Utente 505XXX
Salve,
Mia madre (83 anni) ha subito un ictus un mese fa. Ha appena fatto una seconda TAC e vorrei che qualcuno potesse tradurre in linguaggio semplice cosa significa il seguente esito e se ci cia qualsiasi possibilità di recupero delle sue funzioni cognitive/mnemoniche dati i risultati (al momento è disorientata e ha problemi di memoria ma le altre funzioni sono rimaste normali):
Presenza di area di ipodensità cortico-sottocorticale occipito-mesaiale inferiore sinistra in esiti dell’even Ischemico noto.
L’alterazione è in continuità con l’atrio Ventricolare , dilatato, come per iniziale evoluzione poroencefalica. Strutture della linea mediana in asse.
Diffusi segni di encefalopatia sottocorticale su base vasculopatica cronica.
Ampliamento degli spazi liquorali lungo le convessità, specie in sede parietale.
Corpi psammomatosi della falce cerebrale.
Calcificazioni parietali dei sifoni carotidei e dell’asse cerebro-basilare.

Grazie in anticipo per un’interpretazione
Ita

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Signora,

alla TC encefalica è stata rilevata l'area ischemica che ha causato l'ictus cerebrale il mese scorso.
Inoltre sono state evidenziate sofferenze dei neuroni della corteccia su base involutiva (invecchiamento) che insieme all’esito dell'ictus contribuiscono a causare i disturbi della memoria.
Inoltre viene anche evidenziata una ridotta ossigenazione cerebrale, questo elemento però è frequente a verificarsi nei soggetti dell’età della Mamma.
Circa le possibilità di recupero delle facoltà mentali menzionate, non è possibile esprimersi in maniera univoca essendo queste molto variabili da un soggetto all’altro.
Importante stimolare queste funzioni mediante ginnastica mentale. Tenere sotto controllo la pressione arteriosa, la glicemia, il colesterolo ed i trigliceridi.

Cordiali saluti e auguri
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 505XXX

Molte grazie, dottor Ferraloro. Comprendo che il recupero sia su base individuale. insisterò con il personale della RSA dove adesso risiede per farle avere esercizi cognitivi regolari.

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Di nulla.

In bocca al lupo ed un caro saluto alla Mamma
Dr. Antonio Ferraloro