Utente 321XXX
salve gentili dottori, sono qui per porvi una questione che mi sta molto preoccupando. da un po' di tempo infatti quando faccio alcuni movimenti specifici mi capita di sentire come una puntura di spillo sotto la pianta del piede sx, questa sensazione non è presente però quando cammino. Inoltre a volte quando mi alzo la mattina sento tirare sempre sotto la pianta del piede. oltre a questo voglio aggiungere che io passo molto tempo seduto a scuola e ogni tanto quando tengo i piedi appogiati a terra sento come dei piccoli formicolii sotto alle piante e ai talloni (tipo piccolo scossettine molto lievi però) e raramente questi formicolii li avverto anche nelle punte delle dita delle mani ma non so se sono dovuti a delle posizioni che assumo. Poi leggendo su internet ho letto che la SM può dare formicolii e cosi ho una paura pazzesca di avere la SM o la SLA e piu che ci penso e piu che i sintomi aumentano. vi prego aiutatemi a parte questo non ho altri sintomi, vedo bene e non ho nè problemi di equilibrio nè all'apparato escretore. Mi devo preoccupare oppure è più una cosa ansiosa? attendo una cordiale risposta.

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

si tranquillizzi e non pensi malattie importanti, infatti le parestesie che riferisce non hanno caratteristiche tali da farle sospettare.
Le ipotesi più probabili sono quella da postura con possibile origine dalla colonna vertebrale e quella ansiosa.
Se dovessero persistere si faccia controllare dal Suo medico curante o da un neurologo, serenamente però.

Cordiali saluti e buon Natale
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 321XXX

Grazie mille dottore adesso mi sento molto piu tranquillo. Il servizio che offrite e' davvero fantastico e utile

[#3] dopo  
Utente 321XXX

Scusi dottore se richiedo nuovamente un suo parere, avrei pero' un'altra domanda da sottoporle. Da circa 4 mesi avverto quando sono seduto delle specie di piccole contrazioni muscolari involontarie solitamente negli arti inferiori e piu spesso sotto le cosce, non so bene come spiegarle sono tipo delle piccole pulsazioni e sento come se dei muscoli si contraessero ma durano pochi secondi e ci sono dei giorni in cui non le avverto per niente e altri in cui sono piu presenti. Raramente compaiono anche nelle braccia ma per il 90% delle volte sono limitate alla zona degli arti inferiori. In movimento pero' sono assenti. Sinceramente non so se sono visibili dall'esterno perché non ci ho mai fatto caso. Secondo lei mi devo preoccupare riguardo a malattie quali SM e SLA oppure posso stare tranquillo. Per il resto niente problemi come già detto negli altri consulti e probabilmente i problemi che riscontravo prima erano dovuto alla postura. Volevo sapere pero' cosa lei pensava in merito a queste specie di contrazioni se così si possono definite e secondo lei a cosa sono dovute. Grazie in anticipo e buon lavoro.

[#4] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

le caratteristiche che descrive non fanno pensare le malattie che teme, sembrerebbero delle semplici contrazioni muscolari la cui causa è spesso sconosciuta.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#5] dopo  
Utente 321XXX

scusi dottore se non l'ho ringraziata prima. Il fatto e' che prima di settembre non avevo mai avertito queste fascicolazioni (se cosi si possono definire). Poi a settembre ho iniziato ad avvertire queste lievi fascicolazioni dalla durata di pochi secondi, nelle gambe. Po queste fascicolazioni sono diventate piu frequenti nel corso della giornata e si sono estese a piu parti del corpo. Le avverto solo quando sono seduto e a riposo e talvolta la mattina nel letto quando mi sveglio. Ho notato inoltre che quando sono seduto in determinate posizioni sono piu frequenti, mentre sono assenti in movimento. Premetto che io sono un tipo un po' ipocondriaco e ansioso, inoltre a settembre quando sono iniziate le fascicolazioni attraversavo un periodo di forte ansia ad oggi non del tutto finito. Adesso ho paura perche' non capisco per quale motivo prima non avevo queste fascicolazioni e avendo fatto l'errore di vedere su internet ho trovato l'associazione con sla ed sm e adesso sono impaurito ogni volta che le avverto. Per il resto niebte sintomi, la prego mi aiuti, mi devo preoccupare?

[#6] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

nessuna preoccupazione si tranquillizzi, anzi per una Sua maggiore sicurezza faccia una visita neurologica, a volte diventa terapeutica.

Buona domenica
Dr. Antonio Ferraloro

[#7] dopo  
Utente 321XXX

Grazie mille dottore per la tempestiva e rassicurante risposta!

[#8] dopo  
Utente 321XXX

Mi perdoni gentilissimo dottore un'ultima cosa. Ogni tanto quando resto in posizione statica per molto tempo mi capita di di avere dei piccoli scatti involontari delle dita delle mani o delle gambe ma sono quasi impercettibili e quasi neanche si vedono, secondo lei questi piccoli scatti sono preoccupanti? Ancora un grazie di cuore per la pazienza e la professionalita'.

[#9] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

ritengo che non ci sia nulla di preoccupante, tranquillo.

Buona serata
Dr. Antonio Ferraloro

[#10] dopo  
Utente 321XXX

Scusi ancora gentilissimo dottore avrei un'altra domanda da porle, e mi dispiace se le faccio perdere del tempo ma in questo periodo sono un po' ansioso. Ho notato che ogni tanto, di solito quando sono a letto disteso, se contraggo e allungo i muscoli della gamba dx e li irrigidisco, al rilascio poi quando i muscoli tornano rilassati mi capita di avvertire dei lievi formicolii lungo tutto la gamba, se faccio la stessa cosa a sx pero' irriigidendo la gamba, quando rilasso i muscoli questo non mi capita. Pensa che sia preoccupante dal punto di vista neurologico? Anche perché a me sta causando preoccupazioni.

[#11] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
No, nulla di preoccupante, il fenomeno potrebbe essere dovuto alla compressione del nervo dovuto alla contrazione muscolare, in tal caso il nervo potrebbe risentire di qualche piccolo problema alla schiena.
Stia tranquillo.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#12] dopo  
Utente 321XXX

Ok grazie dottore infatti a volte avverto Un po' di mal di schiena nella zona lombare dx credo dovuta al fatto che la gamba sx e' piu lunga della dx.

[#13] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Certamente, anche questo è possibile.

Buon fine settimana
Dr. Antonio Ferraloro

[#14] dopo  
Utente 321XXX

Innanzitutto grazie delle risposte e del tempo che in maniera gentilissima e paziente mi ha dedicato. Ieri nel consulto ho dimenticato pero' di aggiungere una cosa. Ho notato che ogni tanto, raramente pero' e comunque meno frequentemente delle fascicolazioni, quando sono disteso o seduto avverto una sorta di piccola scossetta sotto la pianta del piede dx, che assomiglia ad una fascicolazione ma anche ad una sorta di parestesia anche se in realtà non so come definirla, ma diciamo una sorta di scossetta che dura pero poco tempo, al massimo un minuto/due (ma di solito meno) e credo sia intermittente ma non mi provoca nessun movimento. Questa scossetta la avverto pero' di rado, e soprattutto quando sono disteso nel letto o a sedere sul divano mentre mi e' capitato una sola volta di avvertirla quando ero in piedi fermo ma sempre nel piede dx e comunque mai quando sono in movimento. Quindi volevo chiederle infine se posso stare trabquillo sia per le fascicolazioni e i sintomi che le ho già descritto in precedenza sia per quest' ultima cosa riguardo malattie neurologiche come SLA, SM ecc, oppure mi devo preoccupare in quanto questi potrebbero esserne un sintomo? ANCORA UN GRAZIE DI CUORE PER LA VICINANZA E LA PAZIENZA CON LA QUALE MI HA RISPOSTO NONOSTANTE LE NUMEROSE RICHIESTE, GRAZIE DAVVERO MI SCUSO PER IL DISTURBO E BUON LAVORO!

[#15] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Penso che il sintomo descritto non abbia nessun significato particolare, almeno da non creare preoccupazioni.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#16] dopo  
Utente 321XXX

Grazie della tempestiva risposta. Quindi a quanto ho capito posso stare tranquillo anche in merito alle fascicolazioni descritte in precedenza e alle altre cose già specificate giusto? Ancora una cordiale saluto.

[#17] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Con tutti i limiti del consulto a distanza non sembrerebbe essere di fronte a malattie importanti, potrebbe anche esserci una buona componente ansiosa nel determinare almeno una parte dei sintomi.
Le ricordo però che una visita neurologica La potrebbe rassicurare ulteriormente.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#18] dopo  
Utente 321XXX

Gentilissimo dottore avrei un'altra domanda da farle. Da circa 8/9 giorni avverto dei piccoli formicolii sotto il piede dx soprattutto quando sono seduto e ogni tanto questi piccoli formicolii li avverto anche quando sono in piedi mentre credo siano assenti in movimento in quanto non li percepisco. Li noto a volte anche quando sono disteso nel letto o seduto sul divano pero' sempre a dx. Ci sono dei giorni in cui sono piu frequenti mentre alti come ad es ieri in cui li avverto meno. Questi formicolii sono come delle lievi parestesie localizzate principalmente nella zona del tallone e sotto la pianta pero' non mi alterano la sensibilità ma sono solo lievi formicolii appunto e a volte mi sembra di sentirli anche nelle punte delle dita o lungo la gamba sempre a dx ma sono talmente lievi che a volte non riesco bene a capire se siano effettivamente presenti o solo una sorta di impressione/somatizzazione del mio corpo. Inoltre da circa 1 settimana avverto anche un po' di stanchezza alle gambe e ai muscoli delgi arti inferiori come se li avessi sforzati troppo e poi essendo in questo periodo "fissato" verso patologie neurologiche come SM o patologie del motoneurone tipo SLA, ho sempre paura di queste parestesie e mi sembra che piu che ci penso e piu che aumentano, inoltre ho notato che quando non indosso i calzini, a piedi scalzi, queste piccole parestesie sembrano diminuire molto. La prego dottore, secondo lei i sintomi descritti sono indicativi delle patologie sopra citate o quelle piccole parestesie e quel senso di affaticamento non sono preoccupanti? Mi scusi se la assillo di domande ma sono abbastanza impaurito, ancora un grazie di cuore e buon lavoro e buona domenica.

[#19] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Le parestesie non sono un sintomo d'insorgenza della SLA in quanto questa è una malattia che interessa il versante motorio del sistema nervoso e non quello sensitivo.
Con la SM potrebbero teoricamente anche starci, anche se le modalità che Lei descrive non sono tipiche di questa malattia, ma la stragrande maggioranza delle parestesie è di tipo benigno.
Ripeto, una visita neurologica potrebbe tranquillizzarLa.

Buona domenica anche a Lei
Dr. Antonio Ferraloro

[#20] dopo  
Utente 321XXX

Ok grazie dottore, probabilmente provvedero' ad effettuare una visita neurologica, in attesa di questa quindi posso stare tranquillo sulle parestesie a quanto ho capito giusto? Cordiali saluti.

[#21] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Con i famosi limiti del consulto a distanza, sembrerebbe di sì.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#22] dopo  
Utente 321XXX

Gentilissimo doottore mi perdoni, avrei altre 2 domande da farle: la prima e' la seguente: io ho l'abitudine di scrocchiarmi il collo ogni tanto, specialmente quando mi alzo e l'altro giorno mi e' capitato che scrocchiando il collo (ha scrocchiamo molto forte) ho sentito una sorte di formicolio/micro scossetta alla mano dx nel momento in cui sentivo il collo scrocchiare e questa cosa che mi ha abbastanza preoccupato mi e' recapitata anche oggi (non so se mi fosse mai capitata prima, in verità' adesso ci faccio molta più attenzione). L'altra domanda riguarda il fatto che quando io tendo le braccia e mentre sono tese piego verso l'alto la mano mi capita di avvertire ogni tanto una sorta di puntura specialmente a livello del dito medio e anche nelle altre dita ma piu' lieve. Questo mi capita in entrambe le mani ma aumenta molto se ho le dita fredde mentre e' poco presente col calore. Leggendo alcune testimonianze ho poi letto che la Sclerosi Multipla puo' dare delle scosse alla flessione della testa che si irradiano lungo la schiena, così ho provato ma non avverto niente anche se un paio di volte piegando la testa in avanti con le braccia tese mi e' capitato di avvertire una sorta di micro formicolio quasi impercettibile nelle punte delle dita e non so neanche se ci fosse stato realmente oppure solo frutto della somatizzazione. Detto ciò in base a quanto descritto coi limiti del consulto a distanza mi devo preoccupare? E soprattutto questa scossa che si avverte alla flessione della testa e' dolorosa? E sopratutto vorrei capire a dove e' irradiata. Grazie infinitamente, buon lavoro e buona Pasqua, le auguro tutto il meglio dottore.

[#23] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
La pratica dello "scrocchiamento" è da evitare, non è di nessun giovamento, pertanto lasci perdere.
Il secondo punto non mi pare che sia da attenzionare particolarmente, potrebbe essere dovuto allo stiramento del nervo, nulla di particolare.
Nella SM le parestesie sono continue.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#24] dopo  
Utente 321XXX

Gentile dottore avrei un'altra domanda: in questo periodo mi sento un po' depresso anche se dipende dalle giornate ma sono piu' depresso del solito anche a causa di problemi sentimentali con una ragazza. Ma una cosa strana in particolare e' che in questo periodo ho una sorta di calo del desiderio sessuale, infatti non credo di avere problemi di erezione ma e' da circa un mese che non mi masturbo e la cosa strana e' che non ne sento affatto il bisogno mentre di solito e' una pratica diciamo che era piuttosto frequente ma da un mese a questa parte l'ho abbandonata e la cosa strana e' che non ne sento affatto la mancanza. In passato mi era capitato di astenermi dalla masurbazione ma mai per un periodo cosi' lungo. Secondo lei puo' essee causa di problemi neurologici dato che nella SM ho letto ci sono disturbi della sfera sessuale ma non so se di questo tipo e sopratutto e' grave oppure puo' capitare di avere tali periodi sopratutto a seguito di problemi sentimentali. Grazie di cuore e buona Pasqua a lei e le auguro tutto il bene possibile.

[#25] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Probabilmente il problema che menziona è di origine psicologica, certamente influiscono tanto i problemi sentimentali del momento.
Grazie e buona Pasqua anche a Lei.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#26] dopo  
Utente 321XXX

Mi perdoni egregio dottore avrei un'altra cosa da chiederle che fortemente mi turba, cordialmente. Oggi ho notato che camminando se piego rapidamente il collo e la testa in avanti mentre cammino avverto una sorta di formicolio (non sempre) al piede sx e credo con una lieve alterazione della sensibilita' come se fosse informicolato ma dura appena un secondo e solo se fletto la testa e il collo in avanti ma mi succede pero' solo a sx e non sempre anche perche' prima di oggi non ci avevo fatto caso. Adesso sono preoccupato anche perché ho letto del segno di lerhmitte nella SM pero' io non avverto una scossa che alla flessione del collo si irradia lungo la schiena e gli artoli inferiori ma solo una sorta di formicolio con leggera alterazione della sensibilita', appunto come quando si informicola un parte del corpo, e dura pochi secondi ma e' limitata solo al piede sx e non si irradia ne' lungo la schiena ne' agli arti inferiori pero' succede solo se piego il collo bruscamente in avanti quando cammino mentre quando sono fermo mi pare non succeda. La prego secondo lei puo' avere correlazione col segno di lehrmitte o in generale puo' essere preoccupante? La ringrazio di cuore e mi dispiace di asfissiarla di continuo ma ogni girno che cerco di tranquillizzarmi esce sempre fuori un nuvo problema. Grazie di cuore.

[#27] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,
il segno di Lhermitte che tanto vi preoccupa non è esclusivo della SM.
Statisticamente è molto più frequente nelle patologie della colonna vertebrale, tratto cervicale in particolare.
Dr. Antonio Ferraloro

[#28] dopo  
Utente 321XXX

Ok grazie dottore. E invece secondo lei il problema da me sopra descritto (sempre nei limiti del consulto a distanza) cosa potrebbe essere, o almeno e' qualcosa di preoccupante? Grazie ancora.

[#29] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Come Le dicevo, la prima cosa da fare è uno studio della colonna cervicale, ne parli col medico curante.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#30] dopo  
Utente 321XXX

Certamente lo faro' comunque in linea di massima posso stare tranquillo in base a quanto detto sopra riguardo patologie gravi? (Ovviamente coi limiti del consulto a distanza). Grazie.

[#31] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Con tutti i limiti del consulto a distanza può stare tranquillo anche se on line non si può escludere nulla in quanto manca la parte fondamentale di un consulto medico, cioè la visita diretta.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#32] dopo  
Utente 321XXX

Egregio dottore avrei un'altra cosa da chiederle cortesemente. L'altro giorno ho notato che mentre tenevo in mano un foglio ad un certo punto il foglio ha iniziato a tremare un po'. Nei giorni successivi ho notato poi lievi tremori alle dita delle mani e alle mani ma molto lievi. Questi tremori tuttavia non sono presenti quando svolgo normali movimenti pero' ad es quando tengo in mano il telefono a volte noto che questo trema anche se le dita e la mano sembrano apparentemente ferme. Oppure sempre quando scrivo al telefono ho notato che a volte mentre cerco di digitare I tasti il pollice trema leggermente. Inoltre se stendo il braccio o lo tengo a 90 gradi noto che le dita tremano un po'. A volte inoltre sento tremare gli oggetti anche se le dita e la mano mi sembrano ferme. Questo non succede sempre pero' ma solo in certi momenti della giornata. Tuttavia non mi crea tutto cio' ne' problemi a scrivere ne' a mangiare ma da quando ho letto che nella SM ci possono essere tremori nei piccoli movimenti di precisione sono entrato nel panico. Lei che ne pensa dottore? Mi scusi se chiedo continue rassicurazioni ma ogni giorno mi sembra che ci sia sempre qualcosa di nuovo che mi porta verso l'SM, sono giovane e non voglio ammalarmi e a volte mi sento stupido perche' molta gente che sta male si lamenta meno ma questa cosa non mi fa vivere tranquillamente ed ormai e' un pensiero fisso, vorrei fare una visita neurologica ma ho paura che fatta quella mi fissi con un'altra malattia. Non so come ringraziarla per la sua umanita' e professionalita che dovrebbero essere un modello per molti medici che invece sono solo attirati dal denaro. Grazie ancora.

[#33] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Il tremore non è un sintomo d'insorgenza di SM, si tranquillizzi.
Potrebbe essere dovuto ad ansia ma se dovesse persistere faccia una visita neurologica ma non per il sospetto di SM comunque.
Nel caso di esito negativo della visita dovrebbe poi affrontare il problema ansioso rivolgendosi alle figure professionali di riferimento (psichiatra, psicologo).

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#34] dopo  
Utente 321XXX

Salve egregio dottor Ferraloro. Innanzitutto desidero comunicarle che il problema che avevo al piede in seguito alla flessione del collo in movimento e' praticamente sparito rispetto agli altri giorni. Ho poi prenotato una visita neurologica che effettuerò i primi di giugno fra i sintomi persiste un po' il tremore. Avrei pero' altre due domande da porle. La prima riguarda il fatto che da un paio di giorni avverto una stanchezza alle gambe e le sento affaticate quando cammino inoltre avverto un dolore nella zona lombare dx. Questi sintomi come ricorderà presenti circa un mese fa si erano molto attenuati e in particolare la scorsa settimana la quale l'ho trascorsa al mare ho notato un netto miglioramento direi quasi una sparizione di questa stanchezza agli arti inferiori (li dormo anche in un letto piu' grande rispetto a casa) e il dolore lombare nonostante persistesse era diminuito. Adesso tornato a casa dopo due giorni e' ripresa la stanchezza alle gambe e inoltre quando cammino hol'impressione dì sentirle un po' bloccate e affaticate, inoltre passo molto tempo seduto e in questi giorni in cui era stato meno seduto in quella posizione stavo meglio. L'altra domanda riguarda il fatto che sempre da due giorni avverto una strana sensazione. Infatti nella zona retrostante alla coscia dx, poco sotto il gluteo, avverto come una sorta di perdita di sensibilita' quando compio determinati movimenti che poi subito scompare e se pero' la tocco ho la percezione normale ma certe volte quando mi muovo quella zona mi pare intorpidita. Questa cosa succede pero' solo a dx come la maggior parte dei sintomi. Questo sintomo lo avevo avvertito circa un mese fa era poi scomparso per ricomparie due giorni fa. Inoltre un' cosa che ho da chiederle e' la seguente: essa si verifica sopratutto quando sono disteso a letto. Mi capita infatti quando sono a letto se muovo la gamba, sempre dx, di sentire un formicolio lungo tutto l'arto in pratica e' come se tutta la gamba dx fosse piu' sensibile rispetto alla sx dove invece non ho tali problemi e questo fomicolio che avverto era gia' presente da un paio di mesi ma recentemente era scomparso per poi ricomparire due giorni fa. In conclusione in attesa della visita neurologica posso stare tranquillo riguardo patologie neurologiche importanti? E inoltre ipotizzando cosa potrebbe essere? Cordiali saluti e un caloroso affetto con tutto il cuore e le faccio i miei piu' sinceri auguri per lei e per la sua famiglia e carriera.

[#35] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
In base alla descrizione che fa riterrei poco probabile la presenza di malattie importanti. Cosa potremmo ipotizzare? Difficile fare ipotesi a distanza senza una visita diretta, non escluderei un problema a livello della colonna lombo-sacrale.
Vediamo cosa Le dirà il neurologo.

Ricambio gli auguri e Le auguro una buona giornata
Dr. Antonio Ferraloro

[#36] dopo  
Utente 321XXX

Ok Certamente Le faro' sapere Nel frattempo pero' posso stare tranquillo fino alla visita? Grazie.

[#37] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Con i famosi limiti del consulto a distanza, riterrei di sì.

Dr. Antonio Ferraloro

[#38] dopo  
Utente 321XXX

Grazie dottore mi scusi un'ultima cosa. Stamattina al risveglio ho notato che l'anulare della mano sx ha una sensibilita' lievemente alterata, spiegandomi meglio, non e' insensibile infatti avverto il dolore, il caldo e il freddo ma lo sento come intorpidito, come se fosse piu' pesante. Premetto che io dormo con le mani sotto il cuscino e questo mi era gia' capitato un'altra volta ma si era risolto dopo pochi minuti adesso invece sono sveglio da un'ora e questa sensazione di intorpidimento e pesantezza permane. Inoltre gia' da ieri sera avevo iniziato ad avvertire tale sensazione e quuest'ultima cosa sinceramente mi preoccupa perche' adesso permane da un bel po'. Crede che possa essere preoccupante? Grazie e buon primo maggio anche se con questa domanda Le ho già guastato le vacanze.

[#39] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Non ha guastato nulla, tranquillo.

Non mi preoccuperei più di tanto, potrebbe essere una compressione del nervo ulnare. Dovrebbe regredire spontaneamente, se così non fosse può fare una visita neurologica con EMG/ENG.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#40] dopo  
Utente 321XXX

Ok dottore tanto la visita e' gia' fissata. Comunque se le può essere d'aiuto questa sensazione non riguarda tutto il dito ma solo la zona dell'ultima falange sotto al polpastrello. E' iniziata ieri sera mentre ero in un pub con degli amici e il quel momento pero' non ci ho fatto caso anzi pensavo di avere un taglietto o di essere un po' spellato poi ho controllato meglio ma non avevo niente sul polpastrello. In seguito l'ho continuata ad avere fino a stamani e ora a distanza di quasi 24 ore persiste tuttavia non altera la normale sensibilità ma sembra come intorpidito. Solo che non capisco perche' sia iniziato ieri sera mentre ero a sedere dal nulla. Comunque come le ho detto mi era gia' capitato ma il fatto e' che non era mai durato così a lungo e non era insorto dal nulla ma sempre al risveglio comunque sono diverse mattine che mi sveglio con arti intorpiditi a causa credo di scorrette posture assunte nel sonno. Non so se possa essere legato anche in parte alla circolazione il problema del dito. Ho aggiunto questo particolare in caso le sia utile comunque entro quanto dovrebbe regredire? E comunque posso stare tranquillo in sostanza? La ringrazio con tutto il mio cuore e Le auguro buon lavoro.

[#41] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Sì, stia tranquillo.

Buonanotte
Dr. Antonio Ferraloro

[#42] dopo  
Utente 321XXX

Egregio dottor Ferraloro mi perdoni Le chiedo scusa ma avrei una domanda da sottoporle che mi sta molto preoccupando. Oggi leggendo (e non dovevo farlo) su internet ho letto che se ci sono dei problemi neurologici e' possibile che quando si tira fuori la lingua dalla bocca e si estende questa tenda a deviare su un lato e non ad essere diritta. Così mentre passavo il filo interdentale non so perche' ho provato a testare questa cosa e ho notato che la lingua quando la estraggo dalla bocca e la tendo (come se facessi una linguaccia con la bocca aperta) mi pare che sia leggermente, ripeto leggermente deviata verso sx ma non capisco in realtà se sia realmente deviata o no. Comunque credo di aver da un bel po' di tempo questa cosa anche perche' mesi fa forse anche un anno lo avevo notato dalle foto ma non capisco se e' una cosa apparente e normale oppure patologica. Infatti mi sembra leggermente deviata rispetto ai denti e al labbro superiore ma non capisco se sia normale o no. E' vera questa cosa della lingua correlata con danni neurologici? E soprattutto sarebbe una deviazione EVIDENTE? Oppure anche lieve? Inoltre ho notato che quando la lingua e' in tensione trema sulla punta ma non succede se e' rilassata. Anche questo ultimo punto e' normale e sopratutto puo' succedere in alcuni soggetti o e' patologico? Mi scuso ancora la ringrazio infinitamente e La ritengo una person deliziosa se mai me lo chiederanno parlerò benissimo di lei e di questo straordinario sito. Secondo lei infine dovrei far presente queste due ultime cose al neurologo o non serve? Grazie.

[#43] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Si tranquillizzi perchè è tutto normale, non legga in Rete alla ricerca di autodiagnosi.
Sono cose insignificanti che può dire al neurologo per una Sua sicurezza.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#44] dopo  
Utente 321XXX

Ok. Quindi scusi dottore ho notato che se con la punta della lingua cerco di toccarmi la punta del naso ho notato che durante tale novimento la punta della lingua tende ad andare leggermente a sx anche rispetto al naso. E' possibile che la punta tenda leggermente a sx anche quando la tiro verso il naso per toccarlo oppure e' una cosa patologica che deve preoccupare? Mi scusi per la stupidita' della domanda e un grazie di cuore. E in generale riguardo questa cosa della lingua che a volte tende anche quando la estendo ad andare leggermente a sx posso stare tranquillo? Inoltre Le dico che il problema al dito e' scomparso gia' da ieri mattina come da Lei previsto. Grazie.

[#45] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Non dia importanza a questi segni che Lei ricerca volutamente e con ansia.
Lo riferisca al neurologo ma stia tranquillo.
Dr. Antonio Ferraloro

[#46] dopo  
Utente 321XXX

Inanzitutto grazie del continuo interessamento e della gentilezza e tempestività con cui risponde alle mie pressanti domande e me ne scuso. Dunque il problema al dito per adesso non si e' ripresentato e inoltre la stanchezza alle gambe che avvertivo giorni fa adesso mi pare assente tuttavia stamattina e' tornato un altro problema. Infatti durante la giornata di oggi ho avuto alcuni episodi di formicolii e parestesie in prevalenza alle gambe e alle braccia e sotto le piante dei piedi tuttavia non sempre presenti nell'arco della giornata (almeno così mi e' sembrato). Inoltre oggi ho notato che ogni tanto mi capita di avvertire delle specie di formicolii (come piccole formiche) sulla zona del collo all'altezza delle spalle, nella parte alta della schiena e lungo gli arti superiori, e ogni tanto li ho avvertiti anche nelle gambe. Leggendo fra i consulti ho letto che un ragazzo a cui era stata diagnosticata SM aveva manifestato disturbi simili infatti a lui capitava di sentire delle formiche che gli percorrevano gli arti superiori alla flessione del collo. Così ho provato a flettere il collo e a volte mi pareva di avvertire anche a me tale sensazione ma se per es fletto il collo non mi capita sempre, inoltre questa sensazione di formiche alle braccia e alle spalle oggi e' stata presente in alcuni momenti anche senza flettere il collo in avanti. Credo mi sia gia' capitata in passato ma non le avevo dato peso. Così oggi sono crollato di nuovo nel panico e l'attesa della visita mi sta logorando nonostante in questi giorni avessi raggiunto la tranquillità oggi sono nuovamente turbato. Le riferisco inoltre che da circa 1 anno avverto ormai un dolore quasi cronico direi nella zona lombare dx non so se questo possa influenzare la sintomatologia. Crede che questo sia preoccupante e indice di SM come nel caso che le ho descritto? Inoltre questi formicolii sembravano essersi molto attenuati e dipende dai periodi magari sto del tempo senza avvertirli e poi ritornano, mi devo preoccupare? Cordiali saluti e nuora un grazie con tutto il cuore, Le e' una persona deliziosa e un validissimo medico a mio parere, se solo abitasse vicino a me Le farei visita solo per dirle un grazie di cuore per la pazienza con cui mi risponde in maniera corretta, gentile e professionale.

[#47] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Generalmente la variabilità dei sintomi riferiti non fare pensare malattie importanti, anche la breve durata è un elemento positivo.
Non dia importanza ad ogni segnale del corpo, per quando è prenotata la visita neurologica?

Dr. Antonio Ferraloro

[#48] dopo  
Utente 321XXX

La visita è prenotata fra 2 settimane. Oggi ho notato che quella sensazione di formicolio lungo le spalle e gli arti superiori è notevolmente scomparsa e provando a flettere il collo in avanti mi sembra molto diminuita in compenso però mi sembra tornata la stanchezza alle gambe, permane inoltre il dolore nella zona lombare dx. Potrebbero questi sintomi essere riferiti ad un problema della colonna cervicale o lombo-sacrale? Ma sopratutto dottore secondo Lei questa sensazione di formicolio che è variabile nel tempo e la stanchezza anche essa variabile sono indice di gravi patologie neurologiche? Ho notato inoltre che quando sono a riposo noto una grande diminuzione dei sintomi mentre aumentano durante la settimana durante la quale trascorro circa 8 ore al giorno a sedere. Ho assunto anche degli integratori a base di Magnesio per le fascicolazioni. Potrebbe aiutarmi a capire quali sintomi devo riferire al neurologo e quale no? La prego dottore sono veramente preoccupato anche perchè il consulto letto ieri mi ha molto spaventato e non so se posso attendere tranquillamente la visita. Grazie di cuore per il continuo interessamento e la professionalità dimostrata nel tempo.

[#49] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Deve attendere tranquillamente la visita e deve riferire tutti i sintomi al neurologo, non si fa mai una selezione da riferire.
Dr. Antonio Ferraloro

[#50] dopo  
Utente 321XXX

ok grazie dottore. Quindi anche secondo lei non sono cose preoccupanti e posso stare tranquillo in attesa senza pensare patologie importanti? Grazie, se poi vuole Le farò sapere l'esito della visita specialistica.

[#51] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Certamente, mi faccia sapere.
Dr. Antonio Ferraloro

[#52] dopo  
Utente 321XXX

Scusi il disturbo dottore vorrei domandarle gentilmente una cosa che ho notato oggi ma credo di averla gia' avverita in passato senza pero' darvi peso. Ho notato che strofinando o poggiando la punta del gomito sx su un tessuto, avverto una sensazione di freddo sulla punta del gomito come se il tessuto su cui poggiassi il gomito fosse leggermente umido. Ad es oggi mentre ero a sedere ho poggiato il gomito (avevo le maniche corte) contro la maglia e ho avvertito tale sensazione sentendo questa sorta di freddo sulla punta del gomito ma non capita sempre inoltre non mi sembra di avvertirlo a dx. Pensa sia preoccupante? Ormai la visita si avvicina. Grazie e un saluto

[#53] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Nessun significato patologico da attribuire!
Dr. Antonio Ferraloro

[#54] dopo  
Utente 321XXX

Egregio dottor Ferraloro oggi ho finalmente effettuato la visita neurologica. Oltre ai sintomi che Le ho descritto in precedenza oggi pomeriggio mi e' comparso un altro sintomo vale a dire avverto un formicolio con alterazione della sensibilità quando sollevo e piego il piede dx per salire le scale e lo avverto nella zona del tallone ma e' assente quando cammino e ancora perdura inoltre ogni tanto riavvento quella sensazione di intorpidimento al 2-3 dito della mano sx. Detto ciò' ho riferito tutto compreso questi ultimi punti al neurologo, mi ha fatto un breve visita controllando le gambe la forza negli arti inferiori la lingua e facendomi camminare, sia sulle punte che normalmente, anche se non prestava molta attenzione a quanto gli dicevo sia riguardo a questi 2 ultimi sintomi sia ai formicolii ecc.. Mi ha chiesto un po' delle fascicolazioni e poi ha concluso facendomi un discorso e dicendomi che sono molto ansioso e non posso sempre pensare alle malattie, sono giovane e devo vivere serenamente mi ha detto. Infine mi ha consigliato di fare maggiore attività sportiva e di rilassarmi. Per scrupolo mi ha prescritto una EMG degli arti inferiori ed esami del sangue con associati particolari enzimi (non ho il foglio sottomano se vuole specifico). Insomma piu' che considerare i sintomi ha parlato del mio aspetto psicologico. Quindi mi chiedo avendogli riferito tutto anche in merito a questi ultimi due sintomi e ai vari formicolii e parestesie alle gambe ecc.. anche se a me sembra che abbia ascoltato pocco posso stare tranquillo? Lei che ne pensa di tutto in sostanza e anche degli ultimi sintomi descritti, posso finalmente chiudere questo brutto capitolo della mia vita? La ringrazio davvero di cuore per la vicinanza, la professionalità e la cordialità dimostratami in questi mesi, Lei mi ha aiutato davvero tanto. Grazie.

[#55] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,
da ciò che scrive la visita neurologica ha avuto esito negativo.
Concordo con quanto detto dal Collega, faccia serenamente l'EMG e non pensi sempre malattie.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#56] dopo  
Utente 321XXX

Dunque dr. Ferraloro l'EMG e' fissata alla meta' di giugno. Intanto mi sento piu' tranquillo anche se al neurologo ho dimenticato di riferre una cosa: da circa un paio di settimane avverto ogni tanto una sensazione di calore al braccio dx, specie zona avambraccio e sotto I piedi. Inoltre ieri ho riavvertito lievemente quella sensazione di intorpidimento nella zona alta della coscia dx sotto il gluteo e quella sensazione di intorpidimento al 3-4 dito vari a seconda dei giorni (questo lo avevo riferito ma non vi ha attribuito attenzione). Pensa che il senso di calore nelle zone descritte sia preoccupante? Posso stare definitivamente tranquillo? Grazie.

[#57] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Quanto dura la sensazione di calore?
Dr. Antonio Ferraloro

[#58] dopo  
Utente 321XXX

Dunque la durata e' variabile di solito qualche minuto ma a volte anche per periodi piu' lunghi. Nei piedi la avverto di rado (di solito se sto in certe posizioni o fermo in piedi per molto tempo) mentre e' piuttosto frequente nello stesso punto vale a dire nella zona dell'avambraccio dx. Quando si verifica pero' non altera la sensibilita' ne' causa parestesie pero' non capisco perché si verifica sempre il quel punto e se fosse causato dall'ansia presumo si verificherebbe bilateralmente ma il fatto che sia sempre nell'avambraccio dx mi preoccupa. Oltretutto non avendolo riferito al neurologo mi da' pensiero e ho paura che il dottore abbia sottovalutato l sintomi attribuendo molto all'ansia. Aggiungo che io ho spesso le mani fredde specie nelle punte delle dita. Non so se possa essere un problema circolatorio quello del calore e se questa cosa delle mani possa influire. Una cosa curiosa e' che mi pare tale sensazione si riduca in seguito all'assunzione di caffe'. Di rado tale sensazione la avverto anche agli arti inf. ma ripeto quasi mai. Non so che fare sono disperato anche perché ho fatto la visita solo 4 giorni fa. Mi sembra comunque che in passto abia gia' avuto tale sensazione ma non sono sicuro. Lei che ne pensa? Grazie di cuore.

[#59] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Considerata la durata breve del sintomo ritengo che non sia nulla di preoccupante, si tranquillizzi.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#60] dopo  
Utente 321XXX

Grazie dottore. A volte dura di piu' anche 15 minuti per es ma comunque non e' mai fissa per tutta la giornata.

[#61] dopo  
Utente 321XXX

Mi scusi egregio dottore se torno a disturbarla ma questa cosa mi sta angosciando molto e mi ha tolto la tranquilita' che avevo ritrovato in seguito alla visita. Oggi mi e' sembrata piu duratura la sensazione di calore all'avambraccio dx e a fasi alterne presente lungo tutta la giornata con sollievo alla sera e conseguente sparizione. Riflettendo credo che questa sensazione, sempre nello stesso punto, sia stata presente anche lo scorso anno. Mi pare compaia nel periodo estivo, con la stagione calda perche' di Inverno non credo ci fosse e mi sembra che con la bassa temperatura la sensazione diminuisca. Non so poi dall'anno scorso era scomparsa ma non le avevo dato importanza. La sensazione ai piedi andava meglio invece oggi. Adesso sono preoccupatissimo anche perche' spesso su internet il calore agli arti lo associano alla polineuropatia o ad altre patologie serie. Non so come uscirne vorrei solo tranquillizzarmi e vivere la mia vita. Quello che le chiedo e' se un eventuale polineuropatia fosse stata rilevata dal neurologo o quanto meno avrebbe notato dei segni o delle anomalie distintive? Oppure la visita potrebbe essere risultata negativa anche in presenza di polineuropatia o SM? Poosso stare tranquillo riguardo il sintomo? Cosa potrebbe essere? Inoltre l'EMG anche se agli arti inf. rileverebbe anomalie? Grazie davvero di cuore.

[#62] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
In caso di polineuropatia ci sono dei segni all'esame neurologico che possono farla sospettare, inoltre mi pare, con i famosi limiti del consulto a distanza, che non ci siano i presupposti clinici per ipotizzare questo tipo di problema. Per tranquillizzarsi può estendere l'EMG, già prenotata, anche agli arti superiori.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#63] dopo  
Utente 321XXX

Grazie dottore per la cortese risposta. So che a distanza e' difficile ma di cosa si potrebbe trattare o perlomeno il senso di calore e' sempre patologico? Grazie.

[#64] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Certamente non è sempre patologico, spesso si tratta di sensazioni soggettive su base psichica.
Dr. Antonio Ferraloro

[#65] dopo  
Utente 321XXX

Grazie dottore. Se la puo' aiutare ho notato che la sensazione di calore all'arto sup dx si presenta quasi sempre in posizione seduta mentre in piedi mi pare diminuisca molto fino a scomparire quando cammino. Pensa possa significare qualcosa il fatto che si presenti quasi sempre in posizione seduta? Grazie di cuore e buona festa della Repubblica anche se gliel'ho gustata, mi dispiace, cordiali saluti.

[#66] dopo  
Utente 321XXX

Dunque egregio dr. Ferraloro il disturbo di calore al braccio era presente anche oggi, a tratti nel corso della giornata permaneva un po'' di tempo e poi scompariva per poi ricomparie. Ripensandoci bene sono pressoché sicuro al 100% che questa sensazione la avvertivo anche lo scorso anno e forse anche l'anno prima sempre nello stesso lato e sempre nello stesso periodo maggiormente presente come detto in posizione seduta. Ho notato che sul braccio ho una sorta di piccola ciste, mi chiedevo se comprimendo il nervo potesse causare il sintomo non so, pero' se cosi fosse dovrebbe presentarsi sempre. Inoltre ho notato che i formicolii alle gambe si manifestano spesso QUANDO NON INDOSSO I PANTALONI, e questa e' una cosa strana che ho letto anche in un altro consulto e che con i pantaloni il problema non si presenta. Mi chiedevo alla luce di ciò visto che ho sempre il dolore alla zona lombare dx potrebbero le parestesie e IN PARTICOLARE IL CALORE essere causati da problemi della colonna vertebrale specie tratto lombo-sacrale (ipotesi trascurata dal neurologo) oppure da cosa potrebbe dipendere? Infine posso stare tranquillo riguardo patologie serie dato che ho fatto la visita (anche se dimenticato di riferirlo) sul problema di calore al braccio dx? Inoltre il fatto che fosse già presente lo scorso anno e poi scomparso e' un fatto POSITIVO? Potrebbe essere causto da problemi alla colonna o dalla piccola ciste? Posso stare sereno? Grazie di cuore buon lavoro e auguri a Lei e alla Sua famiglia, Lei e' una nobile persona sia a livello morale che professionale. Cordiali saluti.

[#67] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
L'origine del disturbo dalla colonna vertebrale è teoricamente possibile ma non si possono escludere altre cause, circolatorie, psichiche, ecc.
Dr. Antonio Ferraloro

[#68] dopo  
Utente 321XXX

grazie mille egregio dottore, oggi il disturbo al braccio era minore di mattina mentre si è ripresentato nel pomeriggio abbastanza duraturo proprio come accadeva lo scorso anno. Un mio amico medico mi ha detto che secondo lui non sarebbero da escludere cause circolatorie anche a livello locale. Quindi da quanto ho capito posso stare tranquillo riguardo la sensazione di calore, specie all'avambraccio dx, riguardo patologie neurologiche gravi, sempre coi limiti del consulto a distanza e in base a quanto visto dal neurologo (anche se dimenticato di riferirlo)?

[#69] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
In base alla visita neurologica non sembrerebbe esserci nulla d'importante.
Dr. Antonio Ferraloro

[#70] dopo  
Utente 321XXX

Salve egregio dottor Ferraloro. Intanto la informo che in questi giorni il senso di calore al braccio dx mi sembra molto migliorato ed fra ieri ed oggi e' stato praticamente assente tranne ora alla sera che sono piu' stanco l'ho un po' riavvertito come accadeva lo scorso anno. Una cosa che pero' e' fastidiosa e' che quando indosso i pantaloni corti o non li indosso proprio, nella zona degli arti inferiori scoperta avverto dei piccoli formicolii, ma diversi credo dalle comuni parestesie, infatti e' come se avessi dei piccoli animaletti che mi camminano sottocute o tipo un senso di ragnatele ma appeno metto i pantaloni o faccio la doccia la sensazione sparisce. Inoltre la avverto prevalentemente a riposo e dopo un po' che cammino sparisce. La cosa strana pero' e' che con i pantaloni non la avverto. Oltretutto mi porto sempre dietro il maldischiena lombare specie nella zona dx e non so se puo' essere responsabile di questa sensazione. Anche questa sensazione di formicoli/animaletti lungo gli arti inf. mi e' già capitata lo scorso anno sempre con le stesse circostanze. In generale comunque mi pare che col caldo questi problemi escano fuori perche' di inverno non ci faccio caso. Oggi questa sensazione alle gambe l'ho avvertita di più ma mettendo i pantaloni o muovendomi mi pare scompaia. Pensa che queste cose descritte siano significative o preoccupanti? Potrebbero esser causate anche dal dolore lombare? Grazie tante.

[#71] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Un'origine lombare? Teoricamente possibile ma non escluderei nemmeno l'origine ansiosa del disturbo.
Dr. Antonio Ferraloro

[#72] dopo  
Utente 321XXX

Grazie dottore. Quindi in sintesi ritiene che possa stare tranquillo nel complesso specie per quanto riferito negli ultimi consulti e in particolare riguardo quella sensazione sulle gambe e al braccio come sopra detto (anche ovviamente a seguito del parere del neurologo che immagino avrebbe rilevato anomalie)?

[#73] dopo  
Utente 321XXX

Egregio dottor Ferraloro salve. Dunque innanzitutto desidero aggiornarla e dirle che in questi giorni, ieri in particolare sono stato molto bene. Il senso di calore al braccio era del tutto sparito in questi giorni anche se oggi molto lievemente si e' ripresentato. Per quella sensazione di animaletti/formicolii alle gambe mi sento meglio anche perche' da due giorni ho ripreso a fare attività fisica e le cose mi paiono migliorate. Oggi tuttavia e' ricomparso un altro sintomo ovvero la sensazione di calore che stavolta pero' non interessava il braccio dx bensì era localizzata sotto la pianta dei piedi, prevalentemente sotto la pianta del piede dx e in particolare nella zona del tallone e nella zona centrale della pianta. Il senso di calore e' iniziato improvvisamente quando mi sono alzato da sedere oggi pomeriggio ed e' iniziato sotto il piede dx. Non e' doloroso pero' non lo ignoro e mi crea preoccupazione. Appena e' comparso il sintomo sono ripiombato nell'ansia dell'SM e poi il senso di calore e' durato circa un paio di ore. A tratti mi sembrava piu'freuente a tratti meno. Inoltre mi sembra che questa sensazione di calore sotto la pianta dei piedi, specie il dx, compaia in prevalenza a riposo. Premetto che già lo scorso anno avevo avvertito la sensazione di calore sotto le piante dei piedi così come al braccio e sempre nel periodo estivo o con temperature calde e non so se possa essere correlato. Su internet lo associano spesso ad SM e perciò io ho paura. Poi col fatto che questa cosa del calore non l'ho detta al neurologo mi fa entrare in paranoia. La prego dottore lei che ne pensa? Anche se e' durato un paio d'ore (anche se a tratti diminuiva) e' grave? Puo' essere correlato all'SM? Posso sempre contare su quanto detto dal neurologo? E quindi in base a quanto puo' apprendere posso tranquillizzarmi in base a patologie serie? Grazie davvero di cuore mi fido ciecamente di lei e mi scuso per la continua reiterazione delle domande. Un caloroso abbraccio dal profondo del cuore. Dio la benedica.

[#74] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
La visita neurologica ha avuto esito negativo, pertanto cerchi di tranquillizzarsi, ritengo che non ci sia nulla d'importante.
Lei comunque è molto ansioso, deve affrontare questo problema altrimenti vedrà scadere la qualità della vita, non può vivere nella paura di nuovi sintomi che si presentano quasi quotidianamente, forse la soluzione del problema sta tutta qui.

Buona giornata
Dr. Antonio Ferraloro

[#75] dopo  
Utente 321XXX

Buongiorno gentile dottore, Innanzitutto grazie della risposta. Mi scusi se torno a scriverle stavo bene ma ho avuto un altro problema. Ieri infatti ero motlo stanco avendo dormito poco la notte prima e alla sera avevo una sensazione di giramento di testa in piedi, ma era lieve, e anche se guardavo la tv. Tuttavia la cosa non mi ha preoccupato. Poi ieri sera sono andato a letto verso le 2.10 e stamani mi sono svegliato a mezzo giorno. Appena svegliato avevo un po' di malditesta che spesso mi accade se dormo fino a tardi e mi pareva che la finestra di fronte al letto si muovesse ma era piu ' un impressione perché non avevo vertigini e stavo bene in piedi. Poi mi sono seduto sul divano un po' preoccupato e mentre scorrevo I messaggi nel telefono ho visto che per un secondo alcune lettere che leggevo si sono sfocate e tipo sovrapposte ma e' durato un sec ed e' accaduto un altro paio di volte. Tuttavia mi e' accaduto splo con lo schermo del telefono perche' l'ambiente circostante lo vedevo nitido. Questa ultima cosa mi ha fatto impaurire cosi ho Deciso di mangiare qualcosa e non ho riavuto il problema ma adesso ho solo un lieve malditesta. La cosa che mi ha fatto preoccupare e' stato questa sorta di sfocamento mentre leggevo, come se per un attimo avessi perso la messa a fuoco e mi e' parso che per un secondo le parole si siano sfoppiate ma non era una diplopia ma piu' una sorta di sovrapposizione/sfocamento. Ora sono un po' preoccupato. Lei che ne pensa? Potrebbe essere stato causato da ansia e stanchezza oppure riguarda un problema neurologico? Grazie di cuore poi ho deciso che a settembre andro' da uno psicologo per risolvere il problema di ossesione sulle malattie e vivere meglio la mia vita.

[#76] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Non sembrerebbe un sintomo di natura neurologica, stia tranquillo.
Dr. Antonio Ferraloro

[#77] dopo  
Utente 321XXX

Dottore mi scusi se torno a scriverLe ma non so dove trovar conforto, i miei familiari non mi credono più' e io sono dispetto ed in preda alla paura per ciò che mi e' accaduto oggi. Dunque ero seduto al tavolo a scrivere e non so per quale motivo ho provato a fare quell'esercizio in cui devi seguire la penna con gli occhi, non so se l'ho fatto bene sta di fatto che ad un certo punto mentre spostavo lo sguardo da sx verso dx per seguire la penna ecco che mentre la fissavo lateralmente la punta mi appariva doppia, chiudendo un occhio la cosa passava. E' accaduto da tutti e due i lati, inoltre quando la penna era molto vicia al naso ho avuto qualche difficoltà a metterla a fuoco. Temo pero' che l'esercizio lo abbia eseguito male in quanto un po' la testa si muoveva. Così ho riprovato a muovere la penna ma non sempre si e' diversificato il problema. A volte si e' ripresentato e a volte no. Ora l'idea della diplopia laterale mi tormenta ma non so se sia normale e io sbagli ad eseguire l'esercizio ma temo che sia qualcosa di preoccupante. Il neurologo mi ha fatto fare questo esercizio e in quella circostanza mi pareva tutto normale. Inoltre feci una visita oculistica un anno e due mesi fa in cui mi fu rilevato un lievissimo strabismo. Lei che ne pensa dottore? Io sono davvero spaventato. Grazie tante davvero.

[#78] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Già l'esecuzione dell'esercizio è un chiaro sintomo di disturbo d'ansia, per cui la prima cosa da fare è curarsi. Rilegga la mia replica #74.

Dr. Antonio Ferraloro

[#79] dopo  
Utente 321XXX

D'accordo dottore lo faro' senz'altro, infatti avevo gia' deciso di fare questa scelta a settembre, rientrato dalle ferie. Scusi se la disturbo ancora dottore ma oggi ho avuto un altro problema. Stamattina mentre ero nel letto e dovevo ancora svegliarmi del tutto ho avvertito una sorta di debole scossa elettrica che si e' estesa alle braccia ma non mi sembra abbia percorso la colonna. Tuttavia e' stato un episodio isolato in quanto non l'ho riavvertito piu' in nessuna posizione, tranne il fatto che persiste il dolore lombare. Secondo lei questa sorta di scossa dalla durata di un sec e' preoccupante. Grazie infinite e buona giornata.

[#80] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Mi pare che non ci sia nulla di preoccupante, tranquillo.
Dr. Antonio Ferraloro

[#81] dopo  
Utente 321XXX

Innanzitutto grazie della cortese e professionale risposta, come sempre del resto. Dunque tutti I disturbi precedenti non si sono representati, eccetto uno. Mi e' capitato infatti un paio di volte, specie al mattino il seguente problema ovvero fissando un oggetto mi pareva che si dilatasse e poi tornasse normale. Tuttavia non riesco a capire se sia solo un impressione dovuta all'ansia. L'oggetto infatti lo vedo stabile ma mi pare si dilati in maniera lievissima. E' successo solo un paio di volte pero'. Mi e' capitato una sola volta anche che osservando una sedia bianca buchetellata col buio mi pareva che lo schienale buchetella fluttuasse ma credo fosse solo un impressione ottica. Pensa sia preoccupante? Inoltre volevo chiedere: un eventuale nistagmo od una dipopia od una oscillopsia o un danno neurologico alla vista sarebbero stati rilevati dal neurologo? Grazie di cuore, davvero.

[#82] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Non dia importanza a questi sintomi e curi il disturbo d'ansia che mi sembra evidente. Un nistagmo viene facilmente rilevato da un neurologo.
Dr. Antonio Ferraloro

[#83] dopo  
Utente 321XXX

Egregio dr. Ferraloro, innanzitutto grazie delle risposte precedenti. Mi scusi se torno a disturbarLa ma ho davvero bisogno del Suo aiuto. Avrei in sintesi due domanda da porLe: 1) dunque mentre leggevo del nistagmo su internet (e me ne sono pentito) ho letto che spesso puo' essere correlato all'oscillopsia. In questi giorni ho anche ripreso a correre e a fare attività fisica, insomma ero sereno, ma da qualche giorno ho notato che quando corro mi sembra che lo spazio di fronte a me e gli oggetti oscillino lievemente, tuttavia non mi gira la testa ne' li vedo sdoppiarsi ma semplicemente li vedo oscillare lievemente come se l'immagine fosse meno ammortizzata. Questa cosa mi succede sopratutto con gli oggetti lontani posti frontalmente e la sensazione diminuisce Man mano che mi avvicino all'oggetto, tuttavia non so se come la avverto io sia normale ma fino a pochi giorni fa non ci facevo caso. Ho notato che questa sensazione che gli oggetti lontani oscillino un po' mi capita anche a volte nella deambulazione specie se veloce, e' come se l'immagine fosse meno ammortizzata. Ho paura che questo sia correlato ad un nistagmo o ad un danno neurologico, ogni tanto infatti mi capita di osservare gli occhi e avvolte mi sembra le pupille scattino veloce ma non so se sia normale. Inoltre volevo farLe notare che questa senzazione di lieve oscillazione mi pare ma non sono del tutto sicuro, si sia gia' presentata alcuni mesi fa. Inoltre una cosa che voglio farle notare e' che nei periodi di stanchezza o stress avverto un disturbo all'occhio, ci vedo bene ma e' una sensazione strana, mi pare infatti che l'occhio faccia fatica a stare aperto e percio' devo contrarre il muscolo, mi era capitato mesi fa con la stanchezza e ora il problema e' tornato, a volte riguarda l'occhio dx e a volte il sx. Non so se sia indicativo. 2) Il secondo problema e' il seguente e riguarda i tremori. Dunque i tremori li riferii anche al neurologo ma non vi diede molta attenzione. Questi tremori li avverto principalmente quando tengo in mano un oggetto, ad es un libro o il telefono oppure se per es distendo il braccio sul tavolo e alzo un dito, il dito inizia a tremare. Spesso interessano le mani e le dita degli arti sup. Mentre raramente quando tengo la gamba distesa e il piede alzato che poggia sul tallone, questo trema lievemente. A riposo non credo di avvertirli ma ogni tanto a riposo mi pare che le dita si muovano involontariamente, come se scattassero e il movimento e' analogo a quello che si fa chiudendo la mano. Inoltre al mattino a volte mi sveglio con tremori alle mani anche se spesso sono interni. A riposo quindi tranne rari episodi non tremano mai e comunque nei rari episodi scattano oppure succede in maniera lievissima. Interessano principalmente pollice e indice. Infine un'ultima cosa. Quando sono a letto e tengo le braccia dietro la testa e il palmo della mano rivolto verso l'alto, il pollice inizia a muoversi involontariamente a scatti e se sposto la colonna mi pare che questo tremore a scatti in senso orizzontale si attenui. Il tremore interessa principalmente la mano dx ma anche la sx pero' in misura minore. Assumo circa 5 caffe' al giorno e spesso a distanza di breve tempo ma sto diminuendo ora. Dunque le mie domande sono le seguenti: i sintomi descritti in particolare quelli della prima domanda sono preoccupanti dal punto di vista neurologico? E' possibile che il nistagmo o quella sensazione di oscillazione siano comparsi in cosi' breve tempo dopo la visita? Se avessi il nistagmo lo avvertirei bene e inoltre questa sensazione di oggetti che oscillano lievemente e' normale? Puo' trattarsi di oscillopsia? Per quanto riguarda i tremori sono preoccupanti? Non so come il neurologo li abbia valutati perche' la visita e' stata una visita nomale, li avra' valutati? Inoltre so del Parkinson giovanile ma non penso sia il mio caso, ogni tanto struscio i piedi ma credo per vizio. Lei che ne pensa? Mi scusi per la lunghezza, La ringrazio davvero di cuore in quanto e' bello avere qualcuno preparato come Lei che ti ascolta se sei in difficolta'. Ad ogni modo come Le ho detto ho deciso che a Settembre andro' davvero da uno specialista per curare i miei disturbi d'ansia, come anche da Lei consigliato. Grazie e cordiali saluti.

[#84] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,
è difficile dare un parere su sintomi soggettivi senza potere fare una valutazione obiettiva diretta. Il nistagmo, se presente, è certamente visibile alla visita neurologica, così come il tremore, segno facilmente valutabile alla "normale visita neurologica".
Mi pare di capire che il punto "1" si sia accentuato dopo avere letto in Rete, cosa assolutamente da evitare in soggetti ansiosi e facilmente suggestionabili.

A distanza dobbiamo basarci sulle varie visite effettuate e quella neurologica ha avuto esito negativo.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#85] dopo  
Utente 321XXX

Innanzitutto grazie della celere e più che tempestiva risposta. In questi giorni sono più sereno e anche i tremori sono molto diminuiti. Gli unici piccoli problemi che permangono sono quelli visivi. Infatti stamani ho avuto un episodio che mi ha fatto andare di nuovo in panico, Le spiego: ieri sera era la festa di un mio amico e abbiamo un po' esagerato con l'alcol, sono perciò tornato a casa verso le 23.30 molto stanco con la testa che mi girava e lo stomaco sottosopra e non ho cenato quindi l'ultimo pasto risaliva a ieri alle 13.00. Stamani al risveglio ero stanco e privo di forze, ho così fatto una doccia e ho aperto il cellulare per vedere i messaggi. Mentre scorrevo i messaggi però è accaduto l'episodio che mi ha fatto preoccupare, infatti mentre guardavo i messaggi sullo schermo, è accaduto che per un secondo l'immagine si sia sfocata e offuscata. L'ambiente circostante mi pareva normale. E' ricapitato altre 2 volte nel giro di un minuto e sempre per la durata di un sec. era come se l'immagine e i messaggi sullo schermo si sfocassero e si offuscassero deformandosi anche un po', come se li vedessi più lunghi cioè che si allngassero e sfocati. Non so se anche la luce abbia influito. Inoltre in questi giorni avverto spesso un senso di stanchezza all'occhio sx e sento spesso il bisogno di stropicciarlo, ho come l'impressione che si incroci ma all' esterno è tutto regolare. Questo sintomo lo avvertivo anche in passato nei periodi di stress. Pensa che i sintomi descritti, in particolare quel offuscamento improvviso e rapido della vista mentre leggevo il cellulare sia preoccupante? Ho pensato fosse un po' di stanchezza perchè ora ho mangiato e non è ricapitato e inoltre ero digiuno dalle 13 di ieri, Lei che ne pensa? Posso stare tranquillo nel complesso anche riguardo gli ultimi sintomi descritti? Un cordiale saluto e un grazie di cuore.

[#86] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Sì, può stare tranquillo, la stanchezza a volte fa questi scherzi, non ci pensi.

Buon fine settimana
Dr. Antonio Ferraloro

[#87] dopo  
Utente 321XXX

Innanzitutto grazie della risposta dottore. Il prpblema alla vista non si e' ripresentato. Il fatto e' che ora sono ossessionato dal nistagmo. A tal proposito prorpio stasera mi e' successo un episodio che mi ha spaventato. Ero infatti seduto sul divano e a fianco a me c'era una mia amica, improvvisamente mi sono voltato di scatto verso lei e mi ha detto che quando mi sono voltato per un sec la pupilla e l'occhio internamente si e' mosso in su e in giu'. Io sono crollato nel panico quando mi ha detto che l'occhio si e' spostato. Poi ho sempre questa sensazione che mi si incrocino gli occhi e devo contrarlo il sx per tenerlo aperto, questo pero' mi capitava anche prima della fissazione sul nistagmo nei periodi di stanchezza. Ho paura mi controllo sempre gli occhi allo specchio e temo sia insorto dopo la visita neurologica ma all'esterno e' tutto normale tranne l ' episodio di oggi e a volte quando mi guardo allo specchio le puppile fanno dei movimenti rapidi ma credo sia normale. Lei che ne pensa in merito all'eoisodio di stasera che molto mi preoccupa? E' stato normale quello scatto opure puo' essere nistagmo? Mi scusi ma ho paura e non ho ben capito come si presenti il disturbo, cioe' lo vedrei all'esterno e sarebbe costante? La prego ho paura per quell'episodio. Grazie di cuore.

[#88] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Mi pare che Lei si stia facendo prendere dal panico per ogni piccolo segno reale o fittizio che sia. Ho l'impressione che sia caduto nell'ipocondria, d'altra parte a distanza non è possibile valutare la veridicità di ciò che riferisce.
Consideri pure che nei cambiamenti improvvisi dello sguardo il fenomeno può essere normale.
Se ha dei dubbi si faccia controllare dal medico curante.

Buona domenica
Dr. Antonio Ferraloro

[#89] dopo  
Utente 321XXX

Innanzitutto grazie della celere risposta. Come vede non Le scrivo da un mese praticamente perchè ho capito come mi ha spiegato che cercare sempre rassicurazioni non è la soluzione, però ora torno qui perchè sto attraversando un periodo difficile e ho davvero bisogno del Suo aiuto perciò La prego di ascoltarmi e leggere con attenzione anche se a distanza è difficile. Dunque tutti gli altri sintomi che avevo descritto sono praticamente scomparsi a parte la disestesia al braccio dx che in alcuni giorni è molto fastidiosa ma molto più saltuaria e cerco di non considerarla. L'unico sintomo che rimane riguarda il problema legato alla vista e all'oscillopsia, ora Le spiego. In pratica da quando ho letto dell'oscillopsia non riesco più a vivere sereno, vorrei che Lei mi spiegasse meglio questo sintomo perchè non riesco a capirlo. Il problema è il seguente: in pratica quando cammino a passo sostenuto oppure corro mi sembra che (come Le avevo già scritto) gli oggetti lontani facciano delle lievi oscillazioni, più che oscillazioni è come un leggero tremolio, però questo non altera l'equilibrio, anche se a volte quando corro mi sento oscillare lievemente col corpo ma quello credo sia normale. Anche quando cammino a passo sostenuto mi sembra che gli oggetti lontani, oppure la strada in lontananza di fronte a me tremi lievemente: Ho provato a chiedere ad alcuni miei amici ma loro dicono che questa cosa è normale e di non preoccuparmi ma io ho paura lo stesso. So che spesso l'oscillopsia è correlata al nistagmo ma dato che ho fatto la visita a giugno non credo siano insorti problemi in nemmeno 2 mesi però non riesco a stare tranquillo, soprattutto quando corro. Questa sensazione di vedere gli oggetti tremare lievemente specie in corsa, in alcuni giorni si attenua e CHIUDENDO UN OCCHIO mi pare che un po' migliori però il disturbo ha un andamento diverso, migliore o peggiore, anche in base ai giorni. Come se ciò non bastasse sono circa 10 GIORNI che mi sento la testa strana, Le spiego, ho come la sensazione in certi momenti di avere dei lievi sbandamenti o dei lievi giramenti di testa ma il mio equilibrio è stabile. Ad esempio certe volte anche quando fisso degli oggetti per es delle macchine parcheggiate o un mobile, ho come l'impressione che in un istante si muova lievemente e questo accade specie con le auto parcheggiate da circa 10 giorni, a volte invece ho come l'impressione che gli oggetti tremino per un secondo ma in maniera davvero lieve. Premetto che circa 8-9 giorni fa ho avuto un'influenza e tutt'ora sto facendo una terapia con mucolitico ma ho molti umori negli orecchi e non so se la presenza di tutto quest'espettorato specie nelle orecchie possa darmi queste sensazioni di sbandamento. Ieri ho fatto una rapida visita oculistica da un amico dato che dovevo accompagnare mia madre e essendo lì mi ha dato una rapida occhiata facendomi leggere prima le lettere e poi facendomi guardare in un apparecchio e mi ha detto che a livello visivo non ho difetti ma non ho avuto il coraggio di parlargli di questa cosa e non riesco a farlo nemmeno col mio medico curante in quanto vista la visita recente ho paura non mi creda. A volte quando sono fermo e sposto la vista su un oggetto mi capita di avere un lieve sbandamento oppure quando mi piego o faccio uno sforzo muscolare in certi casi sento una sensazione di lieve giramento alla testa. Non so più cosa fare, in settimana visto che sono rientrato dalle ferie parlerò col medico del mio problema ansioso e a settembre inizierò la psicoterapia ma questi disturbi ho paura siano reali. Dell'oscillopsia sinceramente prima di leggere non ci facevo caso ma ormai questa dura da un mese. In sintesi secondo Lei tutto ciò è preoccupante? Può essere che nella corsa o nella camminata sostenuta questo lieve fenomeno sia normale ed può essere normale che tappando un occhio in corsa le cose migliorino un po'? Secondo Lei ho bisogno di una nuova valutazione neurologica oppure la precedente è ancora valida? infine il nistagmo acquisito si noterebbe dall'esterno e sarebbe fisso oppure transitorio? Possono in parte i problemi essere legati agli umori nelle orecchie che alterano l'equilibrio? MI SCUSI TANTO PER LA LUNGHEZZA e Un GRAZIE DI CUORE A LEI E A TUTTO LO STAFF DI MEDICITALIA CHE OGNI GIORNO CON TEMPERANZA, AMORE, ONESTA' E SINCERITA' PORTATE AVANTI QUESTA NOBILE MISSIONE, DIO VI BENEDICA.

[#90] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
<<da quando ho letto dell'oscillopsia non riesco più a vivere sereno>> infatti sono queste le nuove patologie da internet, se non avessimo questo mezzo, per altri aspetti ormai indispensabile, vivremmo meglio la nostra vita non preoccupandoci della SM o della SLA. Ha notato che sono quasi sempre queste due malattie a creare il terrore negli utenti della Rete? Come mai? Consideri che esistono centinaia di malattie anche peggiori della SM (che in fondo spesso è benigna) ma la Rete "parla" essenzialmente di queste due, pertanto la paura si concentra su queste.
Un soggetto non ansioso che ha sintomi che potrebbero starci con le malattie in questione, una volta effettuata la visita neurologica e qualche esame diagnostico con esito negativo, rassicurato dallo specialista, se ne torna a casa tranquillo e non ci pensa più.
Il soggetto ansioso invece rimugina sempre, cerca on line, ha sempre dubbi e paure, vive male e fa visite ed esami in serie, quasi ci resta male che non si riscontra nulla, non si rende conto che deve affrontare il disturbo ansioso e si avvita in una spirale dalla quale è difficile uscire perchè rifiuta i consigli che vengono dati.

Detto questo, quella che Lei chiama oscillopsia è frequentemente causata anche da un problema del vestibolo (struttura dell'orecchio), non è un cosa grave ma a volte fastidiosa, la cui competenza è dell'otorino.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#91] dopo  
Utente 321XXX

Gentili.ssmo Dr. Ferraloro mi spiace scomodarLa ma ho ancora bisogno del suo aiuto perché sto vivendo davvero male. Alterno dei brevi momenti di tranquillita' a lunghi momenti d'ansia per la salute. Dunque il senso di oggetti che vibrano lievemente quando cammino non e' continuo e varia in base ai giorni. In compenso a questo si e' aggiunto un altro problema. Nello scorso consulto Le avevo parlato del senso di giramento di testa/instabilita '. Questo mi e' comparso circa 3 settimane fa. Da circa 15 giorni pero' e' peggiorato molto. E' difficile da spiegare ma mi succede SOLO quando cammino mentre e' assente a riposo. Cio' che avverto e' una sensazione di giramento di testa tuttavia e' diversa dalle normali vertigini. Infatti lo spazio non lo vedo ruotare pero' e' come se in certi momenti lo percepissi instabile quasi oscillante. Succede perlopiu' con le machine parcheggiate o con dei mobili. Le macchine ad es ho l'impressione vadano indietro lievemente mentre invece sono ferme. Questo sensazione non e' continua e dura pochi secondi ripetendosi diverse volte nel corso del giorno. Ho notato che quando mi alzo in piedi o sposto la testa aumenta. Inoltre ci sono dei momenti della giornata in cui e' piu' forte soprattutto dopo cena. Quando cammino inoltre a tratti avverto una sorta di vuoto sotto I piedi come se il terreno fosse disomogeneo. La sensazione che ho in testa e' difficile come Le ho detto da spiegare ma e' come se a tratti percepissi in maniera instabile e lievemente oscillante gli oggetti, come se ci fossero dei vuoti. Inoltre a volte ho l'impressione che gli oggetti tremino lievemente soprattutto quelli con una particolare luce tipo le insegne dei negozi. Tuttavia tutto cio' non altera l'equilibrio ne' impedisce la corretta deambulazione. Facendo un po' di ricerche ho letto delle vertgini centrali che spesso sembrano gravi e non so se sia il mio caso ma ho paura continuamente. Tuttp cio' e' comparso da un giorno all'altro circa 3 settimane fa ed e' andato peggiorando. Ripeto quando sono disteso o a sedere non ho tali sensazioni che tuttavia non provocano ne' nausea ne alterazioni motorie e sono piuttosto lievi. Ormai mi tormentano la vita e certe volte sono cosi' in ansia che darei tutto purche' finisse. I familiari non mi credono facendo fede sulla visita ma la paura e' che questi problemi siano insorti dopo la visita neurologica perché quando la feci I primi di giugno NON AVEVO TALI SENSAZIONI E QUESTO MI PREOCCUPA MOLTO. Dottore potrebbe tutto essere causato dall'ansia? Oppure potrebbero essere causa di disturbi neurologici gravi? Posso fare ancora affidamento sulla visita oppure e' passato troppo tempo? Mi scusi la lunghezza e lo sfogo ma certe volte mi sento perso e vorrei piangere perché nessuno mi crede piu ' per via dell'ipocondria. Intanto Le dico che domani rientrero' in Italia e come gia' detto I primi di settembre iniziero' la psicoterapia ma vorrei che mi aiurasse a capire se tali disturbi sono reali o no. Grazie mille di cuore Le auguro delle bellissime e serene vacanze a Lei ai suoi cari e tutto il bene possibile.

[#92] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Stia tranquillo, la sintomatologia sembrerebbe di tipo ansioso, Lei deve curarsi altrimenti non supererà facilmente questi problemi. E' ovvio che la visita di giugno sia attendibile e ancora valida.
Buon rientro in Italia!

Ricambio gli auguri di serene vacanze
Dr. Antonio Ferraloro

[#93] dopo  
Utente 321XXX

Buongiorno gentile Dr. Ferraloro, come vede sono di nuovo qui a scriverLe in quanto ho veramente bisogno del suo aiuto. I problemi sono sempre gli stessi. Dunque durante la giornata avverto ancora quella sensazione di giramento di testa e sbandamento anche se mi pare molto migliorata, ma non è del tutto passata. Sento come se stessi per sbandare ma è solo un'impressione, inoltre accade sempre in movimento, ho come una sensazione di giramento di testa di tipo soggettivo però allo stesso tempo ogni tanto mi capita di vedere lo spazio in cui mi muovo tipo instabile però non gira attorno a me bensì è come se facesse delle lievi oscillazioni e a tratti mi pare manchi la base sui cui appoggio i piedi. Non so perchè ma queste sensazioni aumentano molto alla sera dopo cena mentre sono meno presenti al mattino. Ho paura possa trattarsi di vertgini centrali in quanto ho letto essere ad esordio lento e ci si sente come ubriachi, e quindi ho molta paura. Il secondo problema che mi attanaglia è sempre il solito, ovvero quella sensazione che gli oggetti tremino quando cammino o corro. Quest'ultimo sintomo mi sta turbando la vita in maniera considerevole, vorrei tanto che Lei potesse aiutami a capire. In pratica mi capita che quando cammino vedo gli oggetti lontani oppure le macchine posteggiate o i cartelli stradali come se tremassero e accade quando porto in avanti i piedi per cammianare, come quando si sbattono i piedi in terra e lo spazio trema un po'. Questa sensazione tuttavia non è costante nell'arco di tutta la giornata e aumenta Le sembrerà paradossale in base alla luce, per es nel pomeriggio quando è caldo e c'è molta luce mi sembra che quando mi muovo gli oggetti tremino mentre a sera questa sensazione si riduce drasticamente anche se non scompare mai del tutto. Avverto anche una sorta di pesantezza sotto gli occhi quando questo accade. Pensando bene mi pare di ricordare, ma non sono tanto sicuro, di aver avuto anno scorso un simile problema a cui essendo meno ipocondriaco non avevo dato peso. Aggiungo che in questo periodo ho un forte dolore alla fascia lombare, non so se questo possa influire o meno sui miei attuali problemi. In sintesi secondo Lei si tratta di oscillopsia e vertgini centrali oppure no? posso stare tranquillo? La prego mi aiuti Lei sono davvero disperato, ogni mattina quando mi alzo vorrei essere sereno ma questi problemi me lo impediscono, e in questo periodo anche per altri motivi mi sembra che il mondo mi stia cadendo addosso. La cosa che mi conforta è che a breve inizierò la psicoterapia, non vedo l'ora, non ne posso più spero solo che questi disturbi non siano niente. Grazie di cuore Dr. Ferraloro e un grande augurio a Lei e ai suoi cari.

[#94] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
È normale che la situazione sia invariata in assenza di una strategia terapeutica.
Con la psicoterapia dovrebbe avere dei benefici significativi ma non si aspetti un miglioramento rapido, un po' di pazienza.

Buona giornata
Dr. Antonio Ferraloro

[#95] dopo  
Utente 321XXX

Grazie dottore, lo terro' a mente. Nel frattempo pero' posso stare tranquillo riguardo a quella che io chiamo oscillopsia? (anche se in realtà non so neanche se il termine sia appropriato per quella mia sensazione). In sostanza puo' essere normale quella mia sensazione e quindi posso stare tranquillo oppure e' una cosa patologica? (mi pare con la luce sia piu evidente mentre quasi assente alla sera) grazie!

[#96] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Come facciamo a saperlo a distanza? Comunque la reiterazione della stessa domanda è un chiaro sintomo ansioso.
Dr. Antonio Ferraloro

[#97] dopo  
Utente 321XXX

Salve egregio dr ferraloro. Sono qui per aggiornarla. Oggi infatti quella sensazione di vibrazione degli oggetti durante la camminata era TOTALMENTE assente e anche ieri. Ora questo mi turba perché non capisco da cosa dipenda e perche' a volte sia presente e a volte no. Spero Lei abbia capito la sensazione. La luce sembra influenzare molto il problema. Lei che ne pensa? Il fatto che ci sia un' alternanza nei giorni e' positivo? Puo' essere una cosa normale? Oppure un efdetto della luce? La prego grazie.

[#98] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Con tutti i limiti del consulto a distanza, mi sembra che il disturbo sia psicosomatico.
Dr. Antonio Ferraloro

[#99] dopo  
Utente 321XXX

Salve dottor Ferraloro. Dunque la ricontatto perché voglio comunicarrLe che ho iniziato la psicoterapia. Oggi faro' la terza seduta. Mi ha diagnosticato un disturbo ansioso ipocondriaco. Dunque il problema precedente agli occhi e' quasi del tutto scomparso, ho chiesto ad un oculista che ho contattato telefonicamente che cosa potesse essere e mi ha detto che per lui non e' grave e dipende probabilmente da un problema di bassa pressione arteriosa, in quanto la mattina e' molto presente, il resto del giorno invece assente. Il problema che persiste e' che ho durante il giorno, in maniera piu' o meno continuativa, quella sensazione di sbandamento, non sbando di fatto ma mi sento mancare il terreno sotto i piedi, instabile per così dire. Inoltre l'altra mattina, dopo che ho fatto attivita' fisica e non avevo mangiato, fissando il pavimento, lo vedevo tremare e ondulare lievemente. Poi pero' non ho piu' avuto problemi. Ogni tanto, se fisso gli oggetti per molto, ho l'impressione che lievemente tremino, Mi capita soprattutto se guardo per es fuori dalla finestra e fisso qualcosa, la luce inizia a darmi noia e mi pare che l'ambiente tremi lievemente, tuttavia non sono sicuro se sia o meno un'impressione. Ad ogni modo durante il giorno la vista, a parte questi episodi sporadici e' stabile. Il senso di instabilità invece persiste quasi durante tutta la giornata, dipende anche dai giorni, ed aumenta molto dopo i pasti, mentre al mattino e' meno presente. Secondo lei in sintesi, sono disturbi preoccupanti? Potrebbe tutto essere ricollegato ad un problema di ipotensione? Posso stare abbastanza tranqquillo riguardo malattie gravi? Aggiungo che l'ansia va molto meglio. Il senso di sbandamento e' soggettivo, in quanto l'ambiente e' pressoché stabile ed e' presente da circa i primi di agosto. Grazie molte dottore e un grande saluto, scusi il disturbo.

[#100] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Ipotensione? Possibile in generale ma non posso sapere nel Suo caso particolare.
Sintomi ansiosi? Possibile anche.
Ha problemi mandibolari, all'articolazione temporo-mandibolare?
Dr. Antonio Ferraloro

[#101] dopo  
Utente 321XXX

Problemi all'ATM non credo, almeno non mi risultano. Ho riferito nell'ultima seduta allo psichiatra ( e' un medico.) di questo sintomo e mi ha detto che la sensazione che riferisco di assenza di terreno sotto i piedi e' tipicamente ansiosa. Il punto e' che anche quando non sono ansioso a volte lo percepisco, pero' il pensiero, anche senza l'ansia c'e sempre, ma il dottore dice che probabilmente ormai io ho automatizzato questo meccanismo. Un altro problema che ho e' che quando fisso a lungo gli oggetti, se c'è una luce forte, ho l'impressione che dopo tanto che li fisso tremino. Questo pero' succede solo con la luce forte, tipo neon o quella solare. Ad es l'altro giorno ero in un campo di calcetto e fissando la riga in terra, con il riflesso della luce solare, mi sembrava che tremasse. In assenza di luce pero' non mi pare succeda. Anche di questo punto che ne pensa lei? Grazie.

[#102] dopo  
Utente 321XXX

Quindi scusi dottore, che idea si e' fatto, anche in relazione all'ultimo posto, riguardo la vista ecc..? Grazie della risposta che mi darà.

[#103] dopo  
Utente 321XXX

Dottor Ferraloro, mi scusi se torno a disturbarla ma ho davvero bisogno di lei. in primis le voglio dire che con psicoterapia l'ansia e' quasi sparita. C'e un unico punto che seguita a preoccuparmi. Ovvero sento da un paio di settimane la stessa sensazione di bruciore. Prima la avevo solo all'avambraccio destro, ma ora si e' irradiata a tutti gli arti. E' molto altalenante, a giorni c'e e da' molto fastidio, ad altri non la avverto. Mi sembra di avere delle insolazioni, e' davvero fastidioso. Mercoledì faro' una visita ortopedica, sento cosa mi dirà, la colonna mi fa ancora male in zona lombare e ho pure una contrattura muscolarel ho notato che tale sensazione, diminuisce gradualmente durante la deambulazione. Come le ho detto, ora ho ripreso per cause di forza maggiore a dover stare seduto nove ore al giorno in scomode posizioni, non so quanto possa influire. La prego secondo lei e' grave? Oppure può essere di origine posturale? La Ringrazio se mi risponderà, mi farebbe un grosso favore. Cordiali saluti.

[#104] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

è difficile potere dare una risposta precisa, cause posturali possono teoricamente essere possibili, così come un disturbo psicosomatico, non pensi però problematiche importanti considerato che il sintomo si presenta in maniera non continuativa.
Veda cosa Le dice l'ortopedico.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#105] dopo  
Utente 321XXX

Dottore, innanzitutto grazie della risposta. Mi scusi ma ho davvero bisogno di ricontattarla. Ieri i bruciori sono diminuiti, ma oggi si sono fatti sentire ancora. Ho anche molto dolore alla schiena, mi muovo a malapena. I bruciori oggi durano da mezzogiorno, con lievi miglioramenti. Sento bruciare tutti e quattro gli arti, nella zona degli avambracci e nelle cosce sopratutto. Mi bruciano e mi creano grande fastidio. In piedi la cosa migliora, mentre cessa del tutto sotto l'acqua o al mattino al risveglio o nel letto. La prego che ne pensa? Alla visita ci sono ancora due settimane in quanto ho dovuto spostarla per motivi di impegni. Grazie mille.

[#106] dopo  
Utente 321XXX

Salve dottor ferraloro. Oggi ho eseguito la visita ortopedica. Non ha riscontrato grossi problemi tranne una lieve rotazione del bacino e una tensione muscolare nella zona dei lombi. Gli ho parlato del problema del bruciore che a volte si presenta ed altre no e che scompare con la corsa ecc. Mi ha detto che pitrebbe essere legato alla postura ma non e' detto. Ad ogni modo mi rivedra' fra due settimane e rivaluteremo. Che ne pensa?

[#107] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Senza una visita diretta non si può esprimere un parere attendibile, l'ipotesi posturale, come precedentemente detto, è teoricamente possibile ma ovviamente non certa.
Come mai l'ortopedico La vuole rivedere tra due settimane?

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#108] dopo  
Utente 321XXX

Mi vuole rivedere perché mi ha consigliato delle posuzioni da tenere e dice che adesso probabilmente dove ho la leggera curvatura si può essere un po'infiammata. Ha detto che vuole vedere se con I suoi consigli ho un miglioramento. Grazie e buon Natale.

[#109] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Ok, perfetto.

Buon Natale anche a Lei.
Dr. Antonio Ferraloro

[#110] dopo  
Utente 321XXX

Scusi dottore se torno a disturbarla, ma volevo aggiornarla sulla situazione. Premetto che la visita e' fissata per il 30 di dicembre. Dunque mente i problemi alla schiena vanno meglio, la situazione dei bruciori non mi pare migliorata. Si presentano quasi tutti i giorni e per diverse ore, scompaiono solo col movimento muscolare. Il disturbo non mi crea ansia ma e' moto fastidioso. Provo un senso di bruciore anche quando gli altri mi toccano addosso e quando per es metto i vestiti. Ho notato che durante i bruciori ho sempre le mani fredde, non so se centri. Con l'acqua il disturbo scompare. Le parti interessate sono le medesime. Gli arti superiori specie nella zona avambraccio e tricipite e quelli inf, specie zona quadricipite. Quello che volevo chiederle e' questo: io da tre mesi a questa parte vado in palestra. Non sollevo grossi pesi, al massimo 30kg. Potrebbero questi bruciori dipendere da tale attività? Secondo lei posso stare tranquillo nel frattempo? Chiederò poi il 30 se sarebbe meglio fare una EMG e un'altra valutazione neurologic? Cordiali saluti e buon Natale.

[#111] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

aspetti prima l'esito della visita ortopedica, poi si deciderà come procedere.
Sintomatologia causata dallo sport che pratica? Possibile ma sembrerebbe poco probabile.
Dr. Antonio Ferraloro

[#112] dopo  
Utente 321XXX

Salve dottor Ferraloro. Ieri ho effettuato la visita specialistica. Gli ho detto nuovamente dei bruciori agli arti e che adesso mi sembrano un po' piu'duraturi. Ad ogni modo lo specialista mi ha detto che a suo parere, avendogli io chiesto se poteva avere a che fare con il SN, non ci sono cause neurologiche o patologiche neurologiche specifiche. Mi ha detto che potrebbe essere stress oppure dipendere da un piccolo problema alle ghiandole surrenali. Mi ha dato anche delle vitamine, ma non mi pareva preoccupato. Lei cosa ne pensa? Dovrei fare altri approfondimenti o posso stare tranquillo? Auguri di buon anno!

[#113] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Ritengo che possa stare tranquillo, le visite effettuate hanno avuto esito negativo, prende maggiormente corpo l'ipotesi del disturbo psicosomatico.
Buon anno anche a Lei e a tutti i Suoi cari, si rilassi....

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#114] dopo  
Utente 321XXX

Salve dottor Ferraloro. Mi perdoni per l'ennesimo disturbo. Dunque I bruciori mi paiono migliorati anche se a volte persistono. Il problema tuttavia e' il seguente: il 2 gennaio sono partito per una crociera e ci sono tutt'ora. Andava tuttp bene pero', non ero ansioso ma tranquillo. I primi due giorni tutto bene. Poi il 5 mi sono svegliato e mi sentivo debole, tipo influenzato con lieve mal di gola. Allora ho preso una tachipirina. Appena sono sceso dalla nave, ho iniziato ad avvertire il senso di vuoto sotto I piedi. E l'ho tuttora. Cammino e ho l'impressione di cadere perché mi sento mancare ol terreno e sento il vuoto sotto I piedi. Inizialmente pensavo fosse la pressione ma poi e' continuato. E' il medesimp che avvertivo tempo fa e che lo psicologo mi aveva detto essere dovuto all'ansia. Il problema pero' e' che non capisco perché sia comparso di nuovo cosi' di punto in bianco, non ero ansioso. Anche la scorsa volta quando e' esordito, avevo una lieve influenza. Possibile che sia di nuovo dovuto all'ansia o magari alla stanchezza o al viaggio dato che mi sposto in vari posti? Oppure mi devo preoccupare? Mi scusi ma sono prepccupato perché non capisco come sia potuto comparire di nuovo cosi' improvvisamente dato chd ero tranquillo e non ci pensavo. Grazie mille.

[#115] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
I sintomi di tipo psicosomatico possono manifestarsi anche in pieno benessere, non si preoccupi e continui serenamente la Sua vacanza in crociera.

Buon divertimento
Dr. Antonio Ferraloro

[#116] dopo  
Utente 321XXX

Dottore la ringrazio di nuovo per la risposta fornita. Il senso che avevo di assenza di terreno adesso e'rientrato. Resta un unico problema: I bruciori. Lo so, oramai non mi crede piu'nessuno e ne comprendo il motivo ma io sto davvero male per via dei bruciori. Non mi creano disagio psichico ma solo fisico. Li avverto ogni giorno. Anche dopo le visite non sono mai scomparsi. Inutile dire che sono disperato. I punti in cui avverto I bruciori sono I seguenti: zona della coscia sopra il ginocchio, zona dei gomiti, polpacci e glutei. E'un bruciore molto fastidioso e di tipo muscolare. Scompare solo col movimento e con l'acqua. Col freddo aumentanp molto e sono davvero fastidiosi. Tutti gli specialisti non mi hanno saputo dare una risposta. Sto prendendo gli integratori ma non miglioro. Se allungo I muscoli pero' il bruciore diminuisce e sento come un formicolio lieve che traversa I muscoli. Vado in palestra quattro volte a settimana. Durante gli esercizi I bruciori spariscono. Non so neppure se siano causati dalla palestra o meno. Ho pensato anche alla fibromialgia, anche se io non ho dolore ma solo bruciore. Lei che ne pensa? Vorrei un suo consiglio. Potrebbe essere fibromialgia? L'avrebbero vista? La palestra c'entra qualcosa? La prego mi dica che ne pensa e cosa devo fare
So che e'difficile a distanza ma sto male coi bruciori, anche I vestiti mi danno noia. Grazie e attendo una cordiale risposta, cordiali saluti.

[#117] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

è difficile dare un consiglio a distanza.
Una fibromialgia con bruciori è poco probabile, in ogni caso serve una visita per la ricerca dei tender points.
Utile potrebbe essere un'EMG ai quattro arti se ancora non l'ha effettuata, senza escludere il disturbo psicosomatico.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#118] dopo  
Utente 321XXX

Salve dottor Ferraloro. Innanzitutto la aggiorno sulla situazione. I bruciori paiono diminuiti e lo psichiatra dice che sono somatizzazioni. Insomma ero tranquillo ma oggi una cosa mi ha fatto spaventare di nuovo. Le spiego ero a casa di un amico a dormire. Nel buio il led rosso tipo laser della tv in dei momenti lo vedevo doppio, la cosa chiudendo un occhio passava ma anche se mi sforzavo seguitavo a vederti doppio rispetto a dove ero ovvero sul letto. Premettp che il letto e' moltp piu' badso rispetto alls posizione del led e gli altri oggetti erano normali alla vista. Spostando la testa la vision e doppia del led dominuiva o aumentava a seconda. Mi e' capitato anche che nella stessa posizione a volte riuscivo a vederlo normale, altre no. Accendendo la luce la cosa si normalizzava. Mi scusi ma questa cosa mi ha davvero spaventato. E' preocculante? Grazie mille. Ripeto il letto e' molto in basso rispetto alla tv e quindi al led.

[#119] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

il fenomeno persiste o è regredito spontaneamente?
Dr. Antonio Ferraloro

[#120] dopo  
Utente 321XXX

Il fenomeno dottore e' regredito. Tuttavia non so se nella stessa condizione possa verificarsi ancora. Puo' dipendere dal tipo di lucr del led? O dalla angolazione? Le ripeto ero disteso su un lato completamente al buio e a volte si vefificava mentre altre riuscivo a metterlo s fuoco ma solo con quel tipo di luce accadeva. Man mano che la luce nella stanza aumentava il sintomo migliorava. E' preoccupante o normale? Ho molta paura

[#121] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Ritengo che non sia nulla di preoccupante.
Dr. Antonio Ferraloro

[#122] dopo  
Utente 321XXX

Gentile dr. Ferraloro. La circostanza descritta non si e' più' verificata, bene direi. Tanto per cambiare avrei da porle due domande. 1) da circa una settimana mi capita in alcune circostanze di avere una strana sensazione, mi spiego. Certe volte ho notato che quando piego la schiena o faccio certi movimenti con la schiena, sento come una sensazione di allungamento al centro della colonna vertebrale, come se qualcosa si allunghi, oppure una specie di micro formicolio, sempre al centro della colonna o in zona cervicale, e talvolta capita anche quando tengo il collo piegato per un po'. La sensazione di allungamento, la avverto anche ai lati della schiena a volte, sempre quando faccio determinati movimenti. 2) stesso problema: i bruciori. Adesso, nonostante lo psicologo li imputi all'ansia, il che mi pare possibile, credo che abbiano anche altre cause. In particolare sto iniziando a rivalutare l'ipotesi che abbiano a che fare con il lavoro di sovraccarico in palestra, anche se i pesi che sollevo sono leggeri. La scorsa settimana non sono andato in palestra infatti, e li ho avuti in un solo giorno, dopo due giorni dall'allenamento, gli altri no. Ieri invece sono tornato in palestra e oggi sono ricominciati. Ovviamente e' solo un'ipotesi, pero' avrebbero collegamento con alcuni muscoli che alleno es polpacci, quadricipiti, avambracci. Lei che ne pensa? E' preoccupante? La ringrazio, comunque a parte questo sto molto ma molto meglio rispetto a giugno con l'ansia.

[#123] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

considerato quello che riferisce, è possibile che l'attività fisica pesistica sia il fattore scatenante il problema.

Buona domenica
Dr. Antonio Ferraloro

[#124] dopo  
Utente 321XXX

Ipotizzando cio', avrebbe qualche consiglio da darmi per risolvere il problema? Io vado 4 volte sett pero' anche altri amici miei fanno lo stesso e non hanno problemi, inoltre non uso molto carico. Non voglio interrompere la palestra anche perché mi rilassa molto e mi svaga la mente, pero' ho paura di subire qualche danno se dipendesse da quello. E per il punto 1? Grazie di cuore e buona domenica anche a lei

[#125] dopo  
Utente 321XXX

Salve dottore. Sono stato nuovamente dallo psicologo, gli ho parlato dei bruciori e gli ho chiesto esplicitamente se potessero essere causati dalla palestra e dai pesi. Tuttavia, nonostante abbia chiesto piu' volte se ci poteva essere tale possibilità lui mi ha detto di nuovo che in base al suo parere la palestra, nonostante gli abbia detto del presunto miglioramento quando ero in pausa, non c'entra niente col disturbo e secondo lui si tratta solo di una manifestazione di ansia somatizzata. Del resto anche altri medici me lo hanno detto. In base a cio' lei che ne pensa? Posso escludere come causa la palestra e continuare serenamente? In questa settimana aggiungo che sono stato un po' meglio col disturbo. Grazie della risposta che mi darà.

[#126] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

se altri medici Le hanno confermato quanto dice ritengo probabile questa ipotesi.
Mi fa piacere che stia meglio.

Buon fine settimana
Dr. Antonio Ferraloro

[#127] dopo  
Utente 321XXX

Gentile dottor Ferraloro, eccomi di nuovo. Problema: lo stesso da novembre, ovvero fastidiosissimi bruciori muscolari agli arti. Io non so più che fare e non ci capisco più nulla. Continuo il mio allenamento pesistico 4 volte a settimana ma i carichi sono pressoché invariati da mesi, penso che i muscoli si siano dovuti abituare a questo punto. Lo psicoterapeuta insiste sul problema ansioso del disturbo ma di fatto non riesco a farli passare. Mi fanno davvero impazzire. Colpiscono specialmente la zona polpacci e bicipiti e sono associati a fascicolazioni anche violente e ad un senso di rigidità e tensione. Trovo giovamento solo con acqua calda o attività fisica. La scorsa settimana, nonostante continuassi l'allenamento sono scomparsi per tre giorni ed ero in paradiso. Fra 2 settimane vedo un altro reumatologo. Aggiungo che al senso di bruciore si associa una sensazione lieve di formicolio lungo gli arti. Vorrei solo che finissero. Lei che ne pensa? Cosa consiglia? Grazie mille.

[#128] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

in128 post mi pare che Le abbia già detto tutto, sinceramente non ho da aggiungere nulla rispetto a quanto detto in passato, si rischia di essere inutilmente ripetitivi.
Veda cosa Le dice il reumatologo, in ogni caso è corretto avere un collega che La conosca bene e che possa fungere da coordinatore, in tal senso la figura professionale più adatta è il Suo medico curante.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro