Informazioni circa referto dimissioni da reparto neurologia per un tia

Buongiorno, avrei necessità di spiegazioni riguardo al referto per mia madre.
Grazie infinite
"La paziente, nata il 27/03/1946 ricoverata dal 28/08/2021 al 03/09/2021 è stata dimessa con le seguenti diagnosi: TIA in paziente con leucoencefalopatia multinfartuale portatrice di protesi valvolare aortica meccanica in TAO, ipertensione arteriosa
Condizioni cliniche al momento del ricovero: In data 28. 08 la paziente si recava presso il PS di questo Ospedale per comparsa di improvviso episodio di stato confusionale e non ricordava bene cosa stesse facendo, riferiva inoltre visione affuscata.
Episodi analoghi ma di più breve durata si erano verificati anche in passato (circa 3 mesi fa) ma si erano risolti in pochi minuti a difefrenza di quello attuale durato alcune ore.
EON: Vigile, orientata nel t/s.
Nervi cranici indenni.
Non deficit neurologici a focolaio.
eloquio fluente.
stazione eretta e deambulazione possibili e senza caratteri patologici.
Patologie Precedentemente Diagnosticate:
portatrice di protesi valvolare aortica meccanica in TAO in follow-up cardiologico
ipertensione arteriosa in trattamento
È stata sottoposta ai seguenti accertamenti: Esami ematochimici nella norma tranne: azotemia 61, creatinina 1, 01 mg/dl, Globuli rossi 6. 530, 000, MCV 65, 10, MCHC 31, 10.
INR all'ingresso 2, 20.
Ultimo INR del 03. 09 2, 95 (ieri ha assunto 1+1/4 di cp di Coumadin.
Oggi assumerà 1 cp alle ore 16)
ECG: Ritmo sinusale a 69 bpm BBSn con secondarie anomalie della ripolarizzazione ventricolare.
EEG: nei limiti della norma.
TC CRANIO (28/08/21)
Esame eseguito in regime di urgenza con tecnica spirale multistrato, in condizioni di base, con ricostruzioni sui tre piani dello spazio.
Non apprezzabili raccolte emorragiche acute a localizzazione intra- ed extrassiale.
Accentuazione dell'ipodensità della sostanza bianca periventricolare e dei centri semiovali da cerebropatia su base ipoperfusiva cronica.
Esito gliotico-malacico in sede nucleo-capsulare a sinistra.
Dilatazione del sistema ventricolare e degli spazi liquorali pericefalici della volta e della base cranica come per atrofia cortico-sottocorticale.
Ateromasia calcifica dei sifoni carotidei.
Strutture della linea mediana in asse.

TC CRANIO (1/09/21)
Non si apprezzano sostanziali variazioni dei reperti tomografici rispetto al precedente del 28 agosto 2021. In particolare non emorragie in atto intra od extra-assiali.
Strutture mediane in asse.
Sofferenza ipossica cronica della sostanza bianca periventricolare sovratentoriale con esiti di infarti lacunari in sede talamica sinistra e temporo-insulare omolaterale.
Segni di iniziale atrofia corticosottocorticale.
Decorso Clinico e Commento.
asintomatica durante tutto il periodo di degenza in reparto.
Si Consiglia: Terapia medica
Olmetec 40 1 cp ore 20 Dilatrend 25 1 cp ore 8
Zyloric 300 1/2 cp ore 18
Coumadin 5 mg sec INR (range 2, 5-3, 5) posologia da regolamentare come indicazione del laboratorio.
Visita neurologica ambulatoriale fra 6-8 mesi"
[#1]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67,9k 2,1k 23
Gentile Signora,

alla Mamma è stata riscontrata una vasculopatia cerebrale cronica, in parte compatibile con l’età, e un'iniziale sofferenza di cellule del cervello (atrofia).
Quest’ultima al momento è asintomatica, almeno Lei non menziona nessun sintomo, e tale potrebbe restare anche in futuro come potrebbe evolvere in problematiche di memoria e di cognitività.
L’esame neurologico è perfettamente normale, e questa è un’ottima notizia.
La terapia prescritta è adeguata alle problematiche della Mamma.
Tengo sotto controllo pressione arteriosa, glicemia, colesterolo e trigliceridi.
Tutto sommato al momento la situazione è buona e non ci sono criticità.

Cordiali saluti

Dr. Antonio Ferraloro

[#2]
dopo
Utente
Utente
Infinite grazie dott. Ferraloro.
Cordiali Saluti
[#3]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67,9k 2,1k 23
Di nulla.

Buon fine settimana

Dr. Antonio Ferraloro

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test