Utente
salve sono un ragazzo di 22 anni
Premetto che nel mese di giugno dell'anno 2012 ho battuto forte la testa proprio sopra la tempia(lato sinistro) su di una mensola: sono andato al pronto-soccorso, benché non fossi svenuto né vomitato e non avessi riportato lesioni a livello esterno, perché mi sentivo girar la testa e una sensazione di svenimento. I medici del posto dopo una visita neurologica di base mi hanno sconsigliato una Tac o una RM. A inizio settembre però ho cominciato ad accusare QUOTIDIANAMENTE e in maniere quasi persistente:
-dolore/fastidio occhio destro , come lo sentissi indebolito o appesantito: spesso però alcuni giorni della settimana il dolore si acutizza fino a farmi venire emicrania intense;
-dolore/fastidio cervicale lato destro;
-fitte/formicolii/bruciore intermittenti allla nuca e sopratutto sopra di essa sempre sul lato destro(a volte come una morsa sul lato destro della testa).
-fastidii localizzati(quasi come spilli) al cuio capelluto sempre sul lato destro sopra la nuca
Questi sintomi permangono tutt'ora.
Intorno ad ottobre, recatomi dal medico di famiglia, lui parlava di nevralgia del trigemino con interessamento di muscoli cervicali e con dolore che si dirama su tutto il lato destro del capo. Inizialmente mi ha prescritto degli antinfiammatori a base di ibuprofene per 2 settimane ed escludeva qualsiasi collegamento con la botta alla testa di mesi prima anche perché i sintomi sono sorti mesi dopo. Visti i risultati negativi di questa cura, mi ha consigliato di recarmi da un neurologo. Quest'ultimo dopo una visita neurologia di base, risultata negativa, mi ha sottoposto a un EEG rilevando alcune anomalie che però mi diceva potevano anche trovarsi in soggetti perfettamente sani. Per sicurezza mi ha prescritto una RM senza mezzo di contrasto che non ha rilevato nulla se non una piccola cisti di thornwaldt (1cm). Il neurologo ha escluso un collegamento fra i miei sintomi e la cisti. Mi ha così prescritto una cura profilassi per 3 mesi contro l'emicrania: una capsula contenente 5mg di flunarizina a giorni alterni.
Per la verità nessun miglioramento dopo quasi 2 mesi. Non ho assolutamente idea a questo punto di cosa possa trattarsi e quale sia la cura?
Emicrania, cefalea tensivo-muscolare, nevralgia del trigemino, tricodinia?
Un mese fa mi sono anche rivolto a un dentista per capire se era un problema derivante da qualche malocclusione dentale(visti i miei denti) o bruxismo. Il dentista dopo una visita accurata mi ha prescritto un bite. Niente da fare anche con questo. Cosa posso fare ?a chi posso rivolgermi? Ho bisogno di qualche consiglio. Ringrazio anticipatamente.

[#1]  
Dr. Otello Poli

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2012
Gentile utente,
in un consulto a distanza chi le risponde non ha la possibilità di visitarla direttamente nè di visionare gli accertamenti eseguiti. Arduo, pertanto, un ipotesi a distanza in queste condizioni.
Diciamo che se il suo medico di medicina generale ha ipotizzato una nevralgia del trigemino non erano certo gli anti-infiammatori il farmaco di scelta,
Non capisco perchè sia stato sottoposto ad esame EEG (a meno che non ci siano cose che non ha raccontato). Concordo con la esecuzione della RM.
Nel caso si tratti di emicrania la Flunarizina è uno dei farmaci di scelta, solo va usata ad un dosaggio congruo "come da foglio illustrativo": nel giovane adulto 10 mg in cp, una cp tutte le sere prima di coricarsi.
Il consiglio, tutto considerato, è quello di chiedere un "secondo parere" ad altro specialista in neurologia ed in particolare che si occupi di dolore cranio-facciale.
Cordialmente.
Dr. Otello Poli, MD
Neurologo-Algologo-Esperto in Medicina del Sonno
email: otellopoli@gmail.com - sito web: www.otellopoli.it

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio dr. Poli. Mi chiedevo soltanto se esistono altri casi di dolore cranio-facciali con sintomi quotidiani, sopratutto per ciò che riguarda l'occhio e la parte sopra la nuca. E se lei effettivamente ritiene che si tratti di nevralgia al nervo dell'occhio o emicrania cronica(anzi quotidiana).

[#3] dopo  
Utente
Gentile dr.Poli. Ho ascoltato il suo consiglio e il neurologo mi ha prescritto la carbamazepina. Volevo chiedere se questo farmaco è efficace solo ed esclusivamente contro la nevralgia del trigemino(e l'epilessia) oppure è un farmaco che si prescrive generalmente anche contro i dolori cranio-facciali che le ho descritto.

[#4]  
Dr. Otello Poli

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2012
Gentile utente,
la Carbamazepina è un farmaco che trova in neurologia molte indicazioni. Oltre alcune forme di epilessia e la nevralgia trigeminale questa è indicata in tutte le forme di "dolore neuropatico", pertanto anche nel dolore cranio-facciale che ha descritto.
Una nota aggiuntiva: nel primo contatto lei parla del cattivo stato dei suoi denti, parla di malocclusione e di bruxismo nonchè di una valutazione di un dentista che le ha prescritto un "bite" senza che ne traesse giovamento. Per la problematica "malocclusione e bruxismo" ritengo indicata la valutazione di uno "gnatologo".
Cordialmente.
Dr. Otello Poli, MD
Neurologo-Algologo-Esperto in Medicina del Sonno
email: otellopoli@gmail.com - sito web: www.otellopoli.it