Utente 489XXX
Gentilissimi Dottori,
Sono qua per sottoporre al vostro giudizio il caso di mia nonna, 82enne, malata di Alzheimer. Ormai da qualche anno assume Ebixa 20mg, con discreti risultati sulla memoria. Purtroppo nell’ultimo periodo il declino cognitivo è peggiorato, ci siamo quindi rivolti al medico di base nell’attesa del prossimo consulto presso il centro Alzheimer della nostra zona. Lo stesso ha consigliato un cambio di terapia antidepressiva: switchare dalla paroxetina 20mg al bupropione 150mg e aggiungere il Nootropil da 1200mg (2 cpr dopo colazione e 2 dopo pranzo per tamponare la perdita di memoria), in aggiunta al Trittico 75mg RP la sera per facilitare il sonno. Ora, il Dottore mi ha assicurato di una scarsa possibilità di interazioni tra i nuovi farmaci, ma sarei più sicuro di avere un altro rapido parere da parte di esperti. Ho letto sul web opinioni contrastanti riguardo l’uso del Nootropil sulla malattia di Alzheimer e sulla sua somministrazione con l’Ebixa. Infine, tengo a precisare che mia nonna ha funzionalità epatica e renale nella norma.
Cordialmente,
Auguri.

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

non sono state segnalate interazioni negative significative tra i farmaci che menziona.
Tuttavia il piracetam può causare agitazione ed insonnia, per quest’ultimo possibile effetto collaterale è consigliabile non somministrarlo nelle ore serali qualora si dovessero verificare disturbi del sonno.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 489XXX

Grazie infinite Dottor Ferraloro,
tanti auguri.
Saluti

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Di nulla.

Grazie e auguri anche a Lei
Dr. Antonio Ferraloro