Utente
Buongiorno,
da tempo soffro di disturbi per i quali non riesco a trovare soluzione e/o causa.
Ho interpellato, negli ultimi anni, vari specialisti ma nessuno é in grado di trovare il motivo dei sintomi.

Spiego brevemente ciò che mi succede:

1) Soffro di acufene marcato all'orecchio sinistro e leggero a quello destro (sempre). Ho notato che l'acufene si intensifica se ad esempio faccio pressione sull'arcata dentaria superiore.

2)Ogni qualvolta muovo gli occhi in una direzione qualunque (in modo non pensato), sento per una frazione di secondo un forte fischio associato ad una scossa nervosa che arriva fino alle dita delle mani. Allo stesso tempo ho una vertigine improvvisa e momentanea.

3) Associato a quanto già descritto, ho continui stati di malessere generale, stanchezza e vertigini.

Nel tempo ho fatto molti esami e visto molti specialisti in varie materie. Ogni esame o visita fatta non evidenzia nulla di anomalo.

Chiedo cortesemente un vostro parere professionale per riuscire ad avere delle indicazioni utili a riguardo.

Grazie mille.

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

potrebbe indicare quali visite ed esami diagnostici ha effettuato finora?

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente
Buongiorno Dottor Ferraloro, la ringrazio per il suo interessamento.

Considerato la varietà dei sintomi di fondo, sono stato inviato dal medico di base, a fare vari consulti presso molti specialisti e gli esami fatti sono veramente molti.

Nel corso del tempo ho fatto dei controlli specialistici presso: neurologo, otorinolaringoiatra, endocrinologo, pneumologo, cardiologo, immunologo e anche terapisti alternativi.

Tra gli esami strumentali fatti posso citare: RMN Encefalo, vari test neurologici e vestibolari, doppler carotideo, ecocardiogramma, ECG e ECG sotto sforzo, spirometria, RX torace, RX cervicale, Ecografia tiroide e addome.

Tra gli esami del sangue oltre a quelli di routine, posso citare: Profilo endocrino, fegato, reni, pancreas, ecc.. completi, Vitamine e minerali, EBV, HIV, Immunoglobuline, Marker tumorali, Fattore reumatoide. HbA1c e altri ancora.

Tra tutti gli esami fatti non emerge, a detta dei medici consultati, segni che possano indicare in modo specifico una determinata patologia. Fatto sta, che i disturbi continuano a manifestarsi ed io purtroppo, non so più cosa fare per venire a capo della situazione.

La ringrazio nuovamente per la sua cortese disponibilità e resto a disposizione, qualora necessiti di ulteriori informazioni per avere un quadro completo.

Grazie mille




[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

a questo punto il quadro è di difficile definizione, soprattutto on line.
I vari specialisti su cosa si sono in linea di massima orientati?
Anche un problema odontoiatrico e/o mandibolare non sarebbe da escludere, ha fatto una visita odontoiatrica o gnatologica per valutare eventuali problemi all'articolazione temporo-mandibolare?

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente
Buonasera Dottor Ferraloro,

concordo con lei con il fatto che effettivamente sia un quadro complicato.

I vari specialisti che ho consultato erano quasi tutti concordi nell'affermare che difficilmente la varietà dei sintomi potesse essere riconducibile ad un unico problema, quantomeno i punti 1 e 3.

Di seguito le fornisco le ipotesi fatte da alcuni: labirintite, problemi cervicali, CFS, disturbo ansioso, carenza di sali minerali o vitamine, infiammazione cronica alle tonsille (effettuata tonsillectomia lo scorso marzo).

Ho tentato, oltre alla tonsillectomia, diversi approcci terapeutici orientati verso le cause ipotizzate. Con risultati insoddisfacenti.

L'acufene non é mai migliorato.

Il malessere generale, vertigini e stanchezza hanno delle fasi cicliche di momentaneo miglioramento ma poi ritornano sempre.

I fischi/scosse associate al movimento oculare (punto 2) sono comparsi recentemente (circa 3/4 mesi fa). Prima mi accadeva sporadicamente solo nella fase di risveglio.

Comunque sia seguirò di certo il suo prezioso consiglio, per cercare un eventuale problema temporo-mandibolare, sperando che possa essere la volta buona.

Ho ancora un dubbio legato al punto 2.
Ho provato a cercare una definizione a questa problematica, ma sinceramente brancolo nel buio, come si potrebbe chiamare in termini medici?
Puo essere anch'esso legato ad un problema temporo-mandibolare o é un qualcosa da verificare in altro ambito?

Inoltre le sarei molto grato se mi desse un suo parere su questo punto specifico.

Ringrazio nuovamente per la sua disponibilità e saluto cordialmente.

[#5]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

il punto 2 non è facile da decifrare, potrebbe trattarsi di un fenomeno riflesso ma è solo un'ipotesi. Mi pare che manchi una visita oculistica, partendo il sintomo dal movimento oculare potrebbe effettuarla per sentire un altro parere.
Faccia queste due visite e veda cosa Le dicono i colleghi.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente
Buonasera Dottor Ferraloro,

ci terrei molto a ringraziarla per i suoi preziosi consigli e la cortese disponibilità. Vedrò di prendere appuntamento per tentare queste due possibilità.

Cordiali saluti

[#7]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

di nulla, grazie a Lei per averci scelto.
Le auguro di potere risolvere al più presto il Suo problema.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro