Utente
Salve, nonostante io soffra di forti acufeni cerebrali da qualche mese l'eeg standard non ha evidenziato nulla di strano.Ho appena letto che esiste un altro tipo di eeg,ovvero il quantitativo: potrebbe evidenziare qualcosa che lo standard non è stato in grado di rilevare? Grazie per la risposta.

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

l'EEG non è un esame utile in caso di acufeni.
Inoltre cosa intende per "acufene cerebrale"?

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente
Qualche medico l'ha chiamato cosi perchè lo avverto all'interno della testa

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

inizi prima a fare le visite specialistiche del caso, a cominciare da quella otorino, se ancora non l'ha effettuata, in quanto è la prima indicata in caso di acufeni, poi sarà l'otorino stesso a suggerirle come proseguire.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente
Sono già stato visitato da numerosi otorini che dopo aver esaminato il mio udito nella norma non sanno dove mettere le mani.Abr,dpoae,impedenzometria e rm dell'angolo pontocerebellare sono nella norma,il neurologo mi ha indirizzato verso l'eeg anche per la cefalea tensiva che si accompagna agli acufeni.La terapia a base di amitriptilina che sto seguendo ha parzialmente migliorato la cefalea ma gli acufeni non sono cambiati di una virgola.

[#5]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

con RM encefalica e ABR nella norma non ha senso, in base alla sintomatologia, effettuare un EEG che comunque è negativo, quindi inutile insistere.
Provi a chiedere al neurologo un aumento del dosaggio dell'amitriptilina se quello attuale è basso. Esistono anche altri farmaci che si potrebbero "provare" e che il Suo neurologo conosce bene.
Le dico pure che spesso gli acufeni sono resistenti alle comuni terapie.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro