Emicrania a grappoli

Gentili dottori,
mio marito soffre di emicrania senza aura, i comuni antidolorifici non fanno molto effetto sugli attacchi. Che ne pensano dei triptani per via nasale? In quali casi si può usare questo medicinale e quali sono i possibili effetti collaterali?
Ringrazio per il riscontro e saluto.
[#1]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 68,2k 2,1k 23
Gentile Signora,

Lei titola "emicrania a grappoli" che poi sarebbe la cefalea a grappolo ma nel consulto scrive "emicrania senz'aura". Queste sono due forme distinte di cefalea primaria. Dovrebbe essere più precisa sulla diagnosi. E' stata effettuata da un neurologo? Con quale frequenza si presenta, nel caso fosse emicrania senz'aura?

Cordiali saluti

Dr. Antonio Ferraloro

[#2]
dopo
Utente
Utente
Si tratta di cefalea a grappolo, diagnosi fatta da un neurologo.
[#3]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 68,2k 2,1k 23
Gentile Signora,

la terapia di attacco della cefalea a grappolo è rappresentata dal sumatriptan (il primo triptano utilizzato) con somministrazione sottocutanea, mentre i triptani spray potrebbero essere una buona alternativa al sumatriptan sottocute ma l'efficacia risulta generalmente minore. Le controindicazioni sono quelle dei triptani, cioè cardiopatie e ipertensione arteriosa non trattata e le malattie vascolari cerebrali.
Effetti collaterali più frequenti sono senso di costrizione al petto e alla gola.
Anche l'inalazione di ossigeno puro è un'ottima alternativa ma circa un terzo dei pazienti non risponde in modo soddisfacente.
Utile nella fase del grappolo una terapia di prevenzione.
Ne parli col neurologo che segue Suo marito.

Cordialmente

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test