Utente 333XXX
Salve, un ringraziamento anticipato a chi vorrà rispondermi. Ho 38 anni e faccio un lavoro molto stressante(magazziniere). Da più di 2 mesi soffro di emicranie. Ho subito pensato che fosse dovuto allo stress in quanto cominciano questi mal di testa appena inizio ad applicarmi sul lavoro. Ho subito una sensazione di pesantezza e ottundimento alla testa, confusione,calore alla testa. Già questa estate avevo vampate di calore e sudore. Facendo delle analisi al sangue mi è stato riscontrato un valore basso di ferro(52) e trigligeridi (213). Due mesi fa sono stato visitato da un neurologo presso azienda ospedaliera universitaria il quale mi ha dignosticato un leggero stress nervoso. Mi ha dato dei farmaci da prendre per un mese: Sideral compresse, Laroxyl gocce, alaska compresse. Passate le feste ancora queste emicranie non vogliono passare. chiedo un consulto medico. grazie

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

la diagnosi di emicrania l'ha fatta un medico? Le chiedo questo perchè in effetti, dalla Sua descrizione, non vedo le caratteristiche proprie dell'emicrania a meno che Lei non identifichi questo termine col mal di testa in generale. Da quanto tempo assume il laroxyl e a quale dosaggio?

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 333XXX

buonasera, la diagnosi di emicrania dovuto a un leggero stress nervoso è stata fatta da un neurologo dell'azienda ospedaliera universitaria di Catania. La cura con laroxyl è stata fatta per circa 2 settimane (dal 04/11 al 22/11); oltre insieme il farmaco Alaska preso fino a 2 settimane fa. In seguito il mio medico curante mi ha prescritto Ricap gocce 40 mg/ml al posto del laroxil. Nessun giovamento fino a 1 settimana fa.
Cosi il mio medico curante pensa che queste emicranie siano dovuti alla cervicale; problema che io ho da diversi anni. Il mio medico curante pensa che siano emicrane muscolo tensive dovute ad infiammazione della colonna cervicale (come ho specificato faccio un lavoro manuale e di fatica); così proprio ieri mi ha prescritto per 8 gg una puntura giornaliera di Dicloreum 75 mg/3ml in modo da capire se è un problema ortopedico o neurologico. IO sinceramente ci sto capendo ben poco...ma rimango fiducioso. Conto anche sul suo parere medico Grazie

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

se parliamo di cefalea di tipo tensivo (la dizione muscolo-tensiva è stata abolita) il farmaco di prima scelta è il laroxyl ma due settimane di terapia sono insufficienti per potere dire che il farmaco è inefficace. Quale dosaggio assumeva? Anche il ricap è indicato in questo tipo di cefalee, a quali dosi lo sta assumendo?

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente 333XXX

In questo momento non sto prendendo ne il laroxyl del quale non saprei dirle il dosaggio perchè ho buttato la confezione. E non sto prendedo neanche il ricap(dosaggio 8 gocce la sera prima di coricarsi per 1 mese). Ma ho cominciato, su indicazione del mio medico curante e non un neurologo, proprio ieri, con le punture di dicloreum FANS(1 puntura al giorno per 8 gg).
Posso sapere quale è la sua diagnosi? Se le pensa che il Ricap è più indicato per il mio problema di salute può indicarmi tempi e posologia o eventuali altri farmaci o terapie. Grazie e spero di risentirla

[#5]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

non è possibile fare diagnosi on line (vietata anche dalla legge) nè conseguentemente consigliare farmaci con relativi dosaggi.
Per il momento faccia la terapia prescritta dal medico curante, poi, in base al risultato, si vedrà come proseguire.
Mi faccia sapere.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente 333XXX

La ringrazio per il suo interessamento. Finita questa cura con gli antinfiammatori, le farò sapere sicuramente. Grazie e a risentirla

[#7] dopo  
Utente 333XXX

Buongiorno dottore. Finita la cura con i Fans non ho avuto alcun risultato. Il senso di confusione alla testa continua.
11/02/2012
Ho fatto analisi al sangue e urine: Glicemia 103, colesterolo totale 224, trigligeridi 162, creatinina 0.85, sideremia 104, trans ossalacetica (got-ast) 53, trans piruvica(gpt-alt) 26 poi dall'emocromo completo I neutrofili sono 49,0 e gli eosinofili 5,4. Le ho dettato quelli più o meno importanti, in particolare ho tutti i valori molto alti ma nella norma, la sideremia è salita( prima era 52) i trigligeridi sono scesi ma sono sempre alti, è salito il colesterolo ed in particolare le transaminasi (got-ast) sono di poco alte sopra la media 53(0-46), come pure alcuni leucociti.
15/02/1012
Ho fatto una nuova visita neurologica presso un privato, con ecg. Le scrivo il referto: Sulle regioni posteriori è presente un ritmo alfa a 10 hz bilaterale e simmetrico reagente all'apertura degli occhi, con un buon gradiente antero-posteriore. Anteriormente l'attivita' beta è normorappresentata. L'attività theta è presente in misura adeguata all'età del paziente. l'iperapnea e la S.L.I non hanno effetti di rilievo.
Conclusioni: Attività elettrica cerebrale nei limiti della norma.
IL neurologo in sostanza mi ha detto che l'ecg è buono, mi ha detto di portargli elettrocardiogramma, pensa, dai sintomi che gli ho raccontato che sia solo stress e un piccolo esaurimento nervoso.
Sentito il parere della cardiologa e visto l'elettroencefalogramma mi darà un cura.
Lei mi consiglierebbe una risonanza all'encefalo o ancne una visita oculistica?
Volevo sapere lei cosa ne pensa. Grazie e a risentirla

[#8]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

ritengo che se il neurologo avesse ravvisato l'opportunità della RM encefalica l'avrebbe consigliata lui. Pertanto Le consiglio di seguire le indicazioni dello specialista che ha l'indubbio vantaggio di averLa visitata. Mi faccia sapere la terapia che Le prescriverà.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#9] dopo  
Utente 333XXX

Grazie, le farò sapere sicuramente. buonasera

[#10] dopo  
Utente 333XXX

Buongiorno dott. volevo farle sapere che, facendo le analisi al sangue è risultato:
omocisteina: 18,3 micron/l (5-13).
Il mio medico curante mi ha detto che può portare danni cardiovascolari. può darmi un suo parere medico. grazie
Eventualmente, a quale specialista dovrei rivolgermi? Neurologo, cardiologo o ematologo
Mio padre qualche mese fa ha avuto una sincope e ha l'omocisteina alta, mia nonna è morta tanti anni fa per una ischemia...questa omocisteina può essere ereditaria? E può esserci un legame con i miei sensi di pesantezza e confusione alla testa? grazie e a risentirla

[#11]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

l'aumento dell'omocisteina non è eccessivo e tale da destare preoccupazione. In effetti si è visto che il suo aumento nel sangue può essere un fattore di rischio vascolare. Tale aumento può essere contrastato dall'acido folico. Ne parli col neurologo che La sta seguendo.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#12] dopo  
Utente 333XXX

Grazie, le farò sapere. Ma ci puo essere una correlazione tra omocisteina e le leggere nevralgie? Mi capitano spesso dopo aver mangiato.

[#13]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

non c'è correlazione tra valori aumentati di omocisteina e nevralgie.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro