Utente 262XXX
Mi hanno trovata una cisti ovarica corpuscolata, non sapendo se è endometriosi o meno mi hanno prescritto la nuova pillola Visanne composta da dienogest.

anni fa per cisti normali ho preso la yasminelle. e mi aveva fatto venire con più frequenza l'emicrania con aurea (di cui ho iniziato ad avere episodi prima della yasminelle).

questa essendo solo dienogest, mi hanno detto che è meno rischiosa delle pillole contraccettive e non porta ictus, trombosi o infarti e non porta aumento degli episodi di aurea visiva con emicrania ed è ben tollerata.

Confermate? Posso stare tranquilla a riguardo?

a fronte del prolasso mitralico moderato con due lievi insufficienze e degli episodi di bocca "storta", presumibilmente di origine ansiosa, a cui vi rimando nella mia cronologia qui sul sito (se non potete arrivare al consulto in cronologia vi mando il link), posso cominciare la cura con Visanne?

ho già fatto analisi protrombina negativi e markers negativi.

ci sono particolari problemi con l'assunzione di frontal e visanne?

grazie.

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Signora,

ho letto il consulto precedente relativo al sospetto TIA.
Per quanto riguarda l'emicrania con aura le linee guida internazionali sconsigliano l'assunzione di anticoncezionali orali, sia estroprogestinici che soltanto progestinici, come il visanne.
Tra le due categorie farmacologiche però il rischio di eventi vascolari acuti cerebrali e cardiaci è certamente inferiore col solo progestinico, addirittura alcuni studi riferiscono soltanto un lieve aumento del rischio statisticamente non significativo.
L'ipertensione arteriosa e il fumo di sigaretta associato al progestinico aumentano invece significativamente il rischio.
Una preliminare RM encefalica con sequenze angio sarebbe anche utile effettuarla considerati gli episodi di deviazione della rima buccale attribuiti dai medici che La seguono a disturbo d'ansia ma in effetti di non univoca interpretazione.
Concludendo, le linee guida sconsigliano la pillola ma individualmente esistono casi in cui il rapporto rischio-beneficio contempla la sua assunzione.
Col frontal invece non ci sono problemi, unico accorgimento è non assumerlo in prossimità della pillola ma lontano da questa.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 262XXX

buona serale riscrivo perchè durante l'assunzione di visanne sto avendo diversi problemi.assumo visanne da ottobre ormai

da un mese avverto sbandamenti vertigini che si prolungano per qualche minuto molto intensi da avere difficoltà a stare in piedi o muovere la testa sebbene l'equilibrio lo tenga a stento. per poi diminuire gradualmente. almeno una/due volta alla settimana. ho chiesto alla gine cologa e mi ha detto che se sono gestibili non ci sono problemi e me li posso tenere.

giorno 20 dicembre ho avuto mal di schiena forte da non poter stare in piedi e dunque un giorno di riposo poi mi è passato.

Sotto natale, per santo stefano o il giorno dopo mi pare ho avuto forti sbandamenti continui da avere difficoltà a piegarmi per lavarmi i denti o muovermi in generale anche se l'equilibrio come per il mese passato sebbene traballassi lo reggevo. la differenza con le vote precedenti è stato che questi sbandamenti erano continui e si sono prolungati per mezza giornata anche da seduta (non potevo muovere neanche la testa). nello stesso giorno agli sbandamenti si è aggiunto forte mal di testa che però non ho trattato con antalgici e che quindi nè durato fino al giorno dopo sparendo spontaneamente.
dal giorno dopo però ho avuto forte mal di schiena fino ad oggi. se mi muovo per un pò ho dolore e devo distendermi. ho male alle spalle braccia collo gabbia toracica la sento a volte dolente e a volte "fasciata" e ho sentito un paio di volte dei tic interni alle gambe come degli scattini che non si vedono esternamente o. formicolio bruciore prurito e fitte sensazioni di difficoltà a piegare la schiena o le spalle e pesantezza agli arti. pesantezza fino a tempie e zigomi. tutto questo ora si localizza molto più nel tratto superiore. ma mi sto iniziando a preoccupare non ho trattato con nessun farmaco mi limito a stare a letto e riposare, e il dolore scema. se mi muovo facendo anche qualcosa di semplice mi si indolensisce nuovamente. mi aumenta dal pomeriggio la mattina forse grazie alla notte mi sento meno dolente.
ho chiesto alla ginecologa dopo 4 giorni di dolore e i ha detto che potrebbe essere la postura visto che sto molto seduta a che non pensa sia visanne.
giorno 31 mi è scesa la pressione minima a 45 e ho iniziato ad avere extrasistole che ancora oggi mi accompagnano (soffro anche di prolasso mitralico)

a prescindere mi sto preoccupando perchè ho anche una scoliosi e non ho mai sofferto di mal di schiena.
non mi spiego tutti questi sintomi. sedentaria lo sono da diverso tempo perchè lavoro al pc e non ho mai avuto problemi del genere. l'unica cosa è che adesso avevo una postazione decisamente scomoda che da quando ho mal di schiena ho abbandonato. a prescindere da una postazione scomoda e una postura scorretta è normale avere 12 giorni di mal di schiena invalidante (perchè di fatto non posso fare niente e mi muovo lentamente)? devo prendere farmaci? fare lastre? può succedere qualcosa di grave, ho la fissazione che a forza di avere la schiena dolorante mi si irrigidisca tutto schiena e gli arti, forse è solo fantasia di un'ansiosa che non ha mai avuto mal di schiena ma è possibile che si arrivi a situazioni gravi, irrigidimento ecc? insomma mi devo preoccupare? grazie.

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

In generale cefalea e mal di schiena sono effetti collaterali comuni dell'anticoncezionale visanne. Come Le dicevo però questa è un'informazione generale e non è detto che corrisponda al Suo caso particolare.
Prima sarebbe necessario indagare la colonna vertebrale ed in particolare il tratto lombo-sacrale mediante una visita presso il Suo medico curante o un neurologo e poi, se ritenuto opportuno, mediante esami strumentali, come RX o RM, personalmente preferisco il secondo.
Non pensi però malattie gravi e si rassereni ma attenzioni il problema perché mi pare stia compromettendo la qualità della vita.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente 262XXX

caro dottore,
mi ritrovo a riscriverle per segnalare un altra situazione mai avuta prima che mi preoccupa e che temo possa essere riconducibile al visanne.
sabato scorso (23 maggio) mi sono alzata velocemente dal letto dove ero intenta a leggere al pc per andare in un' altra stanza. nel tragitto mi sentivo stordita appena entrata in stanza ho avuto una sensazione di bruciore alla testa come un'ondata, non ci ho visto più (nero) e poi mi sono sentita risucchiare verso terra. quindi un pò per la spossatezza e un pò perchè capivo che non ce la facevo a stare in piedi mi sono inginocchiata di peso per qualche secondo.Non ho perso i sensi sono rimasta in ginocchio. siccome c'era bisogno di me, mi sono fatta forza e mi sono alzata una volta riaquisita la vista. mi sono vista allo specchio ero bianca in viso. sono andata direttamente a letto e ho cominciato a prendere cose per riprendermi mangiando e bevendo cose zuccherate e prendendo più vitamine di quante ne prendo quotidianamente. qualche giorno prima mi sentivo comunque un pò più stanca del solito.

Ho sofferto sempre un pò di pressione bassa di norma ho 90/50 80/50, non sono mai svenuta, mi è capitato di avere la testa confusa affanno e vista nera ma sono rimasta sempre in piedi, mi fermo, mi appoggio e poi riprendo a camminare come se nulla fosse. Non sono mai arrivata ad inginocchiarmi. C'è da dire che questo episodio si verifica dopo dei giorni molto stressanti emotivamente che mi hanno messa a dura prova.

detto questo la cosa mi ha preoccupata e ho fatto analisi del sangue con tutti i sali minerali emocromo ecc. tutti sono nella norma. nessuna carenza.

qualche giorno prima di questo episodio avevo avuto dei disturbi visivi (ne ho scritto nella sezione oculistica ma nessuno ha risposto) non so se sono ricollegabili ma al momento comunque sono direi quasi spariti.

prendo lucen ogni giorno da un mese e il visanne da ottobre con scarsi risultati circa la cura della cisti.

Siccome nonostante l'esito dell'esame da quel giorno circa una settimana, alle volte continuo a sentirmi traballante, spossata, stordita con pesantezza alla testa, sono pallida e ho la pressione comunque bassa, mi sono letta il foglio di visanne che recita "se compare uno di questi disturbi segno di trombosi sospenda subito e chiami un medico" tra i sintomi c'è svenimento o vertigini, debolezza.
Mi sto iniziando a preoccupare.
ho anche un prolasso mitralico che non controllo da 3 anni e mezzo (ma il cardiologo mi ha fatto un elettrocardiogramma per delle exstrasistole che avvertivo a febbraio e che dopo questo evento in questi giorni sono ritornate che diminuendo il battito cardiaco.

questa sintomatologia è da riferirsi a qualche problema neurologico magari alla visanne?

la pressione adesso oscilla e non ne capisco molto ho comprato per l'occasione due misura pressione uno da polso automatico e uno tradizionale manuale a braccio. c'è quando segnano uguali e quando segnano diversi. quello automatico oscilla quasi sempre dai 63 ai 77 come massime. minime dai 43 ai 55 talvolta aumentano. quello a braccio ha segnato dai 80/50 in sù. proprio perchè tendo a dare ascolto più a quest'ultimo e avendo gli esami ok che se volete riporto voce per voce, mi domando se sia un problema di circolazione, di cuore o neurologico. Non so se ascriverlo ai sintomi descritti dal foglio del visanne sulla trombosi o ad altro

chiedo a voi.

ps. inutile dire che poi ci sono sintomi come formicolio alle mani, oggi avevo la sensazione di avere un orecchio che sentiva meno... che credo siano da ricondurre ad uno stato ansioso.

[#5] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

l'episodio descritto, considerata la modalità d'insorgenza <<mi sono alzata velocemente dal letto dove ero intenta a leggere al pc per andare in un' altra stanza>> farebbe pensare un problema pressorio che a volte, in alcuni soggetti, può succedere proprio nelle circostanze riferite cioè passaggio brusco dalla posizione sdraiata o seduta a quella eretta, questa condizione viene definita "ipotensione ortostatica". Come Lei certamente capisce, questa è solo un'ipotesi a distanza, comunque ritengo che non abbia nulla a che fare con episodi trombotici.
Dei due sfigmomanometri preferisca quello classico, manuale, non li usi contemporaneamente perchè c'è il rischio di confondersi.
Per una valutazione diretta una visita neurologica sarebbe indicata.
Eviti di alzarsi in maniera brusca.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente 262XXX

circa una settimana fa ero seduta sul divano intenta a leggere, una volta cambiatami di posizionel ho avvertito un dolore in fondo alla schiena ed ho avvertito un dolore alla natica sinistra al lato sinistro del colon all'inguine e alla gamba sinistra fino al piede. avevo difficoltà di movimento ma la gamba non era gonfia. in più avevo stimolo ad andare di corpo.lì per lìho pensato alla posizione e ad un sintomo della cisti ovarica che ho a sinistra ma poi il dolore è continuato per 4 giorni ed è diventato più forte: era localizzato zona natica sinistra, e si irradiava in tutta la gamba fino al piede, fino a zoppicare e a non dormire. poi ieri e l 'altro ieri mi è diminuito, passato, ma sentivo gamba e piede ingessati e "incriccati" quando camminavo come se avessi una gamba più lunga dell'altra. quando cammino e metto una mano nell'anca sento fare clac come se ci fosse un muscolo accavallato, il dolore e il senso di fastidio e ingessatura lo sento in caviglia che non riesco a stirare tutta quando cammino (perchè mi tira il polpaccio) ginocchio e anca. nel colon basso e nel fianco, mi è passato il fastidio. Oggi mi nuovamente tornato il dolore forse perchè ho sforzato la gamba camminando piegandomi e zoppico come da una settimana, non ho preso alcun farmaco perchè il dolore non è continuo, un giorno c'è l'altro giorno si acutizza, il giorno dopo diminuisce poi ritorna ecc). sembra una sciatalgia o uno strappo muscolare ma prendo il visanne e ho paura possa essere una trombosi venosa. toccando la gamba non mi fa male tranne un punto della natica quando pressavo e un pò la caviglia. In questo momento è indolenzita. Sono spaventata, in questo momento sono in tilt mi sento lo stomaco contratto e ho fiato corto e mi spavento sempre di più leggendo su internet i sintomi della trombosi che mi sembrano simili. ho misurato adesso la temperatura e con tanto di aria condizionata da questa mattina ho 37.5 di febbre.

non ho un medico curante al momento. c'è da dire che ho fatto un movimento proprio con questa gamba brutto ma non ricordo quanti giorni prima del dolore. quindi non so se associarlo o meno.

[#7] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

dalla sintomatologia che riferisce l'ipotesi più probabile è quella della sciatalgia, sia in base alla localizzazione del dolore che alla sua irradiazione. Inoltre il dolore è iniziato in seguito ad un cambio di posizione sul divano.
Ovviamente questa è solo un'ipotesi a distanza, solo una visita medica diretta può confermarla o meno.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro