Utente
Buongiorno, sono qui per cercare con il vs aiuto di capire cosa sua successo a mia madre e come possa aiutarla .
In poche parole il suo quadro clinico:
- 88 anni
- portatrice di pace marker, cure per ipertensione a aritmia
- Operata al femore 3 anni fa
- sotto controllo per uno scompenso cardiaco avuto 1 anno fa.
- Perfettamente in testa.

Improvvisamente una settimana fa accusa dolori all'addome. Si blocca l'intestino. Al pronto soccorso fanno tutti gli accertamenti compresa tac ma niente colonscopia e la dimettono dicendo che l'intestino funziona bene, che c'è mobilità e con i dovuti accorgimenti si risolve il tutto.
Torna a casa, con l'aiuto di clisteri ricomincia a evacuare ma è cambiata completamente.
Sembra abbia perso tutte le emozioni. Dice che si sente stanchissima e non ha voglia di nulla (caldo?) mangia molto poco e segue come un soldatino tutto quello che le consigliamo di fare.....tipo bere, dormire etc. Guarda sempre fisso nel vuoto, guarda la tv ma non la segue, non riesce a parlare al telefono perche dice che non capisce, Parla solo se le fai delle domande. Risponde lentamente dopo aver pensato un attimo ma dimostra di essere pienamente cosciente perché risponde sempre bene. Praticamente sembra che stia vegetando pur capendo tutto. È' serena come una bimba. Dice che sta bene a letto, dorme molto. Si sveglia nella stessa identica posizione di quando si è addormenta. Cosa e' successo.? Come possiamo aiutarla?
Grazie

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

la prima cosa che Le posso consigliare è una visita neurologica per una valutazione diretta del problema, accompagnata da eventuali esami strumentali se richiesti dal neurologo, per es. TC cranio-encefalica o altro. Le dico di effettuare la visita neurologica per escludere un'eventuale fattore organico alla basa della sintomatologia riferita, poi in base alla visita si deciderà come procedere.

Cordiali saluti ed auguri
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente
Egr. Dr. Ferraloro,
la ringrazio per la cortese quanto celere risposta ma ..........scusi la mia ignoranza........che vuol dire "escludere un'eventuale fattore organico alla basa della sintomatologia riferita"?
Grazie ancora

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

intendo dire che si deve fare una diagnosi differenziale tra un problema organico (danno d'organo), come per es. deficit circolatori o sofferenza neuronale o altro, e fattori prevalentemente psichici (depressione, ecc.). Questa è la prima fondamentale differenziazione dalla quale dipende poi l'approccio terapeutico da utilizzare.
Non so se sono stato chiaro.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente
OK, ho capito. Grazie di nuovo

[#5]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Di nulla, ci mancherebbe!

Buona serata
Dr. Antonio Ferraloro