Polineuropatia mista simmetrica sensitiva arti e vaccino covid 19

Spettabili Dottori,
Nel 2017 a seguito del verificarsi di alcuni episodi di lievi parestesie, formicoliii ed intorpidimento degli arti mi sono sottoposto ad elettromiografia che ha evidenziato la presenza di polineuropatia mista simmetrica prevalentemente sensitiva.
Negli ultimi anni questi episodi pur verificandosi di tanto in tanto non mi hanno comportato evidenti disagi funzionali anche grazie all assunzione di alcuni integratori (destior 60) che mi hanno aiutato a recuperare la sensibilità nei casi dove queste parestesie duravano più a lungo.
Vorrei dunque capire se è opportuno che mi sottoponga a questa vaccinazione o e’ meglio aspettare ed effettuare ulteriori esami/controlli.

Con osservanza
Manuel Sisto
[#1]
Dr. Mauro Colangelo Neurologo, Neurochirurgo 5,9k 326 221
Egregio Paziente,
Una polineuropatia è mista quando il danneggiamento o il malfunzionamento simultaneo di più nervi periferici riguarda sia fibre nervose sensitive sia fibre nervose motorie. Pertanto, sia dalla definizione che lei ne ha dato che dalla sintetica descrizione del quadro clinico, nel suo caso si è trattato di una forma solo sensitiva e non mista. Comunque, per poterne dare una definizione migliore occorrerebbe avere cognizione del reperto dell'esame elettroneurografico che avrà sicuramente effettuato. La vaccinazione anti-Covid non è controindicata, ma sarebbe opportuno che lei si sottoponesse ad una rivalutazione del quadro clinico e strumentale.
Cordialmente

Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
Egregio Dottore,
La ringrazio per la tempestiva risposta, per completezza il referto parla di Reperti elettroneuromiografici compatibili con polineuropatia mista simmetrica prevalentemente sensitiva agli arti inferiori Aggiungo che da tale patologia sono affetti anche mio padre (75 enne) , mio fratello ed alcuni miei zii sempre lato paterno; in particolare mio padre vaccinato tra marzo aprile scorso ha manifestato un aggravarsi della propria condizione ( formicoliii, sonnolenza , stanchezza cronica) motivo x il quale ad oggi nutro delle riserve sul da farsi. Ad ogni modo le sarei grato se volesse consigliarmi che tipi di esami ulteriori dover fare.
La ringrazio e saluto cordialmente
Manuel Sisto
[#3]
Dr. Mauro Colangelo Neurologo, Neurochirurgo 5,9k 326 221
Gentile Sig. Manuel,
sarebbe opportuno rivalutare con esame elettroneurografico la situazione che, da quanto ha aggiunto, potrebbe configurare una interessante condizione a distribuzione familiare. Il disturbo che lei ha riferito, come sindrome post-vaccinale, è abbastanza comune, ma come potrebbe desumere leggendo il mio ultimo articolo nell'ambito delle cefalee (di cui le accludo il link), nel caso malaugurato si contragga l'infezione vi è un significativo incremento di condizioni neurologiche sofferte in precedenza.
https://www.medicitalia.it/news/neurologia/8794-qual-e-la-relazione-fra-la-covid-19-e-la-cefalea.html

Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

Il Covid-19 è la malattia infettiva respiratoria che deriva dal SARS-CoV-2, un nuovo coronavirus scoperto nel 2019: sintomi, cura, prevenzione e complicanze.

Leggi tutto

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test