Vista offuscata da un occhio

Salve, in precedenza avevo già richiesto un consulto per svariati sintomi che avevo, che sono stati ricondotti a uno stato di ansia sopraelevato.
Di fatti ho iniziato un percorso dallo psicologo, ma ultimamente è apparso un nuovo sintomo che mi preoccupa, per questo vorrei un consulto qui prima della prossima seduta dallo psicologo.
Sono mesi che lamento di tantissimi sintomi, ho avuto di tutto, e due giorni fa, dopo aver premuto l'occhio sul cuscino per 10 minuti, alzando lo sguardo ho iniziato a vedere offuscato.
Sono andata in panico, mi è presa molta ansia e ho iniziato a vedere annebbiato tanto da non riuscire a leggere, questo per tipo pochi minuti.
Ieri nulla di che, ma da stamattina vedo particolarmente offuscato dall'occhio sinistro, niente di troppo invalidante, ma da lontano non riesco a leggere molto.
Mi chiedo se questa possa essere un altra delle tante somatizzazioni che ho avuto oppure qualcosa di neurologico.
Premetto che ho fatto una visita oculistica due mesi fa dove è stata rilevata solo una secchezza oculare, mi sono state prescritte delle gocce che ad essere sincera ho usato poco.
Aggiungo anche che passo molto tempo davanti a PC o telefono, praticamente quasi tutto il giorno.
Ho anche dei sintomi ansiosi depressivi come momenti di dissociazione, difficoltà di memoria, confusione e un morale molto a terra.
[#1]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,6k 2k 23
Gentile Ragazza,

è probabile che il sintomo riferito sia di origine ansiosa ma se dovesse persistere effettui una visita oculistica in quanto a distanza non è possibile dare certezze.

Cordiali saluti

Dr. Antonio Ferraloro

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie dottore, è che sono davvero stanca. Sono mesi che accuso sintomi diversi che vanno e vengono, ho avuto praticamente di tutto. E ora questa cosa agli occhi che mi mette ancora più ansia, che mi convince di avere qualche problema neurologico. Passo tutte le giornate ormai attaccata al telefono cercando possibili cause dei miei malesseri, cercare rassicurazioni pensando mi faccia stare meglio. Università non studio più nulla, con parenti e amici parlo ormai pochissimo e sono distrutta. Volevo aggiungere che due mesi fa avevo fatto la visita oculistica per un leggero senso di annebbiamento, nulla di che riuscivo a leggere e a vedere tutto, quindi è necessario rifarla nuovamente? La secchezza oculare può aver provocato un danno all'occhio?
[#3]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,6k 2k 23
Una nuova visita oculistica è indicata solo se il disturbo dovesse persistere.
Le hanno parlato di disturbo d’ansia, ha affrontato il problema?

Dr. Antonio Ferraloro

[#4]
dopo
Utente
Utente
Sto cercando di intraprendere un percorso prima dalla psicologa, che poi vedrà se saranno necessari anche dei farmaci, ma penso proprio di si. Ho già avuto problemi di ansia 4 anni fa, con pensieri intrusivi e ossessioni, e 3 anni fa ansia piu generalizzata con somatizzazioni, nausea e rimettevo ogni settimana. Ma non avevo affrontato il problema che passò momentaneamente da solo. Ho ricominciata ad avere accenni di ansia dalla prima quarantena che è deteriorata a gennaio con i primi sintomi fisici come vertigini, mal di testa, formicolii, tremori, dolori, acufeni, nausea, stanchezza, debolezza, difficoltà di memoria, dispnea, febbricole, miodepsie e altre cose. Ormai sono ossessionata, non penso ad altro, ogni giorno ho le parole "sclerosi multipla" o "tumore" stampate in testa. E questo problema all'occhio, che seppur leggero è persistente da ieri, per me è una conferma
[#5]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,6k 2k 23
"vertigini, mal di testa, formicolii, tremori, dolori, acufeni, nausea, stanchezza, debolezza, difficoltà di memoria, dispnea, febbricole, miodepsie e altre cose" la molteplicità della sintomatologia orienta proprio verso un disturbo d’ansia, infatti non esiste una malattia neurologica che comprenda tutti questi sintomi.
Come bene Lei ipotizza, probabilmente è indicata una terapia anche farmacologica, anche considerato il riferimento al Suo passato.

Cordialmente

Dr. Antonio Ferraloro

[#6]
dopo
Utente
Utente
Consapevolmente so che di base c'è un disturbo d'ansia, anche molto acuto in questo periodo, ma ho paura che alcuni di questi sintomi non siano dati solo dall'ansia. Per esempio mi sembra assurdo che l'ansia possa rendermi la vista solo da un occhio più difficoltosa, in maniera abbastanza persistente. Poi penso però che probabilmente mi sono spaventata molto in quell'episodio in cui ho avuto vista annebbiata per un pò di minuti e adesso io sia suggestionata, se non ci fosse stato quell'accaduto molto probabilmente non avrei neanche notato questa cosa all'occhio. Poi leggendo su internet di persone che hanno scoperto malattie importanti da sintomi come i miei mi prende quasi il panico, come se fossero ulteriori conferme, tanto che in alcuni momenti sono convinta di avere qualcosa di serio. Comunque la ringrazio per il servizio che presta, rassicurante, tempestivo e professionale!
[#7]
dopo
Utente
Utente
Ho paura possa essere neurite ottica, è possibile secondo la sua esperienza?
[#8]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,6k 2k 23
Nella neurite ottica solitamente il disturbo visivo è importante e può arrivare alla perdita totale della visita ed è accompagnato da dolore oculare soprattutto durante il movimento degli occhi.

Dr. Antonio Ferraloro

[#9]
dopo
Utente
Utente
No non ho dolore oculare, l'ho avuto un mese fa solo perché avevo letto questo sintomo tra quelli della neurite ottica e me lo ero fatto venire da sola, infatti poi è passato quando ho smesso di pensarci. L'effetto che ho alla vista sono bordi delle scritte poco definiti, soprattutto la lontano, senso di corpo estraneo ma questo ad entrambi gli occhi e senso di occhio secco che ho da un bel pò di tempo, ogni tanto brucia, si arrossa o lacrima. I colori li vedo bene. Il fatto che abbia iniziato a vedere miodepsie un mese fa, e ora ho questo problema all'occhio può indicare una disidratazione del vitreo? So che non è di sua diretta competenza ma un suo parere è oro in questo periodo di incertezza
[#10]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,6k 2k 23
Sì, potrebbe essere una disidratazione del vitreo ma non voglio addentrarmi in un campo non di mia competenza.

Dr. Antonio Ferraloro

[#11]
dopo
Utente
Utente
Grazie dottore per la disponibilità, mi chiedo soprattutto se possano derivare da un disagio neurologico questi problemi alla vista, ovviamente sempre coi limiti della distanza, solo la sua impressione riguardo questo disturbo e anche quelli elencati prima.
[#12]
dopo
Utente
Utente
Dottore ho un nuovo sintomo che mi mette ansia e preoccupazione. L'ho avvertito la prima volta domenica, poi da martedì nulla e ora è riapparso da sabato. In pratica sento il polpastrelli dell'indice sinistro come bruciare, non è continuo infatti lo avverto principalmente quando strofino il dito su una qualsiasi superficie, certe volte brucia anche al solo tocco. Visivamente il dito è uguale a quello della mano destra, non è gonfio né arrossato, ma non presenta neanche formicolii o senso di intorpidimento, la sensibilità ce l'ho. Da cosa può essere dato questo sintomo? È rilevante oppure no?

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio