Utente 239XXX
Gentile dottore,
io ho l'ansia da quasi un mese.
Tutto è iniziato dopo un litigio con il mio ragazzo, durante il quale lui ha avuto un attacco d'ansia. E da quel giorno sono ansiosa, giorni più e giorni meno.
Ansiosa perchè durante quell'attacco, mentre gli parlavo, lui mi diceva di non aver detto delle cose, in pratica dall'ansia non si ricordava bene quello che aveva detto pochi minuti prima. Non era niente di grave, ma io non sapevo potesse agitarsi così tanto durante una discussione per la paura di lasciarci per esempio.
Fattostà che mi sono spaventata a quel punto perchè credevo di stare male io e di non essere lucida. Tutto mi è passato dopo averne parlato. Anche se il giorno dopo avevo ancora un po' i riflessi rallentati( perchè comunque credere di essere pazzi, e di sentire cose che la persona con cui stai parlando dice che non ti ha detto, ti spaventa), mi è passato tutto.
Pochi giorni dopo siamo tornati a casa sua e lì mi è tornata l'ansia.
Ho preso SEDIVITAX BIO in gocce, consigliate dal farmacista. Ne ho prese dalle 15 alle 25 in base all'agitazione 3 volte al giorno per più di una settimana.
La settimana dopo non ero tranquillissima ma stavo già meglio e ho deciso di smettere con SEDIVITAX per cominciare a provare a tranquillizzarmi da me e non dipendere da delle gocce, anche se alle erbe.
Ho notato che se cercavo di distrarmi l'ansia passava ed ero più tranquilla.
Quindi ho escluso problemi al cuore, perchè ho pensato anche a quello e parlandone col medico curante mi ha assicurato che è una questione di testa, di ansia, e della paura di averla.
Le ho comunque chiesto di cambiare SEDIVITAX con VALERIANA. E così ho fatto l'ho presa ieri alle 5. Mi ha consigliato la DISPERT in confetti.
Mi ha calmato decisamente molto di più però verso le 10 ho sentito un leggero formicolio alle braccia, può essere stata la VALERIANA?
Crea dipendenza? E nasconde solo l'ansia o la cura?
La ringrazio in anticipo e attendo una sua risposta.

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

ritengo che il leggero formicolio alle braccia (parestesie) non sia da attibuire alla valeriana, sostanza non curativa ma sintomatica e "leggera". La dipendenza che potrebbe creare è solo di tipo psicologico.
Se il problema persiste Le consiglio un supporto di tipo psicologico.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 239XXX

Grazie per la risposta le volevo ancora chiedere quanto durano gli effetti di una pastiglietta di valeriana. Perchè l'ho presa ieri alle 5. Oggi sono calma e non so se attribuirlo al fatto che sono io più tranquilla o alla pastiglia.

[#3] dopo  
Utente 239XXX

Per potermi rispondere le aggiungo che è la VALERIANA DISPERT da 45 mg.

[#4] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

l'effetto dura poche ore ed il fatto che oggi è tranquilla non penso dipenda dalla valeriana.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#5] dopo  
Utente 239XXX

Quindi si può dire che l'ansia era abbastanza leggera per essermi passata dopo una sola compressa. Anche se mi sembra un po' strano, ho preso gocce e gocce per giorni senza risultati soddisfacenti e poi con una valeriana tutto torna come prima.
Comunque spero domattina in un risveglio tranquillo, finalmente dopo un mese.
Se dovesse riprendermi allora seguirò il suo consiglio, un supporto psicologico.
Dottore la ringrazio per avermi risposto.

Cordiali saluti


[#6] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

l'ansia può avere un andamento fluttuante per cui è possibile che abbia spontaneamente, senza terapia, dei periodi di remissione della sintomatologia.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#7] dopo  
Utente 239XXX

Gentile dottore,
anche oggi sto bene, ho solo avuto un senso di angoscia poco fa.
Ho letto la sua risposta, e quindi l'ansia mi potrebbe anche ritornare?

Nei prossimi giorni devo fare le analisi del sangue, come consigliato dal mio medico curante, potrebbero risultare problemi alla tiroide a causa di questo mese sotto stress e ansia?

[#8] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

non è possibile prevedere il decorso. L'ansia non crea alterazioni degli ormoni tiroidei, viceversa è possibile che alterazioni ormonali possano causare una sintomatologia simil-ansiosa.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#9] dopo  
Utente 239XXX

Gentile dottore,
facendo quindi due conti, si può dire che era solo una questione psicologica.
Ho solo un dubbio,tutti i sintomi che si sono presentati in questo mese portati dall'ansia sono stati: poca fame, stanchezza e pesantezza per il fatto di aver mangiato poco, un po di nausea, e formicolio alle braccia (quest'ultimo sparito in due - tre giorni dopo aver preso SEDIVITAX BIO). Ovviamente ero anche un po' irritata, e ho cercato di star lontana da luoghi affollati e rumorosi perchè sentivo il bisogno di star tranquilla e all'aria fresca.
La pressione era 134mass, 85min, 126.
Da mercoledì invece, tutto è gradualmente sparito a partire dalle ore cinque dopo la compressa di VALERIANA. Che probabilmente mi ha dato una spinta in più a star tranquilla, ho solamente notato questo senso d'angoscia per non più di 2 minuti. E da mercoledi la pressione è più bassa ed è sui 110/75, 76.
Quel che volevo chiederle è: i sintomi inizialmente elencati, che sono poi spariti, se mi viene chiesto durante le analisi per escludere completamente la tiroide devo considerarli e presentarli? O no, visto che da 3 giorni sono spariti.
Mi scuso il continuo disturbo, ma vorrei farmi un quadro generale.

La ringrazio in anticipo e attendo una sua risposta.

[#10] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

se Le verranno chiesti i sintomi accusati è corretto elencarli ma generalmente al prelievo di sangue per gli esami ematici non vengono poste queste domande.
Certamente, potrebbe essere un problema psicologico.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#11] dopo  
Utente 239XXX

Gentile dottore,
è passato un mese dall'ultima volta che ho scritto. E l'ansia si è ripresentata, ma molto molto più leggera che in precedenza. Ho notato che ritorna nei giorni in cui sto a casa, ferma e senza nulla da fare, in cui ho senso di pesantezza, un po d'ansia, e stando quasi tutto il giorno a letto, un leggerissimo velo di rallentamento visivo.
Premetto che non è fastidiosa, su una scala da 1 a 10 è 2, quindi ho pensato probabilmente che stia sparendo gradualmente, vista la leggerezza rispetto al mese precedente,ma non voglio comunque, anche se leggera che persista ancora.
Lei cosa ne pensa? Aspetto che sparisca in modo graduale? Perchè è quello che ho notato. O riprendo una valeriana dispert, per velocizzare un po' le cose?
La ringrazio in anticipo, ed attendo una sua risposta.

[#12] dopo  
Utente 239XXX

Mi correggo, i mesi passati sono 2, non 1 come scritto sopra

[#13] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

non è facile darLe una risposta a distanza sul quesito richiesto. In linea di massima, considerato che il problema si sta attenuando gradualmente in maniera spontanea, potrebbe anche fare a meno, al momento, della terapia farmacologica. Comunque tutto dipende dal Suo stato di benessere, è questo che deve regolare le scelte.
Colgo l'occasione per augurarLe buona Pasqua.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#14] dopo  
Utente 239XXX

Gentile dottore,
la ringrazio per aver, appunto, risposto oggi che è pasqua, e ricambio gli auguri.
Diciamo che l'unico inconveniente che quest'ansia mi dà, anche se leggera, oltre alla vista leggermente assonnata, è la mancanza di appetito, cosa del tutto normale difronte all'ansia. L'unica cosa che a volte mi manca è la pazienza di aspettare che vada via del tutto, infatti oggi una compressa di valeriana l'ho presa.
E ho anche smesso da 4 giorni di fumare, in modo da non andare ad accentuare eventuali tachicardie, ma devo dire che questa volta non si sono proprio presentate.
Dottore, io ho letto nel web di alcuni casi di ansie più forti della mia. E sinceramente non vorrei ridurmi così. Secondo lei, un ansia leggera come questa, può solo andare a diminuire o può peggiorare? Tenendo conto dei mesi in cui l'ansia era più forte, e vedendo che quando si ripresenta è come le ho detto molto più leggera, si può dire che andrà avanti così a diminuire o devo comunque prendere in mano la situazione, già per il fatto che si sia ripresentata?
Attendo una sua risposta, e la ringrazio in anticipo.

[#15] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

il decorso non è possibile prevederlo a priori, infatti l'evoluzione può essere aperta ad ogni possibilità, tuttavia la graduale riduzione della sintomatologia farebbe ben sperare. La valeriana comunque è sempre possibile assumerla.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#16] dopo  
Utente 239XXX

Gentile Dottore,
la ringrazio, e penso che a questo punto un supporto psicologico serve, se come dice lei è una cosa fluttuante che non si sa come ritorna, meglio prevenire. E vista la leggerezza in cui si è ripresentata anche meglio, spero vada via più facilmente.
La ringrazio e le farò sapere come andrà il decorso.

Cordiali saluti