Utente 447XXX
Gentili dottori,
Sono una ragazza di 20 anni e da quando ne ho circa 12/13 ho tremori che interessano soprattutto le mani ma che spesso coinvolgono anche altre parti del corpo e che si fanno molto più evidenti in momenti di stress o forte ansia. Qualche anno fa ho fatto una visita neurologica nella quale è stato riscontrato un piramidalismo agli arti e mi è stata consigliata una RM all'encefalo senza mezzo di contrasto. Mi sono subito recata a fare la RM che è risultata pulita. Sul momento sia io che i miei genitori ci siamo molto tranquillizzati, ma notando che i tremori persistevano circa un anno fa mi sono recata da un altro neurologo che non ha voluto vedere il risultato dell'RM fatta qualche anno prima, nè mi ha fatto alcuna visita (mi ha semplicemente fatto stendere le mani in avanti e contare ad occhi chiusi). In compenso mi ha chiesto se dormissi bene la notte, se fossi un tipo particolarmente ansioso e altre domande di questo tipo. Le riporto qui il risultato della visita: "ansie somatizzate con note ipocondriache". Mi è stato quindi prescritto quello che ho capito essere un integratore alimentare, "Kavans 2", che favorisce il rilassamento, ma che non ha portato alcun miglioramento. Quest'ultima visita mi ha un po' demoralizzata, in quanto ho avuto l'impressione che non sia andato abbastanza a fondo nella faccenda. Ammetto di essere una persona abbastanza ansiosa ed emotiva (anche essere chiamata a scuola alla lavagna mi metteva molta ansia), ma questi tremori li ho costantemente, anche nella tranquillità della mia camera in una giornata ordinaria. Inoltre, ho frequenti mal di testa, poca resistenza muscolare e a volte mi capita che senta i muscoli contrarsi e "tremare" anche in una condizione di riposo (credo che la parola adatta sia fascicolazioni). Sono molto preoccupata che possa essere una qualche malattia neurologica, preoccupazione accentuata dal fatto che a mio nonno materno era stata diagnosticata la SLA. Quanta possibilità c'è che le mie paure siano fondate?
Grazie.

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

sulla SLA mi sentirei di tranquillizzarLa considerato che non ha deficit motori (anche per la giovanissima età).
Per il tremore è necessaria una visita diretta in quanto ne esistono svariati tipi.
La RM è stata effettuata ad alto campo magnetico?

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 447XXX

La ringrazio per la repentina risposta.
Sulla questione che riguarda la risonanza magnetica non le saprei rispondere, so semplicemente che è stata effettuata senza mezzo di contrasto... Quello che vorrei capire è se una diagnosi di piramidalismo sia necessariamente collegata a una malattia oppure possa presentarsi in condizioni fisiologiche. Inoltre, so che solo una visita diretta potrebbe confermarlo, ma facendo qualche ricerca su internet ho pensato che il mio potrebbe essere tremore essenziale... Lei cosa ne pensa?

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

il tremore essenziale è una delle opzioni possibili, però, ripeto, solo una visita diretta può valutare, meglio se presso un centro per i disturbi del movimento in quanto i colleghi hanno maggiore esperienza con questo tipo di sintomatologia.
Riguardo il piramidalismo, è una condizione clinica, non una malattia di per sé che, in assenza di alterazioni cerebrali e midollari, se asintomatica, è sufficiente monitorarla periodicamente. Però personalmente ho casi si piramidalismo in soggetti perfettamente normali.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente 447XXX

Questo un po' mi rincuora. Un'ultima domanda: lei ritiene che una RM negativa sia sufficiente ad escludere malattie neurologiche o mi consiglia di recarmi nuovamente da un neurologo e fare nuovi esami?

[#5] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

come Le dicevo precedentemente, almeno inizialmente sono consigliati controlli periodici mediante visita neurologica e RM che estenderei anche al midollo spinale, pertanto un secondo parere sarebbe consigliabile.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro