Utente 441XXX
Buongiorno,
premetto che attualmente sto attraversando un periodo di forte stress, causato da un problema intestinale che non ha ancora trovato una diagnosi ormai da 6 mesi.
Da un mese a questa parte, ho notato che in tutto il corpo (gambe, piedi, braccia, petto, addome, schiena) durante la giornata, si presentano delle fastidiosissime fascicolazioni, della durata di 3/4 secondi.
Da una settimana ho cominciato a controllare effettivamente quando si presentano più frequentemente, e sembra che da sdraiato o seduto, queste si presentino con maggior frequenza, mentre quando sono in piedi, ho notato che sono praticamente assenti.

In data 01/09 avrò una visita Neurologica per verificare questa problematica.

Deficit di forza non ne ho notati, (se non un lieve calo di peso dovuto al problema intestinale) l'unica cosa concomitante alle fascicolazioni è un leggero tremore alle mani, con prevalenza a sinistra.

Navigando su internet poi mi sono imbattuto in un forum sul quale scrivono degli utenti affetti da "Sindrome delle fascicolazioni benigne", che mi ha non poco tranquillizzato riguardo questa fastidiosissima problematica.
Sempre sul forum, ho notato che molti utenti hanno ricevuto il consiglio di assumere magnesio per "combattere" tali fascicolazioni.

OVVIAMENTE CON IL LIMITE DI UN CONSULTO A DISTANZA, secondo Voi, cosa potrebbe essere questa mia fastidiosissima problematica?

Grazie infinite.

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

fascicolazioni diffuse sono quasi sempre benigne, causate da stress, squilibri elettrolitici, ansia, ecc.
Domani faccia serenamente la visita neurologica e se vuole potrà farci sapere l'esito.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 441XXX

Buongiorno Dottor Ferraloro,
Le scrivo per aggiornarLa riguardo la visita Neurologica effettuata.
L'esito è il seguente:

-.-.-.-.-.-.-.-

Da qualche mese ileite in corso di definizione diagnostica, in tp con mesalazina.
APR per il resto muta.
Nell'ultimo mese ha notato la presenza di fascicolazioni diffuse agli arti e al tronco, di breve durata, sopratutto da seduto e nella fase di rilassamento, associate a tremore di tipo posturale che nota prevalentemente nel mantenere in mano gli offetti. Non ha notato perdita di massa muscolare nè ipostenia agli arti.
Il paziente stesso riferisce di trovarsi in un periodo di stress emotivo per via della patologia infiammatoria intestinale.
Nega abuso di caffè, fumo o sostanze stimolanti.

EON: vigile, orientato, collaborante, nervi cranici indenni, Mingazzini I e II ben mantenute, ROT vivaci e simmetrici, non deficit di stenia segmentaria ai 4 arti; non evidente ipotrofia muscolare; minimo tremore di tipo posturale ad arti superiori protesi, buone le prove cerebellari; sensibilità indenni; non evidenti fascicolazioni agli arti e al tronco nel corso della visita. Deambulazione nella norma, Romberg negativo. Saltello nella norma.

CONCLUSIONI: L'obiettività neurologica attuale è nei limiti della norma (sindrome fascicolazioni benigne?).
Necessario inquadramento diagnostico mediante:
-Dosaggio CPK, TSH, fT3, fT4, elettroliti (sodio, potassio, calcemia totale e ionizzata, fosforermia, magnesio, cloro)
-EMG 4 arti
-RM encefalo e midollo cervicale
-controllo ad esami fatti.


Provare nel frattempo MAG 2 1bust/die.

-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.

Ieri poi mi sono sottoposto ad una visita Ortopedica, richiesta dal dottore del lavoro per una ipotetica dismetria degli arti inferiori.
Di seguito il referto:

-.-.-.-.-.-.-.-.-..-.-.-.-.-.-.

Obiettivamente:
spinalgia modesta, dolore cresta iliaca posteriore dx e sin, dolore paravertebrale bil. non deficit VNP in atto.

Diagnosi:
Lombalgia

Da effettuare:
RX rachide in toto + arti inferiori per valutazione eventuale scoliosi, dismetria arti inferiori/bacino e altri discmorfismi del rachide.
.-.-..-.-.-..-.-.-..-.-.-.-.-.-

Ho indicato anche la visita ortopedica in quanto la Dottoressa quando ha effettuato pressione su alcuni punti nella zona lombare e sui glutei, mi ha letteralmente fatto "saltare" sul lettino.
Successivamente alla visita mi ha chiesto se stessi passando un periodo di stress, alla mia risposta positiva mi ha detto che i dolori e le fascicolazioni che sento, molto probabilmente sono legati a quello.
Ha anche accennato alla Fibromialgia, ma mi ha anche detto che se il neurologo non ha indicato questa possibilità, è molto improbabile che ne sia affetto.


Lei cosa ne pensa Dottore?

Purtroppo le fascicolazioni continuano, oggi particolarmente fastidiose, sul fianco destro e con intensità e frequenza maggiori del solito.
Noto invece un netto miglioramento dei dolori in cresta iliaca facendo stretching a intervalli regolari di 3/4 ore.

Grazie infinite per il Suo tempo.

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

l'esito negativo della visita neurologica è ovviamente tranquillizzante per problematiche neurologiche che, almeno a distanza, non venivano sospettate, come scrivevo precedentemente.
L'ansia e lo stress possono essere all'origine del problema.
Faccia gli esami prescritti e stia sereno.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro