

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente 178XXX

Grazie di nuovo Dottore per la sua cordialità.... oggi assumero le 5 goccie e domani penso che cercherò di contattare il neurologo per riuscire ad aumentare i dosaggi in maniera differente... gli effetti indesiderati sono troppo forti per me.... ansia, nausea, malessere,spossatezza ed è come se tutti i sintomi che avevo in precedenza (paura, anche questi formicolii e dolori, tachicardia ecc..) si siano ingigantiti.... in effetti se ci penso io mi sento meglio il giorno che faccio l'aumento di una goccia, mentre il giorno successivo di nuovo gli effetti indesiderati tornano ad essere molto forti.....
oggi ho anche notato che il dolore e i formicolii che erano aumentati notevolmente si sono attenuati quando ho preso 10 goccie di xanax (mi è stato consigliato di assumerlo al bisogno in questo primo periodo), ma per me è diventata una condizione difficile: insomma non ho mai preso nessun farmaco di questo tipo se non qualche preparato omeopatico e ora mi vedo ad assumere antidepressivo e ansiolitico....!!!!!
la terrò informata su eventuali sviluppi.... nel frattempo la saluto cordialmente!!!!!!

PS. "sicuramente potrei raggiungere un buon rapporto anche con uno psichiatra o un altro dottore, sono fiduciosa nelle persone, e vede anche lei mi sembra una persona molto disponibile, ma sa in tre anni quasi che ho sofferto di cefalea, mi è capitato di inbattermi in parecchi dottori prima di incontrare il mio attuale neurologo, e molto spesso mi è capitato di entrare in una specie di prassi...... domande sulla localizzazione del dolore, prendi questa medicina,ci vediamo tra 6 mesi.... e nel frattempo sei davvero un numero..... mi rendo conto che per un dottore che ha moltissimi pazienti è difficile gestire tutte le diverse situazioni, ma non si può prescindere dall'aspetto emotivo e psicologico che c'è alla base di una malattia, o che una malattia comporta....."... io stavo rinunciando al mio lavoro di disegnatrice...... non uscivo più e bastava semplicemente farmi qualche domanda in più per capire che dentro invece soffrivo...non tutti i pazienti sono in grado di aprirsi ai primi incontri e raccontarsi".......

di nuovo cordiali saluti

[#7]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

nelle prime due settimane di terapia è normale un'accentuazione dei sintomi ansiosi.
Ne parli con lo specialista.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#8] dopo  
Utente 178XXX

Grazie Dottore,
oggi cercherò di contattare il dottore...... sono rimasta a lavorare a casa per quanto ero nervosa e agitata e ansiosa......
ma sono un pò contrariata a dover prendere anche lo xanax tutti i gg.....
di nuovo cordialiali saluti.

[#9] dopo  
Utente 178XXX

Salve Dottore, ho contattato il medico e come lei mi ha detto che in questi gg era normale un effetto "paradosso"..avendo incominciato da ieri sera a prendere 5 goccie mi ha consigliato di non mollare la terapia ma continuare, magari in un altra settimana dovrei incominciare a sentire degli effetti positivi.....nel frattempo prendere lo xanax anche due volte al gg per poi abbandonarlo piano piano.....
certo lo xanax mi fa calmare un pochino l'ansia ma mi rende tutta stordita e molto molto debole......
oggi ho ancora ansia forte, i formicolii sembrano andare meglio, ma a volte mi viene quella paura forte di "impazzire e perdere il controllo".... quella paura che ho durante un attacco di panico...adesso invece mi dura ore..... cmq cercherò di tenere duro anche se è davvero molto difficile......poi vivo un condizione sentimentale un pò triste e questo non mi aiuta, perchè mi sono trovata senza la persona che frequentavo praticamente sempre....e praticamente questa ansia non mi fa uscire più.... è difficile fare un uscita con gli amici o in famiglia....e anche recarmi a lavoro...spero davvero che con il passare del tempo gli effetti si calmino un pò...perchè si sta insinuando in me il dubbio di avere qualche patologia psichiatrica più importante che magari il cipralex non riesce a curare e anzi che ha smascherato......

grazie di nuovo della sua gentilezza, è molto importante in momenti come questi.

[#10]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

non si scoraggi perchè il problema si risolverà. Anche la Sua situazione sentimentale ha un ruolo importante in questo momento.
Il medico ha aumentato la dose del cipralex?

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#11] dopo  
Utente 178XXX

Dottore salve, la ringrazio lei è gentilissimo.... ha ragione, anche la sfera emotiva conta tanto, mi sento abbastanza sola in questo periodo, ho avuto una brutta delusione e questo ovviamente va a sommarsi a quello stato di tensione e tristezza che sento......
oggi ho chiesto al mio dottore di aumentare il cipralex ma mi ha detto che da ieri sera ho iniziato ad assumere 5 goccie, che è davvero il dosaggio minimo, e lui vorrebbe che io resistessi almeno per un altra settimana in modo da vedere se il mio corpo abituandosi, inizierà a farmi sentire meglio, poi aumentare ancora a 10 goccie....
io continuo ad avere ansia forte, in certi momenti è come se non riuscissi a "controllare la mente per la paura"..mi sto, anche se davvero controvoglia cercando di aiutare con lo xanax, anch'esso però mi calma un pò l'ansia ma i sintomi fisici invece mi sembra aumentino, perchè mi fa sentire molto stordita e spossata......
oggi avrei voluto parlare con il dottore anche di questi fastidi alle gambre e braccia che continuano a preoccuparmi ancora.... ieri dopo che avevo assunto lo xanax sembravano assersi attenuati, ho avuto meno fastidio mentre dormivo e stamattina andava meglio.... oggi ho deciso di andare a fare una passeggiata, ma mi sentivo i muscoli delle gambe un pò rigidi e mi è venuto dolore ai piedi (sotto la pianta) e alle gambe e alla zona lombare della schiena ancora ce l'ho...è certo che è da ieri che non faccio altro che stare seduta o sdraiata..... i dolori alle braccia sono diminuiti, ho lavorato meno al pc, ma ancora ce li ho,soprattutto se muovo le mano, insieme a una forte rigidità al collo (alla fine come le avevo detto zona lombare e collo sono i due punti che ormai sono una rettilizzati).... ero davvero tentata di dirgli al dottore "facciamo altri controlli", ma poi mi sono ricordata che le analisi del sangue e la rmn insieme all'angio rmn l'avevo fatta davvero quasi alla fine di luglio non di giugno..... e o magari in due mesi mi è venuta la sm o sono troppo sedentaria, troppo ansiosa e per questo rigida e sto amplificando tutto....ma questa paura, capisce, che non è andata via, mi fa precipitare quell'ansia che io ho giò tanto amplificata dal farmaco........ io sto seguendo una psicoterapia a indirizzo hundiano-gestalt, e anche il dottore che mi segue è molto bravo....ma noi parliamo di tutto ma non dei miei malesseri e paure!!! mi viende da pensare, non è che per la mia ansia-ipocondria è meglio la terapia cognitivo comportamentale!!!!

lo so che forse sto scrivendo sempre le stesse cose, perciò mi scuso in anticipo e la ringrazio di nuovo.

[#12]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

probabilmente la terapia cognitivo-comportamentale è più indicata nel Suo caso, dovrebbe chiedere al neurologo che La segue e quindi La conosce bene.
Per il resto mi sembra che i Suoi sintomi possano essere causati dall'ansia e dalla tensione nervosa.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#13] dopo  
Utente 178XXX

Salve Dottore,

mi ritrovo di nuovo a scriverle perchè mi sta venendo un grosso dubbio e una grossa ulteriore paura...eccomi di nuovo a casa a lavorare, anche se per disegnare non devo recarmi in ufficio (e sono tre gg con oggi) c'è da dire che in questi giorni non riesco proprio....da quando l'ansia con questo farmaco mi è aumentata così forte non riesco ed ho paura di uscire...anche prima era così, ma alla fine la riuscivo a gestire meglio..... adesso con quest'aumento spaventoso dell'ansia non ci riesco proprio.....mi domando se in questa fase è meglio assecondare i miei stati d'animo, se preferisco rimanere a casa stare a casa o comunque sforzarmi, prendere lo xanax e provare ad uscire..... c'è da dire che in entrambi i casi sto male lo stesso..... ma in modo diverso.... se mi sforzo di uscire e vedere gente l'ansia non riesco a controllarla, se rimango a casa l'ansia ce l'ho lo stesso e si insinua la paura in me che mi sto aggravando cioè che si sta instaurando il meccanismo di "evitamento"...evito di uscire-evito di vedere gente....... infatti appena ricevo un invito, o penso di stare con qualcuno inizio ad avere paura...paura che l'ansia aumenti e paura che mi senta male...... in quest'ultimi mesi anche mi era successo ma alla fine andavo lo stesso a lavorare, provavo a vedere i parenti, mentre uscire con gli amici, quello si, l'avevo già iniziato ad evitare........provare a fare una vacanza è stato davvero difficile..perchè la mia ansia è peggiorata a Luglio...partita sono partita ma praticamente con l'ansia e le somatizzazioni tutti i gg...però mi viene da pensare che insomma sono riuscita ad andare,,,,
ieri sera ho preso di nuovo il cipralex..... e di nuovo sono stata malissimo.... nausea fortissima, tremori, sentivo freddo e caldo, e ansia......
quindi non so come comportarmi...... è come se mi sentissi su un filo sottilissimo...... da un lato vorrei davvero dire "sto prendendo il farmaco, ok, già questo comporta in me uno sforzo mostruoso visto tutti gli effetti collaterali che mi da, e cerco di fare quello che in questo momento riesco a fare anche se significa stare a casa senza sforzarmi e con tranquillità, uscendo quando me la sento pensando solo a superare questo momento iniziale".........da un altro lato mi domando "è giusto questo atteggiamento o invece mi porterà a cadere dal filo sottile? nel senso che so per esperienza che non ci vuole poi molto a diventare schiavi dell'ansia.... piano piano uno inizia ad evitare le uscite, la gente e poi si ritrova non solo a soffrire d'ansia ma anche di agorafobia o fobia sociale...... e io non voglio assolutamente....."... ho infatti accettato di prendere farmaci proprio quando mi sono accorta che andare a cena da un amica, da un parente o andare a lavoro era diventato difficile, mentre fino a qualche momento prima nonostante l'ansia era la cosa più bella e facile del mondo, che anzi, mi distraeva......ma adesso, in questa fase di effetti collaterali fortissimi e aumento dell'ansia, cosa è meglio per me? è come se piano piano sento che devo iniziare a camminare di nuovo, ma adesso invece di essere facilitata (dal cipralex) mi sento ostacolata.....non so se mi sono spiegata e spero che lei sarà di nuovo gentile da darmi un indicazione...non mi aspetto ovvio che mi dica cosa fare, insomma lo so che non si può dare un consulto a distanza, ma un opinione si!!! la ringrazio
cordiali saluti

[#14]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

secondo me Lei deve fare ciò che sente, assecondare i Suoi istinti senza forzature e senza proibizioni, deve venire incontro a se stessa. Vedrà che col tempo migliorerà.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#15] dopo  
Utente 178XXX

Di nuovo gentilissimo....
oggi stando a casa ho avuto modo di riflettere... ho deciso di lavorare a casa anche domani in modo da continuare a provare ad assumere il farmaco e gestire gli effetti collaterali che purtroppo ancora sento nel modo per me più facile, d'altronde devo tentare ad assumerlo ancora per un pò e ne approfitto di questo week che ho fatto diventare lungo....
oggi pomeriggio mi sono assecondata....sono uscita, e sono andata all'Università dove sto seguendo un corso che avevo totalmente abbandonato....ho preso la metro e ho passato un oretta li in mezzo a tante persone che neanche conosco, senza sentirmi male e nonostante gli effetti del cipralex....... sono orgogliosa di me anche se per chi non ha niente sembra davvero una banalità.....
oggi mi ha telefonato il mio medico per sapere come stavo... e mi ha consigliato di assumere il farmaco, visto che sto a casa in questi gg al mattino e non alla sera (l'assunzione serale l'avevo richiesta io perchè avevo paura che i malesseri mi venissero a lavoro)..... questo fatto mi spaventa un pò.....perchè ieri sera dopo che l'ho preso io mi sono sentita male...avevo dolore allo stomaco e nausea forte e m sentivo molto agitata tanto che stanotte non ho dormito un granchè, avevo tremori, freddo caldo, sudavo........ieri erano 11 gg che assumevo il farmaco (e il secondo gg che assumevo 5 goccie)..... ma non dovrei iniziare a stare già meglio? lo so altra domanda già fatta....... ho paura che se non lo stia tollerando continuando a insistere potrei avere effetti ben più gravi...comunque oggi durante la gioranta la nausea è stata presente e anche un senso di malessere e spossatezza (a volte mi sentivo svenire)....l'ansia l'ho tenuta sotto controllo di nuovo controvoglia con lo xanax, ma cerco di non superare le 6-10 gg al giorno......e anche questo diciamo non mi aiuta a non sentirmi spossata e stanchissima........ ma qual'è la differenza nell'assumere il farmaco la mattina anzichè la sera..? perchè da quello che mi è sembrato di capire è che se riuscirò a continuare a prenderlo dovrei farlo il mattino...

[#16]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

mi pare di capire che oggi sia andata meglio, almeno per quanto riguarda l'uscita all'università. L'assunzione del farmaco al mattino potrebbe evitare eventuali disturbi del sonno ma questa è solo una mia personale interpretazione.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#17] dopo  
Utente 178XXX

Salve Dottore,

bè si, se trascuriamo gli effetti fisici del cipralex o dello xanax (ora le esporrò il mio ulteriore dubbio), è andata meglio....sono andata all'Università, sapevo che mi sarei fatta il viaggio in metro e che sarei stata li almeno un oretta o anche più insieme a persone che non conoscevo, e non ho avuto tutta la paura che ho avuto nei giorni precedenti..... tanto che una volta ero andata all'Università e evevo talmete tanta ansia che mi sembrava di stare per avere un infarto.... poi non ci sono più andata....... ieri ero si, tesa, ma sono riuscita a seguire la lezione, non avevo tanta ansia, saranno state le 5 goccie di xanax? però l'importante è esserci andata........

e adesso le espongo, visto la sua gentilezza, della quale non voglio approfittare, ma "averne beneficio":
ieri era la terza sera che prendevo le 5 goccie di cipralex (continuo a preferire l'assunzione serale)....e con mio stupore non mi sono sentita particolarmente male, si un pò stordita, ma non con i brividi e la nausea di solito (sono 12 gg che lo assumo anche se i dosaggi precedenti erano davvero pochi...una goccia in più ogni due gg).....
stamattina ho anche dormito un pochino di più e mi sono alzata solo un pò nervosa e con l'ansia...quella si ancora purtroppo!!!!! però diciamo non eccessiva....ho anche accettato un invito a cena....e non avevo dolori allo stomaco, no nausea, no spossatezza.....no sintomi fisici
tuttavia ho pensato di seguire le indicazioni del dottore, che mi aveva detto di non dover subirmi l'ansia per forza in questa fase iniziale e mi sono presa 5 goccie di xanax (e non 10)...... e di nuovo la spossatezza, la nausea fortissima, stordimento, mi sento quasi svenire e voglia di dormire..........e allora ho ragionato un pò e mi son detta......
magari il cipralex mi fa aumentare l'ansia, quello si...ma forse tutti questi sintomi fisici me li da lo xanax!!!!! infatti questi ultimi 3 giorni l'hio assunto praticamente sempre (asnche se non più di 10 goccie) e sempre mi sono sentita così..... io lo avevo naturalmente associato al cipralex ma se ci penso ieri sera non mi sono sentita così male....anzi....... durante il giorno ieri, avevo preso lo xanax e infatti mi ero sentita stordita, nausea forte forte, e voglia solo di stare sdraiata......e quello stordimento non è prorpio piacevole...mi da la sensazione tipo di "testa vuota"........ oggi di nuovo lo xanax e di nuovo così...... magari ho confuso le cose......
il neurologo non mi risponde ma il medico di base si.... ed anche lui è un dottore molto competente e molto attento nei miei riguardi......e mi ha detto di provare a non prendere lo xanax, e al limite se continuo a sentirmi ansiosa, visto che sono ancora 3 gg che sono arrivata al mio ipotetico dosaggio terapeutico di prendere le EN, che erano le goccie che prendevo in passato (che non mi davano fastidio fisicamente, mi lasciavano addosso solo un pò di tristezza)......
secondo lei potrei cambiare il farmaco come mi ha detto il medico? le en me le aveva sempre prescritte il neurologo e cambiate perchè appunto gli dicevo che mi sentivo triste dopo.......
grazie di nuovo e scusi...mi rendo conto di essere troppo prolissa......

[#18]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

può tranquillamente assumere l'En, al bisogno e se necessario, al posto dello xanax considerato che è una prescrizione del medico curante e anche del neurologo.
Mi sa che sta cominciando a migliorare anche se ancora è presto e il cipralex è sottodosato. Insomma, andiamo meglio. Per la cena di stasera si rilassi e trascorra una piacevole e serena serata.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#19] dopo  
Utente 178XXX

Salve dottore, la vedo a incoraggiarmi anche se alla fine i sintomi fisici persistono.....!!!!! Però questo mi conforta, perchè sicuramente avrà letto un tono diverso nella mia mail...

In effetti oggi peer quanto riguarda l'ansia va meglio....si questa mattina ho preso 5 goccie di xanax, ma alla fine anche quello è un dosaggio molto basso mi pare di aver capito.....
durante la giornata non ho attacchi di panico, se non sporadicamente mi sono sentita un pò ansiosa ma sono riuscita a distrarmi...anche adesso che mi sto recando alla cena non sono particolarmente agitata...certo sono amici che conosco da tanto, che però non vedo da un pò visto che rimando rimando...... e che non conoscono bene il mio stato ansioso..... come le spiegavo, l'unica persona che ne era davvero a conoscenza, il mio ragazzo, ormai non lo vedo più......
ma non riesco a capire se sta andando meglio o no, perchè durante la giornata ho degli alti e bassi....nel pomeriggio nonostante mi sono dedicata a un attività per me molto piacevole, ci sono stati dei momenti in cui mi sentivo stanchissima e spossata...mi veniva davvero volgia di buttarmi a letto... ma soprattutto ho una nausea molto forte...... ero contenta perchè ieri sera si era calmata, ma oggi dopo l'assunzione dello xanax è tornata davvero forte..... mi sento come una donna incinta....per fortuna riesco a mangiare... non tantissimo, non ho particolarmente fastidio agli odori ma..... è davvero forte...... e mi lascia addosso una spossatezza......!!!!! vedrò come va stasera con l'assunzione del cipralex e domani se mi sentirò ansiosa al posto dello xanax prenderò le en (sperando di riuscire a farne a meno davvero!!!!!) .... in teoria poichè oggi sarà solo la 4° volta che assumo 5 goccie è ancora poco per aspettarmi che gli effetti collaterali almeno fisici(qualora sia il cipralex e non lo xanax a darmeli) si attenuino, oppure poichè l'ho preso in totale già da 13 giorni (anche se a dosaggi bassissimi) dovrebbero essere già andati via....???
su questo ancora c'è un pò di confusione, perchè il neurologo mi ha detto che devo almeno aspettare di prendere 5 goccie per una settimana, il medico di base mi diceva che invece la nausea doveva essere già passata perchè comunque anche con l'assunzione di poche goccie il corpo si doveva abituare.......
grazie dottore e mi scuso se sembra che faccio sempre le stesse domande...non ho tanta dimestichezza con i farmaci (di questo genere)!!!!!

[#20]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

generalmente gli effetti collaterali sono circoscritti alle prime due settimane (ma possono persistere di più) e gli effetti positivi s'incominciano a vedere dopo 3-4 settimane e a volte anche dopo.
Un pò di pazienza.....
Spero che in questo momento si stia distraendo...

Buona serata
Dr. Antonio Ferraloro

[#21] dopo  
Utente 178XXX

Salve dottore,grazie di nuovo per la risposta, sempre gentilissimo.
Quello che non ho capito è se le due settimane per gli effetti collaterali devo considerarle da quando ho raggiunto il dosaggio di 5 goccie o comunque dall'inizio dell'assunzione del farmaco. Infatti il medico di base forse mi ha confuso un pò...perchè mi ha detto che se il farmaco mi farà bene me ne accorgerò tra non meno di 10-15 giorni da quando ho raggiunto appunto le 5 goccie che è il dosaggio minimo..... e allora immagino che anche gli effetti collaterali dovrebbero attenuarsi da quel momento, indipendentemente dal fatto che l'ho assunto da più tempo.... ieri era la 4° sera che prendevo il mio dosaggio......
ma vado per gradi:
mentre mi recavo alla cena non mi sentivo particolarmente agitata, arrivata li però ho incominciato a sentire un pò di tensione e mi sono resa conto la scaricavo fisicamente..infatti mi sentivo il braccio e la gamba sinistra formicolare forte e addormentata..... e ho avuto un principio di paura...ma ho cercato di distrarmi, chiacchierando e piano piano è passato tutto senza bisogno di prendere le en o altro....
peccato per la nausea.....
toranta a casa ho preso il cipralex..... ieri avevo la nausea e prendendolo questa mi è aumentata un pò...tuttavia mi sono addormentata (ma ancora quando lo assumo per un oretta circa continuo a sentirmi nervosa e avverto tutti i sintomi che somatizzo).....
questa mattina mi sono alzata e diciamo che ho si un pò di nervoso addosso e ansia, ma non è costante, diciamo che va a tratti, momenti un pò più forte, momenti assente, momenti controllabile...e in alcuni momenti sembra più che altro paura che mi torni forte....un pò come avere paura della paura..... ma ancora non avverto nausea forte, anzi devo dire, che ho fatto colazione e non ho avuto subito dolore allo stomaco... e ho anche un pò di appetito......(diciamo che io non ho mai avuto problemi con il cibo, anzi penso di essere almeno un tre chiletti sovrappeso.....)...... peso infatti 58.7 per 1.63 di altezza......mentre in questi gg di assunzione del farmaco visto la forte nausea non avevo quasi mai voglia di mangiare, anzi per la verità mangiavo ma senza il piacere che invece di solito provo essendo una ragazza che purtroppo o per fortuna le piace la "tavola".... mi sono riproposta di tornare a lavorare in uccifio da lunedi.... ecco questo pensiero mi mette un pò paura...... ma credo che sia meglio...... se ci penso su infatti, durante la cena mi sono distratta e è andata meglio, magari succederà anche in ufficio......!!!!! certo tra il pensiero positivo e la paura che subentra dopo c'è davvero il mare ancora......ma credo che devo andare per gradi.....(anche se proprio mentre scrivo questo mio proposito uff. la paura la sento.......)!!!!! le scriverò eventuali sviluppi.....

cordiali saluti e la ringrazio ancora per la sua gentilezza e attenzione.....

[#22]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

riesco a capire, tra le righe, che il miglioramento continua...........

Buon fine settimana
Dr. Antonio Ferraloro

[#23] dopo  
Utente 178XXX

Salve Dottore,

bè si devo dire che oggi durante la giornata sono stata meglio....non ho avuto neanche bisogno di prendere le EN.....
ma davvero ancora ho alti e bassi....questa sera purtroppo è un pò basso.....
sono andata a fare una passeggiata il pomeriggio sul tardi, ma mi sentivo di umore non molto alto..... e di nuovo mi sono accorta che mi sentivo le gambe,piedi e il braccio pesante, formicolante e questo mi ha innervosito e mi ha messo un pò d'ansia....
ho preferito perciò tornare a casa...ancora mi sento i foricolii e mi sento ansiosa ma vorrei provare a non prendere le EN......
ho una sensazione strana addosso, come se avessi voglia di uscire, fare cose, andare al cinema, ma mi sentissi bloccata..... e mi sento di fare un passo avanti e uno indietro..... e via dicendo......e questo mi lascia un misto tra ansia e tristezza....
però nausea oggi davvero pochissima...... forse poco prima di uscire mi era venuta e mi ero sentita un pochino spossata e con un pò di vertigini......
mi sono accorta che mi capita sempre verso lo stesso orario, verso il pomeriggio inoltrato...... chissà visto che prendo il cipralex di sera, magar inizia ad attenuarsi un pochino l'effetto.....
comunque già è tanto che non ho avuto quei brutti sintomi del passato...perciò terrò ancora duro nell'attesa che inizi davvero a fare effetto. stasera sarà il 5° gg che prendo il mio dosaggio...... chissà...è che quando mi prendono i momenti "bassi" è come se mi scordassi degli "alti".....mentre è ancora facile che nei momenti "alti" il ricordo dei "bassi" si faccia sentire.... mi passi il gioco di parole.......

Buon fine settimana anche a lei Dottore.....e di nuovo grazie

[#24] dopo  
Utente 178XXX

Salve dottore, la mia sta diventando una cronaca ormai e mi scuso.....

oggi diciamo che è cominciato male, malissimo... non ho più la nausea ma...... mi sentivo triste e con l'ansia forte..... mi sono presa 10 goccie di en.....
e questo mi ha buttato giù.....
non dovrei solo migliorare? e invece io mi sono svegliata di nuovo con la sensazione del braccio e della gamba addormentata e formicolante....... e mi ha fatto tornare un attacco d'ansia di nuovo con la paura della sm....... quindi i passi che avevo fatto in avanti?????
infatti facevo la doccia e mi sentivo il braccio strano...mi sono ricordata di quella mia amica che mi diceva che non sentiva le goccie addosso, e anche io ho iniziato ad avere la stessa sensazione......e di li l'ansia..... ho preso le en e l'ansia si è placata un pò ma non il formicolio e la pesantezza alla parte sinistra del corpo......
ho associato questo mio aumento dell'ansia alla mia paura di tornare in ufficio e al fatto che oggi dovrei incontrare una persona che non ho molto in confidenza, sempre per motivi di lavoro.....
ma perchè da ieri sera questo peggioramento???????può accadere????
non voglio scoraggiarmi.....ma alla fine mi ritrovo di nuovo a pensare a questi fastidi fisici e ad averne paura.... comunque ora sono due settimane che ho questa pesantezza e formicolii e sensazione di perdita della sensibilità.... non è comunque troppo per essere causati solo dall'ansia????

grazie dottore per la sua attenzione....

[#25]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

probabilmente l'idea dell'incontro con una persona che conosce poco (e con tutte le incognite che ne consegono) e la ripresa del lavoro in ufficio, anche incosciamente, l'hanno "disturbata" al punto da accentuare l'ansia.
Ancora per il miglioramente "farmacologico" è prematuro parlarne, per il momento si accontenti di non avere più nausea.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#26] dopo  
Utente 178XXX

Salve dottore,
si è vero ieri mi sentivo agitata sia per l'incontro che per il rientro a lavoro..ma in entrambi i casi non ho poi manifestato l'ansia forte nel termine proprio della parola...... cioè non avevo la testa confusa o quella morsa che in genere sento allo stomaco... (ieri durante l'incontro ho avuto un momento di esitazione, tipo vertigine o vista strana)......
oggi nel recarmi a lavoro non ero agitatissima ma d'umore piuttosto basso....e un pò tesa..ma dottore è stata comunque una tortura per me.....
allora io so di avere l'ansia ma ho davvero un pochino paura che in questo momento qualsiasi sintomo io avverta venga solo attribuito a questo e alla somatizzazione..... so riconoscere che anche questo è un pensiero tipico di chi è ipocondriaco ma......
insomma i formicolii sono davvero forti.....e oggi a lavoro avevo davvero la sensazione di avere braccia e gambe pesantissime e "brucianti"...come ho accennato io uso il pc in continuazione per disegnare e riportare sceneggiature e oggi avevo la sensazione di avere le mani rigide rigide... i piedi poi sono davvero un bruciore..... "è come avere perennemente quella sensazione brutta che si ha quando si addormenta un punto del corpo e si risveglia che formicola più forte".... e quando cammino le sento pesantissime, faccio quasi fatica......il tutto poi non migliora se sto sdraiata o seduta....
si può avere questi sintomi e non avere l'ansia manifesta nel senso tipico del termine...?è certo che sono preoccupata perchè penso al peggio, ma non è come quando vivo l'ansia o l'attacco di panico......
oggi poi mi sono preoccuapta e mi sentivo tutta rigida, anche l'addome però davvero i piedi, le gambe e le braccia mi danno davvero tanto fastidio...mi sembra che si stiano "paralizzando" da un momento all'altro...... se da un lato io sento e avverto la mia preoccupazione eccessiva, torno a pensare che questo sintomo c'è e mi viene da pensare che potrebbe non essere solo frutto del mio cervello... non so...sono molto confusa......il fstidio lo avverto anche a livello del collo se faccio movimenti di flessione e della zona lombare.... ma in questi punti è fastidio muscolare non formicolii..
comunque ne ho parlato con il neurologo e dice che si tratta di tensione nervosa... io non gli ho più ridetto della paura della sm ma........
mi scuso di nuovo........
cordiali saluti

[#27]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

ovviamente non posso valutare on line la Sua sintomatologia. La rassicurazione del neurologo che l'ha visitata Le deve dare tranquillità.
Non avrà miglioramenti se prima non trascorrono almeno 3-4 settimane di terapia.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#28] dopo  
Utente 178XXX

Salve Dottore,

ho pensato che uscire per camminare potesse aiutarmi un pò..magari con l'umore ci sono riuscita ma i formicolii e le sensazioni di "parte addormentata" continuano sempre.....e sembrano si spostino nel corpo, le gambe, le braccia, poi la schiena......anche se i punti principali sono gli arti...
Diciamo che mi sento tutto sommato tranquilla del parere del dottore anche se lui non ha fatto una vera e propria visita...cioè sulla base dei miei racconti e sul fatto che soffro d'ansia ha affermato che somatizzo...anzi che si tratta di tensione nervosa. questa cosa mi preoccupa più che altro nel senso che se una persona soffre d'ansia non è detto che non possa ammalarsi e non è neanche detto che ogni cosa deve essere ricondotta a questa.....
lui mi ha risposto semplicemente che avendo fatto una risonanza magnetica e un angio tac a fine luglio, esami del sangue svariati non può essere altro che ansia, o comunque tensione muscolare che dipende dal fatto che sto sempre seduta e non faccio sport di alcun tipo.....e che se anche i formicolii sono iniziati a fine settembre la rmn era davvero molto recente.. (mi ha detto che per avere questi sintomi avrei avuto delle lesioni che si sarebbero dovute vedere e non mi ha spiegato altro)....sarà che sono condizionata anche dalla mia amica.....che in effetti ha avuto tutto un insieme di sintomi simili a questi... e ricordo che quando stavamo spesso insieme prima che partisse e si trasferisse fuori Italia, era una paura che mi aveva trasmesso.....
la ringrazio di nuovo per l'attenzione.....proverò ad attendere la cura, e magari a fare più attività fisica.

[#29]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

in effetti per la malattia che teme si sarebbero dovute riscontrare alla RM delle lesioni di tipo demielinizzante. Concordo con quanto le ha detto il neurologo.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#30] dopo  
Utente 178XXX

Salve dottore,
la sua risposta mi ha tranquillizzato ulteriolmente ma oggi la situzione è davvero peggiorata.....
ho dolori e formicolii alle gambe e alle braccia... e oggi mentre ero a lavoro mi sentivo davvero strana a livello fisico.... avevo brividi ovunque....ma soprattutto il dolore mi è aumentato a livello lombo-sacrale e mi sento rigido e formicolare anche la zona addominale e la parte "bassa"della pancia, tipo bruciore......
non so...... è come se a livello muscolare fossi tutta una contrattura...infatti mi fa male usare il pc e muovere le mani...sento tirare e formicolare tutto il braccio anche al tatto sento dolore....seduta ho fastidio alla zona sacrale e mi tira, formicola tutta la gamba, fino al piede.... e se le muovo ho dolore come se avessi fatto una salita.......
stanotte nel letto avevo parecchio dolore alle gambe, di tipo quasi bruciante......

mi stanno venendo in mente due cose....
il ciclo che arriverà oggi o domani
il farmaco stesso:hoi letto che come effetti collaterali comuni può causare mialgie o atralgie...non so se c'entra... però subito mi viene da pensare che questi sintomi anche se in forma leggera li avevo da qualche giorno precedente l'assunzione del cipralex

per quanto riguarda la sm io so per esperienza che in non tutti i casi la rmn mostra delle lesioni..la mia amica ha dovuto fare diverse rmn prima che la scoprisse.... è questa la sola cosa che mi spaventa, perchè a luglio non avevo questi sintomi.....e come mi ha detto la mia amica, c'è la possibilità che essendo successivi (fine settembre) non potevano essere rilevate le lesioni in quel momento.......

grazie di nuovo dottore

[#31]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

la regola è che quando ci sono sintomi da SM le lesioni demielinizzanti sono presenti. A volte, raramente, non vengono visualizzate alla RM quando ancora molto piccole. Comunque Lei ha un esame neurologico negativo!
E poi le Sue parestesie non sono da SM in quanto generalizzate persino in addome...e poi le contratture generalizzate....i bruciori in varie zone del corpo.....
Mi pare che se Lei non effettua un'altra RM non si tranquillizza.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#32] dopo  
Utente 178XXX

Dottore io non voglio effettuare un altra rmn ma non voglioo neanche trascurare questi sintomi......
non so cosa pensare sinceramente..... ma soprattutto cosa fare....perchè mi invalidano soprattutto dal punto di vista lavorativo......
sono generalizzate ma soprattutto alle gambe e braccia....poi le sensazioni di contrattura le sento anche all'addome e zona lombare quello si, ma in misura minore......

grazie cmq della risposta è davvero sempre gentilissimo

[#33] dopo  
Utente 178XXX

Salve Dottore,

purtroppo i dolori ancora non sono migliorati.....continuo ad avere questo fastidio alle mani, se le muovo ho indolenzimento a tutto il braccio...dolore zona lombare e bruciore alle gambe fino ai piedi....stare seduta? una tortura.....

oggi non ho avuto momenti d'ansia molto forte, anzi...... ma.....

rispetto a quanto mi aveva scritto lei in risposta, è vero che sono seguita dal neurologo ma è anche vero che da quando ho accusato questi sintomi lui non mi ha mai visto di persona, in quanto la terapia me l'aveva prescritta precedentemente (ho ritardato io di qualche gg ad assumerla, per questo ho sempre precisato che sono iniziati prima i dolori) e ci siamo parlati sempre telefonicamente......

adesso abbiamo fissato un nuovo appuntamento perchè visto che ho continuato ad accusare i dolori allora mi ha detto che dovrò fare altri accertamenti- reume test e valutare la possibilità di fibromialgia......

vede questo mi preoccupa..... perchè mi è sempre stato detto "dolore da tensione nervosa, o dal fatto che sto troppo seduta"... perciò non vorrei che l'ansia fino ad oggi abbia confuso anche la possibilità di una diagnosi diversa.....e a 29 anni non è bello dover fare un "reume test" che non ho neanche ben capito cos'è......

grazie mille

[#34]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

se c'è il sospetto di fibromialgia dovrebbe effettuare, prima di pensare ad esami, una visita reumatologica, sarà poi il reumatologo che, in base ai riscontri della visita, Le prescriverà eventuali esami diagnostici.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#35] dopo  
Utente 178XXX

salve dottore.....

per evitare di spaventarmi non sono andata in internet a controllare cosa sia questa fibromialgia a cosa serve il reume test......
pensavo che fosse di competenza del neurologo però, perchè quando ho parlato con il mio dottore mi aveva detto che voleva vedermi per farmi fare questi accertamenti..... perchè mi ha detto che dalla descrizione dei sintomi e dal fatto che riferisco questo dolore "bruciante" a piedi a gambe anche se sto a riposo come a letto, gli era venuta in mente questa ipotesi...... non so sinceramente che pensare.....
e mi domando ma questi "reumatismi" possono venire così da un momento all'altro....?
anche in passato ho avuto problemi di pesantezza a braccia e gambe, che avevano una durata davvero molto limitata, ma li hanno sempre attribuiti all'ansia, al fatto che mi ero tanto spaventata della sm, e poi al fatto che ho un inversione cervicale e una rettilizzazione del tratto lombare con quella che il mio fisioterapista chiama "coda"....... dolori veri e propri, tranne in questi gg, li ho avuti solo una volta, ma in seguito all'utilizzo di scarpe che mi facevano male...... mi è capitato in alcune occasioni di avere la sensazione di avere poca "mobilità" nella mano.... fastidio nel tenere in mano una penna....ma durava poco.......
cmq cerco di non spaventarmi e continuo nella cura con il cipralex.......

[#36]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

non deve spaventarsi. Circa la competenza specialistica della sindrome in questione, se la contendono neurologi e reumatolgi con una attuale prevalenza dei reumatologi. Comunque un medico esperto in materia è all'altezza di fare diagnosi e terapia.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#37] dopo  
Utente 178XXX

Salve dottore sono molto preoccupata...non ansiosa però.......

i miei dolori sono aumentati...oggi stare a lavoro e disegnare al pc è stata una tortura ma soprattutto stare seduta.......

si insomma ho un formicolio e dolore bruciante...zona lombare anzi proprio all'altezza dell'osso sacro, e, scusi il termine non so se corretto dire così, alle natiche.......
poi sento un dolore bruciante alle due gambe fin sotto il piede..sia in posizione seduta che sdraiata.... è un formicolio-bruciore......e quando guido e muovo i piedi sui pedali questo davvero è fastidiosissimo.....
mi sto spaventando...è vero che sono molto tesa, martedì dovrò consegnare il mio lavoro e sto lavorando moltissimo e in maniera stressante, oggi sono stata seduta di seguito ben 8 ore senza contare almeno un ora di macchina!!!!!!!e 7 ore più o meno ho lavorato al pc......

le braccia sono indolenzite ma pesanti e le mani sembrano gonfie e intorpidite e quando scrivo troppo al pc mi fanno male........

insomma oggi il dolore è forte.... non so che fare... ho preso una tachipirina ma ancora niente effetto......si è aggiunto anche il ciclo che non migliora.....
non vorrei che sia qualcosa di grave a questo punto, perchè con i gg sarei dovuta migliorare anche da sola se fosse solo qualcosa di muscolare........

[#38]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

con questa tipo di sintomatologia dolorosa generalizzata più tutta la tensione muscolare è poco probabile che si possa trattare di qualcosa di importante.
Ovviamente queste sono solo delle ipotesi a distanza, una visita diretta è necessaria per una valutazione corretta del problema.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#39] dopo  
Utente 178XXX

salve Dottore.....
allora la situazione è rimasta invariata..... attacchi di panico non ne ho più avuti, di ansia si però.....ma soprattutto questi dolori, non mi passano e non mi danno tregua e questo diciamo non mi sta aiutando con l'ansia...mi sono di nuovo chiusa in casa!!
ho dolore nella zona lombare e dei glutei, e si estende a tutte e due le gambe fin sotto i piedi, sempre con quella sensazione di bruciore e formicolio forte...

oggi mi sono presa un voltaren, visto che la tachipirina non mi ha dato effetti positivi, ma ancora niente...
i dolori al braccio sono molto meno pesanti e facili da sopportare, acnhe perchè limitati all'uso del pc.......

purtroppo per vedere il mio neurologo dovrò attendere un pò e questo mi sta mettendo un pò in allarme!!!! insomma ho iniziato a scrivere qui su questo forum che era il 26 settembre e i formicolii andavano avanti già da due settimane... a questo punto non penso si tratti di sola ansia..anche perchè il dolore quando sto seduta o se sto troppo ferma in piedi ce l'ho a prescindere dal nervoso (mi sembra che sia proprio questo ad aumentarlo anzi)!!!!!!

[#40]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

mi aggiorni da quanto tempo assume il cipralex ed a quale dosaggio.
Dr. Antonio Ferraloro

[#41] dopo  
Utente 178XXX

Salve dottore,

allora....sono 21 gg che sto assumendo il cipralex e con la dose di stasera 12 gg che ne assumo 5 goccie (ho incominciato con una goccia da aumentare ogni due gg).
la nausea è sparita, ho incominciato a rimangiare (forse anche troppo), e attacchi di panico veri e propri non ne ho avuti più....ansia si però e anche la mia ipocondria non è andata via..... infatti questi dolori mi spaventano....
oggi come le ho scritto continuo ad averne alla zona lombare e gambe fino ai piedi...alle braccia non ho un vero o proprio dolore, solo un indolenzimento, formicolio.... ma è una sensazione strana...sia alle braccia che alle gambe ho un fastidio che è misto tra "formicolii e brividi"..... poi stare seduta mi da dolore ai glutei....

che consigli mi da?

[#42]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

mi pare che il migliamento sia evidente, sia per gli effetti collaterali sia per quelli terapeutici, anche se ancora non sono trascorse le fatidiche 3-4 settimane. Inoltre Le ricordo che il dosaggio è basso, non è quello terapeutico.
Comunque la strada intrapresa sembrerebbe quella giusta.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#43] dopo  
Utente 178XXX

salve dottore,
forse non riesco a riconoscere io il miglioramento perche quello che per me era il problema maggiore è l'ipocondria o comunque quell'appensione che ho ad ogni dolore fisico, che io appunto non vivo mai come un qualcosa di spiegabile facilmente, ma come una grave malattia.....
si forse attacchi di panico veri e propri non ne ho avuti più, con quella brutta sensazione di "impazzire", ma alla fine quando mi sveglio la mattina e mi sento questi dolori inizio ad averne paura... in parte perchè mi sembra che mi stiano durando da troppo tempo.... ieri ho provato a fare una passeggiata e avevo dolore e formicolio, pesantezza alle gambe e braccia....stamattina ancora ho dolore nella zona lombare e mi facevano male le mani e le gambe soprattutto zona posteriore...
per il resto ancora non so ben dire...perchè ancora mi vengono momenti di tristezza o cmq una strana apprensione se devo uscire con qualcuno....tuttavia ho incominciato a riandare all'università, ma mi rendo conto che in questi gg per via dei dolori mi sono un pochino chiusa e ho preferito non vedere nessuno.....anche se in realtà avevo voglia di uscire e vedere gente, ma i dolori ancora mi bloccano...
il neurologo per la visita vera e propria lo vedrò non prima di due settimane e questo periodo mi preoccupa un pò....non capisco se questi dolori siano ansia o altro...ma mi viene da escludere la prima ipotesi....

[#44]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

due settimane non sono poi tante, cerchi di stare tranquilla e di non pensare eccessivamente ai Suoi dolori.

Le auguro di trascorrere una serena domenica
Dr. Antonio Ferraloro

[#45] dopo  
Utente 178XXX

purtroppo non è molto facile per me non pensare ai dolori.....questa mattina si è poi aggiunta un senso di vertigine un pò forte e poca nausea..... sarà che ho preo un altro voltaren e questo mi disturba un pò.....
se poi sento la mia amica con la SM poi diventa ansia il mio malessere...perchè ovviamente mi si insinua il dubbio.... ho letto che lesioni piccole non si vedono con la rmn se non fatta con macchine che hanno una risoluzione molto alta e la macchina che mi ha fatto la rmn non ce l'aveva...inoltre senza mdc..... ho paura che i sintomi dipendano anche se non dalla sm da altre cose più gravi e importanti perchè ho sempre questo malessere addosso.....
non lo so per questo le ho detto che mi sembra di non avere poi così tanti benefici dalla terapia, anche se il dosaggio magari è ancora troppo basso e ancora non sono arrivata neanche a 15 gg con 5 goccie....perchè la cosa che mi premeva maggioramente era proprio che andasse via questa tensione e preoccupazione continua per le malattie......vorrei davvero come dice lei non pensare ai dolori o non preoccuparmi troppo e affrontarli giorno per giorno con il giusto peso.....mentre non ci riesco pur volendolo con tutta me stessa......
sto cercando di cambiare tante cose nelle mia vita, iniziare ad andare all'università, cambiare amicizie che erano diventate negative per me....e tutto questo è difficile soprattutto se ogni gg devo combattere contro delle paure che non razionalizzo..... mi trovo spesso sola perchè le vecchie amicizie erano a conoscenza di questi miei problemi, le nuove no....e non è facile ricominciare tutto dal principio in queste condizioni di ansia..... continuo la psicoterapia e anche questa non è una strada poi così facile come credevo..scavare nel passato e nel presente è un percorso duro e mi ha destabilizzato....... in fondo anche se molto precario avevo trovato un equilibrio nella mia malattia..somattizzare permette di non pensare.......
è come se mi sembra di andare avanti ma mi manca sempre un pezzettino...... questa mattina mi sono svegliata con i dolori e dopo mi sono venute le vertigini....vorrei poter dire.... "ma dai non è niente..è solo che sto diventando un tutt'uno con il mio tavolo da disegno e il divano"....mentre mi trovo in ansia a pensare alle cose gravi.......
grazie della risposta e buona domenica anche a lei....

[#46]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

quale psicoterapia sta effettuando? Consideri che per i Suoi problemi il trattamento psicoterapeutico di maggiore efficacia è quello cognitivo-comportamentale associato a quello farmacologico.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#47] dopo  
Utente 178XXX

Salve dottore,

io ho incominciato un anno e mezzo fa una psicoterapia su consiglio del neurologo...
il dottore me l'ha indicato lui stesso.. il metodo che segue è della gestalt e hundiano..non so se si scrive così.... cmq no cognitivo comportamentale....ma mi pare di capire che secondo lei questi dolori potrebbero avere natura ansiosa o somatica..... cmq in questo momento continuano le vertigini e i formicolii braccia e gambe, uniti a debolezza agli arti e dolore moderato soprattutto se seduta.....

du nuovo cordiali saluti

[#48]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

sulla natura dei dolori, a distanza, chiaramente non è possibile esprimersi, la mia è soltanto un'ipotesi supportata da ciò che Le hanno detto i medici.
Sarebbe più appropriata la psicoterapia cognitivo-comportamentale ma Lei segua le indicazioni del neurologo e dello psicoterapeuta che La conoscono ovviamente meglio di me.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#49] dopo  
Utente 178XXX

Salve dottore, oggi è stata ed è ancora davvero una giornata nera....... o meglio per metà sembrava andare meglio ma poi......nel tardo pomeriggio ho deciso di fare una passeggiata ma i dolori alle gambe e piedi sono aumentati moltissimo...così dopo un oretta neanche sono dovuta andare a casa, prendere un voltaren che non mi ha fatto assolutamente niente... ho dolore a tutte e due le gambe, di tipo bruciate, fin sotto la pianta dei piedi a partire dalla parte posteriore delle coscie..... le sento pesantissime...... mi fanno male anche se sto sdraiata, anzi mi sembra di non avere sollievo a tenerle ferme.....
questo ha fatto precipitare notevolmente il mio umore....sono praticamente in lacrime da quando sono rientrata a casa.... e mi sento sfinita....
non vedo purtroppo nessun miglioramento con questo farmaco...... si forse non avrò avuto dei veri e propri attacchi di panico, ma cmq questi erano pochi e limitati anche in passato.... la mia tristezza e i miei dolori, se dovuti dalla depressione non sono assolutamente migliorati....forse questa non è la strada giusta per me.......
io non so se i dolori hanno la stessa natura del mio mal di testa, ma so che stanno diventando forti e mi chiedo come sia possibile..... capisco un mal di testa ma un dolore ai piedi.... non lo so.....ho davvero difficoltà ad affrontare le giornate.......
il pensiero domani di svegliarmi e andare a lavoro mi mette angoscia, perchè trascorrere 8-9 ore a disegnare con i dolori è davvero stressante e invalidante....

grazie e scusi, sembra più uno sfogo ormai il mio scritto

[#50]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

non si preoccupi, ha bisogno anche di sfogarsi.
Ritengo che la visita di controllo dal neurologo sia necessaria. Comunque prima di dire che forse questa non è la strada giusta sarebbe opportuno aspettare i tempi canonici con un dosaggio adeguato del farmaco che corrisponde almeno a 10 gtt. In ogni caso deve essere il neurologo a decidere.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#51] dopo  
Utente 178XXX

si, vedro il dottore credo la prox sett,
voltaen purtroppo non mi ha aiuato e oggi dolore è forte,.. ho paura perchè dura da diverso tempo e se fosse di origine muscolare doveva essersi attenuato se non risolto...
grazie mille dottore della sua gentilezza

[#52]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

se si trattasse di dolore fibromialgico gli antidolorifici spesso risultano di scarsa efficacia.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#53] dopo  
Utente 178XXX

Salve dottore,
quindi il dolore fibromialgico e muscolare sono due cose diverse?
oggi ancora il dolore continua ma ho deciso di andare a lavoro cmq perchè stare a casa mi abbassa troppo il tono dell'umore....
il fastidio alle braccia è migliorato, mentre il dolore alle gambe no.... è sempre di tipo bruciante e sempre localizzato da i glutei (soprattutto sotto nella parte posteriore della coscia e nella zona laterale dei glutei), fino alla pianta dei piedi, tutte e due le gambe..... e sento anche una sensazione di calore nei punti che mi fanno più male.....
oggi mi hanno detto "ma non è che ti si è infiammata la sciatica???"... non lo so....ma non mi sembra muscolare come dolore, ma più profondo e le gambe le sento molto pesanti....... alla sera poi aumenta notevolmente...
molto probaibilmente dovrò aumentare il dosaggio del cipralex, in realtà il neurologo mi aveva detto che se non avevo avuto miglioramenti dopo 15 gg di 5 gtt avrei dovuto aumentare con la stessa modalità fino a 10 gtt... il mio timore è che si riverificheranno tutti gli effetti collaterali, di ansia e nausea avuti...
certo è che quando torno a casa dal lavoro mi sento sfinita-ansia forte non ne ho avuta più ma a volte ho una sensazione di malessere, tipo vertigine, strana mista a paura che mi sta capitando un qualcosa di grave, ma non è più espolsa in panico...

grazie dottore lei è sempre gentilissimo

[#54]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

un dolore sciatalgico potrebbe teoricamente essere, su questa eventualità Le dirà certamente il neurologo. Comunque mi dice "attacchi di panico non ne ho più" "ansia forte non ne ho avuto più", quindi mi pare che i miglioramenti ci sono, e anche prematuri direi.
Le restano solo i dolori e raggiungere una maggiore tranquillità, non pensare più a queste cose. Per la seconda occorre ancora del tempo, per i primi ci vuole la visita.
Non si abbatta, i miglioramenti sono a piccoli gradini e mi pare che Lei ne abbia fatti, non gradini, ma gradoni (no panico, no ansia forte, Le pare poco?).

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#55] dopo  
Utente 178XXX

Salve dottore, eccomi di nuovo con i miei aggiornamenti....

allora... i dolori alle gambe e alle braccia sono cessati...ogni tanto ancora mi sento il braccio sinistro indolenzito ma sopratutto mentre disegno.... il dolore bruciore invece è andato via.... ho fatto una visita da un massofisioterapista che si occupa di medicina sportiva e riabilitazione...mi ha detto che ero molto contratta nella zona lombare e infiammata la sciatica....mi ha manipolato e poi nei giorni successivi il dolore e il ruciore è andato via... lo ho avuto solo due giorn dopo la seduta perchè mi ero molto stancata facendo dei lavori in casa... ma poi con un pomeriggio di riposo è andato via di nuovo....

l'ansia: non so ben dir ancora come vada.... allora io non esco quasi mai da sola... se non per fare delle cose specifiche.. ho invece deciso uno di questi gg di fare una passeggiata senza uno scopo in piena solitudine e... ho iniziato ad avere un pò paura, una strana sensazione di mancanza d'aria...per una decina di minuti ancora mi son detta "ora mi sentirò male", ma poi ho fatto la mia passeggiata ed è andato tutto bene... questa sensazione l'ho avuta anche quando sono venuti dei miei amici a casa che non vedevo da un pò...mi sentivo strana, tipo vertigini e mi sembrava di non riuscire a parlare, ma poi anche qui mi sono fatta forza e mi son detta "non mi succederà niente" e alla fine di nuovo tutto bene..... stessa cosa durante una cena dai parenti, sensazione di vertigine e di svenire e poi invece mi è passata e tutto bene.....
quindi non capisco se ansia va meglio o no, perchè mi sembra di essere tornta ai momenti in cui la controllavo e la tenevo a bada (meglio di poco tempo fa, ma un pò peggio ancora di qualche anno fa che invece non avevo questa paura durante le mie uscite)...
il neurologo mi ha fatto cominciare ad aumentare i dosaggi.... oggi prenderò sette gtt e di nuovo aumenterò di 1 goccia ogni 2 gg.... insomma oggi è il mio terzo aumento di dosaggio..non ho avuto ansia forte dei gg iniziali, ma si nuovo la nausea..mi sento sempre stanca e un pò stordita e con un pò di vertigini (queste ancora mi spaventano)... insomma queste le novità...

la ringrazio dottore.

[#56]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

La ringrazio per l'aggiornamento. Mi fa piacere che i dolori Le sono passati.
Continui ad aumentare il dosaggio del farmaco come Le ha detto il neurologo.
Intuitivamente mi sembra che sia migliorata rispetto ai post inviati precedentemente. Ovviamente é ancora prematuro avvertire significativi miglioramenti ma mi pare che la strada sia quella giusta.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#57] dopo  
Utente 178XXX

salve dottore, grazie a lei per i consigli ma soprattutto per lo spirito, sempre molto positivo....
bè si, i dolori sono passati e questo mi fa ovviamente molto piacere.....
non ho più pianto in maniera esagerata o senza motivo se devo pensarci su.....
certo i momenti di ansia quando devo fare delle cose ci sono..soprattutto perchè avverto sempre questa sensazione di malessere e pseudo vertigine.....ma il neurologo durante il nostro incontro mi ha detto che con l'aumento del cipralex e ancora un pò di pazienza anche questo dovrebbe sparire..... non mi ha voluto far fare altre analisi in questo momento per non mischiare troppo le carte in tavola ..... i dolori sono passati e potevano dipendere, mi ha detto o da questa sciatalgia, o anche dall'assunzione del farmaco stesso, che può dare fenomeni di atralgia e mialgia, collegati e aumentati anche dall'effetto paradosso che il farmaco inizialmente può causare... se ci penso non ha ritenuto opportuno neanche fare una visita approfondita, cioè non mi ha fatto la solita visita dei movimenti e riflessi che mi aveva fatto in passato... in pratica però durante la visita con il massoterapeuta lui mi faceva fare dei movimenti di flessione e mi controllava la forza sulle gambe e braccia e non ha notato niente se non appunto questa contrattura in zona lombare e dei glutei e il colon molto molto contratto.....l'unica cosa che il neurologo ha trovato curioso è il fatto che io mi sento sempre stanca.... nel senso che mi viene spesso sonno, soprattutto la sera e il pomeriggio, mi sento un pochino spossata... io in realtà lo attriuisco a questa sensazione di vertigine, o pseudo tale che mi rende sempre un pò intontita..... i suoi dubbi nascevano dal fatto che il cipralex dovrebe in realtà non farmi sentire stanca, ma al contrario darmi più forza!! non saprei... forse è che ne prendevo ancora troppe poche.... ieri sera ho preso 7 goccie... stamattina non ho avuto ansia, ma ancora quella sensazione di strordimento e vertigine e poca nausea..... tuttavia sto lavorando parecchio e mi trovo di nuovo ad avere mal di testa, ma di tipo tensivo...cioè lo sento partire dal collo... dopo ore che sto al pc mi viene ed è inevitabile quasi.... ieri è stato il giorno "peggiore" con le vertigini, (le chiamo così) perchè davvero sono stata 7 ore difronte al pc senza potermi mai alzare e non so, forse tutto questo dipende da un insieme di cose, postura e aumento del farmaco....
comunque oramai ho incominciato e come si dice ho fatto 30 facciamo anche 31!!!

[#58]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

non vorrei sembrare ripetitivo ma ancora una volta Le devo dire, ed in parte anche Lei ne è consapevole, che il farmaco è ancora sottodosato e il tempo di assunzione è insufficiente.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#59] dopo  
Utente 178XXX

Salve dottore,

da ieri sera ho incominciato ad assumere 9 goccie....sono quasi arrivata al mio dosaggio!!!! insomma sto avendo delle sensazioni strane...mi sento un pò stanca, dei momenti, come se avessi tanta volgia di riposarmi e stare con me stessa, ma non in senso negativo, proprio del tipo "ehi mi voglio riposare".... e mi sembra di avere un umore troppo positivo.... oggi per quanto ero attiva mi sentivo agitata, iperattiva, sia a livello lavorativo che dopo a casa... insomma dovevo, dovevo fare qualcosa!!!!.....sarà che era un pò che non ero abituata a stare così o mi sta dando un effetto esagerato?????? comunque quella sensazione che in questi gg appena passati ho avuto di stanchezza sembrava quasi positiva e bella anche se strana!!!!insomma avevo volgia di dormire, certi momenti mi dicevo mi sento svenire ma non avevo paura....mi andava di dormire di gusto!!...oggi invece volgio stare sveglia!!!!
sono uscita con gente nuova e anche andata a una cena con tante persone che non conoscevo e non ho avuto paura (forse un pò ma insomma è durata davvero tanto)...

insomma mi sento strana!!! sicuramente lei si accorgerà che sono un pò iperattiva oggi!!!!!

[#60]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

ho avvertito questa Sua iperattività, fini ad un certo punto è normale, se dovesse persistere a lungo ne parli con il Suo neurologo.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#61] dopo  
Utente 178XXX

Salve dottore!!
in genere restavo tranquillizzata dalle sue risposte questa mi ha messo un pochino di apprensione!!!!
il fatto di sentirmi un pò "agitata", non con ansia, ma con la sensazione di fare tante cose potrebbe essere anzichè un effetto positivo ancora un effetto indesiderato? da attribuire all'aumento dei dosaggi???
è una sensazione strana, difficile da definire rispetto all'ansia...perchè è come passare da momenti in cui mi sento stanca, e anche questa non è proprio la definizione adatta, è come quella sensazione che provo dopo un attacco di panico, quella calma mista a sfinimento..... oggi invece quando mi sono svegliata, rispetto alle altre volte ero molto attiva.e ieri sera è stata la prima volta che ho preso 9 goccie,.anche a lavoro ho davvero tenuto dei ritmi molto alti, e una volta a casa non ero svogliata o triste.... infatti il pomeriggio sono uscita un pò e mi rendo conto che ho un umore un tantino troppo positivo...nel senso che rispetto a ieri la mia vita non è cambiata, solito lavoro, soliti amici, solita vita, ma ieri mi sembrava che non mi bastava niente, oggi invece mi sento tranquilla e contenta..... e questo mi fa sentire strana, perchè insomma "contenta di che???"...dovrei essere normale.... ed è difficile spiegare anche questo normale......
anche in questo momento mi sento stanca, perchè ieri sono tornata a casa tardi, oggi ho lavorato ecc... ma mi sento anche un pò troppo contenta......
non è che mi stanno in realtà facendo male al contrario le goccie? forse sono troppe..magari andava melgio un dosaggio più basso e intermedio...o devo ancora attendere......

grazie dottore

[#62]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

si tranquillizzi perchè non c'è nulla di anomalo. Il dosaggio attuale è appena quello medio consigliato. Il farmaco è per definizione un "antidepressivo", quindi questo effetto è normale. Se l'iperattività aumentasse lo faccia presente al neurologo.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#63] dopo  
Utente 178XXX

Salve dottore...

oggi non mi sento un granchè bene....
ieri sera poi non ho continuato a sentirmi così agitata, forse un pochino più degli altri gg ma non ho avuto problemi ad addormentarmi e dormire bene....

oggi però mi sono sentita da subito un pò strana.... nel senso che ho iniziato ad avere quella sensazione di pesantezza alle gambe e alle braccia.....
no dolore...ma sentivo di nuovo quella sensazione di fastidio e formicolio... come se avessi difficoltà anche a fare movimenti (in realtà cammino e scrivo al pc senza problemi)...... nel senso di essere pesante nel camminare e rallentata.... questo mi ha fatto tornare un pochino della mia ansia che però è rimasta sulla soglia dell'apprensione....
non so sarà che da ieri sto lavorando tantissimo, dosegno senza mai riuscire ad alzarmi.... e infatti oggi quando ho fatto, una volta a casa, dei movimenti, come semplicemente piegarmi per raccolgiere qualcosa, avevo doloretti in zona lombare di nuovo e rigido il collo.....
non saprei.....
comunque quella sensazione di troppa euforia di ieri si è un pò placata.... sarà che questi fastidi che ho avvertito mi hanno un pochino bloccata (piano piano non pensavo più al peggio tipo sm visto che era andato tutto via, ma poi entro ancora un pò in crisi e mi dico "e se invece...?"...però non volgio buttarmi giù, insomma sono agli inizi...ma non capisco se queste sensazioni fisiche dipendano dal farmaco o dalla postura...... sarebe più semplice sopportarle....

grazie dottore, come sempre gentilissimo

[#64]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

nel complesso, dall'inizio della cura, mi sembra che la situazione sia migliorata, e non di poco. Ancora comunque non si è stabilizzata ma i tempi sono prematuri.
Una parte della sintomatologia potrebbe essere dovuta alla postura prolungata davanti al pc, si alzi a cadenze regolari e faccia del movimento.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#65] dopo  
Utente 178XXX

Salve Dottore,

sicuramente ha ragione lei....è vero dall'inizio della terapia ci sono stati dei miglioramenti ma ancora non stabili....
in realtà mi sembra che stavo meglio con qualche goccia in meno di 10!!! ieri sera infatti sono arrivata a regime... e oggi avevo un pò degli effetti collaterali, o almeno credo, di quando ero arrivata a 5 goccie, cioè di quando ero arrivata al mio "primo dosaggio max".
un pò di nausea, ansia anche se di meno rispetto all'inizio, e di nuovo questa sensazione di malessere mista a paura del tipo "mi sta accadendo qualcosa di brutto".....
aspetterò....alla fine se non ho capito male devo ancora far passare qualche gg da quando ho raggiunto dosaaggio terapeutico....

[#66]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

ha detto bene, ancora il farmaco deve stabilizzarsi, passeranno dei giorni.
Abbia fiducia.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#67] dopo  
Utente 178XXX

Salve dottore,
le scrivo perchè un quarto d'ora fa mi è successa una cosa stranissima, non mi sono sentita bene in maniera che non so spiegare se si è trattata o no di un attacco di panico...

ero a guardare un film con una mia amica, avevo mal di testa e mi sentivo delle fitte, tipo morse, piano piano ho incominciato ad avere una sensazione di paura, come se mi stava succedendo qualcosa di brutto..... ho interrotto un attimo la visione del film ed ero in piedi davanti alla mia amica, avevo la sensazione di non capire bene quello che mi succedeva, mi sentivo confusa... a un certo punto ho avuto la sensazione di stare per svenire, come se vedessi strano e ero sempre pià confusa... il cuore ha incominciato a battere fortissimo e ho iniziato ad avere una sensazione strana...come di un fortissimo pizzicore alla pelle, zona braccia, mani, collo, e un freddo intensissimo sempre in quelle zone.... mi veniva da camminare per la tensione, e mi sembrava che il freddo aumentasse, non capivo quello che mi succedeva.... questo pizzicore e freddo è duranto un minuto circa, non ero arrossata e non si vedeva nulla, ma era come un fortissimo formicolio, pizzicore, bruciore e lo sentivo a livello superficiale e poi appena è incominciato a passare, ho iniziato a sentire i battiti del cuore che diminuivano. adesso continuo ad avere una sensazione di paura, ancora sento dei pizzicori, ma non intensi, mi sento ancora confusa e stordita un pò infreddolita....ma che cosa è stato? ho pensato a un attacco di panico, ma quelle sensazioni di pizzicore non le ho mai avute......e poi sto prendendo i farmaci perchè dovrebbe venirmi di nuovo? e perchè mi è rimasta questa sensazione di stordimento... io ovviamente capisco cosa mi succede, non starei qui a scrivere senno, ma mi sento impaurita e confusa......
grazie dell'attenzione.....

[#68]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

si tranquillizzi, è probabile che si sia trattato di un attacco di panico. Consideri che ancora non è completamente sotto terapia avendo raggiunto la dose media consigliata da pochi giorni, può succedere.
Dr. Antonio Ferraloro

[#69] dopo  
Utente 178XXX

Salve Dottore,

mi rendo conto che sono solo 8 gg che assumo 10 gtt ma non mi aspettavo di avere un attacco di panico, in quanto comunque è più di un mese ormai che assumo il cipralex, magari sottodosato, ma insomma sempre da un mese..... mi aspettavo magari un pò di aumento dell'ansia come effetto indesiderato, ma la sensazione di ieri sera è stata davvero bruttissima...è durata poco, minuti, anche se a me sembrava interminabile, e la sensazione più brutta è proprio quella di confusione e una sorta di irrealtà di quello che ho intorno, come ad avere difficoltà a capire quello che mi accade intorno.... ma ieri sera per la prima volta in assoluto ho avuto quella strana sensazione alla pelle.... come un forte pizzicore in zona collo, petto, braccia, ma non accompagnato da calore, ma al contrario da freddo....era come se nei punti in cui lo avvertivo sentivo freddo.... è difficile da spiegare, come la sensazione di avere addosso una crema "rinfrescante", che con l'aria da la sensazione di gelo.... poi i battiti erano fortissimi e io per qualche secondo vedevo stranissimo, come se stessi per svenire... poi improvvisamente il senso di pizzicore è passato, rapidamente, così come è venuto, e i battiti del cuore si sono calmati, e piano piano è iniziato a passare...per un oretta circa ancora ho sentito la sensazione di confusione, e poi invece è arrivato il sonno e mi sono addormentata.....
ho dormito bene, senza mai svegliarmi....
questa mattina però mi sento tornata indietro di settimane, perchè mi sono sveglata agitata, con ansia, con quella sensazione di stordimento e con la paura che possa ricapitarmi.... è come se tutta la tranquillità che avevo ieri pomeriggio e la positività rispetto a questi gg di vacanza, i progetti, siano svaniti, e di nuovo sia tornata, non dico la negatività, ma la paura di riaffrontare la gente e le uscite..... poi questa sensazione che sento di confusione è brutta e mi fa aumentare l'ansia.nel senso che sento crescere la paura... dopo gg oramai sento la necessita di prendere le en e questo mi rattrista......
io ho davvero investito tanto nella terapia, nella psicoterapia e in tutti i sforzi che sto facendo per uscire dall ansia e dalla mia ipocondria..... mi spiace se mi sono ripetuta nel racconto, ma penso di aver spiegato meglio, oggi che sono più distaccata, quello che è successo ieri..... e in qualche modo mi sono sfogata!

[#70]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

ha fatto bene a sfogarsi, è anche questa una forma di terapia.
L'episodio di ieri sera è normale, non pensi di avere vanificato tutti gli sforzi messi in atto finora. I tempi di assestamento sono lunghi, abbia fiducia anche perchè netti miglioramenti si erano realmente manifestati. Un incidente di percorso può capitare e non pregiudica la buona riuscita del percorso stesso.
Non dia particolare importanza all'accaduto e si rilassi in questo fine settimana, meglio ancora se potesse fare il ponte del lunedì.

Buon fine settimana
Dr. Antonio Ferraloro

[#71] dopo  
Utente 178XXX

Grazie dottore,

si potrò fare il ponte...avevo deciso di prendermi un giorno di ferie lunedì e staccare dal lavoro...ho disegnato così tanto in questa settimana che non voglio sentir parlare di lavoro!!!
Lei anche quindi pensa, dal mio racconto che si sia trattato di un episodio di attacco di panico? anche se non capisco bene il nesso tra quella sensazione di bruciore e freddo e l'attacco di panico in se.... ne ho avuti in passato, e non lo avevo mai provato....
cercherò di rilassarmi...

cmq ho notato che il momento della gg in cui mi sento diciamo peggio è proprio la sera, soprattutto se ritardo un pochino a prendere il cipralex... in genere lo prendo dopo cena.... e comunque quello è l'orario in cui mi sento sempre peggio....

oggi cercherò comunque di non rimandare i miei impegni, anche perchè si trattava di una semplice uscita con un amica..... però non mi sento ancora pronta ad andare a feste varie, perciò cercherò di non sforzarmi...... anche se in questo momento ho paura di tutto..soprattutto di sentirmi ancora come ieri sera (non mi vergogno e non voglio nascondere che subito ho pensato a qualcosa di brutto!!! ma insomma cerco di farmi forza!).

buon fine settimana anche a lei e soprattutto buon ponte se potrà farlo!!!

[#72]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

l'ipotesi dell'attacco di panico è ovviamente solo un'ipotesi a distanza ma probabile.
Lo svolgersi della Sua vita deve avvenire secondo la Sua volontà ed i Suoi desideri, senza forzare nulla, faccia ciò che Le viene più spontaneo fare (uscire, restare in casa, stare sola o con amici, ecc.). Assecondi se stessa.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#73] dopo  
Utente 178XXX

Salve di nuovo non mi sento tranquilla della sua risp!!!! Nel senso che è ovvio che non si può fare un ipotesi a distanza ma.... mi viene da pensare...se non era un attacco di panico che cosa era?
per il resto del consiglio lo seguirò sicuramente... anche perchè l'alternativa di forzarmi in questo momento è davvero pessima!!!!

grazie mille di nuovo!

[#74]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

invece se riesce a leggere tra le righe dovrebbe tranquillizzarsi, stia serena e non abbia preoccupazioni.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#75] dopo  
Utente 178XXX

Salve dottore....

le scrivo per ulteriori aggiornamenti e per continuare la mia terapia dello "sfogo"...
dopo quell'episodio diciamo di "panico" che ho avuto, non ne ho avuto altri, ma neanche sono stata al meglio....
ho cercato di passare questo ponte rilassandomi e cercando di seguire i proggetti che avevo fatto.... quindi sono andata a concerti e a una festa... ovviamente erano posti che mi mettevano ansia, ma sono riuscita comunque ad andarci anche se non li ho goduti completamente perchè avevo sempre paura che mi sentissi male...ma soprattutto ho avuto sempre quella brutta sensazione di gambe e braccia rigide e pesanti.. e mi sentivo "addormentato" anche il viso.....
purtroppo queste sensazioni ce le ho ancora.... e sono queste che mi creano ansia.....

e ho dubbi... sicuramente sembrerà che mi ripeta ma allora non ho ben capito una cosa:

devo ancora aspettare che il farmaco faccia effetto perchè sono solo 10 gg assumo 10 gtt oppure bisogna considerare anche il mese precedente di assunzione anche se a un dosaggio più basso per poter supporre che ulteriori benefici non li avrò.....

infatti il corredo dei sintomi che avevo precedentemente non sono ancora andati via... mi spiego...l'ansia e il panico si sono notevolmente ridotti.... ma i sintomi fisici che avevo prima e che sono sempre stati attribuiti all'ansia non sono andati via.. e mi riferisco alle sensazioni di vertigini, rigidità pesantezzaq gambe e braccia (si è aggunto il viso), sensazione di svenimento......
purtroppo queste sensazioni fanno si che una sorta di paura latente rimanga sempre... infatti ci sono dei momenti in cui mi dico e "se fosse".....
devo comunque riconoscere che il periodo immediatamente precedente all'assunzione del cipralex è stato davvero brutto e duro per me....in quanto tutti questi sintomi fisici mi avevano fatto piombare in uno stato di panico costante e di fortissima agitazione...avevo paura ad uscire, e lo facevo molto di meno, piangevo sempre, e avevo paura anche ad andare a lavoro...... adesso non piango più, e affronto la situazione meglio...certo la mia ipocondria non si è volatilizzata e ancora ho paura se esco, ma riesco cmq a farlo con una maggire serenità.......

ma è passato molto tempo dalla prima assunzione del farmaco, si trattava del 23 settembre circa..... e oggi sono 10 gg che assumo come già detto 10 gtt.....

grazie dell'attenzione

[#76]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

ancora è presto per vedere un miglioramento anche sui sintomi "fisici".
Però, come vede, sui gli altri sintomi il farmaco ha agito bene. Le sembra poco che non piange più? Che esce e frequenta gente? Che va al lavoro? Che la depressione si è notevolmente ridotta? Arriverà anche il resto.....

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#77] dopo  
Utente 178XXX

salve dottore,

purtroppo oggi non mi sento per niente bene....
anzi da stanotte potre dire.......
non so se si ricorda quando le avevo scritto che mentre guardavo un film avevo avuto quella brutta sensazione di "freddo", a livello di braccia, petto schiena che avevo associato a un attacco di panico.....perchè insieme mi era venuta paura e una sensazione di svenimento..
ecco quella volta era durato davvero un minuto, e l'ho riavuto anche stanotte.... il problema è che non è durato un minuto ma ancora ce l'ho.....
è come se avessi una forte sensibilità con una sensazione di "freddo-gelo", alle braccia, all'altezza dello stomaco, gambe, sul petto quando faccio un respiro, mi sono messa sul divano con un plaid per stare calda, ma non è come sentire freddo perchè si è scoperti...è una sensazione interna.... strana e anche molto difficile da spiegare....come avere dei brividi,tremori freddi, ... davvero è difficile da spiegare.
ho dormito male, agitata, ma in questo momento non ho l'ansia, o cmq non forte, ho solo una preoccupazione per come mi sento e mi stanno venendo tanti dubbi su questa terapia.....

è vero che quando l'ho cominciata stavo davvero male, piangevo sempre e ero in una fase di ipocondria forte, ma riflettendo anche in tempi passati dottore mi ero sentita così, come avere delle fasi in cui "precipita tutto", e poi piano piano tutto si appiana e diventa sopportabile, facile da gestire e quasi scompare.... anche senza farmaci, perchè in passato non ne avevo mai presi... è vero, in quei momenti più difficili, piango e ho paura di uscire (anche se in casa non mi sono mai chiusa completamente) e sono sempre preoccupata per la mia salute..... e poi di nuovo tutto sopportabile.
ok ora ho preso il cipralex, e magari è stato questo che mi ha fatto stare meglio, ma non mi sembra di stare "meglio" di quando naturalmente e senza farmaci iniziavo a controllare i miei sintomi..... piango meno... sono meno preoccupata, ma non "meglio" di quando mi succedeva in passato.... e ho comunque momenti in cui tutto riprecipita....o cmq diventa difficile.... se penso infatti al concerto in cui sono andata, l'ho vissuto come degli eventi passati, in cui sono riuscita ad andare ma con la mente "preoccupata"..... non so se mi spiego.......e oggi infatti ho voglia di rimandare tutti i miei appuntamenti...

ritornando a quel malessere continuo ad averlo, continuo a coprirmi ma insomma, è inutile.... lo so che non si può fare diagnosi on line, ma per capire cosa potrebbe essere, ipotesi, magari può aiutarmi..... ieri sera ho preso sempre le mie 10 gtt, sono 11 gg adesso.... e altra cosa, mi viene un sonno pesantissimo da quando ne prendo 10, ma non più bello e rilassante come prima... non so, forse devo ancora aspettare che passino le famose 3 settimane dal dosaggio terapeutico.... e non pensare che orami lo prendo da tanto????

[#78] dopo  
Utente 178XXX

per correttezza nel mio sfogo e per correttezza intellettuale devo dire che la paura della SM si è fatta risentire..... infatti mi è capitato di leggere in internet che anche le vertigini e queste sensazioni di freddo sono dei sintomi di questa malattia da me temuta... soprattutto se così diffusi... io li sento muovere nel corpo... tipo adesso sento freddo allo stomaco.. insomma dottore, non voglio essere pessimista ma..... sono voluta essere sincera soprattutto perchè parlare via internet permette davvero di aprirsi senza vergogna e dire davvero ogni cosa passi per la mente!!!

[#79]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

si tranquillizzi e ne parli col neurologo che La segue. Ha già prenotato la visita di controllo? A distanza è difficile darLe un parere. Intuitivamente penso sempre ad un problema psicosomatico ma è ovvio che è solo un'ipotesi on line.
Mi faccia sapere.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#80] dopo  
Utente 178XXX

si cercherò di tranquillizzarmi e non pensare subito al peggio...d'altronde se leggiamo su internet qualsiasi sintomo fisico può essere ricondotto al peggio....certo è che nella mia testa sommo diverse cose...i dolori muscolari che ho avuto, poi le vertigini, senso di pesantezza, ora il freddo, insomma faccio due più due più due e arrivo alla diagnosi fatale..... non vedo l'ora di interrompere questo meccanismo mentale....
non ho ancora fissato un appuntamento l'ultima volta era il 17 ottobre e mi aveva detto di attendere un mesetto dal raggiungimento delle 10 gtt... in teoria dovrei aspettare ancora un pò.....
cerchero di riposarmi questo fine settimana e speriamo questa brutta sensazione passi... ho pensato anche a come spiegarla ma.... è come ispirare aria fredda e mi si fredda stomaco, braccia ecc... sarà una sensazione psicosomatica.... o potrebbe essere il farmaco che ancora mi da effetti collaterali?
io non ho ancora capito, e mi domando domando al punto da essere ripetitiva, ma se ci mette dalle due alle tre settimane a fare effetto dalla dose terapeutica che senzo ha aver fatto quasi un mese e mezzo di terapia sottodosata..insomma ho cominciato il 19 settembre con una goccia per arrivare il 28 settembre ad assumerne 5 fino al 17 ottobre che ho di nuovo iniziato ad aumentare sempre di 1 gtt ogi due gg.... mi sembra una lunga tortura..... alla fine è passato un sacco di tempo e ancora non mi trovo ad aver superato i 15 gg di dosaggio terapeutico......!!! ma sono queste le cose che mi lasciano senza risposte..... spesso leggo in giro di persone che ci hanno messo molto meno tempo a raggiungere i dosaggi necessari....
non so....se non avessi così tanta fiducia nel mio dottore e così tanta paura di andare da uno psichiatra incomincerei a essere "arrabbiata"....... mi permetta il mio piccolo sfogo di nervosismo che mi passerà appena finito di scrivere!!!

la tengo informata e la ringrazio di nuovo per la sua infinita gentilezza!!!!

[#81]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

precedentemente non mi sono permesso di "contestare" il metodo di raggiungimento della dosa media ma sin dall'inizio ho ritenuto questo metodo poco produttivo. L'aumento del dosaggio andrebbe fatto in tempi molto più rapidi ma ogni specialista ha la propria esperienza e si comporta conseguentemente.
Ormai non Le resta che attendere.

Si rilassi e buon fine settimana.
Dr. Antonio Ferraloro

[#82] dopo  
Utente 178XXX

Salve dottore, per quello che conta sno completamente d'accordo con lei su questo..anche io avrei voluto un aumento del dosaggio molto più veloce e non ho capito ancora perchè non è stato fatto.

mi scuso se la disturbo ma oggi davvero non va....
ho molta nausea e una sorta di bruciore di stomaco..ma soprattutto questo fastidio di sensazione di freddo non mi passa.... sono stata sul divano calda ma non è servito a molto...è una sensazione strana, a volte mi sembra che sia proprio la "pelle" a pizzicare e a darmi questa sensazione di freddo, a volte mi sembra più interno...
ho notato che se faccio dei movimenti veloci, con le braccia o le gambe questa sensazione di freddo mi aumenta notevolmente....
non le nascondo che ora mi sto spaventando un pò.... ho fatto poi l'errore di continuare a leggere argomenti sulla SM e molte persone dicono di avere questi problemi di sensazione di freddo e di pizzicore/bruciore.... poi oggi mi sento molto strana, non è propriamente ansia, più una sensazione di malessere.. non facilmente definibile...
ma davvero le sensazioni somatiche possono essere così varie? ma soprattutto mi è venuto tutto in una notte!!!!

la ringrazio dottore....

[#83]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

i disturbi di tipo psicosomatico sono davvero tanti ed il Suo (l'ultimo) può benissimo essere uno di questi. Ovviamente la mia è un'ipotesi a distanza. Cerchi di tranquillizzarsi e trascorra una domenica serena.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#84] dopo  
Utente 178XXX

Salve Dottore,

ieri sera ho cercato di tranquillizzarmi anche se è stato difficile....

oggi quelle sensazioni di freddo sono diminuite... ma ancora ogni gg mi sveglio con qualche sintomo diverso.....è come se ciclicamente mi tornano i sintomi che accuso..
l'umore è più alto e reagisco diversamente a questi ma.... oggi mi stava venendo da piangere ma poi mi sono distratta con il disegno...

di nuovo gambe e braccia pesanti... tronchi di legno... ho un pò dio dolore alla zona lombare e ai fianchi.... e alle mani..... diciamo che la mia paura di sm è un pochino tornata..... ma voglio almeno aspettare di far passare i famosi 15 gg dall assunzione delle mie 10 gtt. mi ripeto e le faccio di nuovo la stessa domanda: ma possibile che con l'aumento del dosaggio io stia rivivendo ancora gli effetti collaterali... perchè di nuovo ho la nausea e sono un pochino più ansiosa...?

e altra domanda qualora trascorso ancora diverso tempo io non abbia dei miglioramenti dal punto di vista fisico che tipo di controlli dovrei fare per quanto riguarda queste vertigini e sensazioni agli arti?

grazie di nuovo e buona domenica anche a lei!!!!

[#85] dopo  
Utente 178XXX

Aggiorno di nuovo il mio stato....

oggi di nuovo proprio non va.... la pesantezza a gambe e braccia è aumentata notevolemente.... ho nausea, mi sento un malessere addosso, tipo tremori interni.... e ho un pò paura...... e non mi capacito del fatto che è dal 19 settembre che assumo il farmaco e da 12-13 gg già 10 gtt e continuo ad avere questi malesseri.....
oggi davvero forti.... e penso infatti che di nuovo mi sono chiusa in casa......

[#86]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

Circa gli eventuali effetti collaterali del farmaco è difficile dare una risposta attendibile, teoricamente potrebbe essere.
Nel caso non veda, dopo i tempi dovuti, i miglioramenti sperati ne dovrebbe parlare col neurologo che l'ha in cura per decidere come procedere.
Se fosse confermata l'origine psicosomatica dei Suoi problemi un'opzione possibile sarebbe l'aumento del dosaggio del cipralex.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#87] dopo  
Utente 178XXX

Ma come si fa a fare una diagnosi di origine psicosomatica se il neurologo non vuole fare altri accertamenti....? e poi di che tipo dovrebbero essere fatti?
oggi ho gambe e braccia davvero come dei tronchi di legno...dolori leggeri ma molto molto pesanti!!
grazie mille
come sempre gentilissimo

[#88] dopo  
Utente 178XXX

Salve dottore....allora mi voglio sfogare......

oggi a lavoro stavo disegnando e mi stavo preparando per andare a lavorare come al solito con il mio collega sul montaggio ecc..ecc. insomma la solita routine...
mi sono svegliata con una sensazione di indolenzimento e pesantezza alle braccia e alle gambe e questo mi aveva messo già di malumore.....

insomma incomincio a sentire quella sensazione di indolenzimento sempre più forte al braccio sinistro...poi diventa "pizzicore" e subito dopo "sono invasa da quella sensazione di bruciore e di freddo, come un vento gelato, alle braccia, sul petto, alle gambe"...cerco di far finta di niente, e continuo a disegnare, ma è come se ad ogni movimento quel freddo aumentasse..... così mi alzo, me ne vado in bagno e li in preda a questo malessere inzio a piangere..... non provo panico, nè tristezza, ma mi sento cos' male che non posso far altro che piangere..... poi piano piano quella sensazione di "gelo" diminuisce e rimango completamente spossata, stanca, e con una sensazione di tremore e freddo addosso...... come se mi fosse passato addosso un camion...

ora sono ancora a lavoro e mentre scrivo sento ancora questa sensazione di freddo alle braccia e gambe, dopo mangiato la nausea è un pò diminuita, ma ancora in alcuni momenti sento quelle sensazioni di "vento" gelido addosso...come se aumentasse ai movimenti che faccio... come se mi avessero buttato addosso una crema che rinfresca e insomma faccia il suo effetto....
è una sensazione strana da spiegare....

ho chiamato il mio dottore, forse sentendomi in lacrime ha associato di nuovo tutto al panico.... mi ha detto che si trattava di sintomi neurovegetativi e questa sensazione del freddo a fenomeni vasocostritt o qualcosa del genere... che per il momento però non ritiene di farmi fare altri accertamenti......
ha parlato di "protomi" (penso che ho capito male) del panico, anche se io psicologicamente non ho avvertito la classica sensazione di paura di morire o di impazzire ma non ho ben capito i meccanismi....

io però mi domando.... non vorrei che la convinzione dell'ansia o della depressione non faccia tenere davvero in considerazione al mio dottore i miei sintomi fisici.... non dico si debba trattare per forza di sm ma magari altri problemi che vengonoi trascurati....insomma ho paura che si possa dire "sei depressa allora tutto dipende da......".....
io davvero mi sono messa in gioco... medicina, psicoterapia insomma tutto...sto aspettando pazientemente, sto di nuovo aspettando per la seconda volta che passi il tempo necessario trasorso il dosaggio terapeutico, ma fisicamente continuo a stare male..... freddo, tensione, pensantezza..... forse è ansia? ma non capisco, ci sarebbere degli esami da fare per escludere altro????

garzie mille
dottore

[#89]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

non ci sono esami specifici da effettuare "per escludere altro". Esistono degli esami mirati ad un sospetto diagnostico, cioè se si sospetta una SM l'esame iniziale è la RM encefaliaca, per un'epilessia si inizia con l'EEG, ecc...
Il termine usato dal medico era "prodromi" cioè sintomi iniziali di un attacco di panico. Dei Suoi dubbi ne parli col neurologo. Ho l'impressione che se Lei non effettua una RM encefalica non si tranquillizza.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#90] dopo  
Utente 178XXX

salve, dottore come sempre gentilissimo....

si, il termine utilizzato era quello, anche se non ho ben capito come si possa avere un sintomo iniziale di un attacco di panico, i tremori, il freddo, la sensazione di svenire senza avere poi l'atteggiamento psicologico tipico.....

è vero che ho paura di avere qualcosa di più serio, non lo nego assolutamente, anche perchè il mio serio problema è priìoprio l'ipocondria, non avrei mai cominciato a prendere i farmaci senno, ma ultimamente ho la sensazione di non essere molto compresa...

io a inizio Luglio feci una rmn di controllo e una angio rmn... il centro dove la feci per mia sfortuna non aveva una macchina con una risoluzione molto alta...così il dottore leggendo il referto dell'angio rmn mi fece fare come ulteriore controllo una angio tac...per quanto rigurada la rmn non mi fu ben detto se andava bene nonostante la macchina fosse con questa risoluzione nìun pò bassa. tutto questo per la cefalea.... poi per queste sensazioni di vuoto che sentivo, tipo svenimento mi fu fatto un elettrocardiogramma dal quale risultarono dei difetti di ripolarizzazione e si decise di fare anche un eco cardiogramma e tutto ok... in passato feci un eeg in day hospital per cefalea ma non mi diedero i risultati perchè se c'erano dei problemi venivi contattato sennò era tutto ok....
io davvero non voglio ripetere la rmn se non serve, ma avendo iniziato questa cura da un pò e continuando a sentirmi fisicamente male, mi viene da tirare le somme e mi domando cosa ho davvero???
insomma l'umore e l'ansia sono migliorati, ma la mia spossatezza, vertigini soggettive, queste sensazioni di svenire, debolezza e rigidità agli arti, malessere, e ora queste sensazioni strane di freddo e bruciore ci sono sempre così come ci sono sempre state......
perciò io credo che sia giusto continuare la strada della psicoterapia e del cipralex perchè senza omnbra di dubbio ho problemi di tipo emotivo e ansioso/ipocondriaco, ma credo che si debba anche fare una ricerca di tipo diverso ai miei sintomi..... perchè sono per me invalidanti e una fonte ulteriore di stress..... ma questo non viene più preso in considerazione perchè tutto rapportato all'ansia... una ansia che io riconosco e che sapevo essere una causa importante anche del mio mal di testa che infatti adesso non c'è praticamente quasi più...mentre tutto il resto "fisico" si.....
perciò mi chiedevo che tipo di indagini avrei potuto fare, o chiedere di fare al mio dottore, visto che tanto non prende lui per primo in considerazione alcuna possibilità....

grazie, come sempre gentilissimo
saluti

[#91]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

come Le dicevo, gli esami diagnostici vengono effettuati su un sospetto fondato, non è possibile fare esami a caso. Non sapevo o non ricordavo che avesse già effettuato la RM encefalica.
Comunque prenda in considerazione anche un eventuale aumento del cipralex qualora non veda, in tempi congrui, ulteriori miglioramenti ma questo è compito dello specialista che La segue e se lo riterrà opportuno.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#92] dopo  
Utente 178XXX

Si l'ho fatta i primi di luglio per un controllo....
e non era emerso nulla...se si ricorda le avevo scritto che questi sintomi di dolore e pesantezza alle gambe si erano presentati circa un mesetto e mezzo dopo che avevo fatto la rmn per questo avevo paura che potesse essere sm, perchè avevo pensato che aventuali lesioni piccole non si erano potute vedere soprattutto perchè il macchinario non aveva una risoluzione alta e perchè magari troppo piccole..... in quel periodo feci la rmn per quelle sensazioni di vertigini, stordimento e svenimento....il medico poi mi fece fare un angio tac con mdc percho c'era stato il dubbio di un problema venoso, ma tutto ok, era un falso positivo.....
allora poi si decise di farmi fare l'elettrocardiogramma e l'eco..... poi quando incominciarono anche queste sensazioni di gambe e braccia dolenti e pesanti decise di darmi il cipralex...... ma vedendo come sono peggiorati questi sintomi fisici al contrario del panico, il mio timore di qualcosa di più importnte si ripresenta.....questa sera prenderò il cipralex 10 gtt per la 14° volta e aspetto sperando che queste sensazioni brutte di freddo ecc...ecc. vadano via.....intano mi stanno tornadno i dolori a braccia e gambe.....

[#93] dopo  
Utente 178XXX

Salve dottore....

oggi è andata meglio rispetto a quella sensazione di freddo ma non per quanto riguarda da sensazione di pesantezza e debolezza alle gambe e braccia..ho avuto anche dei momenti di formicolii... è come se avessi dei pesi addosso e io sentissi gli arti in difficoltà a muoversi, ma alla fine cammino e scrivo al pc...
a lavoro sono molto sotto stress... oggi ero agitata per le consegne dei bozzetti ecc... e quindi lavoro con ritmi molto alti...

sono stata dal mio medico di base perchè insomma una boccetta di cipralex è finita e lui anche è convinto che si tratti di somatizzazzioni ma soprattutto e anche di fenomeni legati all'aumento della dose del cipralex che mi devo stabilizzare..mi fa fatto notare che trascorsi una 10° di gg da quando avevo raggiunto le 5 goccie era come se mi stavo abituando e tranquillizzando, e andavano meglio anche le sensazioni fisiche...infatti avevo avuto un periodo di dolore alle gambe e poi era andato via.... secondo lui con l'aumento del cipralex (che ha combaciato con incrementarsi dei disturbi) ho riavuto una fase di effetti paradossi e un accentuazione di tutto, e semrpre secondo lui ora dovrebbe ristabilizzarsi una volta trascorso questo tempo inziale... praticamente devo vedere come va, essendo starsera 15 gg che assumero la dose consigliata....

io oggi avevo il solito malessere, stordita, un pò di vertigini, ho dormito male, agitata, mi sono svegliata con ansia dopo diverso tempo che non mi succedeva (ma poi è andata via) e mi sentivo come spiegato le gambe e le braccia pesanti....

anche lo psicoterapeuta pensa sia un altro modo di somatizzare e anche li mi ha fatto notare che ho fatto tante visite e che non c'erano poi i presupposti di fare altri controlli (tac eec e 2 rmn in due anni ,di cui l'ultima questo luglio , angio tac, visita cardiologica, ho ripetuto a distanza di pochi mesi le analisi del sangue sempre ok, visita otorino, e negli ultimi due anni rx alla colonna e rmn cervicale da cui è emersa solo scoliosi e verticalizzazione rachide lombare e cervicale)...ed è perciò concorde con il mio medico di base a non voler farmi ripetere analisi per questi sintomi alle gambe e braccia...ovviamente io non sono tanto sicura, perchè non capisco "se il mal di testa che somatizzavo è andato via, perchè dovrei ora somatizzare sulle gambe e braccia proprio ora che sto più tranquilla????"

grazie dottore

[#94]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

le modalità di somatizzazione sono varie, infatti nello stesso individuo possono, senza una causa apparente, manifestarsi in maniera diversa a seconda dei periodi, per cui ciò che Lei racconta non mi sembra per niente strano.
Con tutti i limiti del consulto a distanza, concordo con quanto detto dal medico curante.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#95] dopo  
Utente 178XXX

Salve dottore,

la aggiorno sulle mie condizioni che da un punto di vista psicologico sono migliorate ma dal punto di vista fisico no..... ed è proprio questo che mi preoccupa adesso....
Ansia si è ridotta, non mi sveglio più la mattina con quella brutta sensazione di agitazione e paura o se accade dura davvero pochissimo....
attacchi di panico ne ho avuti solo 3 di intensità ridotta,non ho dovuto prendere farmaci e comunque li ho gestiti...certo nel momento è brutto ma poi una volta passati quei 5-10 minuti di panico tornavo ad essere tranquilla sensa quella paura che..... vado a scuola regolarmente, a lavoro, ancora uscire con gente nuova mi crea disagio, anche andare in posti lontani, ma faccio progressi......
sono molto preoccupata per i miei dolori....fino ad oggi sono stati sempre considerati somatici.... ma all'ultima visita che ho fatto, vedendo che sono trascorsi ormai 1 mese e mezzo che continuo ad avere dolori alle mani e piedi, di tipo bruciante, che sono più forti la mattina o quando devo lavorare al pc, il dottore mi ha prescritto una serie di analisi del sangue tra cui reume test e uno screening di analisi per controllare eventualità di malattie autoimmuni...... questo in me ha scatenato preoccupazione.... certo attacchi di panico sono diminuiti ma in due mesi di cura non ho cambiato il mio carattere.... il neurologo vista la negatività della rmn fatta a luglio (i dolori sono incominciati a fine settembre) ha escuso la sm ma sospetta un artrite reumatoide o reumatismi.... insomma mi si parla di ansia ansia e poi una notizia così... e la mia preoccupazione è: non mi avrà fatto aspettare troppo per fare questi controlli???' e se fosse non comincerò le cure in ritardo? io non ho voluto leggere cose su internet, perchè davvero so che entrerei nel panico, ma anche le persone o il medico di base non sono stati felici di questi controlli che devo fare...prox settimana farò le analisi, purtroppo ora sono in periodo mestruale e credo sia meglio non farle.... ma sono sincera sono preoccupata......
ma il fatto che le analisi del sangue passate siano state sempre nella norma (avevo solo la ves leggermente sopra il limite massimo ma non lo considerava nessuno) può essere un augurio per me?

la ringrazio per l'attenzione

[#96]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

mi fa piacere che sia migliorata ulteriormente per quanto riguarda i problemi ansiosi.
In riferimento ad eventuali patologie reumatiche non saprei, comunque, come dice Lei, il fatto che gli esami sono finora stati nella norma è un punto a Suo favore.
E' stata presa in considerazione un'eventuale fibromialgia?
Sta continuando con 10 gtt di cipralex?

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro