Utente 513XXX
Utente
Ciao a tutti, mi chiamo Marco ho 34 anni, una moglie e una figlia di 3 anni.
Sono un consulente che viaggia in lungo e largo per intenderci uno di quei soggetti che vive parte della settimana tra aereoporti e alberghi anziché dormire a casa, con una vita molto stressante.
Intorno a fine ottobre ho iniziato ad avere formicolii al braccio destro, finché un giorno non avevo gli stessi formicolii alla parte destra del volto e alla nuca, pollice e indice destri bloccati e sempre la gamba destra con una mobilità diversa.
Dopo un paio di giorni (allarmato dalle autodiagnosi di internet) decido di andare da un neurologo. I sintomi, a parte un intolensimento del pollice, erano scomparsi. Il neurologo mi visita non nota nulla ma mi spedisce a fare una RMN con mezzo di contrasto encefalo+ tratto cervicale. Vado a farla ma tra tensione e senso di claustrofobia e scarso feeling con il tecnico radiologo decido di andare via. Riprovo una settimana dopo, macchina aperta e niente contrasto. Risultato: "Il dato saliente dell'indagine è la presenza all'interno del midollo spinale all'altezza di C4 di una
lesione a maggior asse longitudinale, iperintensa in T2 e STIR, disposta nella settore laterale destro
della sezione midollare. Lieve rigonfiamento del midollo allo stesso livello.
Allo stato attuale non si apprezzano altresì significative alterazioni del segnale dei tessuti nervosi
cerebrali.
In C5-C6 vi è un'ernia del disco postero-laterale destra con impronta sul sacco durale. Ridotta la
fisiologica lordosi cervicale.
Il reperto da caratterizzare nelcontesto clinico-anamnestico depone in prima istanza per una
patologia demielinizzante a C4. Indicata valutazione neurologica e per qunato di attiene di controllo
a distanza, anche con mezzo di contrasto, dell'encefalo e dell'intero midollo".
Torno dal neurologo che mi raccomanda di spostarmi in un centro universitario e dice per me 80% è sclerosi anche se secondo lui l'assenza di evidenze all'encefalo sono cosa buona. Nel frattempo faccio i potenziali evocati che sono nella norma. Ieri ho avuto i formicolii volto e testa, e piede destro un po' bloccato (ma ne ho sempre sofferto causa fratture passate)ma ormai non riesco a distinguere se si tratta di ansia o altro, dato che se mi distraggo passano. Venerdì ho un day hospital al Gemelli per rachicentesi e credo RMN completa. Non vi nascondo che piango a dirotto, mi è presa così. Temo di perdere i miei lavori, di non poter avere altri figli...insomma soliti pensieri,allarmato anche da da testimonianze catastrofiche su internet.
Cosa ne pensate?
Secondo voi anche il contrasto confermerà l'assenza di lesioni al celebrali?
Grazie

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

non è possibile sapere se la RM con mezzo di contrasto, peraltro in una macchina probabilmente a maggior potere di risoluzione, ad alto campo (consideri che la maggioranza delle macchine aperte lavora a basso campo magnetico) possa confermare l'assenza di alterazioni cerebrali.
Un elemento anche positivo è la normalità dei Potenziali Evocati.
Non si abbatta perchè non ha ancora nessuna diagnosi ed in caso di eventuale malattia demielinizzante è molto probabile che si tratti di forma benigna considerato che la sintomatologia è soltanto sensitiva e senza deficit motori.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 513XXX

La ringrazio dottore.
Mi ha molto allarmato il neurologo parlandomi di sclerosi,anche se sinceramente dopo l'esito dei PEV l'ho visto decisamente più sereno.
Spero davvero di non trovare altre lesioni.
Nel frattempo sto cercando di lavorare il meno possibile per non stressarmi, non vorrei che influisca sull'aumentare delle lesioni.
Volevo segnalare inoltre una cosa strana che mi è capitata, ieri avevo questo formicolio che andava e veniva nel braccio o in testa sempre lato destro. A causa di un raffreddore ho preso una compressa effervescente al paracetamolo, e dopo un paio di ore questi formicolii sono scomparsi.
È un aspetto utile all'analisi del problema?
Grazie

[#3] dopo  
Utente 513XXX

Dottore mi permetto di aggiungere che i PEV sono nei limiti della norma, eccetto i motori dove è scritto solo nella norma.
È preoccupante?
Grazie

[#4] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

le due dizioni indicano entrambe la normalità dell'esame.
Riguardo la scomparsa dei formicolii in seguito a somministrazione di paracetamolo, è possibile che sia stata una coincidenza ma potrebbe teoricamente essere l'effetto antinfiammatorio del farmaco, anche se, sinceramente, dopo una sola assunzione mi sembra poco probabile.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#5] dopo  
Utente 513XXX

Grazie dottore, le farò sapere l'esito del day hospital.
E spero vivamente che sue rassicurazioni possano trovare conferma.

[#6] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Bene, mi faccia sapere.

Buona serata
Dr. Antonio Ferraloro

[#7] dopo  
Utente 513XXX

Buonasera dottore.
Volevo informarla che ho fatto il day hospital.
Purtroppo non siamo riusciti ad effettuare la rachicentesi , a causa di conformazione particolare delle mie vertebre e il medico ha preferito non fare altri tentativi.
Ho fatto alcuni prelievi che saranno pronti a fine dicembre.
L'obiettività neurologica non ha evidenziato nulla eccetto il segno lhermitte che mi provoca una scossa al braccio destro, ma i dottori dicevano che era dovuto all'infiammazione cervicale C4.
Mi ha prescritto per 6 giorni Bentelan intramuscolare da effettuare a casa e poi devo ripetere la RMN completa con contrasto i primi di gennaio,a loro dire prima sarebbe inutile .
Al momento si parla di mielite cervicale, mi hanno detto di star tranquillo e di aspettare, onestamente temo che ci siano altre lesioni e che possiamo iniziare tardi la cura.
Cosa ne pensa?

[#8] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

l’ipotesi della mielite cervicale è possibile.
Faccia la RM completa con mezzo di contrasto come Le hanno consigliato preferibilmente però con una macchina chiusa in quanto di solito è ad alto campo mentre le macchine aperte sono spesso a basso campo. Chieda informazioni su questo punto.
Poi, in base al risultato della RM, si potrebbe ipotizzare di effettuare la rachicentesi presso un altro centro.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#9] dopo  
Utente 513XXX

Grazie per la disponibilità nella risposta.
Farò la risonanza chiusa. A suo parere è tardi o pericoloso attendere fino a gennaio?
Il mio terrore è la comparsa di altre lesioni...
Grazie ancora

[#10] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Quando ha effettuato la precedente RM?
Dr. Antonio Ferraloro

[#11] dopo  
Utente 513XXX

Il 30 novembre. Cosa ne dice?
Grazie

[#12] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

un mese è un tempo congruo, prima effettivamente sarebbe inutile, concordo con i medici che La seguono.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#13] dopo  
Utente 513XXX

Cercherò di aspettare , anche se l'ansia non aiuta.
La ringrazio

[#14] dopo  
Utente 513XXX

Buongiorno dottore,
la informo circa l'evoluzione del quadro clinico.
Ho effettuato un RMN encefalo+cercivale+dorsale +lombo sacrale, macchina chiusa da 1,5 Tesla con MDC (ebbene si ce l'ho fatta :)), a distanza di 48 giorni dalla prima.

"L'odierno studio dimostra minuscole iperintensità in T2/Flair di significato non specifico. La minuscola impregnazione centropontina è una teleancgectasia capillare e non riveste significato clinico. Le immagini in diffusione non mostrano segni di sofferenza parenchimale di recente insorgenza. Nlla da segnalare in sede cerebellare. In ambito modollare è stabile la focale mielopatia, senza segni di rottura della BEM, in sede cordonale posteriore destra. I reperti RM ecefalo/midollare risultano del tutto apecifici, e non consentono un'attribuzione unica del singolo focolaio mielopatico cervicale, in senso lato riconducibile ad eziologia infiammatoria/autoimmune, senza manifestazioni encefaliche/cerebrali."

In sostanza mi hanno detto che il quadro è invariato rispetto alla prima RM. Mi hanno detto che al momento non si parla di SM o altra patalogia demielinizzante, ma piuttosto di un singolo episodio che fa propendere verso una mielopatia cervicale. A tal proposito, data la presenza di una sola lesione, hanno preferito non effettuare la rachicentesi. Fisicamente mi sento bene, a parte dei lievi formicolii che avverto nella gamba destra e nel piede solo se sto seduto a lungo o guido, e una fastidiosa scossa che avverto in caso di movimenti repentini del collo. Per questa sintomatologia mi hanno prescritto gabapentin 300.

Hanno fissato la prossima RMN completa a giugno con successiva visita.
Cosa ne pensa?
La ringrazio sempre per il prezioso parere.

Saluti

[#15] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

non posso che concordare con quanto Le hanno detto e, ovviamente, anche sui tempi per il successivo controllo.
A livello cervicale e lombosacrale non è stato studiata anche la colonna per evidenziare eventuali discopatie che potrebbero giustificare la sintomatologia in atto?

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#16] dopo  
Utente 513XXX

Grazie dottore per la pronta risposta.
Non ho copiato l'ultimo pezzo credendo non fosse importante, dato che non vi è stata data rilevanza
"Protusione discale posteriore ad ampio raggio a livello C5-C6,con modesta deformazione dello spazio subbracnoideo anteriore, senza compressione midollare."

Quindi conocorda anche lei che al momento non si può parlare di SM di tipo CIS?

Grazie

[#17] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Certamente, concordo ampiamente.
Vediamo il decorso che, tutto sommato, sembrerebbe benigno.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#18] dopo  
Utente 513XXX

Grazie dottore.
Cosa ne pensa della cura con copagen per queste "scosse
formicolii" non costanti?

grazie ancora

[#19] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Non conosco questo farmaco, forse c'è stato un errore di battitura? Eventualmente mi dica il principio o i principi attivi.
Dr. Antonio Ferraloro

[#20] dopo  
Utente 513XXX

Mi scusi è stato il correttore del telefono.
Si tratta di Gabapentin 300, da assumere prima uno al giorno e poi incrementare a 2, e se necessario a 3.
I sintomi sono solo fomicolii lievi ( su mano)e scosse nella mano se giro rapidamente il capo sempre solo da seduto.
Oppure lievi formicolii al centro delle schiena se sto seduto scomposto.

Grazie

[#21] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

il gabapentin è un farmaco utilizzato anche per il dolore neuropatico e per estensione per i sintomi associati.
Spesso dà buoni risultati.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#22] dopo  
Utente 513XXX

Buongiorno dottore,
approfitto della sua gentilezza per aggiornarla e chiederle una sua opinione.
Al momento ho deciso di non assumere il gabapentin, dato nei primi giorni potrebbe causarmi sonnolenza e visto che sono in trasferta di lavoro e guido soprattutto nelle ore serali.
Da qualche giorno avverto una sensazione di punture di spilli nei polpastrelli di entrambe le mani, nei polpacci e negli stinchi, questa sintomatologia scompare poco dopo (non riesco a capire se sia psicosomatica). Inoltre al mattino mi sveglio con le mani leggermente intorpidite e la sensazione scompare appena mi alzo dal letto.
Inoltre la sensazione di "freddo/fresco" alla gamba destra e la sensazione dell'alluce destro bloccato permangono solo se sto seduto, camminando scompaiono.
Ho notato invece che le scosse che avvertivo chinando il capo stanno scomparendo. Permane il formicolio nelle spalle che avverto se sto seduto scomposto.

Secondo lei questi sintomi sono riconducibili al "singolo focolaio mielopatico cervicale" che mi è stato diagnosticato?

Per correttezza le riporto il referto completo della visita neurologica :"Rm c/s mdc invariata. I reperti encefalo midollari risultano aspecifici, e non consentono un'attribuzione univoca del singolo focolaio mielopatico cervicale, in senso lato riconducibile ad eziologia infiammatoria/autoimmune, senza manifestazioni cerebrali encefaliche".

Con tutta franchezza temo che questi sintomi (punture spilli) significhino la comparsa di una nuova lesione.

Salutandola la ringrazio

[#23] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

se la sintomatologia si modifica secondo la posizione, la postura e le attività praticate è improbabile che si possa correlare col reperto midollare o con una nuova lesione.
Probabilmente la causa va ricercata altrove (discopatie? Psicosomatica?).

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro