Utente 492XXX
Salve,
Sono una ragazza di 19 anni.
Soffro di ipocondria e da settembre sono In terapia da una psicoterapeuta per il problema dell’ipocondria e a causa di un forte stress e ansia a seguito di un lutto in famiglia.
L’ipocondria la ho da sempre, da quando sono piccina e questo mi ha sempre invalidato molto, troppo.
A volte mi viene da piangere perché non capisco come sia possibile che a 19 anni si possa essere così concentrati sulle malattie.
La mia ipocondria ha come fulcro la testa, il cervello.
A volte il pensiero di avere qualcosa di grave arriva a creare i sintomi, per cinque mesi ho sofferto di giramenti di testa forti che ora sono spariti.
Da qualche giorno, sono comparsi formicolii al lato destro della testa.
Premetto che, come mio padre ( a cui è stata diagnosticata la fibromyalgia) anche io soffro di cervicale e rigidità del collo.
Inoltre da settembre ho problemi con il dente del giudizio superiore che uscendo, ha creato un lembo di pelle molto spesso e incallito che va ad interporsi tra le due arcate.
Per due mesi non sono riuscita a masticare correttamente.
Ora il lembo di pelle si è un po’ assorbito e riesco a chiudere la bocca.
Non mastico ancora bene perché a volte mordo ancora la guancia interna.
Il dentista mi ha dato un collutorio ma non mi ha detto di dover rimuovere il dente poiche secondo lui, sta uscendo dritto.
La mia domanda è : questi formicolii potrebbero essere dovuti al nervo trigemino infiammato?
I formicolii durano fino a quando non tocco la parte, se mi stendo dal lato destro, ad esempio, non li sento più.
Quando mi alzo compaiono di nuovo.
Avevo pensato anche ad un problema di cuoio capelluto poiche sto avendo un problema di sebo eccessivo che mi fa prudere costantemente la testa.
Mi scuso per essermi dilungata molto.
Grazie in anticipo

[#1] dopo  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Cara ragazza,
il fenomeno che descrivi non ritengo in alcun modo di porlo in relazione ad una nevralgia del trigemino che ha ben diverse caratteristiche cliniche. La nevralgia del trigemino non cessa quando tocchi una delle tre aree di distribuzione facciale del nervo ma anzi ciò scatena il dolore. Quindi metti da parte questo timore. Il percorso psicoterapeutico che stai effettuando potrebbe essere in grado di aiutarti, se indirizzato in maniera opportuna.
Voglio darti un consiglio: leggi questo mio articolo di cui ti allego il link, per dissuaderti dal focalizzare la tua emotività sul timore di malattie cerebrali.
Cordiali saluti

https://www.medicitalia.it/news/neurologia/7755-la-paura-delle-malattie-neurodegenerative-fa-male-al-cuore.html
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#2] dopo  
Utente 492XXX

Grazie infinite per la risposta tempestiva!
So che dare una diagnosi è impossibile e scorretto, ma le chiedo, potrebbero essere sintomi di qualche altra patologia? Le patologie più gravi non riesco neanche a scriverle o pensarle.
Purtroppo la consapevolezza di essere fortemente ipocondrica aiuta, ma non cancella il problema.
Grazie per il link e per il suo consiglio.

[#3] dopo  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Con tutta franchezza, dal tuo resoconto anamnestico io non vedo altro che una eccessiva emotività trasformata nel disturbo di ansia di malattia, per la quale ti ho già dato il consiglio nella precedente risposta.
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it