Utente
buongiorno dottore.
sono una ragazza di 29 anni, a luglio ho avuto il primo disturbo nel sonno con tremore di una gamba e morso alla lingua, dopo varie visite neurologiche mi hanno diagnostica una forma di epilessia notturna lieve, da aggiungere che queste crisi si presentano quasi ogni mese nel periodo premestruale, mi hanno conisgliato una cura con il tetragol da 400 da assumere tutte le sere prima di andare a dormire. prima di arrivare a questa diagnosi ho effettuato una risonanza magnetica e diverse encefalogrammi tutti con esiti normali, ma nessuno mentre dormo. sinceramente ho paura di iniziare una cura che potrebbe durare x diversi anni o forse anche x tutt la vita senza essere certa di soffrire di questa patologia. insomma non so che fare vorrei sapere il suo parere. grazie

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

finora è stata seguita da un epilettologo, cioè un medico esperto in epilessie?

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente
grazie x la sua attenzione... sono stata da due diversi medici epilettologhi ed uno di questi dopo una visita mi ha prescritto il farmaco, le volevo chiedere dato che le mie crisi si presentano di notte non sarebbe necessario fare un elettroecelogramma di notte... sono molto spaventata x questa situazione al momento ho deciso di non iniziare la cura, voglio consultare un'altro neurologo.

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

concordo che un EEG in sonno sarebbe opportuno effettuarlo e particolarmente nel periodo premestruale considerato che le crisi finora si sono manifestate in queste circostanze.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente
la ringrazio ancora...
sono confusa sono stata da due medici privati x essere più sicura e non avere dubbi sulla diagnosi ed invece non è stato così... posso chiedere il suo parere...

[#5]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

senza una valutazione diretta non è possibile esprimere alcun parere attendibile.
Potrebbe rivolgersi ad un centro per lo studio e la cura dell'epilessia che generalmente è annesso ai Policlinici Universitari nei reparti di Neurologia.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente
scusi, ha ragione è solo che sto avendo un pò di problemi ha trovar una struttura o un medico che mi aiuti a capir quale sia il mio problema... le voglio chiedere un'ultima cosa, per diagnosticare un'epilessia si ci basa soltanto sul racconto dettagliato delle crisi, dato che negli esami fatti non risulta nulla.... grazie.

[#7]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

nelle epilessie primarie e con esami diagnostici negativi la diagnosi di epilessia si basa sul racconto del paziente e soprattutto di coloro che hanno assistito alla crisi.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#8] dopo  
Utente
buonasera dott ferraloro, mi sono rivolta in una struttura ospedaliera, dopo aver effettuato un'elettroencefalogramma da privazione di sonno con esito normale, il medico mi ha consigliato di non iniziare nessuna cura, ma io ieri sera appena mi sono addormentata ho avuto una crisi, parlavo mentre dormivo, poi sono arrivate le convulsioni e il morso alla lingua. questa volta mi sono accorta di qualcosa mi fischiavano le orecchie ed avevo una strana sensazione.... io sinceramente ho paura di iniziare una cura con gli antiepilettici, ma mi rendo conto che inizio a non sopportare più queste crisi. la ringrazio in anticipo.

[#9]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

si potrebbe registrare l'attività elettrica del cervello durante il sonno e nel periodo di maggiore probabilità che insorgano le crisi mediante un EEG dinamico della durata di circa 24 ore durante le quali Lei svolge normalmente le Sue attività. Un'altra tecnica è la registrazione contemporanea di EEG e di un video (Video-EEG) che possa mettere in evidenza anche le manifestazioni cliniche che si potrebbero manifestare nel sonno.
Con queste tecniche si potrebbe avere una diagnosi più precisa e corretta.
Ovviamente ne deve parlare con lo specialista che La segue.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro