Utente 416XXX
Salve, ho 43 anni e scrivo perchè l'ansia mi sta uccidendo. Premetto che, date le varie vicissitudini della mia vita, sono diventata ipocondriaca e molto ansiosa, ma non credo la cosa sia collegata, o forse si, non so. Spiego: da un paio di settimane avverto dei formicolii alle mani e ai piedi. Non sono continuativi, ma frequenti durante il giorno. Un momento mi si addormentano le dita del piede destro, ad esempio, dopo pochi secondi passa e dopo un po mi si addormenta la mano sinistra. Poi passa e dopo un po mi si addormenta l'altro piede e cosi via dicendo. Con delle pause temporali anche di ore, a volte di pochi minuti, a volte sto tutta la mattina senza avvertire nulla, poi nel pomeriggio ricominciano. Ogni tanto mi è capitato di sentire anche una sensazione di intorpidimento alla guancia destra, Dura pochissimi secondi, poi passa, poi magari la risento a distanza di tempo, anche il giorno dopo. Inutile dire che la paura è quella della Sclerosi Multipla o, peggio, della SLA e la mia paura è dovuta anche al fatto che ho già la celiachia e il morbo di basedow per cui ho il terrore che il mio sistema immunitario possa sbagliare mira di nuovo. Solo che così non vivo più. Sono stata a visita da una neurologa l'altro giorno e dalla visita, a detta sua, non è emerso nulla se non una vivacità di riflessi (che poi io sono andata a leggere su internet e il collegamento è sempre alla sclerosi multipla. Lei ha detto che potrebbero essere collegati alla mia ansia o a qualche ernietta cervicale), mi ha comunque prescritto i Pess e la Risonanza magnetica all'encefalo e al rachide cervicale. Inutile dirle che sono nel panico piu totale e ogni volta che avverto questi formicolii mi si gela il sangue. Quando sono in palestra, mentre corro per esempio, non sento nulla, poi quando mi fermo per qualche secondo avverto i formicolii ai piedi, poi,dopo un pò passano per poi ricomparire nel corso della giornata, come dicevo prima, a più riprese, spostandosi qua e la. Non riesco a capire come mai. L'anno scorso, proprio di questi tempi, avevo sempre fasciolazioni, un po sparse dappertutto, Il pollice dell amano destra mi si è mosso da solo per mesi, poi finito, passato. La prego mi dica secondo lei cosa ho? Devo preoccuparmi? Pensa che possa essere Sclerosi Multipla? O ancora peggio la SLA? Farò tutti gli esami ma l'attesta è a dir poco snervante e io sono spaventatissima. Non dormo più. La prego mi aiuti. Grazie

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

mi sembra davvero una paura immotivata, le parestesie intermittenti, di breve durata e migranti non fanno pensare malattie importanti.
E poi perchè teme la SLA? perchè ne ha sentito parlare? questa malattia, almeno all'inizio, non causa sintomi sensitivi ma solo motori.
Stia tranquilla e faccia serenamente gli esami prescritti.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 416XXX

La ringrazio molto per la sua immediata risposta. Non so perchè temo la SLA, in realtà temo più che altro la sclerosi multipla, la SLA era più collegata alle fascicolazioni che avvertivo l'anno scorso e anche in quel caso andai in rete e trovai il "lieto" collegamento. Ma è un periodo che temo tutte le malattie autoimmuni. Da quando mi hanno detto che chi ha una malattia autoimmune ( o due come me) è più predisposto ad averne altre è iniziato un inferno per me. Ho avuto una vita non facile, da quando ero piccina non ho fatto che girar per medici e ospedali per 43 anni e sono anche un pò stanca. Non riesco a vivere un po serenamente. Ora questi sintomi di formicolii mi hanno gettata in uno stato di ansia difficile da comprendere per chi mi sta vicino. Ogni volta che sento un formicolio mi si gela il sangue. Spero di poter fare al più presto tutti gli esami. Quello che non mi spiego è come mai la neurologa che mi ha detto che secondo lei non ho nulla mi ha comunque prescritto gli esami. Si, è vero che vuole accertarsi su una eventuale ernia cervicale, ma se così fosse non sarebbe bastata la Risonanza? Perchè i PEss? E poi la vivacità dei riflessi, anche questa sua frase mi assilla perchè, cercata su goodle, è collegata anch'essa alla sclerosi multipla. Scusi tanto lo sfogo e gli eventuali errori, credo che questo vostro servizio sia di grande sostegno per chi, come me, ha bisogno di parlare con qualcuno che possa dare un parere professionale.

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

i riflessi vivaci non sono specifici della SM, si possono riscontrare anche in soggetti normali, sapesse quanti ne vediamo ogni giorno!

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente 416XXX

Grazie mille. lei è molto gentile e mi perdoni se approfitto ancora della sua gentilezza e professionalità per chiederle qualche altra spiegazione.
1 - Lei mi ha scritto che le parestesie migranti non sono sintomi di SM. Che vuol dire esattamente? Che nella SM le parestesie prendono un arto e li restano senza interruzione? Se così è, allora, in base alla sua esperienza, a cosa potrebbero essere attribuite? Il fatto che ce le ho spesso da seduta o sdraiata, ma quando mi muovo passano e che di notte quando dormo non ho più nulla, i sintomi si ripresentano dopo un po che i sono svegliata, la può aiutare meglio a fare delle ipotesi?
2 -ho letto in rete anche storie di gente che ha avuto diagnosi di SM con sintomi iniziali come i miei, cioè "parestesie ai piedi e alle mani, a volte si e a volte no" (per citare le parole di chi racconta questa cosa. Nonostante quello che lei dice, può succedere che la SM si manifesti anche con parestesie migranti e che poi si aggravano nel tempo?
2- sempre in base alla sua esperienza, quanti casi di gente già affetta da celiachia e tiroidite autoimmune poi sviluppa anche SM o altre malattie autoimmuni più gravi? Questo collegamento tra malattie autoimmuni c'è davvero e in che percentuale?
Mi perdoni ma nella mia testa ho mille dubbi, domande, paure, speranze, ho bisogno di capire. Grazie di cuore

[#5] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

le parestesie migranti e di breve durata generalmente ci lasciano tranquilli ma in medicina l'eccezione o il caso particolare è in agguato. Le notizie diagnostiche che diamo on line si basano su dati statistici.

<< Il fatto che ce le ho spesso da seduta o sdraiata, ma quando mi muovo passano e che di notte quando dormo non ho più nulla, i sintomi si ripresentano dopo un po che i sono svegliata, la può aiutare meglio a fare delle ipotesi?>> cause compressive dei nervi periferici? Cause ansiose?

Correlazione tra le malattie del sistema immunitario? Una correlazione può esistere, non ho però una casistica quantificabile percentualmente, ma la frequenza non è elevata.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente 416XXX

La ringrazio Dottor Ferraloro, non so come fare a farmi passare questa ansia che mi sta divorando. Non mi piace disturbare continuamente approfittando della disponibilità di professionisti come lei ma mi creda, scrivere le mie paure è l'unico modo che ho per non impazzire. Per fare la Risonanza passa un pò di tempo per cui devo trovare il modo di placare le mie paure in questa attesa. Il pensiero che io potrei avere la SM non mi fa vivere serenamente, sono sempre triste e angosciata come se me l'avessero già diagnosticata, non riesco neanche più a lavorare serenamente. Mi permetto di domandarle un'altra cosa. La neurologa mi ha prescritto anche i PESS che farò lunedì prossimo, quindi prima della Risonanza per la quale l'attesa è purtroppo più lunga. Mi chiedo come mai mi abbia prescritto anche i Pess, La risonanza non era sufficiente? E questi Pess sono dolorosi? La neurologa non mi ha spiegato come si effettuano.
Voglio anche raccontarle un altro sintomo che avverto da qualche ora. Le parestesie oggi pomeriggio sono state meno ma in compenso, come le dicevo da un paio di ore, avvero come una sensazione di freddo ai piedi. E' un sintomo che delinea meglio la possibile causa o no?

[#7] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

lo studio dei PESS non è doloroso, stia tranquilla.

Per quanto riguarda l'ultimo sintomo che menziona, non mi sembra particolarmente significativo, in ogni caso va visto nel complesso del quadro clinico.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#8] dopo  
Utente 416XXX

La ringrazio infinitamente, cercherò di fare al più presto la Risonanza e nel frattempo cercherò (sicuramente senza risuscirci ) di stare più tranquilla. Mi sembra di riuscire a tranquillizzarmi quando non avverto sintomi, poi come sento qualche formicolio rivado in paranoia. Stamattina ad esempio sono andata in palestra e ho fatto 45 minuti di Tapis Roulant sena problemi. Appena finito sentivo le dita dei piedi formicolare (è normale?). Ho camminato un pò e ho fatto qualche peso ed è passato. Ma quando sento quei formicolii vado prorpio in panico e inizio a pensare di avere la sm, di come mi cambierebbe la vita di come dovrei affrontare l'ennesima malattia della mia vita. A volte non le nascondo che penso che se mi dicessero che ho anche questa potrei fare qualche gesto inconsulto. Lo so che sembro folle ma, mi creda, mi sento incapace di affrontare altro. Non ho avuto neanche la possibilità di godermi un po di serenità dopo la tiroidite (che ancora non è risolta del tutto) . Scusi lo sfogo ma è per farle capire meglio il mio stato d'animo. Le farò sapere, spero buone notizie. Grazie di cuore

[#9] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

La capisco, cerchi però di non bagnarsi prima che piova.

Ok, mi faccia sapere gli ulteriori sviluppi.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#10] dopo  
Utente 416XXX

Gentilissimo Dr. Ferraloro torno a scriverle solo per dirle che questa mattina ho fatto i PESS. Per il referto ufficiale devo aspettare 15 giorni ma, in via ufficiosa, chi mi ha fatto l'esame mi ha detto che era tutto normale. So che la negatività dei Pess non esclude nulla, ma qualche significato ce l'ha lo stesso o no?
Per il resto non ho grosse novità, se non il fatto che, escludendo quelle due volte al giorno in cui sento le dita dei piedi formicolare, cosa che dura pochi minuti, mi sembra di stare bene. Forse, se non avessi questa paura, neanche mi accorgerei o comunque non darei loro peso. Solo che non mi spiego perchè mi succede. Lei mi ha scritto precedentemente tra le ipotesi alternative "cause compressive di nervi periferici". Cosa intendeva esattamente?
Potrebbe essere davvero un'ernia cervicale che da solo questi sintomi senza dare altri dolori?
Il fatto che mi viene spesso dopo aver fatto il tapis roulant può avere una qualche attinenza aon la schiena/cervicale?
Grazie ancora

[#11] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

già la normalità dei PESS è una buona notizia, si rassereni.

Causa delle brevi parestesie? Possibile un problema in generale alla colonna vertebrale, più che altro mi riferivo a queste situazioni, sempre come ipotesi però.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#12] dopo  
Utente 416XXX

Grazie mille Dottore, lei non immagina quanto importante sia avere un professionista che risponde a mille dubbi e paure che mi assalgono in questo momento. Grazie davvero.
Mi permetto di raccontarle una cosa così che lei possa darmi un suo parere. Ieri ho scritto alla mia neurologa, quella che mi aveva prescritto Pess e risonanza pur sostenendo che, a suo avviso, non avessi la sm. Addirittura, mentre ero a vistia da lei, ad un certo punto mi disse che nel caso di negatività dei pess si poteva anche pensare di non fare nemmeno la risonanza. Insomma sembrava che mi faceva fare degli esami per tranquillizzare me piu che se stessa. Ieri le ho scritto una mail per dirle che avevo fatto i Pess e che erano negativi (almeno da quello che in via ufficiosa mi ha detto colui che mi ha fatto l'esame). Le ho poi detto che ogni tanto continuavo ad avere dei formicolii alle dita dei piedi (alle mani meno) solo in determinati momenti della giornata e che questi formicolii durano solo pochi minuti e poi passano. Le ho praticamente detto quello che avevo scritto anche a lei. Mi aspettavo un parola che mi tranquillizzasse, un pò come ha fatto lei, dicendomi che i pess negativi già sono un buon segno. Invece la sua risposta mi ha lasciata un pò perplessa. Si, mi ha scritto che i miei sintomi, essendo fluttuanti, non sono preoccupanti, ma ha aggiunto che vorrebbe vedere anche una elettromiografia perchè, cito testualmente, "i Pess escludono un interessamento centrale delle vie sensitive. L'elettromiografia potrebbe chiarire lo stato dei nervi periferici (in particolare la velocità di conduzione)"

Ora, io mi domando perchè anche questo esame? A cosa serve? Non era sufficiente la risonanza per escludere la sm? Oppure la dottoressa sta pensando a qualche altra malattia che non mi sta dicendo? Non capisco questo cambio, proprio ora che le ho detto che i pess sono negativi. Io sono stanca, gliel'ho anche scritto nella mia risposta, sono reduce da anni di esami diagnostici e sono psicologicamente provata per cui vorrei fare solo ed esclusivamente gli esami strettamente necessari e poi vorrei provare, se Dio vuole, a tranquillizzarmi e a godermi un pò la vita. Lei crede che io debba fare anche l'EMG? Premetto che l'EMG l'ho già fatta l'anno scorso per il porbelma della mia orbitopatia basedowiana, volevano escludere altre cause tipo la miastenia (che fortunatamente è stata esclusa). Me la fecero al braccio destro e agli occhi ed era tutto ok. Secondo lei è davvero così necessario che io ripeta questo esame? Io sto iniziando a pensare di cambiare neurologa perchè questa non riesco a comprenderla, non mi spiega bene le cose, non è affatto tranquilliazzante. Mi da un suo parere? Per me sarebbe importante, grazie

[#13] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

non si allarmi, probabilmente la collega con l'EMG vuole esaminare anche i nervi periferici, non per sospetta SM in quanto l'EMG non è un esame utile per questa malattia, ma per i motivi di cui Le parlavo precedentemente, per es. della colonna vertebrale. E' ovvio che l'esame principe per escludere una SM resta la RM encefalica e midollare.
E' necessario fare l'EMG? Necessario no, utile in caso di esito negativo della RM però sì.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#14] dopo  
Utente 416XXX

Ok, ora ho capito meglio e mi sembra più sensato. Quindi, se ho ben capito, se dalla RM non si evidenziasse nulla, nè sul fronte della SM ne sulla cervicale l'EMG è sempre consigliata? Cosa potrebbe evidenziare? Se non la facessi cosa rischierei?

P.S. le illustro in tempo reale una sensazione che ho da una decina di minuti, sento come un leggero formicolio anche alle labbra. Mi sta risalendo l'ansia. Che può essere?

[#15] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

non effettuando l'EMG si preclude la possibilità di verificare un'altra ipotesi diagnostica, resterebbero dubbi sulla natura del disturbo.

Riguardo la parestesia alle labbra, non è possibile stabilire a distanza da cosa possa originare, aspetti l'esito della RM.
Se la sensazione fosse di breve durata in generale non farebbe pensare malattie importanti, almeno statisticamente parlando.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#16] dopo  
Utente 416XXX

Grazie mille, al momento sembra passato. Certo è che così non si vive più. Non capisco perché continuo a sentire queste sensazioni strane, se le sento perché sono allerta. Bah
Ho capito il discorso dell'EMG, ma io al momento, forse sbagliando, voglio solo escludere la sm perché, una volta esclusa quella, i sintomi che sento non mi darebbero nemmeno fastidio più di tanto,non sono invalidanti ne insopportabili. Nel momento in cui so che non è una cosa grave probabilmente neanche mi accorgerei di averli. A questo punto però devo chiederle: nel caso in cui La RM esclude la sm e una patologia cervicale, quali sono le altre ipotesi diagnostiche che l'EMG potrebbe mettere in evidenza o escludere? E qual è il rischio che corro se non indago?

[#17] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

in rapporto alla Sua sintomatologia l'EMG potrebbe escludere o meno neuropatie periferiche in generale, anche di origine lombare.

<<E qual è il rischio che corro se non indago?>> già risposto, <<si preclude la possibilità di verificare un'altra ipotesi diagnostica, resterebbero dubbi sulla natura del disturbo.>>

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#18] dopo  
Utente 416XXX

Grazie Dottor Ferraloro e mi perdoni se la tempesto con i miei duemila quesiti. Sono andata a vedere su internet cosa sono le neuropatie periferiche e ho letto cose che era meglio non leggere. Adesso se mi escluderanno la SM dovrò pensare ad altre duemila possibilità, tutte non belle. Potrei avere il diabete mellito,la sindrome di Guillain-Barré, l'artrite reumatoide, malattie renali, lupus eritematoso sistemico, la sindrome di Sjögren e così via dicendo senza soluzione di continuità. In molti casi si parla di malattie autoimmuni per cui, avendone io già due, ora non so più su cosa imparanoiarmi prima. Così non ne esco più. Queste neuropatie periferiche non sono nulla di tranquillizzante. E l'ansia cresce.

[#19] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

non pensi queste improbabili forme dí neuropatia in rapporto alla Sua lieve e sporadica sintomatologia. Mi riferivo a forme lievi, anch'esse non molto probabili. Si rassereni e mi scusi se l'ho fatta preoccupare, il mio intento era quello opposto, di tranquillizzarLa.
Stia serena, è possibile che non abbia nulla di organico e che siano anche manifestazioni psicosomatiche.

Buona giornata
Dr. Antonio Ferraloro

[#20] dopo  
Utente 416XXX

Non ha alcun motivo di scusarsi. Non è lei che mi ha fatto preoccupare, probabilmente dovrei smettere di fare ricerche in internet ma non ce la faccio a smettere, non riesco a distrarmi , ormai è diventata una fissazione. Chi mi sta vicino, amici e il mio compagno, mi dicono che ormai sono fuori di testa, che sono ipocondriaca, che, per qualunque cosa, penso sempre a male, che vedo sempre tutto nero e forse hanno ragione ma se è così vuol dire che fino ad oggi la vita non è stata molto simpatica con me e quindi mi aspetto che continui a non esserlo.

Volevo chiederle una cosa, tanto per scrupolo. Sin da piccola, sopratutto d'estate, soffro di sudorazione alle mani e ai piedi, sicuramente l'ansia c'entra molto dato che la sera, quando mi rilasso e magari mi appisolo sul divano , mi passa tutto. Mica ci sono dei nessi con i formicolii?

P.S. il 27 Luglio farò finalmente la risonanza.

[#21] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

molta componente ansiosa è indubbio che ci sia.

Non vedo correlazione tra la sudorazione che riferisce ed i formicolii.

Ok per la RM.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#22] dopo  
Utente 416XXX

Gentilissimo, mi perdoni se torno a importunarla, ma quando ho questi momenti di panico ho bisogno di "parlare" con qualcuno. Da questa mattina sono già tre volte che avverto parestesie alle dita dei piedi, alcune volte non tutti ma solo gli ultimi due. Non ho fatto attivita fisica, la prima volta, questa mattina, mentre camminavo, le altre mentre ero o seduta o sdraiata sul divano. Non so se è effettivamente cosi ma ho la sensazione che le parestesie si siano più localizzate alle dita dei piedi rispetto all'inizio, quando le avvertivo anche alle mani. anche adesso mi capita di sentirle alle mani quando, per esempio, sono sdraiata e guardo il telefono. Poi basta che le abbasso di lato che passa. Però quelle che mi inquietano di piu sono le parestesie alle dita dei piedi. Durano pochi minuti. Mi chiedo perchè alle dita dei piedi? So che devo stare calma fino a risonanza ma non mi riesce e ogni volta che sento i formicolii piango. Continuo a leggere in rete tutte le possibili cause di questi sintomi ma non riesco a trovare, nemmeno per sbaglio, una sola causa "benigna" e di poco conto che potrebbe causare questi sintomi e di conseguenza calmarmi un pò lasciandomi ben sperare.
So che per il mio benessere non i direbbe mai una sua ipotesi grave ma la prego, mi dica con tutta onestà, e sulla base della sua esperienza (chissà quanti casi come il mio avrà visto) cosa devo aspettarmi davvero? Devo prepararmi al peggio, di qualunque tipo esso sia? Quante probabilità ci sono che tutto si risolva in qualche sciocchezza?
Ultima domanda: basta la risonanza magnetica all'encefalo e rachide cervicale? Oppure dovrei fare anche la schiena? La neurologa mi ha prescritto solo encefalo e rachide cervicale. Sono sufficienti ad escludere la sm?
Grazie infinite per la pazienza e la disponibilità. Spero che continuerà ad essere cosi comprensivo. Grazie di cuore

[#23] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

lasci stare internet per autodiagnosi e lo utilizzi per altri motivi.
L'autodiagnosi in Rete non esiste, non ho mai visto un caso che abbia "azzeccato" per cui lasci stare, crea solo "patologie da Rete" che poi sono difficili a curare. Questa insistenza ad andare in Rete lascia intendere uno stato ansioso notevole con componente ossessivo-compulsiva.
È ovvio che la sintomatologia riferita possa essere anche una sciocchezza, chi l'ha detto che una parestesia sporadica e di breve durata debba essere espressione di una malattia importante?

Per quanto riguarda la RM invece, questa va fatta per completezza a tutto il midollo e non solo al tratto cervicale.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#24] dopo  
Utente 416XXX

Sulla compulsività non posso darle torto, mi accorgo anche io che non riesco a tenermi. Ci sono momenti in cui riesco, come per magia, ad essere più serena, più positiva. Come stamattina, fino alle 17 sono stata bene, sono andata in palestra e non ho avuto alcun sintomo. Poi sono venuta a lavoro e mentre stavo seduta ho risentito le maledette parestesie alle dita dei piedi, prima a destra e poi subito dopo anche a sinistra. Durate pochi minuti. Dopo poco l'ho risentita ad un dito solo, poi passata di nuovo. Mi chiedo e le chiedo:
1- visto che prima mi sembrava di sentire questi formicolii anche alle mani, il fatto che ultimamente si siano localizzate alle dita dei piedi, sulla base del fatto che, se migranti sono non pericolose, è un fatto preoccupante? Come mai restano alle dita e non prendono il piede tutto o la gamba? Solo le dita. E' una cosa positiva o negativa?
2- l'anno scorso ho avuto per molte settimane fascicolazioni. Prima al pollice che si muoveva da solo, poi al polpaccio, poi al dito del piede e cosi via dicendo. Inutile dirle che anche in quel caso andai in rete e mi prese la pausa della SLA. Ora non le sento più, forse capita qualche volta. All'epoca scoprii un forum sulle fascicolazioni benigne in cui molti raccontano anche di avere qualche parestesia. Potrebbero essere "benigne" come le fascicolazioni? Senza un vero motivo?
3- da neurologo, lei prescrive tutti gli esami per scongiurare la sm solo se ha un reale sospetto oppure li prescrive sempre? Perchè continuo a chiedermi perchè, se la neurologa è realmente sicura che non ho nulla come mi aveva detto, mi ha prescritto gli esami?
4- mi può dire per favore la dicitura esatta da far scrivere sulla prescrizione medica della rm? Perchè ad ora c'è scritto encefalo e rachide cervicale ma voglio farla correggere cosi da non avere altri dubbi una volta fatta
Grazie

[#25] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

le diciture possono essere diverse, per es. "RM encefalo e midollo in toto", oppure "Rm encefalo e rachide cervicale, dorsale e lombare" anche per studiare la colonna lombosacrale al fine di escludere eventuali problemi della colonna o dei dischi intervertebrali.
Vede il caso delle fascicolazioni? Si è terrorizzata per la SLA, autodiagnosi in Rete, ma non era nulla d'importante.
Riguardo le parestesie Le dico che la stragrande maggioranza sono benigne.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#26] dopo  
Utente 416XXX

Grazie mille dottore. Mi farò scrivere come mi ha suggerito. Non mi spiego perchè la neurologa si è limitata all'encefalo e al rachide cervicale. Comunque nel 2011 ho fatto una rm alla schiena perche avevo avuto forti mal di schiena e sono emerse due protusioni e un'ernia tra L1 e S5 (spero di ricordare bene). La neurologa ha visionato la suddetta RM ma non credo sia questo ilo motivo per cui non me l'ha prescritta perché, se ho ben capito, la RM per scongiurare una sm va fatta dopo la comparsa dei sintomi, giusto? E poi, se pure non fosse così, alora non avrebbe dovuto prescrivermi nemmeno quella all'encefalo dato che l'ho fatta proprio l'anno scorso.
Lei crede che le protusioni e l'ernia possano dare anche i sintomi che lamento? Mi pare strano dato che sono recenti mentre le protusioni e l'ernia ce le ho da anni e , grazie agli esercizi che il mio fisioterapista mi ha insegnato, non ho piu avuto quei brutti mal di schiena.
Questa mattina però mi sono svegliata con un dolore alla nuca, come una rigidità che mi dava anche un leggero mal di testa, che poi non è sfociato per fortuna, ma li per li era latente. E non le ho detto (non so se può essere utile) che qualche mese fa rimasi bloccata col collo, come un forte torcicollo, passato poi in pochi giorni. Dopo qualche giorno mi sono comparse delle bollicine che i medici hanno giustificato come Herpes Zoster, anche se non erano convintissimi e neanche io. Ho comunque fatto la cura antivirale e tutto è rientrato, ma forse sarebbe rientrato anche senza (dato che le bollicine erano gia in fase di remissione). Questo per dire che qualche problemini alla nuca l'ho avuto, e anche prima del blocco sono stata per settimane con fastidio alla nuca, come se fosse sempre indolenzita. Stessa sensazione che ho provato questa mattina. E' come se a letto, di notte, mi desse più noia e, a volte, mi sveglio con il mal di testa. Questa notte poi mi sono svegliata anche con la mano e il braccio destro addormentato. Poi cambiando posizione è passato. Ma può bene immaginare l'ansia.
Mi vergogno a dirglielo ma sto iniziando a pensare all'ipotesi cancro al cervello....

In quanto alle parestesie delle dita dei piedi ho letto che potrebbe essere anche il diabete. Lo so che devo smetterla di andare su internet ma stamattina mi è ritornata l'angoscia perchè ho risentito piu spesso il formicolio.

Un'ultima domanda: credo di essere un pò depressa in questo periodo, me ne accorgo per i pensieri che faccio, perché piango sempre, perchè a a volte non ho voglia di alzarmi dal letto, perché vedo sempre e solo nero. Potrebbe essere un altro sintomo di qualche malattia che comprende anche le parestesie?

Grazie ancora e scusi, spero al più presto di non avere più necessità di disturbarla, ma al momento mi aiuta poter parlare con lei.

[#27] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

sia problematiche cervicali che lombosacrali possono causare la sintomatologia che riferisce, senza escludere manifestazioni psicosomatiche considerata la breve durata del sintomo ed il Suo notevole stato ansioso.
Può anche esserci un calo dell'umore che se persiste va curato adeguatamente.
Lasci stare il diabete, una neuropatia diabetica insorge dopo tempo che si è sviluppata la malattia, è una sua complicanza.
Associazione di parestesie e depressione non indica una malattia in particolare.
Comunque porsi e porre tante domande è un chiaro segno ansioso.

Cordiali saluti

Dr. Antonio Ferraloro

[#28] dopo  
Utente 416XXX

Gentilissimo Dottor Ferrarolo, torno a scriverle dopo aver passato una notte in preda all'ansia. Nei giorni scorsi mi ero un pochino tranquillizzata avendo sentito meno spesso i formucolii alle dita dei piedi (sto assumendo magnesio, non so se può avermi aiutato un po.
Ieri ho fatto 500 km con l'auto per tornare dalla mia famiglia che vive distante dal posto in cui vivo e quando sono arrivata avevo mal di schiena, quello solito che ogni tanto mi viene dovuto all'ernia e alle due protrusioni. Quando faccio viaggi lunghi mi capita di aver fastidi e ieri era più forte del solito. Fortuna che il fisioterapista mi ha insegnato cosa fare, che esercizi fate e che posizione assumere per farmelo passare. Così ho fatto. Anche se ieri era più restio ad andarsene. Poi, quando sono andata a dormire sembra essere passato. Le ho fatto questa premessa non sapendo se può esserle utile per capire e ipotizzate la causa di quello che mi è accaduto stanotte. Dopo un paio d'ora che mi ero addormentata mi risveglio con tutte e due le braccia addormentate e indolenzite. Non immagina l'ansia. Mi sono alzAta, ho camminato un po per casa scuotendole un po' ma pareva non volesse passare. Poi sono tornata a letto e i formucolii pian piano sono passati ma è rimasto questo indelebilmente che prende tutto il braccio e la mano, mi pare un po più a destra ma non ne sono sicura. Il fastidio somiglia a quello che si ha dopo aver fatto pedi in palestra, tipo muscolare. Mi era già successo di svegliarmi con un braccio addormentato ma non essendoci ripetuto non ci avevo prestato attenzione. Stanotte però mi sono spaventata essendo tutte e due le braccia ed essendo accompagnato da questi doloretti. Secondo lei che può essere? So che online fare ipotesi non è facile, ma leggendomi si sarà fatto una qualche idea di quello che potrei avere. La prego me lo dica, con il dovuto beneficio del dubbio conseguente si consulti on line, ma mi dica cosa pensa. Ho paura
Grazie di cuore

[#29] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

l'ipotesi più probabile sembrerebbe quella di un disturbo posturale causato infatti da posture anomale e prolungate durante il sonno.
In generale non vedo motivi di preoccupazione.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#30] dopo  
Utente 416XXX

Gentilissimo Dottor Ferraloro, torno a scriverle per farle leggere il referto della Risonanza Magnetica. Essendo sabato non ho ancora avuto modo di farla vedere alla neurologa per cui lei è il primo che mi può dare un parere. Ho parlato con il medico che mi ha refertato l'esame perchè c'era solo una frase che non capivo ma mi ha detto che "non dovrebbe essere preoccuante".
Le copio il referto:

"Esame eseguito con sequenze SE T1w e fat-sat prima e dopo somministrazione ev. di m.d.c. paramagnetico (Dotarem 12ml), FSE T2w, FLAIR, GE t2*w nei piani assiale, sagittale e coronale anche mirate allo studio delle orbite, sequenze SE, EPI, DWI.
Si apprezza una minuta e aspecifica alterazione focale del segnale in sede frontale periventricolare sx invariata rispetto ad un esame precedente eseguito in altra sede in data 23/05/2015.
Non si evidenziano ulteriori alterazioni della morfologia e del segnale del parenchima cerebrale e cerebellare nè restrizioni della diffusione.
Dopo somministrazione del m.d.c. non si rilevano alterazioni focali della BBE.
Cavità ventricolari normotese ed in asse sulla linea mediana.
Spazi liquorali della base e della volta cranica di regolare ampiezza.
RM cervicale: esame eseguito dopo m.d.c. con sequenze FSE t1w e FSE T2w. La qualità di alcune immagini è degradata da artefatti da movimento.
Non si osservano alterazioni della morfologia e del segnale nè patologiche impregnazioni del midollo spinale visualizzato fino a D5. In C5/C6 si apprezza una protusione discale posteriore che impronta il sacco durale. Canale vertebrale di regolare ampiezza.

Il mio unico dubbio era inerente alla parte in cui dice " Si apprezza una minuta e aspecifica alterazione focale del segnale in sede frontale periventricolare sx invariata rispetto ad un esame precedente eseguito in altra sede in data 23/05/2015."
Premetto che nell'esame sopra menzionato del Maggio scorso non era stato segnalato questa alterazione dal medico che mi refertò allora l'esame. Secondo lei è preoccupante? Da sempre ho sulla testa, in alto a sinistra, nella parte di dietro una specie di piccolo porro. Non so se può essere questo. Ce l'ho da sempre.

Che ne pensa Dottore? Questa alterazione potrebbe essere legata alla sm? E' vero che, come mi ha detto il medico refertatore, una RM negativa per lesioni non esclude comunque la sm?

Insomma posso mettermi tranquilla o no?

[#31] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

una "minuta e aspecifica alterazione del segnale", proprio perchè unica e minuta, non ha significato clinico, peraltro nel Suo caso invariata rispetto ad un precedente esame. In quest'ultimo non era riportata perchè probabilmente il neuroradiologo non considerava l'alterazione degna di nota.

Una SM è caratterizzata da lesioni demielinizzanti del Sistema nervoso centrale, se queste lesioni non vengono riportate dalla RM evidentemente non ci sono. Se non ci sono non c'è malattia.
Starei tranquillo. Ne parli con la neurologa ma ritengo che possa rasserenarsi.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#32] dopo  
Utente 416XXX

Grazie infinite Dottor Ferraloro. Tiro davvero un sospiro di sollievo gigantesco! Questa minuta alterazione mi aveva spaventato non poco. Ad ogni modo, a dimostrazione che non era l'ansia e l'ipocondria a farmi sentire le parestesie continuo a sentirle, due o tre volte al giorno, solo alle dita dei piedi e per pochi secondi. Ritiene che debba fare anche l?EMG?
In questi ultimi giorni mi sono ricominciate anche le fascicolazioni, tanto per non farmi manca nulla. Un giorno lo sento al polpaccio, un altro giorno al fianco, oggi sulla guancia destra, sotto l'occhio. Come le raccontavo precedentemente, queste fascicolazioni ce le ho avute anche l'estate scorsa, per parecchi giorni ho avuto il pollice che si muoveva da solo, poi passò. Adesso le risento. Mi ero tranquillizzata a riguardo avendo letto che molti ce l'hanno e che trattasi di fascicolazioni benigne, ma le chiedo: alla luce dei formicolii alle dita dei piedi, le fascicolazioni assumono un altro singificato? Devo preoccuparmi?

[#33] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

non si può stabilire a distanza se c'è una correlazione tra i due sintomi, potrebbero essere indipendenti come correlati (problematiche alla colonna vertebrale, ansia per es.).
La neurologa Le indicherà come procedere e se effettuare eventuali altri esami diagnostici.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#34] dopo  
Utente 416XXX

Ma c'è anche il rischio che possa essere SLA? La prego mi dica la verita

[#35] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Una SLA? Non mi pare che abbia deficit motori e poi, se non ricordo male, la visita neurologica ha avuto esito negativo.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#36] dopo  
Utente 416XXX

No, nessun deficit motorio. Era un pensiero che riaffiorava in seguito al ritorno delle fascicolazioni e all'eventuale collegamento con le parestesie. Perchè, come volevasi immaginare, finita la paura della SM ora inizio a considerare tutte le eventuali possibilità "alternative" e ricominciano le paure. Arriverò alla follia.......

[#37] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

le parestesie non sono un sintomo di SLA, stia tranquilla.
Curi l'ansia che al momento mi sembra essere prioritaria.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro