Utente 250XXX
Buonasera, sono una "ragazza" di 32 anni che da qualche mese soffre di dolori al collo ed alla testa. Il giorno del funerale di mio padre ho preso molto freddo ed ho avuto una tracheite. Curato quel problema, ho iniziato ad avere vertigini molto forti, scricchiolii al collo, nausea, vista offuscata e tachicardia. Mi sono rivolta ad un neurologo il 27 aprile il quale mi ha consigliato di fare una risonanza testa/collo. La risonanza la farò venerdì ed in questi mesi la cura a base di alprazolam e naprossene mi ha fatta rinascere.
Martedì scorso però ho iniziato a stare malissimo. Dopo una gita in montagna ho iniziato ad avere mal di gola. Essendo già sotto antibiotici per uno stupido ascesso dentale ho dato per scontato che l'augmentin avrebbe risolto tutto. Finito l'antibiotico il mal di gola era ancora presente. Mi sentivo i linfonodi sotto le orecchie gonfi e bruciore alla gola.
Da ieri però ho un nuovo sintomo. Ho la sensazione di avere la gola chiusa! Una sensazione atroce. So di essere una persona molto ansiosa ed ipocondriaca, ma questa sensazione non è frutto della mia fantasia. Non è una sensazione costante, va e viene. Ho provato ad auto palparmi la gola e non mi sembra di avvertire nulla di che. Ho ancora un leggero mal di gola, ma nulla di insopportabile. Ho provato a prendere dell'oki ma questa sensazione di soffocamento non passa. Mi sembra di avere qualcosa bloccato in fondo alla gola, all'altezza del pomo d'Adamo. Lo avverto più a destra che a sinistra. Non ho problemi a deglutire ed anche la saturazione è perfetta (non ho strumenti per misurarla ma non ho nessun segno di mancanza di ossigeno). Può essere collegato ai disturbi della cervicale? Può essere ansia/stress? Può essere la tiroide? (Ho avuto problemi di tiroide 6 anni fa in gravidanza che si sono risolti spontaneamente dopo il parto). Ovviamente, da brava ipocondriaca, mi sono già diagnosticata 2 o 3 cancri differenti... Grazie per il tempo che mi vorrete dedicare.

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Signora,

escluderei una causa cervicale nel determinismo del sintomo riferito, un problema tiroideo è teoricamente possibile ma, da ciò che scrive, sembrerebbe più probabile l'origine ansiosa del problema.
Questa però è solo un'impressione a distanza per cui una visita presso il Suo medico curante è senz'altro indicata.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 250XXX

Buongiorno Dottore, grazie per la risposta repentina.
Questa mattina mi sono svegliata con questa sensazione fastidiosissima. Venerdì farò una risonanza testa e collo per i problemi di cervicale, secondo lei vedranno anche la gola? Posso spiegare al medico radiologo il mio problema e chiedergli di prestare particolare attenzione a tiroide, laringe e faringe?
Un'ultima domanda (che mi ripeto da giorni come un mantra...): se fosse qualcosa di grave sarebbe sempre presente questa sensazione, vero? Le patologie importanti (quelle mortali...) non danno sintomi che vanno e vengono, giusto? Grazie per la pazienza.

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

ok, faccia la RM e se vuole può farmi sapere l'esito.
Una RM encefalica e cervicale non studia le strutture che Lei ha menzionato.
Non pensi malattie importanti e si tranquillizzi.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente 250XXX

Buonasera dottore. Sono finalmente riuscita ad effettuare la risonanza ed ho ritirato il referto oggi.

RM ENCEFALO
L'esame e' stato eseguito con tecnica FSE e FLAIR utilizzando sequenze T1-T2 pesate orientate nei tre piani dello spazio.
Non si osservano alterazioni morfologiche o di segnale a livello degli emisferi cerebellari, del tronco e degli emisferi cerebrali. Nelle immagini pesate in diffusione (b=1000) non si osservano aree di restrizione della diffusione protonica.
Il sistema ventricolare e' in sede, di morfologia e dimensioni nei limiti della norma. Gli spazi liquorali sono regolari.
Il seno sfenoidale, rimodellato, appare quasi completamente occupato da materiale di aspetto flogistico, presente anche nelle celle etmoidali; concomitano ispessimenti mucosi delle pareti dei seni mascellari e del seno frontale.
RM CERVICALE
L'esame e' stato eseguito con tecnica FSE e FGRE secondo piani sagittali ed assiali con immagini T1-T2/T2* dipendenti.
A C4-C5 una protrusione discale posteriore di minima entità determina una sfumata impronta sullo spazio liquorale anteriore; ai restanti spazi discali esaminati non si osservano immagini riferibili a protrusioni o a ernie discali.
Il midollo spinale, di dimensioni nei limiti, e' privo di alterazioni di segnale.
Le dimensioni del canale vertebrale sono normali.
Non si osservano alterazioni di segnale di significato patologico dei metameri vertebrali esaminati.

Inutile dirLe che sono in ansia. Non capendo i termini medici non riesco a decifrare quello che possa voler dire "materiale di aspetto flogistico..."
Grazie per la sua pazienza.

[#5] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

si tranquillizzi, nulla di grave.
E' stata riscontrata solo una sinusite, faccia vedere l'esame ad un otorino e stia serena.

A livello cervicale una lieve sporgenza del disco intervertebrale.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro