Utente
Buona sera dr. Ferrarolo, Le scrivo per chiederle un parere su un referto DatScan effettuato circa un anno fa e che avrebbe dovuto tranquillizzarmi sulla mia paura di avere il morbo di Parkinson. Ormai sono 3 anni che giro per specialisti (8 neurologi, 2 fisiatri, 3 reumatologi, 2 oculisti, 1 gnatologo, ecc.. . e ho fatto anche 3 risonanze encefalo, la terza anche con mdc e 2 al midollo di cui la seconda con mdc, da cui è risultato che ho un’ernia cervicale e una dorsale, oltre ad un’infiammazione dei seni paranasali; un’elettromiografia ai 4 arti, un’ elettronerografia, analisi del sangue, ecc., risultati tutti nella norma) e tutti associano i miei sintomi alla mia ipocondria; qualcuno ha detto sindrome da fatica cronica, altri fibromialgia, altri somatizzazione, altri sindrome ansioso depressiva. Vado al punto, il referto recita: corpi striati: definibili nella morfologia i nuclei caudati ed i puntamen. Nuclei caudati: nella norma la captazione del tracciante recettoriale. Putamen: nella norma la captazione del tracciante recettoriale. Conclusioni: le funzioni del trasporto di membrana della dopamina in sede pre-sinaptica a livello dei corpi striati è nella norma.
Valutazione semi-quantitativa nell’iconografia allegata:
Striatum Total/ occ: 2. 88
Caud-L / occ: 3. 30
Caud R/ occ: 3. 28
Put-L/ occ: 2. 37
Put-R/ occ: 2, 58
Putamen/ nucleus caudatus: 0. 75
Striatum-L/occ: 2. 84
Striatum- R/occ: 2. 93
Inoltre sono presenti 3 immagini denominate slice1, slice 2 e slide 3, cosa rappresentano? Sono leggermente diverse fra loro.
Alla luce di quanto scritto, cosa mi può dire di questi dati (considerando le varie visite e i vari esami obiettivi negativi)? Si può escludere il Parkinson pur avendo alcuni sintomi che mi spaventano come: non fluidità nello scrivere, non fluidità nei movimenti in generale, difficoltà nel sorridere o aggrottare le sopracciglia (dopo poco i muscoli del viso tremano), lingua che incespica quando parlo, facile affaticamento (basta fare qualche salto o un accenno di corsa e mi viene la tachicardia), dolore avambraccio sinistro e sensazione che il braccio tiri, impressione di zoppicare con la gamba sx (a differenza della dx non riesco a contrarre il polpaccio sx), tremore mani (più sx), acufeni, bruciori pianta piedi (+ sx), dolori lombari, al collo, fatica nel masticare, ansia, parestesie, astenia, fastidio alla lingua come se bruciasse, sensazione di percepire la temperatura diversamente tra dx e sx, mi viene sonno se guido (ma solo se guido), fastidio occhio sx.. . ?

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

il DatScan è normale, non ci sono alterazioni della captazione della dopamina a livello dello striato.
Ritengo che abbia effettuato la visita neurologica, ha l’esito?
Cosa Le ha detto il neurologo?

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente
Dottore buon giorno, il neurologo in questione già mi aveva detto che non avevo niente, infatti ero già stato da lui tre volte è sempre con l’esame obiettivo nella norma, ma su mia insistenza, vedendo il mio stato di angoscia, mi ha prescritto il DatScan, aggiungendo che si sarebbe giocato la casa sulla negatività dell’esame strumentale. Quando gli ho mostrato gli esami ha riconfermato quanto detto in precedenza consigliandomi una visita dal neuro-psichiatra.
Dopo di lui sono stato da altri 3 neurologi, uno esperto di Sla e gli altri 2 esperti di Sm, ma tutti e tre non hanno riscontrato niente durante le visite (l’ultima solo non ha espressa una diagnosi, ma mi ha prescritto Sereupin 20 1/2 compressa per dieci giorni, per poi passare a una intera e EN gtt 5-10 gocce la sera. In più mi ha prescritto anche potenziali evocati pess-pem e potenziali laser) e hanno tutti escluso Morbo di Parkinson o malattie neuro degenerative e mi hanno consigliato chi psicologo, chi psichiatra perché ritenuto ipocondriaco e affetto da disturbo ansioso.
Dottore lei pensa che se fosse stato Parkinson se ne sarebbero accorti durante la visita obiettiva? L’esito del DatScan può essere attendibile? Sono tre anni ormai che giro per specialisti, ma non ne vengo fuori, crede se ne sarebbero accorti se ci fosse stato qualcosa? Grazie

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

la diagnosi di Parkinson è clinica, cioè si effettua con la visita neurologica che in tal caso presenta segni caratteristici della malattia. È chiaro che se il collega non ha riscontrato nulla in tal senso Lei non ha il Parkinson. Le dico pure che il DatScan in questi casi non si richiede, è un esame improprio.
Ha trovato un collega molto accondiscendente, direi troppo.
Infatti l’esame si richiede solo nei casi dubbi, quando la visita è al limite della significatività.
Da quanto tempo ha iniziato la terapia farmacologica?

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente
Buon giorno dottore, in realtà non l’ho iniziata perché con l’estate di mezzo non sarei riuscito a seguirla con regolarità, ma soprattutto ho paura ad iniziarla perché un alto medico mi prescrisse del sirdalud 2mg ed ebbi le allucinazioni e stetti malissimo la notte. Il mio problema, dottore, nasce una mattina di 3 anni fa quando mi svegliai completamente debole a tutti e 4 gli arti e sentivo un fastidiosissimo bruciore alla lingua come se me la fossi bruciata col caffè; da quel giorno quello stato non è più passato. Ricordo che mi cadevano gli oggetti dalle mani, non riuscivo a scrivere in maniera fluente, avevo confusione mentale. Da quel giorno è iniziato il mio calvario, fatto di visite specialistiche, ah tra l’altro proprio qualche giorno prima avevo prenotato una visita dal reumatologo perché avevo notato che mettendo le mani sotto l’acqua fredda mi venivano delle fitte. Poi ho iniziato ad informarmi in internet su questa astenia e sui sintomi e da lì ho iniziato ad avere paura di avere: prima la Sla, poi la Sm e poi il Parkinson e a periodi il circolo si ripete. Avendo fatto il Dat Scan mi ero tranquillizzato, ma il persistere dei dolori, soprattutto al braccio sinistro (sento il muscolo dell’avambraccio che mi tira), la fatica nello scrivere in maniera fluente,, l’affanno nel parlare con molta produzione di saliva e lingua che incespica , la non fluidità dei movimenti, il facile affanno appena faccio uno sforzo, le difficoltà nel dormire, l’ansia, l’apatia, l’astenia, mi hanno riportato nel tunnel del Parkinson e adesso ho il terrore di averlo. Lei che dice, cosa potrebbe essere? Può avermi causato dei danni il dat scan considerando che l’ha definito improprio nel mio caso? Esistono casi di somatizzazione che mimano per così tanto tempo le patologie di cui temo? Comunque il neurologo ha scritto non segni extrapiramidali, non evidenti deficit focali in corso, performance cognitive normali e vigile-orientato e collaborante e i neurologi successivi non hanno trovato anche loro segni patologici.

[#5] dopo  
Utente
Dottore mi scuso, un’altra domand che vorrei farle è se un Parkinson giovanile e agli esordi viene comunque visto all’esame clinico dal neurologo?

[#6]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

Lei deve curare il disturbo psichico, è questo il Suo problema.
Tutte le domande che pone rappresentano tipicamente un sintomo ansioso, cioè le domande di per sé sono un chiaro sintomo ansioso.
Riguardo l’esame improprio, mi riferivo alla sua inutilità, non è comunque nocivo.
Il Parkinson giovanile si diagnostica esattamente come quello classico.
Le ripeto, curi l’ansia e le sue tante sfaccettature.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#7] dopo  
Utente
Dottore la ringrazio per le risposte e per il tempo dedicatomi. Spero davvero di uscirne.
Cordialmente.
Buona serata.

[#8]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Di nulla.

Buona serata anche a Lei
Dr. Antonio Ferraloro

[#9] dopo  
Utente
Dr buona sera, volevo farle una domanda: ma qualora uno specialista avesse un dubbio sul Parkinson e prescrivesse un’esame Dat Scan e questo risultasse negativo (cioè nella norma), si potrebbe escludere il morbo di Parkinson?

[#10] dopo  
Utente
Mi scuso per la domanda, ma continuo ad avere questo dubbio atroce e cioè se l’esame strumentale può escludere la patologia in caso questo fosse negativo

[#11]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
L’esame negativo esclude un Parkinson primario.
Dr. Antonio Ferraloro

[#12] dopo  
Utente
Buongiorno e grazie per la risposta, ma una cosa non ho capito, cosa significa Parkinson primario? Ci sono altri tipi di Parkinson che invece non escluderebbe?

[#13]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
IL Parkinson primario è quello comune, noto a tutti, poi ci sono parkinsonismi secondari e parkinsonismi atipici ma qui il discorso diventa complesso.
Dr. Antonio Ferraloro

[#14] dopo  
Utente
Grazie dottore, gentile come sempre.