Utente
Buongiorno e grazie per la cortese attenzione.

Sto per sottoporvi un sintomo che mi preoccupa in quanto sono una persona con disturbo ossessivo.
Da qualche mese ho un nervo schiacciato al gomito (o forse più di uno) e mi causa bruciore, formicolii, debolezza.
In particolare questa debolezza si accentua ogni volta che il braccio è disteso sul letto, a riposo.
In questa posizione avverto quasi come dei movimenti interni, degli spasmi non so come definirli ma soprattutto spesso queste posizioni mi causano lo spostamento di alcune dita o della mano (molto lieve).

Stasera andrò dal neurologo che nella visita neurologica non aveva riscontrato nulla di anomalo (no Babinski, no deficit di forza, mingazzini negativo, riflessi OK).

Con i limiti di un consulto a distanza, può semplicemente essere un problema muscolare?

Grazie

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Ragazzo,

certamente, può essere un problema muscolare.
Riguardo la compressione del nervo al gomito, è obiettivata da un’EMG o è una Sua ipotesi? In quest’ultimo caso sarebbe utile effettuare l’esame per avere un elemento obiettivo sui cui potere poi pensare ad una terapia.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente
Intanto la ringrazio per la risposta.
Quella del nervo compresso è una mia ipotesi perché il disturbo è insorto con formicolii, bruciore e dolore e poi dopo un po’ debolezza prima a destra e poi nel braccio sinistro. In più ho dolore/bruciore al gomito e formicolio in zona ulnare. Il neurologo invece durante l’ultima visita neurologica ( 2 settimane fa) ha parlato di ansia per il momento ed eventualmente se fosse apparso formicolio o bruciore in un punto preciso del braccio di recarmi da lui. Purtroppo oggi non ho fatto in tempo quindi aspetto ulteriori informazioni dal neurologo per muovermi.

La ringrazio.

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Veda cosa Le dirà il neurologo e se Le consiglierà un'EMG.
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente
La ringrazio.
In realtà feci un’ ENG a giugno con esito negativo sia al braccio destro che al braccio sinistro. Dopo poco, a destra il disturbo scomparve. A sinistra invece si è cronicizzato. Sarebbe possibile la causa ansiogena?

[#5]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
La causa ansiosa è sempre possibile.
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente
Buongiorno.
Torno a disturbarla per un attimo.
Ieri nonostante ancora le braccia fossero leggermente contratte, ho fatto una corsa.
La notte, appena coricatomi, iniziarono i soliti spasmi al braccio. Non appena distendo il braccio ho questa sensazione di debolezza/dolore e poi inizio ad avvertire uno spostamento/movimento del braccio lieve o a volte di alcune dita. Può essere qualcosa di fisiologico e non preoccupano e quindi legato alla stanchezza muscolare oppure devo per forza orientarmi verso malattie importanti. Ripeto ho effettuato il 7 settembre visita neurologica con esito negativo. In più, tale sintomatologia si accentua quasi sempre dopo allenamenti.

[#7]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Con una recente visita neurologica negativa non deve pensare malattie neurologiche importanti.
Segua le indicazioni del neurologo.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#8] dopo  
Utente
Gentile dottore la ringrazio.
Un’ultima domanda: il fatto che a destra avevo gli stessi sintomi, discontinui, che sono regrediti dopo un mese senza terapia/ farmaci, è un ottimo segno no?
Buona giornata

[#9]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Certamente, è un elemento favorevole.
Dr. Antonio Ferraloro

[#10] dopo  
Utente
Buonasera.
Torno a disturbarla.
Per il momento mi trovo a Milano e ho appena ripreso le lezioni universitarie per cui non ho tempo per recarmi dal medico. Ovviamente non pretendo diagnosi, volevo solo sottoporvi un sintomo per capire se si tratta sempre di spasmi. Quando cammino, avvertendo la solita debolezza all’avambraccio, noto che a volte le dita si spostano involontariamente. Ad esempio, può capitare che salgo su un gradino e in quel momento avverto che magari un dito o più dita si spostano. Ciò lo avverto solo nella mano in cui avverto la debolezza. Con i limiti di un consulto a distanza, dovrei preoccuparmi?

[#11]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Con i famosi limiti del consulto a distanza non penso sia una cosa preoccupante, solitamente sono gli spasmi muscolari che causano il movimento involontario delle dita.
Dr. Antonio Ferraloro

[#12] dopo  
Utente
La ringrazio.
Un’ultima domanda più generale : con una visita neurologica effettuata un mese fa posso escludere malattie demielizzanti/degenerative? La visita neurologica è stata effettuata in fase sintomatica e l’esito è stato negativo. Dovrei fare altri accertamenti? Diciamo che l’unica cosa che mi preoccupa sono questi scatti continuo al braccio sx, per continui intendo 5-6 volte al dì, stesso braccio in cui avverto debolezza. Può essere un problema psicosomatico?

Grazie

[#13]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Può stare tranquillo con visita neurologica negativa.
Sì, la componente ansiosa è ovviamente possibile.

Buon fine settimana
Dr. Antonio Ferraloro