Utente
Gentile dottore,
soffrendo di dolori alla testa praticamente da sempre a fasi alterne (occhio/tempia/orecchio dx) su mia insistenza (essendo un po ansiosa!) a maggio del 2016 ho fatto una RM con mc nel cui referto si parlava di alcune minute alterazioni di segnale della sostanza bianca ma per il resto era tutto a posto.
La neurologa che mi seguiva all'epoca, dopo visita negativa (come altre visite neurologiche da me fatte nei mesi precedenti) mi aveva tranquillizzato e prescritto il laxoril con diagnosi di cefalea di tipo tensivo sovrapposta ad emicrania. La terapia mi ha in effetti ridotto l'intensità e la frequenza degli attacchi ma dopo un anno l'ho sospesa, su consiglio del medico, per via degli effetti collaterali (peso e stipsi) ed la sintomatologia è gradualmente ricomparsa.
Nel frattempo la mia neurologa si è trasferita e sono "approdata" al centro cefalee della mia città. Altra visita neurologica negativa ad aprile 2018, prescritti triptani, fatta eco per verificare problemi vascolari (tutto a posto), analisi del sangue regolari. Sono più volte andata dall'otorinolaringoiatra per il dolore all'orecchio ma è risultato tutto a posto (anche con l'esame audiometrico e laringoscopia) e dall'oculista; tutto ok a parte la presbiopia.. .
Mi ha prescritto anche una nuova RM con mc (che l'altra neurologa non riteneva necessaria.. ) che ho fatto (con molta fatica essendo io claustrofobica) nello stesso studio radiologico ad aprile 2019 nel cui referto si dice "situazione sostanzialmente sovrapponibile alla precedente ed ero quindi tranquilla.. . a luglio (dopo un anno dalla precedente visita.. tempi della sanità pubblica) sono tornata al centro cefalee e la neurologa vede la RM mi prescrive ulteriori accertamenti presso il centro SM.. . può immaginare la mia ansia!! i miei sintomi sono da anni (il primo episodio risale alla mia maturità nel 1987!) sopratutto dolore occhio/tempia/orecchio dx che peraltro si attenua con gli analgesici; non è possibile si tratti del trigemino o di altra nevralgia magari dovuta a problemi della cervicale di cui soffro o della mandibola che scocca? ritiene ci siano i presupposti per ulteriori accertamenti che sarebbero per me fortemente stressanti? la neurologa del centro non mi ha saputo dare nessuna spiegazione a questi dolori.. possono essere causati da queste minute alterazioni? grazie per l'aituo che potrà darmi.. .

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Signora,

già è un’ottima notizia che l’ultima RM sia sovrapponibile alla prima, questo indica che il quadro è stazionario.
Per il resto si dovrebbero visionare direttamente le immagini dell’esame per dare un parere attendibile.
Potrebbe copiare il referto della RM? Almeno abbiamo qualche elemento in più.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente
Gentile dottore, scusi ma ero fuori sede.
Le riporto per intero le i referti delle due RM con mc:
Maggio 2016:
Presenza di alcune minute alterazioni del segnale della sostanza bianca caratterizzate da una iperintensità nelle sequenze FLAIR in sede frontale destra e duenel centro semiovale omolaterale, reperi aspcifici e da valutare con ulteriori controlli RM
Non sono evidenti per il resto altre aree di anomalo segnale nel pachiderma cerebrale, cerebelalre e del tronco encefalico.
Nella norma l'asse ipotalamo -ipofisario e le vie ottiche.
Simmetrici i forami acustici interni e niente da rilevare a carico del VII e VIII n.c e delle restanti strutture dell'angolo pronto-cerebellare.
Il IV ventricolo è nella normale sede e le camere ventricolari sopratentontoriali sono simmetriche e normotese.
Nella norma le cisterne della base, le scissure silviane ed i solchi circonvoluzionali della convessità.

aprile 2019:
Quadro odierno sostanzialmente sovraponibile rispetto al precedente controllo; in paticolare si confermano sostanzialemente immodificate le note piccole aree di alterato segnale,ipertense nelle sequenze a lungo TR, della sostanza bianca profonda e, più rare, periventricolare di entrambi gli emisferi cerebrali, localizzai prevalentemente in sede sottocorticale frontale bilaterale, parietale e tempoarle DX nei centri semiovali e in sede emisferica cerebellare DX a ridoesso del IV ventricolo; reperti aspecifici.
Non aree di restrizione del segnale di diffusione da riferire a lesioni in fase acuta/subacuta
Non accumuli patologici MdC
Strutture mediane in asse
Regolari gli spazi liquorali cortico-cisternali e le camere ventricolari.
Invariati anche i restanti reperti.

Attendo un suo parere in merito.
grazie
Un cordiale saluto

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

innanzitutto Le confermo che la seconda RM è sovrapponibile alla prima.
Tali minute alterazioni non sono responsabili della cefalea che riferisce.
Diciamo che è razionale richiedere un approfondimento diagnostico che in questi casi è su vari fronti.
Al momento la collega vuole escludere problemi demielinizzanti, questa non è ovviamente l'unica possibile origine delle predette alterazioni. Anche uno screening trombofilico può essere utile così come la ricerca di un eventuale forame ovale pervio.
Detto questo però La invito a stare tranquilla stante la stazionarietà del quadro RM.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente
Grazie per la sua cortese e tempestiva risposta che ho potuto leggere solo ora perchè non avevo la possibilità di collegarmi ad iternet essendo in ferie lontano da casa che ho passato in compagnia di una costante ansia...purtroppo il pensiero va sempre li e si tende ad aplificare ogni sintomo.
Volevo aggiungere che ho eseguito, sia nel 2016 che nel 2018 un ecocolordoppler TSA che sono risultati in entrambe i casi del tutto normali.
Comunque a settembre ho preso appuntamento con un altro neurologo che mi potrà evenualmente far eseguire gli accertamenti da Lei suggeriti.
Le chiedo solo se sulla base delle due RM si possano ragionevolemente escludere patologie neurologiche gravi..
L'ha ringrazio e la saluto cordialmente.

[#5]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

cosa intende per "patologie neurologiche gravi"?
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente
Buongiorno,
per Patologie gravi intendo SM o SLA...
mi scusi se non le ho risposto tempestivamente ma ho preferito aspettare la visita neurologia che effettuato ieri.
La neurologa che ho consultato mi ha molto tranquillizzato perché, sia visionando le due RM che attraverso la visita, mi ha detto che non c'è niente di cui preoccuparmi, anzi si è anche positivamente sorpresa per la mia forza muscolare per una donna della mia età! aggiungendo che gli specialisti del centro SM al quale il centro cefalee mi aveva indirizzato con tonalità alquanto allarmiste, si sarebbero quantomeno indisposti non sussistendo alcun presupposto che giustifichi il ricorso ad una struttura specializzata per accedere alla quale c'è una lunga lista di attesa per casi certamente più urgenti.
Detto questo mi ha consigliato di riprendere il Laroxil con dosaggio fino a 6 gg e un 'integratore. Andrò a controllo a novembre. Secondo lei soffro di emicrania...e di ansia
L'ha ringrazio comunque e mi farebbe piacere un suo riscontro.

[#7]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

concordo con quanto detto dalla neurologa, si tranquillizzi e segua le sue indicazioni.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro