Utente 271XXX
Ho 49 anni 10 giorni fa mi è capitato per la prima volta uno strano fenomeno, per circa 1 minuto l'occhio sinistro ha cominciato a vedere un'immagine sfocata, successivamente la stessa immagine ha cominciato a saltellare nell'occhio sinistro e successivamente ho perso il visus alla parte sx dell'occhio sinistro, in tutto questo l'occhio dx vedeva normalmente e se chiudevo uno dei 2 occhi l'immagine continuava a saltellarmi in mente, non ho avuto mal di testa. Sono corso subito al pronto soccorso e il fondo oculare era normale. dopo 3 giorni il fenomeno si è ripetuto sempre senza cefalea, ho fatto visita neurologica con esito normale mi è stata consigliata visita oculistica e campimetria. la campimetria non ha rilevato nulla di anomalo. la visita oculistica fondo oculare regolare e occhi in perfetto stato di salute. L'oculista ha ipotizzato emicrania oftalmica per cui attualmente non esisterebbero terapie. Ora le crisi si ripetono ogni giorno anche 5/6 volte al giorno, impedendomi di svolgere le attivita' quotidiane con serenita'. Ribadisco che in 10 giorni non ho mai avuto cefalea, tranne in una sola occasione in cui per mezza giornata mi scoppiava la testa. Quando sono molto applicato in qualcosa mi viene sovente un senso di perdita di equilibrio. Vorrei sapere se confermate in base a quanto scritto la diagnosi di cefalea oftalmica, se devo sottopormi ad altri accertamenti o visite specialistiche e se è vero che non esistano farmaci per tale disturbo.
Colesterolo tot 190 trigliceridi 196 hdl 44, prendo regolarmente simvastatina da 6 mesi.

Grazie per l'attenzione.
n.b. l'oculista mi ha sconsigliato perche' inutili la RMN al cervello e l'ecodoppler al collo, consigliatomi da qualche amico.

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

la diagnosi di aura emicranica senza cefalea è probabile, il neurologo l'ha confermata?
In questi casi personalmente consiglierei una RM encefalica ed un EEG, anche in considerazione che il primo episodio si è verificato a 49 anni.
A parte questo particolare, generalmente il primo episodio di un'aura visiva o di altra tipologia andrebbe indagato con gli esami diagnostici prima menzionati.
Comunque questa è una mia forma mentis che non sempre è accettata da altri colleghi neurologi.
Per quanto riguarda la terapia, esistono dei farmaci che a volte possono bloccare l'insorgenza dell'aura.
Questo tipo di terapia preventiva è giustificata solo nel periodo di maggiore frequenza degli attacchi, infatti questi si manifestano generalmente in determinati periodi per cessare poi anche per anni.
Stia comunque sereno.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 271XXX

Grazie per la risposta,

Stamattina mi si è alzata anche la pressione arteriosa 110/150, l'ho misurata dopo un fenomeno di vertigini e nausea, immancabilmente si è presentata la crisi con le stesse modalita' di sempre compresa la scomparsa di visus dell'occhio sinistro. Seguirò il suo consiglio farò l'EEG e appena possibile anche l'OCT e poi tornerò dal neurologo per una terapia per l'aura.

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

oltre l'EEG è utile effettuare anche la RM encefalica (forse più dell'EEG).
Inoltre sarebbe opportuno che il neurologo fosse esperto in cefalee.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente 271XXX

Grazie ancora dottore,

oggi la pressione è ancora alta domani vado dal mio medico curante per farla verificare e trovare una soluzione terapeutica. Per quanto riguarda l' RMN encefalica ho provato a farla ma nonostante il centro fosse dotato di una moderna apparecchiatura ho avuto una crisi di claustrofobia e non sono riuscito a portarla a termine, il fastidio era dovuto dal rumore assordante , nonostante le cuffie e ad una mascherina oppressiva davanti al naso, esistono esami alternativi alla RM ? Si possono fare con altri tipi di apparecchiature meno oppressive ?
Come si fa a sapere se un neurologo è esperto in cefalee ? Ne conosce qualcuno a Napoli e provincia ?

[#5] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

potrebbe provare ad effettuare la RM encefalica con macchina aperta.
On line non è possibile indicare neurologi privati, Le posso solo consigliare i centri cefalee che si trovano alle due Università di Napoli.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente 271XXX

la RM che mi e' stata prescritta e' una RM angio per vasi intracranici, ho consultato 3 centri che mi hanno detto che e' possibile solo chiusa, è una limitazione delle apparecchiature dei centri o la RM encefalica è un po' diversa e si puo' fare anche aperta ?

grazie per la risposta

[#7] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

questo tipo di RM con sequenze angio è conveniente farla chiusa per motivi di migliore risoluzione. Esame alternativo la TC.

Cordiali saluti

Dr. Antonio Ferraloro

[#8] dopo  
Utente 271XXX

ho fatto RM CERVELLO E TRONCO ENCEFALICO, le invio l'esito

Area ovalare a segnale alterato, intra-assiale, a espressione corticale e sottocorticolare, in sede occipitale parasaggittale destra. cm 1,5 x 1,9 x 2.

moderato alone di edema satellite.
il quadro depone bin prima istanza per astrocitoma a componente cistico-colliquativa.
Normale il restante reperto, si consiglia RM con mezzo di contrasto.

E' grave ? mi devo ricoverare o basta che mi rechi dal neurologo ?

[#9] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

più che da un neurologo Le consiglierei di fare vedere l'esame ad un neurochirurgo. Se riuscisse a prenotare la visita neurochirurgica in tempi brevi ritengo che il neurochirurgo Le possa prenotare la RM encefalica con mezzo di contrasto nell'ospedale di riferimento.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#10] dopo  
Utente 271XXX

esito della RMN con contrasto:

netta impregnazione circinnata della lesione infiltrante a espressione cortico-sottocorticale in sede parasagittale parieto-occipitale destra.
Scarso l'edema satellite.
Tenue e disomogenea alterazione di segnale a carico della corteccia sul corno di Ammone omolaterale.

Non apprezzabili impregnazioni dopo infusione a carico di questa seconda area encefalica.
Il reperto induce a una rimeditazione diagnostica; nel novero delle ipotesi va contemplata, oltre all'ipotesi francamente neoplastica, anche quella linfomatosa.

Gentile dottore cosa ne pensa ?

[#11] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

le immagini vanno visionate direttamente dallo specialista per avere un parere attendibile, purtroppo on line non è possibile aiutarLa in tal senso.
Consideri pure che il neuroradiologo, specialista del settore che ha studiata approfonditamente l'esame, ha posto una duplice ipotesi.
Si rivolga, come Le dicevo precedentemente, ad un neurochirurgo.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#12] dopo  
Utente 271XXX

desidero rufficialmente tutti i medici che hanno risposto con grande sensibilita' e professionalita' ai miei quesiti, alla fie mi sono state asportate 2 neoplasie cerebrali di cui un a interessava il fascio ottico sono statop oerato venerdi scorso e sono ankora in ospedale con grve deficit visivo all occhio sx, l' intervento è stato effettuato tramite tecnica di neuronavigazione, consiglio a coloro ke mi leggono di non fernarsi mai ad un primo consulto ma di approfondire sempre questioni di salute anche quando sembrano essere banaliigrazie

saluto e abbraccio tuttti.

[#13] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

La ringrazio per averci informato sull'evoluzione del Suo caso.
Personalmente in caso di presunte aure visive con o senza cefalea non mi fermo mai alla sola visita ma consiglio un approfondimento diagnostico mediante RM encefalica, Angio-RM dei vasi intracranici ed EEG.

Le riporto parte della mia prima risposta in data 13 ottobre scorso <<In questi casi personalmente consiglierei una RM encefalica ed un EEG, anche in considerazione che il primo episodio si è verificato a 49 anni.
A parte questo particolare, generalmente il primo episodio di un'aura visiva o di altra tipologia andrebbe indagato con gli esami diagnostici prima menzionati.
Comunque questa è una mia forma mentis che non sempre è accettata da altri colleghi neurologi.>>
Ciò che ha appena scritto mi induce fortemente a continuare per la mia strada secondo le mie personali convinzioni.

RingraziandoLa ancora Le auguro sinceramente una rapida e completa guarigione.
Un grosso in bocca al lupo.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro