Utente 341XXX
Buonasera, sono una persona di 72 anni sono alto 1,70cm e peso 58 kg soffro di pressione arteriosa elevata, controllata molto bene da tare 150 sono stato operato di ablazione al cuore in rf nel 2011 senza più recidive e lo scorso anno di pronta per ipb da circa 3 anni sono ansioso e depresso ( separazione di mia figlia nel 2014 dopo 20 anni di matrimonio e due figli adolescenti di 19 e 18 anni e una truffa con ricatto) avvenuta aprile 2017) Possono essere la causa di tutto ciò?
sono stato a colloquio con neuropsichiatra che mi ha prescritto deniban da 50 per una settimana per poi raggiungere i 100mg più antistaminico che non ricordo il nome e in caso e di bisogno 10 gocce di Lexotan, Ho dovuto sospendere la cura dopo 15 giorni perché accusavo malesseri di ogni genere dall'instabilità a stare in piedino riuscivo quasi a camminare per la pesantezza alle gambe e insonnia grave , LO specialista che mi segue ha sospeso gradualmente la cura e mi ha proposto di provare lettura libri di IRVIN D. YALOM. Nel mese di giugno andava abbastanza bene e siamo partiti per le ferie, dopo una decina di giorni un malessere ( senso di instabilità) mi ha costretto a recarmi al ps dove mi hanno eseguito tac al cranio (negativa per fortuna) ed ecodoppler ai vasi superiori (negativo) a fine agosto sempre con questi giramenti di testa siamo tornati a torino la prima cosa mi sono recato dallo psichiatra che mi ha prescritto Zoloft 0,50 che ho assunto i primi 2 giorni 1/4 e ora da due giorni 1/2 per poi passare a dose piena tra 10 giorni, più 7 gocce di Lexotan al mattino ieri sono stato abbastanza bene abbiamo fatto pure una lunga passeggiata e non ho preso neanche il lexotan Questa mattina mi sento veramente a pezzi ho fatto colazione ho preso 0,25 di Zoloft e 7 gocce che speravo di non prendere, Di sicuro a voi specialisti che mi state leggendo saranno capitati molti casi come i miei ed e proprio questo che mi piacerebbe sapere: come e andata a finire, Spero di essere perdonato per la confusione, penso che a persone anziane come me capiti
grazie infinite

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

non è raro che nei primi giorni, in media le prime due settimane, di terapia con antidepressivi possano insorgere degli effetti collaterali o un'accentuazione dell'ansia.
Tali condizioni nella maggioranza dei casi si risolvono spontaneamente nel giro di un paio di settimane. Se ciò non dovesse succedere si rivolga allo specialista che La segue.
In una piccola percentuale invece gli effetti collaterali possono essere poco tollerati al punto da dovere sospendere il trattamento, sempre su indicazione specialistica.
In breve sono queste le strade da seguire.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 341XXX

Grazie per la cortese risposta, e scusi se approfitto della sua disponibilità. generalmente la situazione che si e creata in ambito famigliare di mia figlia con la separazione e attribuibile ai mie stati ansiodepressione? il mio senso di instabilità con capogiri ? grazie infinite e buon lavoro

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

certamente, gli avvenimenti accaduti, compresi quelli citati nel primo post, in generale, possono essere alla base del Suo disturbo ansioso-depressivo.

Il "senso di instabilità con capogiri" potrebbe riconoscere anche la stessa origine ansiosa ma non si possono escludere altre cause, per es. cervicali in senso generale.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente 341XXX

Grazie tante, gentilissimo

[#5] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Di nulla.

Buon proseguimento di giornata
Dr. Antonio Ferraloro