Utente
Gentili dottori,
Sono un ragazzo di 26 anni e scrivo per riportarvi il mio problema, che da un paio di settimane mi sta rendendo la vita difficile.
Vi descrivo brevemente la storia:
Nel giugno scorso ho fatto una visita dall'otorino, che mi ha diagnosticato reflusso gastro-esofageo. Dopo qualche mese, ho iniziato ad accusare dei fastidi alla testa: mi sentivo come "rintontito", avvertivo una sensazione di "ubriachezza" e di "morsa" alla testa, come se ci fosse qualcosa che mi comprimeva il cranio. Inoltre avevo fastidio all'orecchio destro.
Sono andato dal mio medico, che mi ha fatto un test (tipo farmi seguire il dito con gli occhi, prove dei riflessi ecc...) e mi ha detto che secondo lui era stress, visto che stavo conducendo una vita un po' movimentata tra lavoro ed università.
A settembre ho fatto le analisi del sangue che sono risultate buone su tutti i valori.
Circa due settimane fa, ho avuto di nuovo fastidi alla testa: sensazione di "morsa", come se qualcosa mi comprimesse dentro. Inoltre molto spesso quando muovo gli occhi o il collo, avverto delle sensazioni di vertigini e di nausea molto fastidiose, che si accentuano in alcune situazioni: quando mi trovo in certi luoghi mi da un po' di fastidio la luce. Mi sento come "rintontito", ho spesso un lieve mal di testa. Ma la cosa più fastidiosa è che questo senso di compressione mi impedisce di stare tranquillo: spesso parte dal retro del cranio (quasi come se fosse a volte una leggera scossa") e si sviluppa un po' ovunque. La cosa aumenta quando fumo una sigaretta (perché purtroppo sono fumatore, anche se avevo smesso qualche tempo fa). Se sto con una postura corretta, il problema sembra alleviarsi anche se non passa.
Spero di essere stato chiaro, nonostante la "metaforicità" un po' banale nella descrizione dei sintomi.
Aggiungo per chiudere, che sono una persona abbastanza ansiosa soprattutto per quanto riguarda la salute, ma questi sintomi li sento tutti e da due settimane mi è difficile mettermi sui libri.
Grazie ancora, vi auguro una buona giornata!

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

una delle ipotesi possibili, considerato quanto scrive, è data dalla cefalea di tipo tensivo che non raramente si manifesta con la sintomatologia riferita, cioè con senso di compressione della testa e cefalea anche lieve, a volte addirittura assente.
Capisce bene però che questa è solo un'ipotesi a distanza e che deve essere confermata mediante visita diretta, pertanto se il problema dovesse persistere Le consiglio di rivolgersi nuovamente al medico curante o ad un neurologo.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio molto Dottor Ferraloro. In effetti il mal di testa in sé per sé è praticamente assente e di fatto non vivo bene queste situazioni perché penso sempre al peggio. A questo punto aspetto qualche giorno, poi se non passa richiedo una visita neurologica.
La ringrazio ancora per la disponibilità!
Un saluto

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Di nulla, buona settimana!

Cordialmente

Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente
Gentile Dottore,
In settimana fisserò una visita neurologica. Durante questa settimana ci sono stati dei momenti migliori, ma in generale ho continuato ad avere questo disturbo...Una sorta di senso di formicolio che parte dalla nuca, con sensazione di pressione alla fronte ed ai lati, con dolore sempre minimo o assente...Inoltre ho la vista pesante, mi sento come se avessi gli occhi sempre stanchi ed a volte ho la sensazione che si "incrocino"... Ho continuato a studiare (con un po' di fatica) e sono andato pure a correre, senza che ci fossero problemi, ma ho sempre la paura che sia qualcosa di grave...
Grazie ancora e buona giornata..

[#5]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

non si faccia prendere dalla paura, faccia serenamente la visita neurologica e stia tranquillo.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente
La ringrazio dottore, cercherò di farlo. Anche il mio medico curante mi disse che secondo lui si trattava di stress, tuttavia ho avuto un parente che è venuto a mancare per un tumore alla testa e non riesco a stare del tutto tranquillo.
La ringrazio moltissimo ancora