Utente 508XXX
Gentile dottore,
un mese fa circa ho avuto per qualche ora un offuscamento visivo: ho subito fatto una visita in un centro oculistico specializzato (OCT, campo visivo, controllo Visus... tutto perfettamente nella norma). L’oculista mi ha detto che essendo in un periodo di allattamento, potrei aver avuto secchezza del vitreo o affaticamento della vista. Da lì i problemi psicologici: ho cominciato a dar peso a dei formicolii notturni che avevo già da alcuni mesi e che avevo attribuito al peso della neonata da tenere spesso in braccio. Mi è sorta la paura di avere la sclerosi multipla ed ho pertanto effettuato due visite neurologiche da due specialisti stimati della mia zona. Entrambi mi hanno detto di non effettuare neanche RM, vista la negatività della visita. Io però ora sono nel terrore più totale, ho dei tremori interni (non percepibili dall’esterno) e dei formicolii più frequenti. Il medico di famiglia, consultato più volte, parla di “ansia” e non ha ritenuto di prescrivere esami strumentali.
Crede io debba comunque eseguire un RM privatamente, dati anche questi tremori e questa preoccupazione insistente???Può essere affidabile l’esame obiettivo dei suoi colleghi??
Grazie mille.

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Signora,

dalla sintomatologia riferita è difficile pensare una malattia demielinizzante, considerata la breve durata dell'offuscamento della vista e dei formicolii.
Inoltre l'esito negativo delle due visite neurologiche confermerebbero questa impressione.
I tremori interni spesso sono di origine ansiosa.
In linea di massima, viste le considerazioni fatte sopra, in questi casi non è previsto ulteriore approfondimento diagnostico con esami strumentali.
Se Lei però è "nel terrore più totale" nulla vieta di effettuare una RM encefalo e cervicale se servisse per darLe tranquillità.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 508XXX

La ringrazio molto per la sua risposta. Effettivamente la Risonanza M. mi darebbe tranquillità, se negativa.
Allo stesso tempo vorrei accettare il consiglio degli specialisti consultati per evitare costi inutili e fastidi logistici (dovrei andare fuori zona per farla privatamente).
Quello che mi chiedo: un esame obiettivo neurologico può essere sufficientemente attendibile? I formicolii non sono continui ma talvolta (in talune posizioni) compaiono, l’occhio si è appannato una seconda volta la settimana scorsa ed è stato nuovamente visitato dall’oculista, che mi ha consigliato visita cardiologica. Le chiedo anche: appannamenti visivi correlati a SM, sono sempre conseguenza di neurite ottica?? il tremore interno compare in momenti vari della giornata, lì per lì non mi pare di origine ansiosa, ma la sensazione di freddo annessa è il fatto che a guardare mani e gambe non sia visibile mi fa pensare questo...
Grazie per il suo supporto.

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

"appannamenti visivi" ovviamente non sono sempre segno di neurite ottica, anzi quando sono di breve durata la escludono.
Anche i formicolii che si manifestano in alcune posizioni non sono un sintomo di SM.
Un esame obiettivo neurologico negativo in assenza di sintomi sospetti è attendibile per escludere una SM.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente 508XXX

Gentile dottore,
Ho eseguito, per tranquillità mia, una RM encefalo per i fastidi di cui sopra (formicolii agli arti e due episodi di offuscamento visivo. Nonostante l’esame neurologico fosse negativo e la visita oculistica, con OCt e campo visivo, molto rassicurante).
Dal referto tutto risulta nella norma, tranne un passaggio in cui si indica: “si nota, medialmente ai tratti ottici, una piccola immagine di 3mm circa a morfologia rotondeggiante, iperintensa in T2 e ipointensa in T2 flair, reperto di possibile significato artefattuale, meritevole di approfondimento in virtù del dato clinico”. La radiologa, con cui ho parlato personalmente, mi ha detto di essere stata indecisa se “repertare” la cosa, di averlo fatto in considerazione dell’offuscamento visivo di cui le avevo parlato. Di stare tranquilla e di consultare eventualmente il mio medico o oculista.
In attesa di sottoporre, la prox settimana, le immagini al neurologo, lei cosa ne pensa?? La terminologia non mi è del tutto chiara... grazie infinite.

[#5] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

la radiologa parla di "reperto di possibile significato artefattuale", cioè generato dalla macchina.
Non vedendo le immagini dell’esame non posso darLe un parere attendibile, veda cosa Le dirà il neurologo visionando direttamente le immagini.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro