Un dolore pungente, altre volte è meno forte

Ciao a tutti, è stato un anno complicato e si sono accumulati stress e ansia più di quanto io non ne abbia già da sempre avuti. Sono da sempre una persona ansiosa e ipocondriaca che tende a somatizzare un po' tutto lo stress che ha dentro (esempio:colite, psoriasi, appesantimento sulle spalle)... Ultimamente ho mal di testa nella parte alta dell'emisfero sinistro della testa, il dolore non è continuo. A volte è un dolore pungente, altre volte è meno forte... Sono corsa dalla dottoressa che mi ha subito rassicurata, mi ha sentito il collo e ha detto che sono contratta e mi ha fatto fare delle prove: controllato gli occhi, braccia estese con palmi delle mani giù e su, toccare la punta del naso a cocci chiusi e aperti... E mi ha detto che non è nulla di neurologico, solo stress. Mi ha detto di non fare massaggi e che l unica cosa sarebbe tranquillizzarsi e magari il nuoto aiuterebbe... Poi mi ha prescritto tachipirina da prendere di nuovo dopo 8 ore se il dolore persiste e magari aggiungendo una tazzina di caffè per aumentarne l'effetto.. In più mi ha dato delle goccioline, il Lexotan per vedere se stavo più tranquilla, ha detto di prenderle durante un attacco di panico e simili.... So che mi dovrei fidare però non avendo mai sofferto di mal di testa sono impaurita, cosa ne pensate? Grazie in anticipo
[#1]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 68,6k 2,1k 23
Gentile Utente,

dal Suo racconto concordo con quanto Le ha detto la Sua dottoressa, probabilmente è una cefalea di tipo tensivo.
Se non dovesse risolversi con i consigli del medico curante, faccia una visita neurologica per avere anche una terapia di fondo che agisca sul problema di base.

Cordiali saluti

Dr. Antonio Ferraloro

[#2]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio per la pronta risposta, molto gentile. Arrivederci

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test