Utente
Buona sera
Scrivo in quanto da 6 giorni soffro di "emicrania". Tra virgolette perché non la riconosco come la mia solita che ho da anni, ma bensì differente in determinati ambiti.
Pulsa sempre da un lato della fronte, non aumenta con attività fisica anzi migliora, non mi da fastidio la luce e mi prende il male anche andando indietro sulla testa (il male parte dalla parte pulsante della nuca ed arriva circa 3 cm sopra l'orecchio.
Mi vengono anche delle fitte davanti, dove pulsa. E dei dolori come spilli nella testa dietro.
Sono generalmente sana; ho avuto influenza intestinale senza febbre circa in concomitanza con la nuova "emicrania".
Non fumo ne bevo.
Ho la pressione mediamente 80/110.
Colesterolo, non so, l'ultima volta (2anni fa) era un po' più alto ma non tanto. Ora mangio molto meglio.
Ho perso molto peso nei mesi precedenti (15 kg in due mesi), per stress.
6 mesi fa ho eseguito una risonanza dove tutto era nella norma.

Prendo regolarmente zoloft e xanax, pillola.
Ho preso molti moment act ( unico farmaco che mi faceva passare l'emicrania ma non mi ha fatto niente.

Volevo sapere se può trattarsi di un'aneurisma, sono molto ansiosa.
Se no, di cosa può trattarsi?

Buona serata.
Grazie!

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

la diagnosi di "emicrania" per definire la cefalea di cui soffre generalmente l'ha fatta un medico o è una Sua definizione? Con quali caratteristiche si manifestava? Con quale frequenza?
Per la forma attuale si è fatta controllare almeno dal medico curante?

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente
Salve
La diagnosi è stata data prima dal medico curante e poi da un neurologo.
Almeno una volta a settimana, appena la sentivo prendevo una pastiglia e passava.
Solitamente con il movimento aumentava e la luce mi dava fastidio. Compariva con stanchezza e troppo sole in testa.
Ho parlato con il mio farmacista della cefalea attualmente e mi ha detto che può essere la varianza del tempo, niente di grave.
Però chiedo a lei, siccome è uno specialista.

Grazie.

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

come linee guida da seguire Le dico che una cefalea di nuova insorgenza o con mutate caratteristiche rispetto a quelle che aveva prima è da fare valutare ad un neurologo in quanto potrebbe esserci una "varianza" della forma di base come potrebbe anche esserci una nuova condizione patologica.
Pertanto la visita neurologica presso un collega esperto in cefalee è senz'altro consigliabile anche per prendere in considerazione un'eventuale terapia di prevenzione, se esistono le condizioni.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente
La ringrazio, potrebbe anche trattarsi di aneurisma dunque?

[#5]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

una cefalea da aneurisma cerebrale è poco probabile in quanto questo non dà segni se non è abbastanza voluminoso e nella RM di sei mesi fa non è stato riscontrato (il sospetto potrebbe anche esserci in una RM classica, anche se l'esame non invasivo più indicato è l'angio-RM dei vasi intracranici).
La visita neurologica va comunque fatta.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro