Utente 506XXX
Gentili dottori,
Vi scrivo per cercare un consiglio in merito ad alcuni brividi che mi capita di avere alla testa. Non ce li ho sempre, vengono solo in qualche momento della giornata ma mi spaventano parecchio. Ho 20 anni e sono in terapia con un inibitore della ricaptazione della serotonina. Soffro di disturbo di attacchi di panico con una componente DOC e parecchia ipocondria. La diagnosi è stata fatta dal mio psicologo e da due psichiatri che ho consultato. Il quadro può sembrare terribile ma per fortuna pian piano sto migliorando. Ciononostante ogni sintomo mi rimanda a una patologia più grave. Questi brividi possono essere un sintomo psicosomatico come il digrignare i denti? (Li digrigno spesso durante il giorno). I brividi interessano soprattutto il lato sinistro della testa, ma si presentano alle volte anche dietro o al lato destro. Dovrei preoccuparmi/ fare una visita neurologica?
Vi ringrazio e saluto cordialmente!

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

il sintomo "brivido alla testa" non è contemplato tra i sintomi delle malattie neurologiche. Le dico subito che si tratta di una sensazione esterna, del cuoio capelluto, e quindi non ha relazione con il contenuto della scatola cranica (cervello) per cui si può benissimo associare a stato ansioso e alla condizione che Le è stata diagnosticata.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro