Utente 517XXX
Buonasera,
da circa 1 mese "soffro" di un un rumore di fondo nella testa.
Il "rumore" è difficile da descrivere: è come quando abbiamo una tv anni 70 accesa,
si sente questo sibillio leggero ma non specificatamente nelle orecchie.
Da premettere che ho fatto risonanza magnetica dove si evince un'ernia alle vertebre c4-c5
ed una protrusione alla c5-c6.
Ho una rettilineizzazione della rachide cervicale.
Ecodoppler al collo è ok. Visita oculistica ok.
Da considerare anche che l'ultimo periodo è stato particolarmente stressante e contamporaneamente
a questo "rumore di fondo" ho anche un leggero intontimento.

Ovviamente durante la notte capita, soprattutto appena coricato che percepisco maggiormente questo rumore....
(che non è un fischio all'orecchio ma si avvicina)

E' possibile che a causa della troppa tensione (purtroppo sono un tipo apprensivo) abbia irrigidito troppo le fasce muscolari
del collo?

Altra nota: Questa estate ho avuto dei massaggi decontratturanti per il trapezio. Possono centrare qualcosa?

La cosa fastidiosa è che anche se leggero è continuo.

Potrebbe essere la cervicale infiammata??
---------------------------------------------------------------------
Dopo avere effettuato una visita dall'ortopedico, mi ha prescritto delle punture di tricortin 1000
(le prime 5 ogni sera e poi le altre 5 a giorni alterni)
Normast 600mg 2 volte al giorno per 10 giorni
e 6 gocce di xanax la sera dopo cena.

Ora sono al 7 gg di cura, e di notte dormo tranquillamente e non sento questo fastidio.
Ma non appena mi sveglio dopo 3-5 minuti si accende il televisore (che lo sento per tutta la giornata).
Essendo ora io un tipo ansioso, mi sto innervosendo perchè non vedo il problema risolversi.
Il mio timore è quello che abbia potuto prendere un virus che abbia coinvolto
le zone periferiche dell'orecchio.

Cosa potrebbe essere? Saluti

[#1] dopo  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Egregio Paziente,
se il rumore che lei ha descritto non è avvertito in ambedue le orecchie ma è monolaterale, è opportuno che lei si sottoponga ad una visita otorino a seguito della quale potrebbe essere necessario anche effettuare una Risonanza Magnetica per valutare lo stato dell'VIII nervo cranico (acustico).
Cordialmente
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#2] dopo  
Utente 517XXX

Salve il rumore lo avverto non proprio nelle orecchie. E' centrale. Ieri ho fatto visita dall'otorino, mi ha detto che non ci sono deficit a livello di orecchio se non una leggera ipoacusia alle alte frequenze. Mi ha fatto anche un test credo per vedere la risonanza all'interno dell'orecchio (ABR?) dove si sente una certa pressione e dei suoni.
Secondo lui è causato da un forte stress lavorativo prima delle feste natalizie.
Fatto sta che dopo un leggero miglioramento negli ultimi 15 giorni, stanotte non so se per colpa di quest'ultimo test la situazione è peggiorata, mi sono svegliato alle 3.00 con questo rumore forte (il sibillio delle tv anni 70 assieme ad un frigo). Ho preso sonno dopo un'oretta circa.
Mi ha dato vessel da prendere per 20GG.
Proverò a richiamarlo, ma non so più cosa pensare...

[#3] dopo  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Per essere completamente tranquillo, Le suggerirei di effettuare la RM che ho citato nella precedente risposta
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#4] dopo  
Utente 517XXX

Salve,
ieri ho fatto la visita dal neurologo.
Dopo avermi fatto alcune domande (non ha visto tutti gli esami che avevo fatto) se ne esce col fatto che il mio è un disturbo psicosomatico dovuto a forte stress e soprattutto all'ansia.
La cosa che mi sconvolge di più è il fatto che lui considera le cure che sto facendo totalmente inutili (Tricortin, normast e vessel (ques'ultimo dato dall'otorino)). Quindi mi ha detto di sospendere tutto e prendere depakin mattina e sera e olanzapina in associazione con xanax. Poi dopo qualche giorno sospendere xanax per continuare con la sola olanzapina.

Ovviamente dopo avere sentito ortopedico, oculista, otorino e medico di famiglia mi sento abbastanza confuso. Fra l'altro non capisco perchè dovrei prendere subito dei psicofarmaci piuttosto che seguire una cura alternativa e meno invalidante. Infatti stamattina mi sento abbastanza intontito e per il mio lavoro (lavoro al pc con dati importanti) non è pensabile.

Vorrei il parere non solo da parte sua ma anche da parte dei suoi colleghi che leggono. Mi sento abbastanza confuso, non so che cosa fare.Grazie