Utente 527XXX
Buongiorno dottore,
sono un ragazzo di 19 anni alto un metro e ottanta e di peso 80 kg.
Da domenica sera, venendo a conoscenza di che cosa sono le fascicolazioni mi sono accorto di averle sempre avute senza averci mai fatto troppo caso, anche se molto sporadiche e senza che mi dessero alcuna preoccupazione. Da quando mi sono accorto di ciò, ho iniziato ad avvertirle per tutto il corpo, e questo mi ha mandato nel pallone. Premetto che sono una persona molto ansiosa con in passato svariati episodi di ipocondria. Queste fascicolazioni scompaiono quando non ci penso o quando sono in compagnia di altre persone con le quali parlo, e ricompaiono quando ci penso. Faccio attività sportiva regolarmente, boxe, e l'ho effettuata nel corso di questa settimana martedì e giovedì senza riscontrare alcun problema. Inoltre lungo la settimana ho effettuato lunghe camminate da 40 minuti o un'ora circa. Il medico curante mi ha prescritto delle analisi del sangue con CPK da valutare. Per ora nulla di strano, non avverto altri dolori se non un leggero senso di intorpidimento alla mano sinistra da martedì che non mi ha impedito di svolgere tutte le mie attività e un senso di debolezza diffuso in tutto il corpo che va e viene. Questo intorpidimento non mi impedisce di fare nulla ma ad esempio se stringo la mano a pugno e la riapro velocemente e a più riprese avverto un senso di fatica e come un mancamento di sensibilità intermittente, dopo una ventina di secondi in cui stringo e apro velocemente perdo quasi il controllo della mano sporadicamente anche se questo non mi impedisce di andare avanti per un altro po' di tempo. Aggiungo che la mano è la sinistra, con la quale sono sempre stato un po' goffo e impacciato. In realtà sono sempre stato goffo e impacciato con entrambe le mani, però adesso pongo attenzione a ogni movimento che compio tentando di capire se riesco, ad esempio, ad afferrare un piccolo oggetto al primo colpo. Il mio pensiero continuo è quello di malattie terribili del motoneurone. Posso escluderle arrivato a questo punto? Martedì sera ho avuto una crisi ansiosa così forte da chiamare la Guardia Medica, la quale mi ha rassicurato, e ieri la psicologa mi ha insegnato alcune terapie per curare l'ansia. È possibile che il deficit motorio cominci con un lieve intorpidimento per poi aggravarsi? Gli esiti degli esami arrivano il 13 e io sono in un profondo stato d'ansia. La ringrazio della cordialità.

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Ragazzo,

è evidente che in base a quanto scrive non ha nessuna malattia del motoneurone. Le stesse fascicolazioni le ha sempre avute e se si accentuano quando ci pensa sono di origine ansiosa.
Non vedo nessun segno della malattia, peraltro alla Sua giovanissima età.
Deve curare l'ansia.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 527XXX

La ringrazio della celerità e della puntualità della risposta. Le vorrei chiedere solo un altro paio di cose:
a) se le fascicolazioni continuassero converrebbe fare una visita neurologica?
b) il fatto che io faccia boxe da 2 mesi con ritmi abbastanza elevati quando invece prima di quest'ultima attività sportiva non avevo fatto che rade e poco faticose sessioni di nuoto può avere aumentato sia le fascicolazioni sia il CPK che potrei riscontrare elevato negli esami del sangue effettuati oggi? (Visto che li ho effettuato il giorno dopo l'allenamento di boxe). Le fascicolazioni che sentivo prima di domenica erano molto rade e poco significative, ma ci tengo a precisare che dopo domenica ne ho avute di più significative tali anche da muovermi leggermente la parte del corpo interessata. Un CPK alto, inoltre, cosa comporterebbe?

La ringrazio della risposta.

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

a. la visita neurologica la può fare ma non per sospetto di SLA che non c'è.
b. Il CPK alto si valuta dai valori riscontrati, così non ha alcun senso. Può certamente essere aumentato a causa dell'attività sportiva. Lo sforzo fisico può accentuare le fascicolazioni.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente 527XXX

La ringrazio ancora. In ultima istanza le chiedo: cosa si intende per deficit motorio? Il non riuscire a muovere l'arto completamente o semplicemente l'impossibilità di compiere movimenti quali impugnare degli oggetti o effettuare movimenti coordinati come allacciare le scarpe? Insomma, come ai evince la presenza di un deficit motorio? La ringrazio della cordiale attenzione, la terrò aggiornata, se lei gradisce, sullo sviluppo della vicenda. Le auguro una buona serata.

[#5] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

per deficit motorio s’intende l’impossibilità di compiere un determinato movimento, per es. camminare correttamente, alzare un arto in maniera normale, ecc.
Se vuole può farmi sapere eventuali sviluppi del caso.

Buona serata anche a Lei
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente 527XXX

Buonasera dottore,
ieri mi sono dimenticato di riportare un sintomo: da martedì avverto stanchezza alla mano sinistra e alle gambe che va e viene, un giorno c'è alla mano sinistra, un giorno alle gambe, un giorno in nessuno dei due punti. Ripeto che ho svolto due allenamenti di boxe martedì e giovedì senza avere problemi, e in più effettuo ogni giorno come minimo 10.000 passi. Non ho avvertito cedimenti strutturali né altri sintomi importanti. Ho aggiunto questo dettaglio per rendere più completa la sintomatologia. Dovrei preoccuparmi? Non sono debolezze invalidanti ma le percepisco. La ringrazio della disponibilità.

[#7] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

sono sensazioni discontinue che non hanno nulla a vedere col deficit motorio.

Buon fine settimana
Dr. Antonio Ferraloro

[#8] dopo  
Utente 527XXX

E dunque dopo una settimana posso escludere malattia gravi con questi stessi sintomi? Mi preoccupano la SLA e la SM più che tutto, e volevo capire a che livello la debolezza muscolare diviene preoccupante e indice di una malattia grave. Grazie della disponibilità, le auguro un buon sabato sera e la ringrazio per l'augurio di buon fine settimana.

[#9] dopo  
Utente 527XXX

Buonasera dottore.
Le scrivo perché da ieri sento una sorta di lievissimo indolenzimento alla base delle falangi che va e viene. Non mi impedisce di fare nulla e le azioni quotidiane mi riescono molto bene. Inoltre domenica sono andato a fare una corsa di 40 minuti durante la quale non ho riscontrato affaticamenti. Le scrivo perché domani vado a ritirare i referti degli esami tra cui vi è il valore del CPK, e volevo chiedere se questo lieve indolenzimento potesse essere qualcosa di preoccupante. Nei movimenti sono coordinato e con le mani alzò pesi considerevoli e non ho problemi ad impugnare oggetti. Aggiungo che è una settimana che faccio prove nelle quali prefiggo di capire se riesco ad impugnare oggetti o a sollevarne di pesanti e non escludo che le mie mani chiedano pietà. A questo lieve indolenzimento si aggiunge un senso di debolezza alle mani quando l'ansia prende il sopravvento. Vorrei chiederle dopo quanto tempo dalla manifestazione dei sintomi (fascicolazioni due domeniche fa) si sta tranquilli. Grazie della cordialità e disponibilità.

[#10] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

"è una settimana che faccio prove nelle quali prefiggo di capire se riesco ad impugnare oggetti o a sollevarne di pesanti" questo è un chiaro sintomo ansioso.
La SLA per definizione non causa dolore.
Il Suo è uno stato ansioso che deve essere affrontato tempestivamente.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#11] dopo  
Utente 527XXX

La ringrazio della tempestività della risposta. Sto provvedendo a una terapia psicologica per affrontare gli stati ansiosi già da diversi mesi. Spero che gli esami del sangue domani siano portatori di buone notizie. Se è il caso le chiederò altri consulti, intanto la ringrazio per la disponibilità e la cordialità esemplari che lei dimostra in ogni suo consulto. Le auguro una buona serata.

[#12] dopo  
Utente 527XXX

Buongiorno,
Le scrivo per comunicarle gli esiti degli esami del sangue
S-Fosfatasi Alcalina: 66 (40-129)
S-Creatinichinasi: 143 (25-190)
S-Proteine totali: 6.9 (6.6-8.7)
S-Proteina C Reattiva: 0.7 (0.0-10.0)

Vorrei sapere un suo parere in merito. Le analisi risalgono all'8/03. Le fascicolazioni continuano e non ho altri disturbi se non un lieve intorpidimento di entrambi gli arti superiori che mi preoccupa un po' siccome va avanti da lunedì senza aggravarsi in quanto mi fa svolgere qualsiasi cosa in libertà aumentando e diminuendo a suo piacimento, senza impedirmi di fare boxe. Lei mi consiglia ulteriori controlli o secondo lei dopo quasi due settimane posso stare tranquillo?

La ringrazio per la dedizione augurandole buona serata.

[#13] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

gli esami sono nella norma.
L'intorpidimento non è un sintomo di SLA.
Stia tranquillo.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro