x

x

Effetto ansiolitico su sintomi

Buondì.

Grazie per il tempo dedicatomi.

Premetto di essere un ragazzo ansioso e da qualche mese avverto formicolii agli art superiori, bruciori, prurito.

Ho effettuato due visite neurologhe entrambe negative il cui esito era ansia.

Volevo chiedervi se il fatto che spesso dopo l’assunzione di alcool noto una regressione quasi totale dei sintomi sia un elemento favorevole che giustifichi l’origine ansiogena dei sintomi?

Vi ringrazio
[#1]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 70,7k 2,2k 23
Gentile Ragazzo,

certamente, avendo l’alcol nel breve tempo un effetto disinibente sulla "mente", può fare regredire temporaneamente la sintomatologia confermando la sua origine ansiosa.
Non Le consiglio però di "curarsi" in questo modo considerati i molteplici danni che può recare un consumo cronico di alcolici.

Cordiali saluti

Dr. Antonio Ferraloro

[#2]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio,

Ovviamente non ho né l’intenzione né la voglia di curarmi in tal modo.

La ringrazio per il tempo...

Buona giornata
[#3]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 70,7k 2,2k 23
Si nulla, buona giornata anche a Lei.

Dr. Antonio Ferraloro

[#4]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno torno a disturbarla...

Insieme ai formicolii ho anche una debolezza muscolare al braccio sinistro, non oggettivata nelle due visite neurologiche e la cui origine sarebbe ansiogena a detta dei neurologi. Tuttavia, alla mano in cui avverto debolezza a volte (2/3 volte al giorno, a volte non si presentano per giorni) ho degli scatti alle dita della mano debole . Questi scatti possono avere un’origine ansiosa anche se sono localizzati solo a sinistra? Dovrei preoccuparmi e temere la sclerosi multipla?

Grazie mille, tolgo il disturbo
[#5]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 70,7k 2,2k 23
Gentile Ragazzo,

certamente, può avere un'origine ansiosa, in ogni caso l'esito negativo delle due visite neurologiche è tranquillizzante.

Cordialmente

Dr. Antonio Ferraloro

[#6]
dopo
Utente
Utente
Gentile dottore,

Torno a chiederle un breve consulto,

Il fatto che anche questa lieve debolezza si attenui (ma non scompare del tutto)quando assumo degli alcolici sarebbe un elemento favorevole che spiega l’origine ansiogena?
Sarebbe il caso di farmi prescrivere un ansiolitico?

Buona giornata, grazie
[#7]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 70,7k 2,2k 23
Come Le dicevo precedentemente l’origine ansiosa è probabile.
Riguardo la terapia deve rivolgersi al medico curante o allo specialista in quanto è vietato a distanza dare suggerimenti in tal senso.

Buon fine settimana

Dr. Antonio Ferraloro

[#8]
dopo
Utente
Utente
Buonasera gentile dottore,

le chiedo un consulto sempre consapevole dei limiti di un consulto a distanza.

Ormai a sintomatologia persiste da mesi, la debolezza è sempre stata costante ma formicolii, bruciori e prurito no come le ho già detto, spesso regrediscono quando bevo alcool o appunto sono tranquillo..

Per quanto riguarda la debolezza al braccio sx, da due mesi ho ripreso con gli allenamenti e l'avverto di meno. Questo aspetto, ovvero che il muscolo è come se fosse più forte dopo alcune settimane di allenamento, potrebbe comunque orientare verso un origine ansiogena o farebbe pensare a qualcosa di organico? (compressione, sclerosi multipla...)

La ringrazio, purtroppo non mi è facile gestire tutti questi dubbi...
[#9]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 70,7k 2,2k 23
Ovviamente avvertire il muscolo più tonico dopo alcune settimane di allenamento (che è normale) orienta sul versante ansioso.

Cordialità

Dr. Antonio Ferraloro

[#10]
dopo
Utente
Utente
Ia ringrazio...è stato molto gentile ed esaustivo...

Ho un’ultima domanda e la ringrazio in anticipo o per la risposta...

A volte il mio braccio sinistro trema quando sbadiglio...è una cosa fisiologica?

Buona giornata
[#11]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 70,7k 2,2k 23
Nulla d’importante, stia tranquillo.

Buona giornata

Dr. Antonio Ferraloro

[#12]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno, purtroppo torno a disturbarla...

Qualche giorno fa ho avvertito una fitta dolente ad un dente ma non mi sono preoccupato, ho pensato ad una carie. La fitta l’ho sentita a sinistra e nei giorni successivi soltanto 2-3 volte.
Tuttavia da ieri, avverto un dolore mandibolare diffuso sia a destra che a sinistra, molto lieve.
Con i limiti di un consulto a distanza, potrebbe essere il trigemino che mi causa questi disturbi?

Lunedì dovrei recarmi dal dentista per escludere una carie innanzitutto...
La ringrazio, scusi per il disturbo
[#13]
dopo
Utente
Utente
Gentile dottore sto notando adesso che in #8 forse non sono stato abbastanza chiaro....

Mi riferivo al fatto che il braccio che prima che iniziassi gli allenamenti sentivo più debole e ora sento meno debole, più forte/tonico e mi chiedevo se all’origine della debolezza sia possibile l’ansia. In poche parole, quello che mi preoccupa non è il fatto di sentire il muscolo più tonico che come lei dice è normale, ma il fatto che gli allenamenti l’avessero rafforzato mi fa pensare ad un qualcosa fi organico (atrofia) e che quindi all’origine non possa esserci l’ansia...
Per debolezza intento un lieve deficit di forza, che però non è stato obiettivato dai neurologici.
Scusi il gioco di parole, la ringrazio
[#14]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 70,7k 2,2k 23
Potrebbe essere un problema odontoiatrico, se persiste si rivolga al Suo dentista.
Non è comunque la classifica nevralgia del trigemino.

Dr. Antonio Ferraloro

[#15]
dopo
Utente
Utente
Grazie mille...

Ho letto che quando il dolore è bilaterale, come nel mio caso, può trattarsi di sclerosi multipla?

È vero?

La ringrazio
[#16]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 70,7k 2,2k 23
No, non siamo di fronte, come Le dicevo, ad una classica nevralgia del trigemino.

Dr. Antonio Ferraloro

[#17]
dopo
Utente
Utente
Comprendo, la ringrazio...domattina mi recherò presso il dentista di fiducia e le farò sapere l'esito...

Volevo aggiungere che nel mese di Novembre, il 25 novembre 2020, ho effettuato una risonanza magnetica nucleare a 0,3 T che è risultata nella norma. Ciò escluderebbe una nevralgia del trigemino ad origine demielinizzante adesso o è troppo datata?
[#18]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 70,7k 2,2k 23
Una RM a 0,3 T non è del tutto attendibile.

Dr. Antonio Ferraloro

[#19]
dopo
Utente
Utente
Immaginavo...la ringrazio

Se fosse stato per me l’avrei ripetuta volentieri ad alto campo magnetico. Tuttavia, i due neurologi che ho consultato di persona hanno ritenuto che bastava quella e quindi non ho fatto nient altro. Del resto, il centro dove ho effettuato la risonanza avrebbe potuto, visto il quesito, avvisarmi prima di sottopormi alla risonanza magnetica che non era adatta per studiare questo tipo di problematica. Cosa che invece ho scoperto da solo....adesso il centro ne risponderà legalmente

Cordialità
[#20]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 70,7k 2,2k 23
No, le lesioni demielinizzanti possono essere evidenziate, solo quelle minute a volte sfuggono, per questo motivo Le ho detto "non del tutto attendibile".

Dr. Antonio Ferraloro

[#21]
dopo
Utente
Utente
Il mio intento non era contraddirla assolutamente, purtroppo la paura e l’ansia a volte fanno la loro parte e se a ciò aggiungiamo la confusione e la poca professionalità di alcuni medici di base si crea confusione nel paziente.

Pertanto, la ringrazio. È stato più chiaro lei virtualmente che chiunque abbia consultato fin ora.

La terrò aggiornata

Cordialità
[#22]
dopo
Utente
Utente
gentilissimo dottore....

Ho appena fatto la visita odontoiatrica e non è emerso nulla. Il dentista ha effettuato anche una lastra e non ha evidenziato nulla.
Ho contattato entrambi i neurologi che mi seguono e adesso vedo come proseguire...

L'origine ansiogena potrebbe spiegare i sintomi?
Oppure il fatto che ultimamente non ho assunto la sterlina regolarmente?
grazie
[#23]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 70,7k 2,2k 23
Entrambe le ipotesi sono possibili.
Ne parli col neurologo.

Dr. Antonio Ferraloro

[#24]
dopo
Utente
Utente
Grazie mille per la riposta

Ho parlato con il neurologo e anche lui afferma che non è la tipica nevralgia del trigemino. Per il momento mi ha consigliato una terapia antidolorifica e qualora dovesse aumentare il dolore di recarmi da lui.
Ho chiesto se potesse trattarsi di ATM visto che ho anche cefalea, dolore al collo, ronzii, dolori alle orecchie, capogiri e il neurologo, nei limiti di un consulto telefonico, non ha escluso neanche quella.
Per il discorso ansiogeno o della sertralina non si è espresso ma comunque ha detto che a volte queste nevralgie o questi dolori possono capitare e di non preoccuparmi vista la risonanza negativa e vista la visita neurologica negativa.

La terrò aggiornata, la ringrazio
[#25]
dopo
Utente
Utente
Gentile dottore, buongiorno

Ho prenotato un appuntamento presso uno esperto professionista per disturbi tempero mandibolari...

Nel frattempo mi chiedevo se un disturbo tempero mandibolare possa causare un'attivazione del trigemino visto che io avverto dolore al viso, click mandibolare, cefalea, dolore cervicale, dolore alla schiena e anche bruciore al viso...

La ringrazio
[#26]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 70,7k 2,2k 23
La sintomatologia può essere compatibile con una disfunzione dell’articolazione temporo-mandibolare.

Dr. Antonio Ferraloro

[#27]
dopo
Utente
Utente
Scusi se rispondo solo ora ma mi ero dimenticato dell’ultimo messaggio, la ringrazio.

L’eventuale disturbo dell’ATM giustificherebbe anche quelle 2/3 fitte intense come quando si ha una pulpite che ho avvertito all’inizio?

Grazie
[#28]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 70,7k 2,2k 23
Sì, potrebbe giustificarlo.

Dr. Antonio Ferraloro

[#29]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio, buona serata
[#30]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno dottore...

Un ultima domanda, a volte noto avverto anche ipersensibilità dentale dal lato in cui avverto il click mandibolare. Il dentista però non ha rilevato erosioni dei denti.
Questa ipersensibilità può comunque essere legata all’ATM anche se non bruxo, magari perché il trigemino é attivo ?

Grazie
[#31]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 70,7k 2,2k 23
È una possibilità.

Dr. Antonio Ferraloro

[#32]
dopo
Utente
Utente
Gentilissimo dottore buonasera...

Oggi ho fatto una visita presso fisioterapista esperta in ATM e la diagnosi è stata proprio quella di disturbo ATM la cui causa ovviamente può essere attribuita a svariati fattori ma molto probabilmente la tensione muscolare dovuta a stress ed ansia è quella più ovvia.
Detto ciò, mi sono stati prescritti una serie di esercizi di stretching mandibolare.

La ringrazio per la pazienza, la disponibilità e la gentilezza.

Buona serata
[#33]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 70,7k 2,2k 23
Bene, segua questa strada allora.

Buona serata

Dr. Antonio Ferraloro

Sai proteggerti dal sole? Partecipa al nostro sondaggio