x

x

Cefalea ?

salve,
sono un ragazzo di 30 anni che conduce una vita regolare.
Circa un anno e mezzo fa ebbi un episodio di cefalea che durò una settimana.
Il dolore era localizzato in un punto ben preciso, a circa 4 cm al di sopra della tempia sx. Più che un dolore era un fastidio costante che mi accompagnava tutta la giornata, come un senso di oppressione. Preoccupato andai dal mio medico curante che mi prescrisse delle compresse effervescenti di Difmetrè per il dolore/fastidio e mi diagnosticò una lieve forma di sinusite; dopo poche ore l'assunzione della prima compressa la cefalea scomparve e non detti più peso all'accaduto.

Ora da circa un mese quel senso di oppressione sopra la tempia è tornato e mi tiene compagnia per tutta la giornata, tranne quando vado a dormire.
Il dolore non risponde a nessun analgesico da banco, ne tanto meno al Difmetrè.

Assieme al mal di testa di tipo gravativo sono comparsi altri sintomi:
- protuberanza in corrispondenza della zona dolente, non so dirle se era presente anche prima, ma se c'era adesso è sicuramente più evidente (a me pare di natura ossea).
-acufene di media intensità, che avverto soprattutto nel silenzio della camera da letto.

Preoccupato da tutto questo il mio medico di base mi ha prescritto in primo luogo una rx cranio e seni paranasali con il seguente esito: " ... ridotta trasparenza delle cavità pneumiche paranasali; ipertrofia dei turbinati medioinferiori".

Dopo una settimana di aerosol a base di cortisone e Fluimucil i sintomi sono rimasti inalterati e daccordo con il medico ho eseguito una rm encefalo tronco encefalico di cui riporto referto:
"Esame eseguito in condizioni basali con immagini sagittali T1, coronali FLAIR, assiali T2, FLAIR e diffusione.
Assenza di significative aree di alterato segnale a carico dei tessuti encefalici.
Non area di diffusività ristretta.
IV vetricolo normale ed in sede.
Sistema ventricolare sovratentoriale di morfologia e dimensioni nei limiti netti in asse rispetto alla linea mediana.
Nei limiti l'ampiezza degli spazi dellavolta e della base.
Mega cisterna Magna.

Nel frattempo ho preso appuntamento con un odontoiatra per valutare il tipo di correzione più adatta per un' importante malocclusione di seconda classe scheletrica.

Detto cio, avrei qualche domanda da porle.
-Quale esame dovrei ancora effettuare? ( vorrei evitare tac cranio)
-Possibile che dai rx e dalla rm, della protuberanza non si uscito fuori nulla?
-Quale strada mi consiglia per cercare la soluzione ideale al mio problema?(visita dal neurologo, maxillo facciale, ecc.)
-La cefalea e soprattutto il "bozzo" sopra la tempia potrebbe essere collegato alla malocclusione di seconda classe scheletrica?
-In attesa di visita specialistica potrebbe consigliarmi qualche rimedio o tipologia di farmaco per poter placare la cefalea (ne parlerò assieme al medico curante)?

Ringraziandola per il lavoro che voi tutti svolgete,
la saluto calorosamente.
[#1]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 71,1k 2,2k 23
Gentile Utente,

per quanto riguarda la presunta protuberanza ossea, considerato che alla radiografia del cranio e alla RM encefalo non è stata rilevata, probabilmente si tratta di qualcosa di fisiologico che magari prima non aveva mai notato. Il Suo medico curante l'ha vista? Come l'ha interpretata?
Mi pare che come esami diagnostici siano sufficienti quelli che ha effettuato, faccia la visita odontoiatrica per la maloccusione che potrebbe essere all'origine della cefalea.
Dopo, in base ai riscontri di quest'ultima, si vedrà come procedere.
Non è possibile consigliare farmaci on line, per questo si rivolga al medico curante.

Cordiali saluti

Dr. Antonio Ferraloro

Cefalea è il termine che descrive tutte le diverse forme di mal di testa: sintomi, cause, diagnosi e terapie possibili per le cefalee primarie e secondarie.

Leggi tutto