Utente 219XXX
Buongiorno Dottore,
mi scuso se la disturbo vorrei sottoporle la mia situazione.
Sono un ragazzo di 29 anni, corporatura normale, faccio un lavoro di rappresentanza e svolgo attività fisica amatoriale (calcetto) due volte a settimana.
Da circa 10 giorni ho mal di testa in maniera discontinua, la mattina al risveglio, durante la mattinata, pomeriggio e sera, con dei dolori che si irradiano alle orecchie come se avessi la sensazione di dolore alle orecchie ma live ma che mi crea disturbo. Il dolore alla testa è concentrato tra le tempie e la nuca, con qualche accenno sopra il capo, e ho anche delle sensazioni di vuoto alla testa come se dovessi svenire, inoltre ho dei dolori che partono dal collo e si irradiano su tutta la spalla. Ho fatto la settimana scorsa una visita cardiologica ed è tutto nella norma. Questo mal di testa mi sta facendo preoccupare e stamani mi sono recato dal dottore di famiglia per chiedere come dovevo comportarmi e lui mi ha riferito che non dovevo fare nulla e che si tratta di cefalee, peccato che non mi ha fatto nessuna domanda e non ho portato nessuna documentazione che poteva attestare quanto mi aveva detto.
Non contendo gli ho chiesto di farmi fare qualche esame strumentale, e dopo numerosi solleciti mi ha prescritto una Tac al cranio senza m.d.c. per cefalea persistente. A questo punto vorrei chiederLe se è consigliabile fare una tac o una rm? inoltre vorrei una suo pensiero in merito alla situazione sopra descritta.
Attendo Suo riscontro in merito.
Saluti

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

la sintomatologia descritta sembrerebbe assimilarsi ad una cefalea di tipo tensivo, dico "sembrerebbe" in quanto a distanza non è possibile essere precisi.
Tra la TC e la RM è preferibile la RM perché dà immagini più dettagliate e per l'assenza di radiazioni ionizzanti.
Ma una visita neurologica è sempre indicata.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 219XXX

Buon pomeriggio Dottore,
le comunico che la settimana scorsa ho fatto la R al cranio con la seguente diagnosi:
Sono presenti artefatti da movimento in alcune sequenze.
Sistema ventricolare in asse, di regolare morfo-volumetria.
Normale rappresentazione degli spazi liquorali periencefalici.
Non significative alterazioni di segnale nel tessuto del sistema nervoso cerebrale e cerebellare e sul tronco encefalico.
Collateralmente, cisti da ritenzione sul pavimento di entrambi i seni mascellari.
I sintomi descritti in precedenza solo il mal di testa è passato, ma il senso di vertigine con sensazione di svenimento e respiro affannoso sono rimasti, e inoltre, come se avessi un formicolio o brivido che mi prende la testa e la nuca; e infine quando ho queste vertigini ho come un indebolimento delle gambe dal ginocchio fino alla punta dei piedi e come se fossero ghiacciati; questi sintomi li ho anche mentre dormo, mi sveglio di colpo e non riesco più a prendere sonno.
Cos'altro mi potrebbe consigliare? Non so più cosa fare per capire la natura di questo problema. Il mio medico senza far nulla mi dice che è ansia e mi prescrive sempre gocce di citalopram. E' possibile che lo stress faccia tutto questo? Attendo Suo riscontro in merito.
Cordiali saluti

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

come avrà capito la RM encefalica è perfettamente nella norma.
L'ipotesi ansiosa è certamente possibile, come Le dice il medico curante.
Le avevo consigliato la visita neurologica, l'ha effettuata?

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente 219XXX

Buonasera Dottore,
la ringrazio della Sua tempestiva risposta.
Vorrei sapere come mai questi sintomi mi prendono nel cuore della notte anche mentre dormo?
Comunque spesso e volentieri sono accompagnati da senso di vomito, come se avessi un peso nello stomaco.
E' questi formicoli alla testa che mi creano un disturbo non indifferente?
Dal neurologo ci sono stato anni fa a Milano in cura, ma è proprio da allora che ho iniziato ad assumere citalopram.... cè qualcosa che posso fare per risolvere questo problema?
La ringrazio anticipatamente.
Saluti

[#5] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

anche gli attacchi di ansia possono insorgere durante il sonno.
Attualmente è in terapia con farmaci?
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente 219XXX

Buongiorno Dottore,
da ieri sera, a causa di un attacco di panico, ho chiamato il medico di famiglia e mi ha prescritto di assumere 10 gocce di citalopram mattina e sera e 10 gocce di Lexotan la sera dopo mezzora dal citalopram.
Queste gocce sono bruttissime e vorrei cercare di non prenderle, anche perché ho già fatto una cura con queste gocce circa 6/7 anni fa e mi sentivo intontito.
Attendo Suo riscontro in merito.
Ah, dimenticavo, un' altro sintomo e quello che mi sento ghiacciato e debole dalle ginocchia ai piedi.
Cordiali saluti

[#7] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

per limitare gli effetti collaterali iniziali non parta col dosaggio di 10+10 di citalopram ma con dosi basse da incrementare poi gradualmente.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro