Utente 481XXX
Buongiorno dottori,
vi scrivo per avere un vostro parere sullo stato di salute di mia madre.
Ha 75 anni e a Gennaio ha iniziato improvvisamente ad avere allucinazioni.
Dopo aver effettuato test neurologici e EEG (senza risonanza magnetica) il neurologo ha diagnosticato la demenza a corpi di Lewy e le ha prescritto Risperidone, 2 compresse alla mattina e due alla sera. Con questo farmaco le allucinazioni sono sparite ma è sopraggiunta una fortissima stanchezza che la costringe a letto tutto il giorno.
Abbiamo deciso di farle fare una risonanza magnetica cerebrale senza contrasto e questo è il referto:
a livello della sostanza bianca sottocorticale e periventricolare degli emisferi cerebrali si evidenziano piccole areole di alterato segnale come da degenerazione mielinica su base micro vascolare e gliosi riparativa.
Modesta accentuazione di spazi perivascolari.
Regolare il segnale delle strutture della fossa cranica posteriore.
Il corpo calloso è normale.
Non alterazioni in modalità diffusione compatibili con lesioni vascolari ischemiche di recente insorgenza.

Considerando il referto della RMN credete che la diagnosi del neurologo (demenza a corpi di Lewy) possa essere confermata?

Grazie per la disponibilità
Cordiali saluti

[#1] dopo  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,
la demenza a corpi di Lewy (nota anche con l'acronimo BLD) insorge in genere più precocemente della malattia di Alzheimer, quindi abbastanza prima dei 75 anni, e si associa quasi sempre a disturbi tipici del morbo di Parkinson (con cui spesso viene confusa) nonché a segni evidenti di declino cognitivo. Seppur sia vero che la BLD è caratterizzata fortemente da disturbi di carattere allucinatorio, va comunque considerato che questo è un fenomeno comune anche ad altre forme di demenza. Ciò non vuole mettere in dubbio la diagnosi che è stata formulata, ma vuole solamente evidenziarle in base a quali elementi si può con una certa affidabilità postulare la diagnosi di BLD.
Spero di aver contribuito a chiarire i suoi dubbi.
Cordialmente
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it