Utente 516XXX
Buongiorno
Gentili dottori
ho fatto una risonanza per un controllo, dopo aver subito un intervento di asportazione di un meningioma nel 2013, cosi dice il referto:
Al controllo odierno non si apprezzano significative modificazioni dei reperti,in particolare ,in esiti di intervento chirurgico in regione temporale destra, non si osservano immagini suggestive per recidiva della nota lesione asportata. Si conferma la presenza di minuto esito gliotico adiacente al focolaio chirurgico.Alcune puntiformi aree focali di iperintensità nelle sequenze a TR lungo sono tuttora riconoscibili in sede sottocorticale frontale bilaterale da riferire ad esiti micro infartuali.
Non evidenti lesioni encefaliche di nuova comparsa.
Invariate le dimensioni del sistema ventricolare e degli spazi subaracnoidei.
Dopo iniezione endovenosa di gadolino non si apprezzano impregnazioni patologiche.


SONO ABBASTANZA PREOCCUPATA PER ALCUNE ESPRESSIONI.
GRAZIE

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Signora,

la RM effettuata risulta invariata rispetto alla precedente, non vedo particolari motivi di preoccupazione. Anche la non impregnazione patologica del mezzo di contrasto è un elemento positivo.
Quali sono le espressioni che La preoccupano maggiormente?

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 516XXX

Grazie per la tempestiva risposta.
Mi preoccupa l'espressione relativa agli esiti micro infartuali.
Mi fa pensare alla parola infarto.Ho pensato che forse io abbia potuto avere qualche problema di cui non me ne sono resa conto.

Cordiali saluti.

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

innanzitutto mi pare di capire che questi "esiti micro infartuali", in quanto "tuttora riconoscibili" siano già stati riscontrati precedentemente.
In ogni caso si tratterebbe di microischemie, millimetriche, che passano quasi sempre inosservate e possono avere diverse cause. Lei è ipertesa? Diabetica? Le faccio queste domande perché queste condizioni sono spesso alla base di queste micro alterazioni. Poi esistono anche altre condizioni, per es. cardiache, emocoagulative, ecc.
E' in terapia con antiaggregante?

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente 516XXX

S,i sono ipertesa assumo giornalmente pastiglia per la pressione e lobivon per controllare i battiti cardiaci.
Nella precedente RM c'era solo la presenza di minuto esito gliotico , non erano presenti esiti micro infartuali.
Non so cosa sia terapia antiaggregante.
Ho comunque altri problemi di salute,tra cui ronzii all'orecchio da parecchi anni.
Cordiali saluti.

[#5] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

l'ipertensione potrebbe essere alla base di queste micro ischemie. Gli antiaggreganti sono farmaci che impediscono, entro certi limiti, la formazione di trombi all'interno dei vasi, per intenderci, tipo cardioaspirina, ticlopidina, ecc.
Il consiglio che Le posso dare è di rivolgersi ad un neurologo per essere seguita nel tempo, ma serenamente e senza eccessive preoccupazioni.
Il collega potrebbe richiedere ulteriori accertamenti qualora lo ritenesse opportuno, per es. Ecocolordoppler dei vasi sovraortici (TSA) o altro.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente 516XXX

Grazie mille.
Buona notte.

[#7] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Di nulla.

Buonanotte anche a Lei
Dr. Antonio Ferraloro