Utente 507XXX
Salve a tutti, scrivo a nome e per conto di mia madre. Lei ha 66 anni e, fin da quando era giovane, ha avuto sempre dolori alle gambe, collo, testa e schiena.
Col passare del tempo, i dolori sono aumentati e, dopo svariate lastre, TAC e risonanze, sono venuti fuori una serie di problematiche dall'artrosi, al restringimento del rachide cervicale, ad una cefalea muscolo tensiva e tante altre.
Da qualche mese a questa parte però, le cose sono notevolmente peggiorate. I dolori sono diventati molto più frequenti e colpiscono tutto il corpo.
Lei lamenta una rigidità al collo con tensione a livello delle spalle e frequenti "scariche elettriche" che si diramano dalle gambe, alle braccia ed ai piedi.
Tutto questo è amplificato anche a difficoltà nel camminare e frequenti capogiri e vertigini. Con tutti questi sintomi, abbiamo deciso di fare una visita dal neurologo il quale ha prescritto una risonanza magnetica all'encefalo ed al cervello per sospetta malattia demielinizzante.
Ho ritirato il referto e, non potendolo far vedere al neurologo prima della prossima settimana, vorrei chierVi un piccolo consulto sia leggendo il referto, sia in basa alla sintomatologia da me descritta. Procedo con il riportare il referto della risonanza:

Esame eseguito con sequenze SE, TSE, EPI DWi e FLAIR su piani assiali, coronali e sagittali, con immagini pesate in T1 e T2.

In sede emisferica cerebellare sinistra si osserva area di alterato segnale delle dimensioni di mm 13, isointensa al liquor, riferita ad esiti malacici. Analoga alterazione di segnale lineare si segnala in sede emisferica cerebellare destra.
Alcune minute iperintensità di segnale nelle sequenze a lungo TR della sostanza bianca sottocorticale frontale destra e fronto-parietale sinistra, da riferire ad esiti microvascolari.
Spazi liquorali ventricolo-cisterno-corticali regolari per età.
Strutture mediane in asse.
Non aree di restrizione delle diffusività-

Vi ringrazio anticipatamente per la risposta.

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

premesso che per valutare una RM è importante visionarla direttamente, Le posso dire che, in base a quanto recita il referto, non sono state riscontrate lesioni demielinizzanti ma il neuroradiologo descrive esiti vascolari, cioè problematiche circolatorie, in effetti più probabili in base all'età che non quelle demielinizzanti.
E' evidente che debba fare visionare l'esame al neurologo che l'ha richiesto.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 507XXX

La ringrazio per la sua risposta in tempi cosi brevi.
Visto e considerato che, probabilmente, non si tratti di una malattia demielinizzante ma di problematiche circolatorie, da cosa potrebbero essere state causate ? Poi: un problema a livello vascolare, può essere causa di tutti questi disagi o è solo una conseguenza dovuta all'età ed ai problemi da me descritta in precedenza ?

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

la sintomatologia dolorosa è indipendente dai reperti riscontrati alla RM.
Le cause delle piccole alterazioni possono essere tante tra cui ipertensione arteriosa, diabete, tendenza del sangue alla coagulazione, forame ovale pervio (causa cardiologica).
Il neurologo Le saprà dire di più.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro